ETF Dividendi, ecco i migliori su Borsa Italiana: Investi nell’azionario ad alto rendimento da dividendi

Stai cercando informazioni sugli ETF e sui dividendi? Gli ETF sono strumenti che si diversificano in termini di area geografica, settore di business o dimensione aziendale. Poi ci sono anche gli ETF che si basano su una specifica strategia, e che continuano ad essere sotto la lente di ingrandimento degli investitori.

Tra questi abbiamo sicuramente gli ETF che investono nell’azionario ad alto rendimento da dividendi. Questo rappresenta sicuramente un solido investimento

I dividendi vengono pagati dalle società che realizzano profitti ingenti e che sono forti economicamente e stabili.

Per un investitore che cerca un’entrata regolare, magari nei periodi dove i tassi di interesse sono bassi, ETF di questo tipo potrebbero rappresentare un investimento molto interessante.

Per poter investire nell’azionario globale ad alto rendimento ci sono indici differenti, quindi si tratta di scegliere i migliori ETF che replicano tali indici.

Azionario ad alto rendimento da dividendi: di cosa parliamo?

Cominciamo col dire che l’ETF è uno strumento finanziario: è un fondo quotato che replica passivamente l’andamento di un indice e garantisce un costo basso di gestione. È un fondo quindi a gestione passiva, e si distingue dai fondi a gestione attiva che prevedono invece l’intervento di un gestore del fondo e annoverano dei costi di gestione più elevati.

Chi investe in un ETF si vede distribuire dei dividendi, quindi lui ne è il beneficiario.

I dividendi sono la quota di utile che un’azienda distribuisce ai propri azionisti. Alcune aziende decidono appunto di distribuire gli utili ai propri azionisti, mentre altre aziende che magari sono più piccole oppure stanno puntando ad espandersi ulteriormente, decidono di reinvestire gli utili in altri progetti.

Possiamo dire che anche gli ETF si comportano in tal senso, e infatti vi sono due tipologie di ETF: a distribuzione e ad accumulazione.

Gli ETF a distribuzione prevedono il pagamento di dividendi periodici, quindi i dividendi vengono distribuiti a cadenza trimestrale, semestrale o altro. Inoltre le entrate da dividendi o interessi che riceverete saranno tassate al momento della distribuzione.

Gli ETF ad accumulazione invece prevedono che le quote generate dalle azioni o dalle obbligazioni non vengano redistribuite, ma reinvestite nel fondo stesso; quindi alla data dello stacco delle cedole maturate, esse vengono immediatamente reinvestite, sfruttando così il vantaggio degli interessi composti ed evitando nuove commissioni di sottoscrizione che occorre sostenere quando si comprano nuove azioni di un ETF.

Come abbiamo detto prima gli ETF replicano degli indici. Adesso vediamo quali sono gli indici sull’azionario globale che distribuisce dividendi

Dow Jones Global Select Dividend

Si focalizza sulle società che hanno rispettato determinati requisiti riguardo alla qualità ed alla liquidità del dividendo.

L’indice confronta il dividendo nel corso dell’anno precedente rispetto al livello medio degli ultimi cinque anni.

Vengono quindi classificati solo i titoli azionari che superano i requisiti di selezione.

L’universo di riferimento sono i titoli azionari dei paesi sviluppati di tutto il mondo.

FTSE All-World High Dividend Yield

Comprende i titoli azionari con i più elevati dividendi delle economie sviluppate ed emergenti di tutto il mondo.

È il più vasto indice disponibile sui dividendi.

Il metodo di selezione è molto diretto e si basa sul rendimento da dividendo atteso per i prossimi 12 mesi.

Le aziende selezionate sono ponderate sulla base della capitalizzazione di mercato del flottante.

S&P Global Dividend Aristocrats

Questo indice punta sulla crescita di lungo termine e stabile dei dividendi. Si basa sull’indice S&P Global Broad Market (BMI) che replica i titoli azionari delle nazioni globali sviluppate e dei mercati emergenti.

Una società per essere inclusa in questo indice deve avere almeno 10 anni consecutivi di controllata politica sui dividendi con dividendi crescenti o stabili.

I titoli azionari selezionati sono ponderati sulla base del rendimento da dividendi indicato.

SG Global Quality Income

Esso replica tra 75 e 125 titoli azionari ad elevati dividendi di nazioni sviluppate a livello globale, esclusi gli intermediari finanziari. Il processo di selezione si basa sul criterio qualitativo complessivo (in riferimento alla profittabilità, solvenza, efficienza interna) e alla valutazione del bilancio.

Al fine di essere selezionato, il rendimento da dividendo di una società deve essere almeno del 4 percento (oppure 3,5 percento se meno di 75 società rispecchiano i criteri definiti di cui sopra).

STOXX® Global Select Dividend 100

Comprende 100 società a livello globale che presentano standard di dividendi di elevata qualità.

I titoli vengono selezionati nelle sotto aree sulla base del rendimento storico da dividendo e da quello indicato. I titoli azionari vengono ponderati in base al rendimento da dividendo indicato.

MSCI World High Dividend Yield

Si concentra sui titoli azionari a più elevato dividendo da nazioni sviluppate, e include 301 aziende (al 31/03/21) che sono selezionate sulla base di fattori di qualità e di forza del dividendo.

I criteri di selezione includono un rendimento da dividendo di almeno il 30 per cento superiore alla media dell’indice di riferimento (indice MSCI World) e una crescita del tasso dei dividendi non negativa sopra gli ultimi 5 anni.

Ma ora vediamo quali sono i migliori ETF che perseguono questa strategia!

I tre migliori ETF presenti su Borsa Italiana

Ecco cosa ho trovato.

Xtrackers STOXX Global Select Dividend 100 Swap UCITS ETF

L’indice STOXX® Global Select Dividend 100 replica i 100 titoli azionari dell’indice STOXX Global 1800 che pagano i più elevati dividendi.

Il fondo ha una dimensione grande di 719 milioni di euro, è domiciliato in Lussemburgo ed è stato quotato nel giugno 2007.

La replicazione è sintetica e non ha copertura valutaria.

Il costo di gestione annuo ammonta allo 0,50% e la politica per quanto riguarda i dividendi è a distribuzione, con le cedole che vengono distribuite annualmente.

Il profilo di rischio è medio-alto, pari a 6. L’allocazione settoriale vede per questo fondo il 35,01% in beni di prima necessità, il 10,22% in utilities, il 6,88% in salute e via via altri settori.

SPDR S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF

L’indice S&P Global Dividend Aristocrats replica i titoli azionari ad elevato rendimento da dividendi di tutto il mondo.

La dimensione del fondo è grande, pari a 665 milioni di euro, ed è stato lanciato nel maggio 2013.

Il metodo di replica è fisico e non ha copertura valutaria.

I costi di gestione annui ammontano allo 0,45%, e la politica sui dividendi è a distribuzione, con le cedole distribuite trimestralmente.

L’allocazione settoriale vede aziende statunitensi per il 47,53%, giapponesi per il 9,40%, inglesi per l’8,83% e a seguire altre.

Vanguard FTSE All-World High Dividend Yield UCITS ETF

L’indice FTSE All-World High Dividend Yield replica l’azionario globale ad elevato rendimento da dividendi.

La dimensione del fondo è grande, pari a 1.474 milioni di euro, ed è stato lanciato nel maggio 2013

Il metodo di replica è fisico e l’ETF non prevede copertura valutaria.

Il domicilio del fondo è in Irlanda e per quanto riguarda la politica è di distribuzione con i dividendi che vengono distribuiti trimestralmente.

Il costo di gestione annuo ammonta allo 0,29%.

Il profilo di rischio è medio, pari a 5.

L’allocazione geografica vede per il 40,6% aziende provenienti dagli Stati Uniti, per l’8% dal Giappone e per il 7,5% dal Regno Unito.

Conviene investire in ETF ad alto rendimento da dividendi?

A questo punto ti starai chiedendo se conviene investire in questo tipo di ETF.

Se decidi di perseguire questa strada vuol dire certamente che vuoi investire nell’economia globale unendo però l’obiettivo di aumento del capitale a quello di reddito; infatti ti aspetti comunque di ricevere alti dividendi.

Abbiamo anche visto che tutti e tre gli ETF esaminati presentano una politica sui dividendi a distribuzione, ovvero le cedole vengono appunto distribuite a cadenza regolare nell’arco dell’anno, e quindi non vengono reinvestite nel fondo stesso. In questo modo non potrai sfruttare il potere dell’interesse composto, però otterrai subito i dividendi, che è quello che stai cercando!

La scelta di investire in questi ETF ti garantirà quindi una rendita dal tuo portafoglio grazie ai dividendi che i fondi stessi ti distribuiscono. In questo modo riceverai regolarmente un rendimento che deriva dal capitale che hai deciso di investire in aziende come abbiamo visto solide e che generano molti profitti.

Quindi se stai cercando questo, puoi inserire nel tuo portafoglio gli ETF ad alto rendimento da dividendi, ricordandoti sempre di diversificare il tuo portafoglio per evitare sorprese e per avere una strategia attenta e sempre sotto controllo!

Altre Risorse

Non sai come diversificare? Ecco qualche guida da leggere:

Spero che continuerai a seguirmi!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *