MSCI World Index: Come Investire sulla Crescita Mondiale Tramite gli ETF

Oggi ti parlo di un indice del quale ho già avuto modo di scrivere (e che ho anche consigliato) in guide dedicate all’investimento sicuro e ai percorsi di crescita finanziaria.

Ti voglio parlare infatti di MSCI World, un indice particolarmente interessante perché incarna, come avremo modo di vedere più avanti, tutto quanto dovrebbe incarnare un buon benchmark che può trasformarsi in strumento per l’investimento.

Se sei interessato a saperne di più, e se hai anche un piccolo gruzzoletto da investire, dovresti esserlo, continua a leggere.

Non Sai Come Investire i Risparmi?

"5 Consigli Super per Investire Consapevolmente" è la guida che ti aiuta a capire veramente gli investimenti.

Che cos’è l’MSCI World Index

È un indice equity che include nel suo paniere azioni di aziende ad alta e media capitalizzazione, scelte non solo in relazione al paese dal quale operano, ma anche in relazione al settore o comparto di riferimento.

L’MSCI Index include per il momento azioni e titoli provenienti da 23 diversi paesi (i più industrializzati e sviluppati del mondo), dai quali ha successivamente scelto azioni e titoli rappresentativi sul mercato, in modo da offrire da un lato un importante benchmark dell’intera economia mondiale, dall’altro la possibilità, a chi volesse, di utilizzare questo benchmark per i propri investimenti.

Qui dalle parti di Affari Miei, come saprai bene se mi segui da un po’, preferisco però essere pratico, ed è per questo motivo che voglio parlarti proprio dell’MSCI World: può aiutarti ad indirizzare i tuoi investimenti, anzi, puoi scegliere dei particolari titoli che ne replicano perfettamente l’andamento.

I paesi nel paniere dell’MSCI World Index

Nel momento in cui ti scrivo MSCI World include tutte le economie più sviluppate del pianeta: Canada, Stati Uniti, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Italia, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito, Australia, Hong Kong, Giappone, Nuova Zelanda e Singapore.

La scelta non è assolutamente causale. L’idea sulla quale si basa questo indice è quella di rappresentare nel modo più dettagliato e efficace possibile l’andamento delle principali economie mondiali, senza includere paesi in via di sviluppo che, regola fissa del mondo della finanza e del risparmio, a possibilità di guadagno maggiori devono per forza far corrispondere rischi maggiori.

I settori nel paniere dell’MSCI World Index

Anche i settori scelti sono particolarmente bilanciati, e sono organizzati in percentuali che devono rispecchiare per quanto possibile l’importanza dei relativi settori all’interno delle economie di riferimento:

  • Il 18,10% del paniere è in azioni del settore finanziario;
  • Il 16,80% del paniere è in azioni del settore IT/Tech;
  • L’11,76% del paniere è in azioni e partecipazioni al settore Salute;
  • Il 12,26% è invece per i beni di voluttà e di lusso;
  • L’11,62% è invece rappresentato dal settore industriale;
  • Il 9,04% dai beni di consumo necessari;
  • Il 6,32% è invece rappresentato da titoli del settore energetico;
  • Il 5,25% è nel settore dei beni semilavorati;
  • Il 3,11% nel mercato immobiliare;
  • Il 2,97% nelle utilities;
  • Il 2,77% nelle Telecom.

Una composizione estremamente varia e ben bilanciata. Tienila a mente perché tra poco ti spiegherò come puoi sfruttarla a tuo favore per il tuo prossimo investimento.


Ti spiego gli ETF semplicemente: ascolta il Podcast!


ETF basati su MSCI World INDEX

L’indice MSCI World non è soltanto materiale per l’econometria. Ci sono attualmente sul mercato più di 10 strumenti ETF che replicano 1:1 la composizione e l’andamento di questo indice.

Questo vuol dire che puoi investire in quote di capitale gestito che seguono esattamente l’andamento dell’indice in questione, facendo un ottimo investimento per i motivi che andrò a spiegarti tra pochissimo.

Scegliere un ETF in generale ha diversi vantaggi (ti rimando alla mia guida sugli ETF) e farlo su uno che segue pedissequamente l’andamento di MSCI World è ulteriormente vantaggioso.

Di seguito riporto i migliori ETF che puoi comprare sulla Borsa Italiana: ho cercato di individuare diverse tipologie di prodotti, non è un invito ad investire in uno piuttosto che in un altro, ti invito a comparare le condizioni prima di partire.

– Xtrackers Msci World Swap Ucits Etf

Codice ISIN: LU0274208692

Emittente: Xtrackers

Commissioni Totali Annue: 0,45%

Politica di Distribuzione: ad accumulazione

Valuta di Denominazione: Dollaro USA

– Ishares Core Msci World Ucits Etf 

Codice ISIN: IE00B4L5Y983

Emittente: iShares III plc

Commissioni Totali Annue: 0,19%

Politica di Distribuzione: ad accumulazione

Valuta di Denominazione: Dollaro USA

– Lyxor Msci World Ucits Etf 

Codice ISIN: FR0010315770

Emittente: Lyxor International Asset Management

Commissioni Totali Annue: 0,30%

Politica di Distribuzione: a distribuzione (semestrale)

Valuta di Denominazione: Euro

– Hsbc Msci World Ucits Etf

Codice ISIN: IE00B4X9L533

Emittente: HSBC ETFs

Commissioni Totali Annue: 0,15%

Politica di Distribuzione: a distribuzione (trimestrale)

Valuta di Denominazione: Dollaro USA

Un capitale estremamente differenziato a costi bassissimi

Gli ETF sono capitale gestito passivamente, perché è in realtà gestito da un algoritmo che si obbliga a replicare l’andamento di un determinato indice, tramite calcoli numericamente complicati ma concettualmente molto semplici.

Il vantaggio principale di questo tipo di strumenti è la possibilità di accedere a portafogli estremamente differenziati, come nel caso di MSCI World, a fronte di anche una piccolissima quota di partecipazione.

Inoltre, al contrario di quanto avviene con i fondi comuni di investimento, le commissioni sono bassissime, in quanto appunto la gestione è passiva e i costi dovuti alla società di gestione non possono che decrescere in modo netto.

Ti porti a casa così un ETF che replica un indice altamente differenziato, che ha ulteriori vantaggi. Continua a leggere.

Perché MSCI World è un buon indice?

Per diversi motivi:

  • La differenziazione è vera: la divisione per nazione e per comparti ti permette davvero di metterti al riparo da eventuali crisi nazionali o di settore;
  • Stai investendo in aziende di Paesi solidissimi e soprattutto, per almeno il 70%, in azione di aziende ad elevatissima capitalizzazione;
  • La tipologia di titoli nel paniere MSCI World sono redditizi in archi temporali di medio periodo: anche chi ha acquistato poco prima della crisi 2008, si trova oggi con l’avere in tasca dei buoni rendimenti.

MSCI World è dunque un indice potenzialmente a basso rischio nel lungo periodo, ben bilanciato e che ha reso relativamente tanto a chi ci ha investito.

Difficilmente è possibile trovare un indice / ETF con tali caratteristiche, nonostante l’enorme varietà di prodotti che oggi ci vengono offerti.

Sia chiaro, stiamo parlando di azionario internazionale e di finanza, quindi non siamo di fronte alla certezza granitica (fino a prova contraria) dei conti deposito.

Devi approcciarti a questa tipologia di investimento solo dopo aver messo a posto le tue finanze come ti ho spiegato dettagliatamente nella mia guida, fino a quel momento non è il caso che tu ti cimenti in avventure del genere che, nel breve periodo, possono darti dispiaceri.

Investire sull’indice mondiale vuol dire puntare sul lungo periodo: se cerchi il 2% sicuro e senza oscillazioni, stanne alla larga.

Come Comprare ETF sull’indice MSCI World

Per investire è necessario che tu abbia un conto corrente con deposito titoli.

Esistono anche piattaforme che ti permettono di acquistare CFD su ETF che replicano indici anche se c’è una differenza fondamentale:

  • Se compri tramite deposito titoli acquisti la tua quota direttamente dal “produttore”, cioè dalla società che ha creato l’ETF e che compra materialmente le azioni delle aziende che replica. Gli ETF sono quotati sui mercati regolamentati e vendibili in borsa liberamente;
  • Se compri tramite broker non possiedi materialmente una quota ideale di quel capitale e non stai investendo in borsa: il broker è il mercato, quindi puoi scambiare il titolo solo all’interno del mercato “ristretto” della piattaforma.

Il mio parere, comunque, è quello di aprire un deposito titoli perché prediligo investimenti di lungo termine ed è bene possedere i titoli piuttosto che optare per un broker market maker. Se ti interessa, tuttavia, questa ultima ipotesi, puoi visitare la guida con le migliori piattaforme per il trading online.

Ulteriori Risorse Utili

Se stai cercando idee per investire, ecco alcune risorse molto utili per te:

Spero di esserti stato di aiuto e di averti fornito tutte le istruzioni utili per pianificare al meglio le tue mosse.

Buoni investimenti.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO