Migliori Azioni sul settore della Comunicazione da Comprare nel 2021: Su Quali Aziende Investire?

Stai cercando delle aziende che operano nel settore delle telecomunicazioni che possano fornirti dei titoli validi e solidi sui quali pensare di fare un investimento?

In questo articolo vedremo insieme quali sono le migliori azioni sul settore della comunicazione, esaminando un elenco delle migliori aziende che operano nel settore delle telecomunicazioni.

Questo settore comprende al suo interno, tra gli altri, compagnie telefoniche, fornitori di servizi Internet e compagnie satellitari e wireless. Esse offrono infatti servizi telefonici, ma anche internet e televisivi, con le relative infrastrutture per supportarli.

Le aziende che operano in questo settore sono ricercate dagli investitori in quanto possiedono delle entrate ricorrenti, quindi hanno un reddito abbastanza prevedibile, e inoltre non sono molto volatili.

Un investitore che sta cercando un reddito da dividendi potrebbe quindi essere interessato ad una società di questo tipo.

Non ti resta che continuare nella lettura per scoprire quali sono le migliori società e per sapere le mie opinioni sulla conveniva di questo investimento.

Buona lettura!

Migliori azioni sul settore delle comunicazioni

Vediamo adesso quali società meritano la nostra attenzione, ma prima ti consiglio di compilare il quiz per capire che investitore sei e imparare a scegliere i tuoi investimenti.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Comcast

Si tratta del più grande provider di servizi internet e di pay-TV negli Stati Uniti. Nonostante abbia acquistato nel 2011 la maggioranza del gruppo multimediale internazionale NBCUniversal (una delle cinque major di Hollywood) i suoi ricavi principali derivano dall’attività di comunicazione via cavo, ovvero dal suo core business.

Inoltre, assieme a Disney e Warner Media è una delle media company più grandi del mondo.

La società ha sede in Pennsylvania ed è stata fondata nel 1963.

Come dicevamo prima i ricavi maggiori provengono dall’attività e dai clienti Internet, che aumentano ogni anno. Questo permette alla società di compensare le perdite derivanti dagli abbonati video.

L’azienda ha operato nel corso del tempo diverse acquisizioni, come per esempio nel 1995 che ha acquisito un operatore via cavo, EW Scripps Company per 1,5 miliardi di dollari: in questo modo i suoi clienti sono diventati circa 4,3 milioni.

È negli anni 2000 che ha cominciato a diversificare, entrando nel business della televisione via cavo e della telefonia digitale (con l’acquisizione nel 2011 del gruppo NDCUniversal) e anche nel settore dello sport (la società è proprietaria dei Philadelphia Flyers, squadra che milita nel campionato NHL e di molte arene sportive).

Nell’anno 2017 inoltre Comcast ha cominciato ad avviare la trattativa per l’acquisizione di Sky, la società fondata da Rupert Murdoch leader delle pay-tv in Italia, Regno Unito, Germania e altri paesi europei. Nel settembre 2018 l’operazione è andata a buon fine e con un’offerta di 30,6 miliardi di sterline Comcast si è aggiudicata la società Sky.

Una sua azione costa al momento 55 dollari e il grafico ci mostra come i rendimenti siano in crescita dal mese di maggio, con un picco verso l’alto raggiunto agli inizi di settembre 2021.

Netflix

Non possiamo non menzionare Netflix. È una società statunitense che opera nella distribuzione via internet di contenuti televisivi quali film e serie tv e altri contenuti di intrattenimento a pagamento.

È stata fondata nel 1997 a Scotts Valley in California. Nasce come attività di noleggio di DVD, e nel 2013 entra nel settore della produzione presentando la sua prima serie, House of Cards. Da quel momento ha cominciato la produzione di film e telefilm, offrendo inoltre tantissimi contenuti “originali Netflix”.

Si tratta quindi di una società ben posizionata sul mercato e che è ancora leader; le minacce provengono soprattutto dai competitors, Amazon Prime su tutti e Hulu Plus.

Per quanto riguarda invece le partnership strategiche, possiamo menzionare quella con Disney, avvenuta nel 2016 per ottenere i diritti di diffusione in esclusiva dei più recenti film e serie a marchio Disney e quella con Altice e SFR per coprire il segmento di mercato di Francia e Portogallo utilizzando i canali via cavo di SFR.

Il prezzo delle azioni Netflix ha avuto un impressionante aumento, e ad oggi si attesta a 577 dollari.

Il grafico ci mostra come ci siano state due tendenze rialziste: una nel 2010 fino al 2011, e l’altra cominciata a settembre 2012 che sembra continuare ancora oggi.

Nel complesso quindi si tratta di una società solida che promette rendimenti elevati, a fronte però di una spesa non indifferente.

Vodafone 

È uno dei principali fornitori di telecomunicazioni in Europa. Ha sede a Londra ed è stata fondata nel 1984.

Ha partecipazioni in ben 25 paesi e i suoi mercati principali sono Italia, Germania, Spagna e Regno Unito.

Vodafone ha compiute alcune acquisizioni nel corso degli anni che le hanno consentito di affermarsi: nel 2007 per esempio ha acquisito Tele2 Italia e Tele2 Spagna per la cifra di 775 milioni di euro.

Nel 2017 Vodafone India, la sussidiaria indiana, ha annunciato la fusione con la rivale Idea Culler, ed è andata a creare un fatturato annuale superiore a 25 miliardi di euro, cosa che la ha resa il più grande operatore di telefonia mobile del mercato indiano.

La sua capitalizzazione di mercato è di 32,10 miliardi di dollari, e ha un dividend yield del 6,73%.

Un’azione Vodafone costa circa 116 dollari.

Il grafico ci mostra un picco subito a luglio 2021, e successivamente una ripresa, con le previsioni che prevedono un aumento del flusso di cassa nei prossimi anni.

Telefonica 

Siamo davanti ad una compagnia di telecomunicazioni spagnola, che opera principalmente in Spagna e in America Latina. È inoltre una delle più grandi società di telecomunicazioni fissa e mobile, ed è stata fondata nel 1924 a Madrid.

Un’operazione molto importante sostenuta dalla società è stata quella di vendere la sua attività di infrastrutture Telxius ad American Tower: questa operazione è stata effettuata al fine di restringere l’attenzione di Telefonica a Spagna, Brasile, Germania e Regno Unito e anche per ridurre la sua presenza in America Latina. La strategia è infatti quella di ridurre l’esposizione ai mercati emergenti che rappresentano un rischio, e di aumentare l’efficienza operativa.

Nel 2014 aveva acquisito l’11,11% della pay TV Mediaset Premium, che ad oggi non esiste più.

Un’azione costa 4,14 euro, quindi parliamo di un investimento a basso costo che potrebbe rivelarsi molto profittevole.

Fox Corporation

È un’azienda statunitense che opera nel settore della televisione, fondata nel marzo 2019 da Rupert Murdoch (fondatore di Sky).

Essa è il risultato di un’acquisizione da parte della 21st Century Fox da parte di The Walt Disney Company: le attività che non sono state acquisite dalla Disney sono state scorporate e si è creata la nuova Fox Corp.

La società concede in licenza contenuti di notizie, sport e intrattenimento, che sono distribuiti da società di telecomunicazioni e distributori online e tramite la televisione via cavo. Essa ha inoltre in gestione anche studi, teatri e sale di montaggio.

Alcune acquisizioni operate dalla Fox sono state: nel 2019 Credible Labs per 397 milioni di dollari e lo studio di animazione Bento Box Entertainment per 50 milioni di dollari, mentre nell’aprile del 2020 il servizio di streaming Tubi per 440 milioni di dollari, e infine nel settembre 2021 TMZ da WarnerMedia.

Un’azione costa circa 32 dollari, e i rendimenti sono positivi, quindi questo è un titolo dal discreto rapporto qualità/prezzo.

Come comprare azioni sulle telecomunicazioni

Entrare nel mercato azionario al giorno d’oggi risulta essere relativamente facile, poiché grazie al web ci sono molte più possibilità rispetto a prima.

Infatti, un tempo era possibile soltanto appoggiandosi alla Banca (opzione disponibile comunque anche oggi). Grazie al conto corrente l’investitore può aprire il suo conto titoli e investire. Questa opzione, tuttavia, ha dei costi che grazie al web si sono riusciti ad abbassare.

Ed è per questo che attualmente k’accesso al mercato, grazie alle piattaforme online, non solo è più facilmente accessibile, ma anche economico.

Si tratta però pur sempre di un mercato difficile e che nasconde insidie: proprio per questo motivo prima di cominciare ti consiglio di studiare e capire al meglio cosa fare.

Conviene investire in azioni del settore delle comunicazioni?

Abbiamo visto i titoli migliori, ora possiamo capire se conviene investire in queste aziende.

Nel complesso possiamo dire che il settore delle telecomunicazioni è in espansione da un po’ di anni: internet è alla base della nostra vita, così come la comunicazione in generale. È difficile immaginare che domani possiamo svegliarci e non desiderare più internet e di essere connessi 24h.

Inoltre il settore dell’intrattenimento, dominato dai servizi di streaming che offrono contenuti televisivi on demand è anch’esso in crescita.

Per questi motivi parliamo di un settore che non dovrebbe subire degli scossoni esagerati. Inoltre molti titoli di telecomunicazioni hanno guadagni consistenti e prevedibili; essi pagano dividendi affidabili, e alcuni di loro hanno anche un buon rapporto prezzo/utili.

Menzioniamo anche il fatto che questi titoli vengono spesso scambiati a valutazioni molto ragionevoli, e questo li rende un ottimo settore difensivo quando ci sono periodi di flessione dei mercati.

Se stai costruendo un portafoglio diversificato, inserire un titolo del settore delle telecomunicazioni potrebbe rivelarsi una buona scelta.

Non posso ovviamente darti una risposta definitiva in quanto non conosco la tua situazione finanziaria, però posso consigliarti di leggere e imparare prima di investire nei mercati finanziari, poiché si tratta di un mercato difficile e pieno di insidie.

Ti lascio a tal proposito alcune risorse che potranno esserti utili!

Se però pensi di aver bisogno di fare un passo indietro, allora qui trovi alcune guide per approfondire e fare chiarezza

Buona lettura!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *