Miglior Conto Deposito 2018: Classifica Top 10 – Dove Conviene Vincolare i Soldi?

Sei alla ricerca dei migliori modi per investire i risparmi? E’ probabile che ti sia chiesto qual è il miglior Conto Deposito del momento. Sei capitato al posto giusto, su Affari Miei trovi il confronto tra i migliori conti deposito (ultimo aggiornamento aprile 2018).

Cerchiamo di capire ad oggi se questa soluzione rappresenta un investimento sicuro e redditizio oppure se conviene virare su altre possibilità.

Grazie al nostro comodo servizio puoi confrontare in pochi secondi le migliori offerte e ricevere un mare di informazioni straordinarie per investire soldi.


Classifica Conti Deposito 2018: 10 Offerte Top Scelte da Affari Miei


In questo paragrafo voglio approfondire insieme a te quali sono le caratteristiche dei migliori conti deposito che ho selezionato e recensito per te: cominciamo subito!

1. MoneyFarm

Moneyfarm è un prodotto che non è da considerarsi tecnicamente un conto deposito ma un servizio che si pone sul mercato come alternativa ai depositi bancari.

Il motivo per cui stanno nascendo alternative come MoneyFarm, programma che vanta partner di rilievo come Allianz Bank, è legato alla situazione attuale dei conti di deposito, caratterizzati da tassi poco appetibili per chi vuole investire i suoi risparmi senza rinunciare alla sicurezza.

MoneyFarm ti permette di investire sfruttando la tecnologia del robot advisor che massimizza i profitti e minimizza i costi: costruendo un portafoglio bilanciato puoi ottenere buoni rendimenti, negli ultimi anni mediamente il tasso lordo pagato agli investitori è del 5,41%.

La piattaforma innovativa di cu ti sto parlando in questo paragrafo, invece, permette di decidere online il tuo profilo di rischio (anche basso, come quello di chi appunto cerca un conto deposito) compilando un questionario e di iniziare anche con cifre molto basse a pianificare gli investimenti.

In più, a disposizione dei clienti, c’è un team di esperti che fornisce assistenza a chi si approccia al servizio: registrandoti gratuitamente puoi essere contattato dallo staff di MoneyFarm per conoscere meglio il servizio.

MoneyFarm ha ricevuto il premio da Corriere Economia di miglior consulente finanziario indipendente del 2016 e vanta un tasso di soddisfazione dei clienti superiore al 90%.

>> Iscriviti a MoneyFarm Adesso <<


2. Santander Consumer Bank

Se cerchi un conto vincolato tradizionale, devi sicuramente tenere in considerazione la proposta del conto deposito Santander.

Si tratta di un prodotto pensato per i risparmiatori che sono alla ricerca di un investimento sicuro e che non permetta di correre alcun rischio.

Santander propone ai suoi clienti conti di deposito caratterizzati dai più alti tassi del mercato odierno con un rendimento fisso lordo pari all’’1,20% sulle somme vincolate a 36 mesi.

Santander prevede anche l’ipotesi di effettuare depositi liberi: in questo caso godi di un tasso fisso lordo che ammonta all’0,75%.

I vantaggi di questo strumento sono l’assenza di spese di apertura e la facilità della procedura grazie alla quale non ci sono documenti da stampare o inviare: si fa tutto online o telefonicamente.

Con Santander hai la garanzia al 100% fino a 100 mila euro di depositi e l’assenza totale di di rischi grazie alla copertura del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Puoi aprire il conto Santander in due modi:

  • Da pcCLICCANDO QUI, compili il form di richiesta e fai tutto autonomamente da casa;
  • Da smartphoneCLICCANDO QUI, lasci comodamente i tuoi dati e lo staff di Santander ti ricontatterà per concludere la procedura telefonicamente.

3. Widiba

Conto Widiba spesso manda in confusione i risparmiatori: si tratta di un conto deposito o corrente? Il motivo della confusione è che si tratta di un conto corrente online che permette di vincolare la liquidità, garantendo rendimenti per i depositi ed offrendo uno strumento snello, con poche spese e facile da usare.

Tecnicamente, dunque, Widiba è un conto corrente che tuttavia offre spesso interessi in promozione per i vincoli da renderlo simile ad un conto deposito.

Nel momento in cui aggiorno la classifica è disponibile un tasso d’interesse premiale all’1,60% per sei mesi.

Ho inserito Widiba in questa classifica perché il tasso è tra i più alti del mercato nonostante non si tratti tecnicamente di un conto deposito.

Se vuoi cambiare banca ed aprire un conto a zero spese, Widiba ti permette di cogliere due piccioni con una fava e ti agevola con l’opzione di trasloco gratuito: fa tutto lo staff di Widiba in 12 giorni, non devi chiudere tu il tuo vecchio conto!

>> Apri il Conto Widiba Adesso <<


4. Credit Agricole – Cariparma

Altra opzione di cui ti parlo è Crescideposito Più online di Cariparma che offre:

  • rendimento a 12 mesi: 1,00% lordo con liquidazione degli interessi al 6° mese ed al 12° mese;
  • la solidità e tranquillità di affidare i risparmi al Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, il Gruppo che ha l’indice di solidità fra i più alti del sistema bancario;
  • internet banking.

Per attivare Crescideposito Più Online è necessario aprire Conto Adesso che, in questo momento, propone un bonus di benvenuto molto interessante.

Se diventi cliente di Credit Agricole, infatti, ricevi:

  • 130€ in Buoni Amazon di benvenuto se accrediti lo stipendio o la pensione o versi almeno 3000€ di liquidità oppure sottoscrivi un prodotto di risparmio gestito della banca;
  • Ulteriore Buono Amazon da 50€ se decidi di ricevere anche la Carta American Express e partecipi alla membership.

Tutto questo va ad aggiungersi ai vantaggi del conto deposito visto che la banca prevede un’offerta integrata di entrambi i servizi.

L’offerta aggregata tra conto corrente e conto deposito è particolarmente conveniente per cifre basse: se, per esempio, depositi una cifra di 10.000€ ricevi sia gli interessi all’1% annuo che almeno 130€ di buono Amazon (cifra che, come ti ho spiegato sopra, può aumentare) che, singolarmente, valgono già l’1,3% della somma depositata.

1% di tasso d’interesse + 1,3% di bonus in buono regalo fa circa 2,3%: per cifre relativamente basse è una soluzione senz’altro interessante. Insomma, con un po’ di creatività ci si può ricavare un ottimo risultato finale.

>> Deposita i Risparmi al Sicuro con Credit Agricole <<


5. CheBanca!

CheBanca! fa parte del gruppo Mediobanca ed è uno dei principali istituti online italiani.

Con il conto deposito CheBanca! puoi vincolare i tuoi risparmi a partire da un importo minimo di 100 euro, optando tra un vincolo di 3, 6 o 12 mesi, considerando che è possibile scegliere più vincoli di differente durata. Il tasso lordo è dell’1% sulla liquidità vincolata a 6 mesi.

I vantaggi di questo strumento sono l’assenza di costi di apertura e/o chiusura, la gratuità dei versamenti e dei prelievi di denaro, e il dovuto pagamento soltanto per le imposte previste dalla legge.

Inoltre, i depositi sono svincolabili in un qualunque momento, senza che venga perso l’interesse di base maturato, senza dimenticare che il cliente, al momento del vincolo, riceve anticipatamente l’importo degli interessi, in modo da decidere se utilizzarlo o meno.

Infine, anche in questo caso vi è sicurezza garantita, poiché è possibile trasferire denaro soltanto sui conti collegati al tuo, senza dimenticare che l’istituto bancario aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che assicura al cliente una copertura fino a 100.000 euro.

>> Apri il Conto Deposito CheBanca! <<


6. Conto Arancio

Chi sceglie il conto deposito Arancio per la gestione dei propri risparmi e accreditare lo stipendio oppure la pensione, fino al 28 dicembre 2017 si vede conferire il 2% di interessi sulle somme che scegli di vincolare per 6 mesi.

Scaduto questo periodo, l’istituto proporrà tassi vantaggiosi ai suoi clienti, pari all’1% per i depositi vincolati e dello 0,10 per i depositi liberi.

Il conto si apre in soli 5 minuti, online, Compilati i moduli è sufficiente spedirli per posta ed effettuare poi un primo bonifico.


7. Rendimax

Rendimax è il conto deposito di Banca Ifis. Propone diversi tipi di soluzioni: il conto deposito libero propone lo 0,25% di interessi, il conto Rendimax Like propone lo 0,75% di interess, mentre il conto deposito Vincolato garantisce il 2% di rendimento.

Gli interessi su rendimax Libero maturano giornalmente e vengono liquidati trimestralmente, mentre quelli di rendimax Like permettono di riavere accreditate le somme sul conto Libero dopo 33 giorni solari senza perdere il tasso di interesse, e rendimax Vincolato permette di scegliere se ricevere gli interessi in anticipo oppure a scadenze trimestrali con interessi maggiori.


8. Esagon

Esagon è il conto deposito vincolato di Credito Fondiario, mirato a soddisfare le esigenze di chi vorrebbe investire su periodi di medio-lungo termine senza rinunciare al tasso garantito e a un profilo di rischio basso.

Questo strumento propone ottimi rendimenti sul mercato: esso assicura un tasso di interesse lordo fino al 3,15% su base annuale per le cifre che raggiungono o superano i 10.000 euro vincolati da un minimo di 12 ad un massimo di 84 mesi.

Esagon è gratuito e si gestisce interamente da internet, senza dimenticare che le imposte di bollo sono a carico della banca. Gli interessi vengono liquidati automaticamente, con cadenza trimestrale o annuale in base alla tipologia della cedola scelta dal cliente.

Tuttavia bisogna ricordare che Esagon Conto deposito non è svincolabile, come si legge nella mia guida dedicata.


9. Conto Facto

Conto Facto è il conto deposito online di Banca Farmafactoring: questo strumento garantisce al cliente un interesse lordo annuale dell’1,00%, a partire da somme di 5.000 euro che siano state vincolate per almeno 12 mesi.

Si tratta di un conto senza spese, poiché l’istituto bancario si accolla l’imposta di bollo sulle somme vincolate.

Esiste poi una soluzione più flessibile, ossia conto Facto Plus. Questa opzione consente di svincolare fino al 30% del proprio capitale, senza pagare penali e senza conseguenze sugli interessi maturati. Qui si può trovare una guida di approfondimento.


10. Conto Credem

Conto Deposito Più di Credem è un altro prodotto vantaggioso, un’offerta che prevede differenti durate, che il cliente può scegliere in base alle sue esigenze. Qualora il cliente volesse svincolare la somma in maniera anticipata, il tasso maturato fino al momento del vincolo sarà riconosciuto al cliente.

Tuttavia, è prevista una penale, di minimo 100€ e pari a 0,033‰ del capitale sottoscritto per ogni giorno effettivo di vita residua. La cifra minima da vincolare è di 5000 euro.

In questo articolo ho esaminato tutti i punti salienti dell’offerta in questione.


Vuoi Ricevere in Anteprima News sui Conti Deposito in Offerta?

Investi Sicuro con Affari Miei
La tua privacy è al sicuro.

Privacy Policy
Ti invierò mensilmente in esclusiva le novità per investire sicuro!


Come Scegliere il Miglior Conto Deposito

Conviene ancora vincolare il proprio denaro presso una banca oppure ci sono altre strade da tenere in considerazione?

In alcuni casi forse si, in altri no: la guida, oltre ad aggiornare periodicamente i tassi proposti dai principali istituti, fornisce anche istruzioni utili per te che vuoi investire oggi i risparmi su usufruendo di questo strumento.

Ti consiglio caldamente di leggere attentamente tutti i contenuti presenti su questa pagina perchè qui, più che altrove, troverai alcune informazioni fondamentali da fare prima di decidere come e dove investire.

Alcuni punti da approfondire

Prima di guardare agli interessi netti corrisposti, è necessario che controlliate una serie di aspetti contrattuali estremamente importanti ai fini della valutazione della bontà del tuo investimento.

In particolare, suggerisco di essere vigile sui seguenti particolari:

1. Controllare chi paga l’imposta di bollo

Essa ammonta al 2 per mille della somma depositata (0,20%) e molto spesso (ma non sempre) viene pagata dalla banca quando è in corso una promozione tesa ad attirare nuovi clienti.

Si tratta di un fatto non marginale se si sta valutando di investire i risparmi in un conto deposito. La guida dedicata al bollo su conto corrente e conto deposito può chiarire ogni dubbio per chi non dovesse conoscere del tutto la materia.

2. Capitalizzazione degli interessi

Può essere annuale, semestrale, trimestrale. Inoltre è possibile che gli interessi vengano dati in anticipo e si cumulino con il capitale iniziale oppure che vengano corrisposti a scadenza.

Intuirai facilmente la differenza sostanziale che può esistere tra le varie opzioni perché se gli interessi capitalizzano più volte durante l’anno vanno a sommarsi al capitale che, di volta in volta, si incrementa mediante il tasso promesso.

Inoltre dare gli interessi in anticipo vuol dire incrementare il capitale, darli alla fine invece può non essere la stessa cosa.

Alcune banche, poi, tendono per esempio a corrispondere gli interessi subito, a mo’ di promozione, fermo restando che il denaro resti comunque vincolato fino alla scadenza: in questo caso gli introiti non vanno, però, a cumularsi con tutto il capitale che si sta vincolando.

3. Tassazione degli interessi

Sui conti deposito è al 26% contro il 12,50% dei BTP e dei BFP e il 20% del libretto postale.

Abbiamo assistito ad un incremento negli ultimi anni che, unitamente al calo generalizzato dei tassi, sta rendendo spesso poco conveniente lo strumento del conto deposito.

Esistono, tuttavia, delle eccezioni che sono legate ad offerte temporanee tese ad incrementare la clientela: oltre agli interessi, infatti, spesso le banche offrono dei veri e propri benefit ai nuovi sottoscrittori dal valore economico considerevole.

3. La sicurezza, prima di tutto!

Sicurezza della banca: con le crisi di alcuni noti istituti del nostro Paese l’attenzione è sicuramente salita.

Su questa pagina spiego come scegliere una banca, fermo restando la garanzia del Fondo Interbancario di Tutela Depositi che copre i capitali fino a 100 mila euro.

Qual è la situazione attuale dei conti di deposito?

Da quando la BCE ha deciso di intervenire con il Qe, i tassi sono scesi decisamente su tutti quelli che vengono definiti generalmente “prodotti sicuri”.

I conti deposito non sono da meno e, infatti, i tassi proposti dalle banche appaiono decisamente meno appetibili rispetto a qualche anno fa.

Tuttavia, sovente, vengono proposte offerte temporanee che risultano essere abbastanza interessanti se paragonate con il mercato generale le cui condizioni, appunto, non sono estremamente esaltanti.

Ricordati un aspetto principale: conviene investire in uno strumento del genere nel momento in cui consente di proteggere i risparmi dall’inflazione.

Se l’inflazione dovesse essere più alta del tasso di interesse netto, ci stai perdendo. Negli ultimi anni abbiamo assistito al fenomeno che viene definito deflazione, visto che la crisi economica ha portato alla riduzione dei consumi ed in parte anche dei prezzi.

Lo scopo del Quantitative easing, oltre ad incentivare i consumi e l’erogazione del credito alle famiglie, sotto forma di mutui e prestiti personali, ed alle imprese, è proprio quello di far ripartire anche l’inflazione: la previsione per i prossimi anni, quindi, dovrebbe andare nella logica di un tasso crescente che deve essere accompagnato, in sede di investimento, da un rendimento almeno paritetico.

Parliamo pur sempre di una previsione perchè non siamo in grado, ad oggi, di dire con chiarezza se la politica attuata dalle istituzioni comunitarie possa davvero essere considerata valida ed azzeccata.

Sarà la storia dei prossimi anni a dircelo.

Perchè è così importante sapere tutte queste cose prima di investire?

La lunga premessa è d’obbligo perchè prima di investire i propri soldi è necessario capire con esattezza in quale cornice ci si sta muovendo.

Solo una grossa mole di informazioni, infatti, può consentire agli investitori di poter effettuare scelte consapevoli ed in qualche modo orientate verso obiettivi ben definiti in fase di pianificazione.

Quando devi gestire i tuoi soldi cerca sempre di essere attento e parsimonioso: pensa anche cinque minuti in più senza credere che agire con calma sia una perdita di tempo.

Non è affatto vero perchè tantissimi risparmiatori si sono trovati nei guai proprio perchè non hanno adeguatamente valutato il da farsi e si sono fidati, purtroppo, di professionisti poco onesti.

Questo vale in generale e può ritenersi valido anche come ragionamento generale per i conti deposito, sebbene essi siano da considerarsi comunque come un investimento relativamente più tranquillo e meno esposto alle fluttuazioni che caratterizzano i mercati azionari o obbligazionari.

Conviene Guardare ai Conti Deposito per Investire?

Al di là dei numeri sommariamente esposti, va detto che i tempi sono quelli che sono sul mercato dei conti deposito, come accennato chiaramente nei paragrafi precedenti.

Il conto deposito è lo strumento ideale se non vuoi rotture di scatole, hai un capitale inferiore a 100 mila euro e vuoi stare tranquillo: la garanzia pubblica, sotto questo punto di vista, ti tutela.

Se cerchi maggiore redditività, devi essere pronto ad accollarti rischi maggiori e devi cercare altrove.

Affari Miei continuerà a monitorare il panorama dei conti deposito, aggiornando costantemente questa pagina e fornendo articoli quotidiani sulle varie prospettive che vengono a manifestarsi per i risparmiatori.


Indice Articoli sui Conti Deposito: Tutte le Recensioni


Affari Miei recensisce periodicamente tutti i più importanti istituti italiani, ecco gli altri prodotti disponibili sul mercato analizzati nel dettaglio:


Vuoi Ricevere in Anteprima News sui Conti Deposito in Offerta?

Investi Sicuro con Affari Miei
La tua privacy è al sicuro.

Privacy Policy
Ti invierò mensilmente in esclusiva le novità per investire sicuro!


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Ricevere in Anteprima News sui Conti Deposito in Offerta?

Investi Sicuro con Affari Miei
La tua privacy è al sicuro.

Privacy Policy
Ti invierò mensilmente in esclusiva le novità per investire sicuro!


Affari-Miei

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

4 COMMENTI

  1. Buonasera,
    Non si capisce se i tassi offerti sui conti di deposito sopra elencati sono attuali o si riferiscono a tempi passati.
    Grazie.

    • Ciao Antonio, l’articolo viene aggiornato quotidianamente. Può capitare che ci siano offerte momentanee delle banche che durano poco o cambiano, ma è abbastanza raro perché le teniamo sempre sotto controllo!

  2. Ciao,”DAVID”! Ma lo sai che Sei grande. Ti ho scoperto solo questa sera; magari averti avuto qualche anno fa.Allora, all’inizio del mio “percorso finanziario” le Tue valutazioni mi avrebbero facilitato tantissimo. Oggi sono sempre utilissime e restano un supporto estremamente utile. Grazie. P.S. Se mi “frulla ” qualcosa in mente posso contattarti?.
    Vive cordialità Simone R.

    • Ciao Simone,

      grazie del feedback. Non è mai troppo tardi, stai sereno 😉

      Se hai domande in merito falle pure qui, non offro in questo momento consulenza one to one.

      A presto,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO