ETF Energie Rinnovabili, Ecco i Migliori del 2020: Investi sul Futuro!

Energie rinnovabili e green economy sono settori economici in espansione e che hanno tutta l’attenzione dei Paesi del mondo, da quelli in via di Sviluppo a quelli già economicamente sviluppati.

Purtroppo, le energie pulite non hanno ancora un ruolo così centrale da un punto di vista operativo: tuttavia, la percentuale aumenta sempre di più, grazie all’avanzamento tecnologico che rende possibile sfruttare in modo più efficiente i pannelli solari, pale eoliche e altri metodi per produrre energia rinnovabile e green.

Ovviamente, questo incide anche sulla realtà finanziaria e degli investimenti: alcuni investitori si approcciano a questo mondo con motivazioni etiche e ambientali. Altri, invece, lo fanno perché attratti dal potenziale economico del settore.

Qualunque sia la motivazione che ti ha spinto fin qui, è comunque indispensabile conoscere appieno questa realtà, in modo tale da scegliere davvero i migliori strumenti finanziari, considerando che la scelta è davvero ampia.

Per queste ragioni può essere saggio guardare agli ETF sulle energie rinnovabili, ed è per questo che in questa guida ci concentreremo su di essi, individuando i migliori.

Buona lettura.

ETF green energy: di cosa si tratta?

Quando parliamo di ETF green economy, oppure ETF green energy ci riferiamo a strumenti che investono prevalentemente in azioni di società coinvolte nella produzione di energie pulite e alternative.

Solo per citare alcune di queste aziende:

  • NextEra Energy: grande e importante azienda energetica statunitense, essa rappresenta il più grande produttore al mondo di energia rinnovabile;
  • First Solar: ecco un’altra azienda statunitense impegnata nella produzione di pannelli solari;
  • Canadian Solar: questa è un’azienda canadese che produce e installa pannelli solari;
  • Vestas: si tratta di un’azienda danese che progetta, fabbrica e vende turbine eoliche;
  • Solaredge Technologies: che produce inverter fotovoltaici;
  • Siemens Gamesa: questa azienda spagnola produce turbine eoliche;
  • Jinko Solar: questa azienda cinese è leader nella produzione di moduli, celle solari e wafer di silicio;
  • Falck Renewables: infine ecco un’azienda italiana attiva nella produzione di energie rinnovabili.

Per investire nella green economy non c’è solo l’opziona azionaria ma esistono anche gli ETF green bond, ossia fondi che tracciano la performance di un indice composto da obbligazioni “green”.

Migliori ETF energie rinnovabili disponibili sulla Borsa Italiana

Ma ora entriamo nel merito della nostra trattazione e iniziamo a esaminare i tre migliori ETF sull’energia rinnovabile che puoi scegliere sulla Borsa Italiana.

Il primo che esaminiamo è un ETF obbligazionario, mentre il secondo e il terzo sono azionari.

Lyxor Green Bond

Questo ETF replica l’indice Solactive Green Bond, investendo in obbligazioni ecologiche denominate in euro oppure in dollari statunitensi. Sono emesse dagli stati sovrani, da enti sovranazionali, dalle banche per lo sviluppo e società.

Se decidi di acquistare questo prodotto, andrai ad investire in obbligazioni destinate a finanziare progetti che vogliono impattare positivamente sull’ambiente.

Parliamo quindi di produzione di energia da fonti green, efficienza energetica, utilizzo consapevole e sostenibile dei terreni, diminuzione delle emissioni di CO2 e così via.

L’ETF ha una dimensione media (ossia 224 milioni di euro), ed è caratterizzato da un metodo di replica fisico.

I costi di gestione annui sono pari allo 0,25%.

La politica sui dividendi è di accumulazione, dunque le cedole delle obbligazioni non sono redistribuite periodicamente, bensì reinvestite nel fondo stesso, aumentando sul lungo periodo l’effetto dell’interesse composto.

Ishares Global Clean Energy UCITS Etf 

Questo è l’ETF green più ampio e maturo che puoi trovare sul mercato: infatti, il lancio è avvento nel 2007. Attualmente la sua dimensione ammonta a 583 milioni di dollari.

I costi di gestione annui ammontano allo 0,65%, mentre la replica è fisica e la politica sui dividendi prevede una distribuzione degli stessi ogni sei mesi.

L’ETF replica l’indice S&P Global Clean Energy, che comprende i 30 titoli azionari impegnati nell’economia delle energie rinnovabili. Le aziende in questione sono a componente tecnologica e sono caratterizzate da una crescita attesa dei ricavi molto rapida.

La maggior parte delle aziende e statunitense (per il 40%), e in porzioni minori troviamo la Cina, il Canada, la Nuova Zelanda, ma anche la Spagna, il Brasile e la Danimarca, oltre all’Italia.

Lyxor New Energy

Infine, ecco un altro ETF che è abbastanza liquido che è nato non troppo di recente (2007).

La sua attuale dimensione è pari a 283 milioni di euro, mentre i costi annui di gestione sono pari allo 0,60%. La replica è sintetica e la politica sui dividendi anche in questo caso comporta una distribuzione a cadenza semestrale, anche se il rendimento è leggermente inferiore rispetto a quelli dell’ETF appena esaminato.

L’ETF ha come sottostante l’indice World Alternative Energy, composto da azioni di 20 società attive a livello mondiale.

Anche stavolta gli USA sono il paese maggiormente rappresentato (per una percentuale del 29% circa, tuttavia vi troviamo anche numerose aziende europee (appartenenti a Spagna, Francia, Danimarca, Paesi Bassi).

Dato che il 42% dell’ETF ha un sottostante denominato in euro, l’investitore italiano è meno soggetto al rischio di cambio.

Conviene investire in ETF sulla green economy?

Lo scorso anno gran parte delle aziende impegnate nella produzione delle energie pulite ha vissuto e constatato una crescita evidente: infatti, entrambi gli ETF azionari esaminati poco fa sono cresciuti del 48% circa.

L’andamento positivo è stato anche confermato nel primo trimestre del 2020, anche se la pandemia di coronavirus ha scombussolato le carte.

Indipendentemente dagli ultimi scossoni, le prospettive di crescita sono molto buone per il futuro, per questo investirvi e inserire un ETF Green nel proprio portafoglio con l’idea di un investimento di lungo periodo potrebbe essere una strategia vincente.

Non dimentichiamo naturalmente i rischi, legati al fatto che le aziende che producono energia pulita sono giovani e quindi meno stabili e solide forse dei settori tradizionali, tuttavia personalmente credo nel settore, tanto che con il Centro Studi di Affari Miei abbiamo inserito nei portafogli Megatrend di Fast Investments Planner anche degli ETF Green.

Se non conosci ancora il servizio, allora ti consiglio di leggere la recensione dedicata.

Buona lettura!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei