Azioni BPER: Previsioni 2022, Target Price e Andamento del Titolo nel Medio e Lungo Periodo

Nell’articolo di oggi parleremo delle azioni BPER Banca, analizzandone l’andamento storico e il target price. Quali sono state le performance di questo titolo nel 2020? E quali sono ad oggi le previsioni 2022? Conviene davvero investire sulle azioni Bper Banca?

Continua a leggere per saperne di più!

BPER Banca: di cosa si occupa la società

Per capire se investire o meno in azioni BPER Banca, può essere utile analizzare la sua storia.

BPER Banca è ad oggi uno dei più grandi istituti bancari italiani. Fondata nel 1867 sotto il nome di Banca Popolare di Modena, negli anni novanta ha cambiato nome in Banca Popolare dell’Emilia Romagna, per poi nel 2015 assumere definitivamente la denominazione di BPER Banca.

La banca è a capo del Gruppo BPER Banca S.p.A, strutturato in 5 banche italiane, una banca estera e 13 società controllate.

Il gruppo BPER Banca S.p.A offre servizi bancari tradizionali a società, liberi professionisti, privati ed enti pubblici. Esercita principalmente attività di erogazione del credito e raccolta del risparmio, riuscendo così a garantire sostegno e risposta alle richieste di privati e PMI.

Attualmente il gruppo BPER Banca S.p.A è il quinto gruppo bancario nel territorio italiano per numero di sportelli. E’ attivo in tutti i principali segmenti di mercato tramite joint venture e società partecipate: nel Wealth Management & Insurance, nel Leasing, nel Corporate & Investment Banking, nel Factoring e nel Credito al Consumo.

Dal 2009 l’azione BPER Banca è quotata a Piazza Affari.

La capitalizzazione odierna è di 2,35 miliardi.

Prezzo e Andamento BPER azioni

Ora che abbiamo dato qualche informazione su questa società, possiamo adesso concentrarci su un aspetto che, da investitore, ti interesserà molto.

Ecco qui il grafico dell’andamento delle azioni:

Previsioni Azioni BPER Banca 2022: cosa aspettarsi? Dividendi e target price

Analizziamo adesso i dati più importanti per vedere se conviene investire in azioni BPER Banca.

Le ultime notizie

BPER Banca ha sempre distribuito il dividendo negli ultimi sette anni, ad eccezione del 2020, in cui la banca ha deciso di sospendere la distribuzione in ottemperanza alla raccomandazione della BCE riguardo la politica dei dividendi. La banca è tornata a staccare un dividendo nel 2021, in cui ha pagato una cedola di 0,04€ per azione.

I risultati finanziari dei primi nove mesi del 2021 sono stati caratterizzati da un miglioramento generale sia delle principali voci del conto economico che della qualità del credito.

Andando nel dettaglio, la società ha chiuso il periodo gennaio-settembre con un utile netto di 586,22 milioni di euro, rispetto ai 199,1 milioni contabilizzati nei primi tre trimestri del 2020.

La banca ha voluto precisare che su questo dato ha influito l’avviamento negativo di 1,13 miliardi di euro. L’utile al lordo delle imposte è pari a circa 417,1 milioni di euro, escludendo le componenti straordinarie.

Nel terzo trimestre del 2021 l’utile netto è stato pari a 84,42 milioni di euro. La gestione operativa ha registrato un +28,9%, mentre i proventi operativi sono aumentati del 33,7% a 2,49 miliardi di euro

L’istituto ha chiuso l’anno con un utile netto di 525,1 milioni, una somma raddoppiata se paragonata ai ai 245,7 milioni dell’anno prima.  A generare l’utile annuale della banca c’è, tra le varie cose, l’avviamento negativo (ilcd badwill) legato all’acquisizione degli sportelli di Ubi nell’ambito dell‘OPA di Intesa Sanpaolo.

Nel quarto trimestre la banca ha chiuso il periodo con un negativo di 61,1 milioni, sui quali hanno pesato i costi one-off del piano esuberi.

Come per le altre banche è stato rilevato il forte andamento delle commissioni (469 milioni vs i 450 miolioni attesi da Equita) e il maggior contributo da trading/dividendi.

Per quanto riguarda l’acquisizione di Carige, BPER ha comunicato di aver presentato alla Consob il documento di offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria proprio circa le azioni ordinarie di Banca Carige.

Il corrispettivo per le azioni ordinarie è pari a 0,8 euro. Per le azioni di risparmio, il corrispettivo è pari a 25mila euro.

BPER Banca: il Target price

Continuando l’analisi, secondo gli analisti il target price oscilla tra i 1,70€ e i 4,00€: parliamo infatti di 2,72 euro come prezzo obiettivo medio.

I consigli degli analisti sono di acquistare e di tenere le azioni.

Ovviamente parliamo sempre di dati e previsioni incerte: ti ricordo che nessuno può dirti con certezza cosa fare. Solo avere una strategia può aiutarti a capire come muoverti e a non commettere errori quando valuti come gestire il tuo portafoglio.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Dividendo BPER Banca

Ed ecco giunti all’ultimo dato che come investitore potrebbe interessarti, ovvero quello legato ai dividendi BPER Banca.

L’ultimo dividendo disponibile (23 maggio 2022) ammonta a 0,06€ per azione.

Conviene investire sulle azioni BPER Banca?

Ora che abbiamo analizzato le informazioni tecniche che possono servire a ciascun investitore, vediamo di capire se conviene comprare azioni BPER Banca.

Personalmente non consiglio mai di comprare una singola azione, perché si tratterebbe di un’operazione rischiosa se non inserita all’interno di una strategia diversificata.

Investire in azioni può essere remunerativo, ma è assolutamente necessario capire cosa si sta facendo. Non consiglio di agire in maniera avventata e senza una dovuta preparazione: se non hai mai investito in azioni e sei all’inizio delle tue ricerche, ti suggerisco di dare uno sguardo alla guida per iniziare a investire in azioni.

Se investi da tempo oppure ritieni di avere le competenze per iniziare senza ulteriori approfondimenti, allora potresti essere interessato a scoprire l’offerta #IOPUNTOSULLITALIA.

Si tratta di una rassegna che propone le azioni del nostro Paese più profittevoli su cui investire. Il Centro Studi e Ricerche di Affari Miei esamina e monitora costantemente le azioni proposte, così da suggerire quelle più interessanti.

Se desideri investire con successo sul mercato azionario italiano e preferisci farlo con una guida che seleziona e analizza i titoli più interessanti, dai uno sguardo a #IOPUNTOSULLITALIA.

Dove comprare le azioni BPER Banca?

Se desideri comunque procedere all’acquisto di azioni ma non sai come farlo nella pratica, qui ti spiego quali sono i due canali che puoi utilizzare:

  • Una piattaforma online. Ci sono davvero moltissime piattaforme che sono specializzate nell’acquisto di azioni ed altri strumenti finanziari e che ti danno la possibilità di accedere ai mercati in maniera più intuitiva e spesso più economica;
  • La banca tradizionale. Se desideri investire cifre superiori ai 3-4 mila euro, il tuo conto corrente dovrebbe andar bene. Generalmente le banche italiane più importanti permettono di avere un portafoglio titoli, ma spesso le operazioni hanno un costo online elevato.

Se vuoi scoprire le piattaforme online migliori per investire in autonomia, leggi la guida dedicata.

Ulteriori risorse utili

Abbiamo visto in breve alcune previsioni sul titolo BPER Banca.

Investi sempre e solo cifre che puoi permetterti di perdere e che non superino mai il 2-3% del denaro che vuoi investire, anche se hai piena fiducia in questa società.

La diversificazione e la prudenza sono indispensabili in un settore che, bene o male, ha come costante quella del rischio. Sai che la mia posizione è irremovibile su questo aspetto: rischiare sì, ma con intelligenza.

Intanto, ecco alcune guide che potrebbero interessarti:

Infine, trovi anche alcune guide dedicate a chi ha bisogno di un ripasso, prima di iniziare ad investire:

    Buona lettura!


    Scopri che Investitore Sei

    Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

    >> Inizia Subito <<


    Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
    Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

    0 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *