Migliori Azioni sull’Industria da Comprare nel 2023: Su Quali Aziende Investire?

Quali sono le migliori azioni sull’industria? Se stai cercando una lista delle migliori azioni sul settore industriale per poter fare un investimento non ti resta che continuare nella lettura di questo articolo.

Ti stilerò una lista di società che operano nel settore industriale e che sono potenzialmente interessanti per ottenere un buon ritorno economico, e poi vedremo se questo investimento è conveniente oppure no.

Continua a leggere per saperne di più!

Settore industriale: una panoramica

Prima di addentrarci nell’analisi dettagliata delle società migliori da inserire in portafoglio per ottenere dei rendimenti interessanti possiamo fare una breve panoramica sul settore.

Il settore industriale rappresenta un terzo dell’economia globale e include alcune tra le più grandi compagnie al mondo.

Investire nel settore industriale vuol dire scegliere delle aziende che operano nel settore edile, oppure aziende che si occupano di costruzione di macchinari da lavoro, o ancora può voler dire anche scegliere delle società che operano nel settore aerospaziale, oppure compagnie aeree.

L’industria è un settore ciclico, quindi c’è da aspettarsi che esso performi meglio quando l’economia è in una fase di espansione, e che risenta invece di qualche rallentamento quando l’economia si trova in una fase di recessione.

Per capire quindi se si tratta di un buon investimento è possibile anche guardare all’economia globale.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Migliori azioni industria

Vediamo insieme le migliori azioni del settore industria.

3M Company

Stiamo parlando di un’azienda multinazionale statunitense presente in tutto il mondo. È stata fondata nel 1902 a Two Harbors in Minnesota.

È uno dei più grandi nomi mondiali del settore industriale e si occupa di diversi tipi di prodotti, in quanto opera in differenti mercati:

  • Salute: con prodotti per settore ospedaliero, medico-professionali e per l’industria;
  • Industria e trasporti: con abrasivi, colle, prodotti per la pulizia e sistemi di filtraggio che rappresentano il 33,5% del volume di affari totale dell’azienda;
  • Sicurezza: con prodotti per la segnaletica e sistemi antincendio;
  • Elettronica: con prodotti di raccordo e componenti ottici;
  • Ufficio: con i prodotti da ufficio quali cartoleria, fai da te e benessere.

La sua capitalizzazione di mercato si attesta sui 62 miliardi di dollari, mentre le sue azioni costano all’incirca 113 dollari.

Dal grafico possiamo vedere come abbia mantenuto dei rendimenti costanti più o meno dall’inizio del 2021, mentre dall’inizio del 2022 la società ha perso circa il 20%; al momento la perfomance non è delle più rosee ma negli ultimi giorni possiamo registrare dei piccoli passi in avanti.

Honeywell International

Si tratta di una società quotata statunitense, una delle più importanti multinazionali che opera in molti settori differenti, tra cui quello industriale o domestico, quello aeronautico e automobilistico e quello relativo a materiali speciali ad elevate prestazioni.

Possiamo inquadrare Honeywell come un vero e proprio conglomerato industriale, che realizza oltre 600 prodotti e servizi in settori diversificati.

In Italia è presente dal 1964 con una sede a Monza.

L’azienda produce anche dispositivi di sicurezza quali mascherine con filtri ffp2 e ffp3, guanti, tute protettive e visiere, tutti dispositivi indispensabili in periodo di pandemia.

Il suo successo è in gran parte dovuto alle numerose acquisizioni che ha completato nel corso degli anni e che le sono servite per diversificare i prodotti, nonché per espandere la posizione geografica.

Possiamo menzionare la più grande acquisizione effettuata da Honeywell fino ad oggi, ovvero quella del 2016: la società ha acquistato il gruppo Elster da Melrose Industries PLC per 5,1 miliardi di dollari, principalmente per le aree di prodotto e le zone geografiche in forte crescita che occupavano il gruppo Elster.

Il grafico ci mostra che il rendimento delle azioni è stato abbastanza stabile negli ultimi 10 anni circa. Notiamo un picco nel mese di marzo 2020, quando più o meno quasi tutti i titoli azionari sono crollati in concomitanza con l’inizio della pandemia.

Negli ultimi 5 anni ha avuto una crescita pari al 38,45%.

Un’azione Honeywell attualmente ha un prezzo di circa 207 dollari, e per quanto riguarda le previsioni per il futuro gli esperti sono concordi nell’affermare che gli utili della società potrebbero aumentare, quindi i rendimenti mantenere un buon ritmo di crescita.

Mercury Sistems

Si tratta di una società tecnologica che si occupa di un’industria aerospaziale e di difesa.

La società progetta, sviluppa e produce prodotti hardware e software per computer.

Principalmente Mercury Sistems vende i suoi prodotti alle prime contractor della difesa, al governo degli Stati Uniti e alle società aerospaziali commerciali produttrici di apparecchiature originali (OEM).

La sua sede principale è ad Andover in Massachussetts e può vantare 2300 dipendenti.

Mercury Sistems ha visto un trend al rialzo dall’anno 2013 e ha ingranato al meglio perché offre tecnologia a prova di futuro a un settore e a un’industria che punta a essere all’avanguardia.

L’azienda è quotata in Borsa dal lontano 1998.

Se osserviamo il grafico possiamo vedere come da inizio anno ad oggi abbia registrato un +4,51%.

La sua capitalizzazione di mercato è pari a 2,87 miliardi di dollari, e un’azione oggi costa all’incirca 49 dollari.

Da inizio anno ha fatto registrare un +11,02%.

Generac Holdings

È stata fondata nel 1959, ha sede nel Wisconsin e possiede impianti di produzione anche a Berlino.

Il suo core business è incentrato su generatori di corrente, che possono fornire alimentazione di backup per i proprietari di case o essere una fonte di alimentazione portatile per siti commerciali e industriali.

Il grafico ci mostra come la società abbia una storia di performance positive, soprattutto da aprile 2020, subito dopo la pandemia. Questo è dovuto al fatto che ci sono state più domande da parte dei cantieri. Inoltre, l’ampia gamma di prodotti che offre la società, soprattutto in ambito energia portatile e pulita è un ottimo carburante per ottenere performance positive.

Ha perso un pochino durante il secondo semestre del 2022, mentre da inizio 2023 è di nuovo in rialzo con un +16,89%.

Le azioni Generac costano circa 114 dollari e le previsioni future sono positive, mentre la sua capitalizzazione di mercato ammonta a 7,24 miliardi di dollari.

General Electric Company

È una multinazionale statunitense fondata nel 1892 che opera nel settore della tecnologia e dei servizi. Le sue origini risalgono a Thomas Edison che fondò a suo tempo la Edison Electric Light Company e che vantava un prodotto rivoluzionario, ovvero la lampadina elettrica con filamento incandescente.

Al giorno d’oggi la General Electric è un conglomerato enorme che genera e distribuisce elettricità per ogni tipo di industria.

Da febbraio 2021 mostra una costante ripresa nei rendimenti, e attualmente una sua azione costa 66,94 dollari.

La società sta operando ingenti investimenti e si sta espandendo verso nuove aree, che vanno dall’energia rinnovabile fino all’assistenza sanitaria.

Possiamo quindi considerare questo titolo in un’ottica di investimento di lungo periodo, in quanto è molto probabile un aumento costante nel tempo dei rendimenti, che potrebbero essere proprio quello che cerca un investitore orientato al lungo periodo.

La sua capitalizzazione di mercato è di 89,56 miliardi di dollari, e un’azione costa oggi circa 82 dollari.

Nell’ultimo anno la performance è stata pari a un +11,37%.

Come comprare azioni industria

La possibilità di acquistare delle azioni sono molteplici, e il web ci viene incontro anche in questo caso. Grazie ad esso infatti è possibile acquistare azioni in maniera tecnicamente semplice.

Se non hai mai investito in azioni ti consiglio di leggere e di informarti adeguatamente prima di avventurarti sui mercati finanziari, poiché questo passaggio è fondamentale per prepararsi all’investimento e per non sbagliare.

Se sei consapevole dell’importanza di avere una strategia e quindi vuoi comprare azioni NIO sapendo come farlo. allora puoi farlo in due modi:

  • Rivolgerti alla banca tradizionale: se hai intenzione di investire somme pari a 3.000/ 4.000 euro, allora il classico conto corrente potrebbe essere sufficiente. Le banche italiane propongono la possibilità di costruire un portafoglio titoli, operando con loro. Tuttavia sappi che i costi spesso sono molto alti;
  • Affidarti alle piattaforme online: ne puoi trovare molte specializzate nell’acquisto di azioni che ti consentono di accedere ai mercati. Questa strategia è spesso più economica rispetto a quello proposto dalle banche. Con le piattaforme puoi acquistare azioni anche investendo solo 50 euro. Per piccoli investimenti, spesso, sono da preferire sul piano della user experience e  soprattutto dei costi che andrai a pagare.

Se vuoi scoprire le piattaforme online migliori per investire in autonomia, leggi la guida dedicata.

Conviene investire in azioni del settore industria?

Dopo aver visto in quali aziende investire, e quali sono le migliori, possiamo finalmente cercare di capire se il settore industriale risulti essere davvero redditizio.

I player di questo settore sono aziende molto grandi, spesso multinazionali, che esistono da moltissimi anni, quindi ci troviamo di fronte società longeve, che spesso ottengono molti ricavi e aumentano il proprio fatturato.

Un’altra cosa importante da sapere è che il settore in questione rappresenta ben un terzo dell’economia globale, e include come abbiamo visto alcune tra le più grandi compagnie al mondo.

Non conoscendo però a fondo la tua situazione strettamente personale non posso dirti con certezza se conviene investire in azioni del settore industriale oppure no, posso però cercare di darti alcuni strumenti per scegliere nella maniera migliore possibile.

Personalmente utilizzo un’altra strategia di investimento, che è differente dall’investimento azionario diretto, però non è detto che sia quello che stai cercando anche tu.

Se vuoi investire in azioni il primo consiglio che posso darti è quello di diversificare: se scegli il settore dell’industria, ricorda di inserire anche altri settori nel tuo portafoglio, per non mettere tutto il tuo capitale “in mano a una sola persona”.

Una strategia di diversificazione infatti è spesso quello che tutti gli investitori ricercano, per proteggere il capitale e allo stesso tempo per poter ottenere il massimo dai propri investimenti.

Se invece non sei ancora sicurissimo di quello che vuoi fare, ti consiglio allora di leggere questa guida, che ho scritto proprio pensando a chi vuole investire in azioni e sta cercando informazioni a riguardo.

Infine, trovi anche alcune guide dedicate a chi ha bisogno di un ripasso, prima di iniziare ad investire:

Buona lettura!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *