Migliori Azioni Americane da Comprare nel 2021: Su Quali Aziende Investire?

Quali sono le migliori azioni americane? Se sei affascinato dagli Stati Uniti, quasi certamente starai pensando di investire o comunque di cercare informazioni sulle aziende americane.

Ne hai sentito tanto parlare, e ora vorresti magari investirci su per guadagnare e far crescere il tuo portafoglio.

Le azioni degli Stati Uniti sono moltissime: infatti il numero di aziende tra le quali puoi scegliere a Wall Street non è nemmeno paragonabile a quelle presenti su Borsa Italiana.

La grande numerosità però deve anche mettere in guardia: non è così semplice investire sulle azioni americane!

Proprio per questo motivo oggi cercherò di darti una mano e di far luce in merito ai tuoi dubbi.

Cominciamo ad analizzare dal punto di vista macroeconomico il mercato: il 2020 è stato un anno difficile un po’ per tutte le aziende, ma per cercare le migliori azioni per il 2021 è importante analizzare prima quello che è successo l’anno precedente.

Dopo la pandemia Wall Street ha ripreso slancio ed è tornato a nuovi record. Principalmente sono stati due i motivi che hanno spinto e sostenuto il nuovo apprezzamento che si sta verificando nella Borsa USA: la fiducia e quindi l’aspettativa per una ripresa dell’economia, non solo a livello americano ma a livello globale, e successivamente la crescita delle aziende che durante l’emergenza hanno incrementato i loro introiti (principalmente i colossi dell’informatica e dell’e-commerce).

Possiamo dire anche che molte delle più grandi aziende nel mondo sono americane: questo potrebbe rappresentare una buona notizia ma anche un motivo per stare in guardia e analizzare bene il contesto.

Ora vedremo le società, e successivamente ti fornirò le mie opinioni.

Buona lettura!

Migliori azioni USA

Andiamo subito al sodo, vedendo le migliori azioni con i grafici annessi. Prima, puoi compilare il quiz per scoprire che investitore sei, così saprai come muoverti in questa realt. Lo trovi quo sotto.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Amazon

Forse non ha nemmeno bisogno di presentazioni: si tratta di una delle più grandi aziende negli Stati Uniti in termini di entrate.

È un’azienda di commercio elettronico, ha sede a Seattle, è stata fondata nel 1994 ed è inoltre la più grande internet company al mondo.

Pensa che ha cominciato come libreria online, offrendo una vasta scelta di titoli e successivamente è cresciuta a dismisura fino a diventare quello che è al giorno d’oggi.

Per fornirti qualche dato, nel 2020 il fatturato è stato pari a 386 miliardi di dollari, ed è cresciuto di ben il 38% durante la pandemia.

Essa è una delle quattro aziende tecnologiche più grandi e famose insieme a Google, Apple e Microsoft. Non a caso, sono tutti colossi americani.

Il suo business è diversificato: oltre alla classica vendita al dettaglio online attraverso il sito proprietario e una rete capillare che permette una distribuzione ottimale della merce, esso punta molto sul servizio Amazon Prime che permette di ricevere i prodotti acquistati in tempi più brevi ma anche di usufruire di un servizio di contenuti in streaming, e inoltre anche su Amazon Web Services, una piattaforma di cloud computing e servizi web offerti a partire dal 2002, da cui arrivano la maggior parte dei profitti.

Ha una capitalizzazione di circa 1700 miliardi di dollari e il rapporto prezzo/utili è pari al 60,35.

Un’azione costa 3460 dollari circa, quindi parliamo di un investimento importante, che però nel lungo periodo potrebbe dare grandi, grandissime soddisfazioni, in quanto i numeri che sta inanellando da anni non possono certo mentire.

Qui trovi la guida aggiornata.

Microsoft

Anche in questo caso parliamo di un colosso. Microsoft è l’azienda di Bill Gates, fondata nel 1975 con sede attuale a Redmond nello stato di Washington.

È una delle aziende più importanti al mondo nel settore, e una delle più grandi produttrici di software al mondo per fatturato.

La sua capitalizzazione nel 2020 era pari a 1400 miliardi di dollari, e ad oggi è di 2000 miliardi.

I suoi prodotti software principali sono i sistemi operativi Microsoft Windows, la suite di produttività Microsoft Office e i browser Internet Explorer e Edge.

Ad aprile 2021 Microsoft ha comprato Nuance, mettendo a segno la maggiore operazione dopo LinkedIn nel 2016.

Nuance è stata acquistata per 19,7 miliardi di dollari, e si tratta di una compagnia specializzata in cloud e software di intelligenza artificiale. Essa fornisce una tecnologia di riconoscimento vocale e trascrizione utilizzata da Apple in Siri e avrà anche applicazioni in ambito sanitario.

Le soluzioni di intelligenza conversazionale di Nuance sono già utilizzate dal 77% degli ospedali americani.

Un’azione Microsoft costa circa 300 dollari ed essa paga dividendi regolari ai suoi azionisti quattro volte all’anno. Il grafico ci mostra come la società sia in crescita costante, spinta ancora di più dopo aprile 2021.

Un investimento in una società simile potrebbe rivelarsi proficuo.

Apple

Apple è uno dei marchi più iconici al mondo. Si tratta della multinazionale fondata da Steve Jobs nel 1976 nella Silicon Valley in California, ed è considerata una delle società Big Tech insieme ad Amazon, Google, Microsoft e Facebook.

I suoi prodotti sono moltissimi: Macintosh, iPhone, iPad, Mac, Apple Watch, Apple TV su tutti, ed essa è attiva anche sulle piattaforme software con iOS, macOS e i servizi forniti da Apple Store, Apple Music e Apple Pay.

Si tratta della prima azienda degli Stati Uniti a raggiungere il trilione di capitalizzazione di mercato nella storia.

Non sembra aver patito più di tanto la pandemia, e infatti la sua tendenza è continuata al rialzo. Si tratta attualmente di uno dei migliori titoli quotati al Nasdaq 100 e all’S&P500.

Nel settore smartphone la concorrenza è forte e proviene principalmente da Samsung e da Huawei. Apple fronteggia la concorrenza poiché riesce a mantenere molte quote di mercato grazie a una forte brand awareness e a un design unico.

Uno dei principali competitor nel settore computer di Apple è sicuramente Microsoft, che abbiamo analizzato prima, soprattutto per quanto concerne i sistemi operativi. Al momento Microsoft Windows prevale poiché equipaggia la maggior parte dei computer attuali.

Sono sicuro che quasi tutti abbiano le loro ragioni per preferire l’uno piuttosto che l’altro: infatti spesso si instaura un vero e proprio dibattito sui punti di forza e di debolezza di Apple e Microsoft, e si crea anche una sorta di “tifo” per l’uno o per l’altro, poichè essi rappresentano nell’immaginario collettivi due mondi diversi che hanno creato nel tempo una sorta di fidelizzazione nei propri clienti.

Dal punto di vista prettamente finanziario stiamo parlando di due colossi che offrono agli investitori rendimenti sicuri e prospettive di crescita.

Un’azione Apple costa circa 146 dollari e le previsioni degli esperti sono buone per il futuro.

Qui puoi leggere la recensione completa.

Alphabet (Google)

È conosciuta come la società madre Google, ha sede a Mountain View in California e offre il motore di ricerca Google, il sistema operativo Android e molti servizi web quali ad esempio YouTube, Gmail, Maps e altri.

Si tratta di una delle più grandi e importanti aziende informatiche, nonché di una delle più grandi aziende a livello globale, con una capitalizzazione che supera il bilione di dollari.

Google ha portato a termine due accordi di partnership: nel febbraio 2021 ha annunciato una collaborazione con Ford per l’auto connessa che porterà sistemi Android sulle auto, e nel giugno 2021 ha annunciato la collaborazione con Samsung nel campo degli orologi connessi.

Un’azione Google costa 2830 dollari circa, e il grafico ci mostra come i suoi rendimenti siano in costante crescita, dal mese di febbraio 2021.

Ecco la recensione.

Starbucks

Come ultima azienda interessante che ti segnalo per un eventuale investimento cambiamo settore: essa è una catena di caffè fondata a Seattle nel 1971. Si tratta della più grande catena del suo genere al mondo.

Il punto di forza dell’azienda è che i suoi punti vendita vendono esclusivamente la propria marca di caffè, macinato o in grani, e altri spuntini, nonché utensili e macchine da caffè, sempre a proprio marchio. Un’altra cosa che contraddistingue principalmente l’azienda da tutte le altre del settore è che il suo obiettivo principale è “fornire un’esperienza al consumatore”, quindi offrire ai propri clienti un servizio unico che non troveranno nel caffè di nessun’altra marca.

Per darti un’idea della sua portata, ti basti sapere che dal 2018 Starbucks è situata in tutti e 5 i continenti, e possiede più di 32 mila negozi in tutto il mondo. Si tratta inoltre di uno dei marchi più preziosi al mondo.

Per quanto riguarda le partnership, possiamo menzionarne due:

  • nel 2014 Starbucks si è alleato con il gruppo Selecta per proporre la propria gamma di caffè nelle società europee clienti di Selecta;
  • nel 2015 invece ha siglato una partnership con il gruppo Spotify che offre ai membri di Spotify Premium la possibilità di creare le proprie playlist in-store e guadagnare punti premio per riscattare bevande gratuite. Questa partnership è stata fatta in un’ottica di coinvolgimento e fidelizzazione del cliente.

La sua capitalizzazione di mercato è di oltre 135 miliardi di dollari.

Un’azione costa circa 113 dollari, il grafico ci mostra rendimenti crescenti da febbraio 2021 e inoltre, un motivo in più per investire in questo titolo è che l’azienda paga dividendi quattro volte l’anno.

Come comprare azioni americane

Per investire sulle migliori azioni americane nel 2021 non per forza devi comprare e vendere. Internet ci viene in aiuto, e mette a nostra disposizione moltissime piattaforme attraverso le quali è possibile comprare azioni e operare per i tuoi investimenti.

Oggi è possibile comprare azioni sia tramite la banca tradizionale che in autonomia affidandosi alle piattaforme. Ricordati che la prima opzione comporterà dei costi più alti.

Prima di cominciare ad investire però ti consiglio di studiare e di formarti; a tal proposito, ti lascio un articolo che potrebbe aiutarti a far luce su alcuni punti e a cominciare ad investire consapevolmente.

Conviene investire in azioni USA?

Siamo giunti alla fine della nostra trattazione, e quindi possiamo adesso trarre le conclusioni.

Ti ho elencato alcune aziende che a mio parere possono essere interessanti sia perché solide e sia perchè pagano dividendi alti e interessanti per un investitore.

La mia non è una risposta univoca in quanto non conosco la tua situazione finanziaria personale: sto cercando di fornirti alcuni consigli in caso tu volessi investire nelle azioni degli Stati Uniti.

Prima di tutto, a tal proposito, ti consiglio di controllare lo S&P 500 e i settori del quale fanno parte le aziende nelle quali desidereresti investire. Poi potresti sicuramente vedere come sono le previsioni per approfondire al meglio prima di effettuare l’investimento.

Come hai potuto vedere, le società che ti ho presentato hanno tutte delle entrate ottime, sono solide, hanno un grande ritorno di profitto e pagano dividendi.

Come ti ho accennato in apertura le aziende americane sono veramente tantissime, e quando si ha a disposizione una scelta così ampia a volte è facile anche perdersi e compiere delle scelte sbagliate.

Alcune società infatti sono solide e hanno un alto valore, mentre troviamo anche tantissime società che hanno un potenziale di crescita superiore di chiunque altro, ma che però potrebbero non rivelarsi così solide dal punto di vista degli introiti.

Amazon, Apple, Google (anche Facebook che non ho elencato) sono sicuramente alcune tra le aziende più sicure nella quali investire, poiché stiamo parlando di aziende ben consolidate e che da anni dominano il proprio settore di riferimento nonché la scena mondiale.

Ti metto in guardia invece riguardo quelle società che si presentano come startup innovative e che magari dopo poco tempo deludono oppure non mantengono le aspettative iniziali.

Ne nascono moltissime, soprattutto nel settore tecnologico, in quanto è molto più semplice di anni fa al giorno d’oggi sviluppare una tecnologia o un servizio innovativo che possa suscitare curiosità tra gli investitori e attirare capitali.

Non è detto però che tutte le startup diventino poi nei fatti Amazon o Apple.

Per questo motivo ti consiglio di studiare bene il mercato americano e di puntare per la maggior parte a società che sono solide e ben posizionate nel mercato.

Io personalmente utilizzo una strategia diversa, che non è quella dell’investimento azionario diretto, però ti posso sicuramente dire che se decidi di investire in aziende americane solide, tra i quali i colossi che ti ho menzionato, difficilmente sbaglierai. Esse potranno garantirti dei rendimenti a lungo termine e consentiranno al tuo investimento di ottenere il massimo nel lungo periodo.

Se vuoi, prima di cominciare a investire puoi leggere queste risorse che ti lascio qui, in modo da chiarirti le idee.

Inoltre, qui trovi guide base nel caso in cui volessi iniziare facendo un passo indietro:

Ti auguro buon proseguimento su Affari Miei.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *