Miglior Conto Deposito: Confronto Rendimento dei Conti Online

Sei alla ricerca dei migliori modi per investire i risparmi? E’ probabile che ti sia chiesto qual è il miglior Conto Deposito del momento. Sei capitato al posto giusto, su Affari Miei trovi il confronto tra i migliori conti deposito (ultimo aggiornamento novembre 2017).

Cerchiamo di capire ad oggi se questa soluzione rappresenta un investimento sicuro e redditizio oppure se conviene virare su altre possibilità.

Grazie al nostro comodo servizio puoi confrontare in pochi secondi le migliori offerte e ricevere un mare di informazioni straordinarie per investire soldi.

Confronta subito Online

Ecco le migliori offerte di oggi selezionate da Affarimiei.biz:

Promo Interessi 1,80%, Apertura in 5 Minuti Online Apri Ora
1,60% + 500€ Buono Amazon Apri Ora
Investimenti personalizzati (Leggi Recensione) Apri Ora
1% interessi in anticipo  Apri Ora


Vuoi Restare informato sulle ultime novità dal settore? Puoi ricevere le informazioni gratis iscrivendoti al nostro servizio

Inserisci i tuoi dati!


Ti forniremo contenuti esclusivi, riservati solo agli iscritti alla newsletter!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003

Come Scegliere il Miglior Conto Deposito

Conviene ancora vincolare il proprio denaro presso una banca oppure ci sono altre strade da tenere in considerazione?

In alcuni casi forse si, in altri no: la guida, oltre ad aggiornare periodicamente i tassi proposti dai principali istituti, fornisce anche istruzioni utili per chi vuole investire oggi i risparmi su usufruendo di questo strumento.

Vi consigliamo caldamente di leggere attentamente tutti i contenuti presenti su questa pagina perchè qui, più che altrove, troverete alcune informazioni fondamentali da fare prima di decidere come e dove investire.

Se siete giunti per la prima volta su Affari Miei, inoltre, vi consigliamo la lettura della nostra sezione dedicata alla Finanza: troverete recensite le varie opportunità per gestire al meglio il proprio denaro senza correre particolari rischi.

Tutto ciò che bisogna sapere

Prima di guardare agli interessi netti corrisposti, è necessario che controlliate una serie di aspetti contrattuali estremamente importanti ai fini della valutazione della bontà del vostro investimento.

In particolare, suggeriamo di essere vigili sui seguenti particolari:

  • Controllare chi paga l’imposta di bollo: essa ammonta al 2 per mille della somma depositata (0,20%) e molto spesso (ma non sempre) viene pagata dalla banca quando è in corso una promozione tesa ad attirare nuovi clienti. Si tratta di un fatto non marginale se si sta valutando di investire i risparmi in un conto deposito. La nostra guida dedicata al bollo su conto corrente e conto deposito può chiarire ogni dubbio per chi non dovesse conoscere del tutto la materia;
  • Capitalizzazione degli interessi: essa può essere annuale, semestrale, trimestrale. Inoltre è possibile che gli interessi vengano dati in anticipo e si cumulino con il capitale iniziale oppure che vengano corrisposti a scadenza. Intuirete facilmente la differenza sostanziale che può esistere tra le varie opzioni perchè se gli interessi capitalizzano più volte durante l’anno vanno a sommarsi al capitale che, di volta in volta, si incrementa mediante il tasso promesso.
    Inoltre dare gli interessi in anticipo vuol dire incrementare il capitale, darli alla fine invece può non essere la stessa cosa. Alcune banche, poi, tendono per esempio a corrispondere gli interessi subito, a mo’ di promozione, fermo restando che il denaro resti comunque vincolato fino alla scadenza: in questo caso gli introiti non vanno, però, a cumularsi con tutto il capitale che si sta vincolando;
  • Occhio alla tassazione degli interessi che sui conti deposito è al 26% contro il 12,50% dei BTP e dei BFP e il 20% del libretto postale. Abbiamo assistito ad un incremento negli ultimi anni che, unitamente al calo generalizzato dei tassi, sta rendendo spesso poco conveniente lo strumento del conto deposito. Esistono, tuttavia, delle eccezioni che sono legate ad offerte temporanee tese ad incrementare la clientela: oltre agli interessi, infatti, spesso le banche offrono dei veri e propri benefit ai nuovi sottoscrittori dal valore economico considerevole. In un mercato diventato sempre più dinamico, anche soluzioni che a primo acchito potrebbero sembrare “da supermercato” hanno, invece, il loro perchè: aumentare i clienti della banca e raccogliere quanto più denaro possibile.;
  • Sicurezza della banca: con le crisi di alcuni noti istituti del nostro Paese l’attenzione è sicuramente salita. Su questa pagina spieghiamo come scegliere una banca, fermo restando la garanzia del Fondo Interbancario di Tutela Depositi che copre i capitali fino a 100 mila euro.

E poi, cosa bisogna ancora sapere? Voltiamo pagina e continuiamo il nostro approfondimento sui conti deposito!

Hai Risparmi in Banca? Affidali ai Più Esperti!

Qual è la situazione attuale dei conti di deposito?

Da quando la BCE ha deciso di intervenire con il Qe, i tassi sono scesi decisamente su tutti quelli che vengono definiti generalmente “prodotti sicuri”.

I conti deposito non sono da meno e, infatti, i tassi proposti dalle banche appaiono decisamente meno appetibili rispetto a qualche anno fa.

Tuttavia, sovente, vengono proposte offerte temporanee che risultano essere abbastanza interessanti se paragonate con il mercato generale le cui condizioni, appunto, non sono estremamente esaltanti.

Ricordate un aspetto principale: conviene investire in uno strumento del genere nel momento in cui consente di proteggere i risparmi dall’inflazione.

Se l’inflazione dovesse essere più alta del tasso di interesse netto, ci state perdendo. Negli ultimi anni abbiamo assistito al fenomeno che viene definito deflazione, visto che la crisi economica ha portato alla riduzione dei consumi ed in parte anche dei prezzi.

Lo scopo del Quantitative easing, oltre ad incentivare i consumi e l’erogazione del credito alle famiglie, sotto forma di mutui e prestiti personali, ed alle imprese, è proprio quello di far ripartire anche l’inflazione: la previsione per i prossimi anni, quindi, dovrebbe andare nella logica di un tasso crescente che deve essere accompagnato, in sede di investimento, da un rendimento almeno paritetico.

Parliamo pur sempre di una previsione perchè non siamo in grado, ad oggi, di dire con chiarezza se la politica attuata dalle istituzioni comunitarie possa davvero essere considerata valida ed azzeccata.

Sarà la storia dei prossimi anni a dircelo.

Alternative ai conti deposito

Vista la situazione, stanno nascendo alternative come MoneyFarm, programma che vanta partner di rilievo come Allianz.

La piattaforma innovativa permette di decidere online il proprio profilo di rischio (anche basso, come quello di chi appunto cerca un conto deposito) e di iniziare anche con cifre molto basse a pianificare gli investimenti.

In più, a disposizione dei clienti, c’è un team di esperti che fornisce assistenza a chi si approccia al servizio. Se non ne avete mai sentito parlare, potete dare uno sguardo:

Clicca Qui per Iscriverti Gratuitamente!

Perchè è così importante sapere tutte queste cose prima di investire?

La lunga premessa è d’obbligo perchè prima di investire i propri soldi è necessario capire con esattezza in quale cornice ci si sta muovendo.

Solo una grossa mole di informazioni, infatti, può consentire agli investitori di poter effettuare scelte consapevoli ed in qualche modo orientate verso obiettivi ben definiti in fase di pianificazione.

Quando dovete gestire i vostri soldi cercate sempre di essere attenti e parsimoniosi: pensate anche cinque minuti in più senza credere che agire con calma sia una perdita di tempo.

Non è affatto vero perchè tantissimi risparmiatori si sono trovati nei guai proprio perchè non hanno adeguatamente valutato il da farsi e si sono fidati, purtroppo, di professionisti poco onesti.

Questo vale in generale e può ritenersi valido anche come ragionamento generale per i conti deposito, sebbene essi siano da considerarsi comunque come un investimento relativamente più tranquillo e meno esposto alle fluttuazioni che caratterizzano i mercati azionari o obbligazionari.

Conviene Guardare ai Conti Deposito per Investire?

Al di là dei numeri sommariamente esposti, va detto che i tempi sono quelli che sono sul mercato dei conti deposito, come accennato chiaramente nei paragrafi precedenti.

Il quantitative easing della BCE non farà altro che ridurre la disponibilità delle banche a remunerare chi gli presta i soldi: tra l’altro proprio ad inizio settembre Mario Draghi ha detto che la misura potrebbe proseguire ancora a lungo per sostenere l’Europa e permetterle di uscire dalla crisi. La scadenza è fissata per marzo 2017 ma, appunto, l’immissione di denaro dovrebbe ancora proseguire.

C’è un po’ di sbandamento tra gli investitori perchè effettivamente i rendimenti non sono esaltanti come un tempo e in questo panorama si stanno facendo avanti tante realtà diverse rispetto agli schemi tradizionali.

In alternativa, tra queste, abbiamo visto la soluzione interessante proposta da MoneyFarm che, nella versione più sicura, si propone come concorrente dei conti deposito con interessi in questa fase più alti.

Affari Miei continuerà a monitorare il panorama dei conti deposito, aggiornando costantemente questa pagina e fornendo articoli quotidiani sulle varie prospettive che vengono a manifestarsi per i risparmiatori.

Conto Deposito Migliore: quale banca scegliere?

Affari Miei recensisce periodicamente tutti i più importanti istituti italiani, ecco i principali che abbiamo analizzato sul blog:

1Conto Deposito Mediolanum

Tasso di Interesse: 0,80%

Leggi la Recensione

2Conto Arancio

Tasso di Interesse: 1,00%

Leggi la Recensione

3CheBanca

Tasso di Interesse: 1%

Leggi la Recensione

4Findomestic

Tasso di Interesse:

Leggi la Recensione

5Unicredit

Tasso di Interesse: 0,30%

Leggi la Recensione

6Banca Marche

Tasso di Interesse: 1,55%

Leggi la Recensione

7Fineco Cash Park

Tasso di Interesse: 0,50%

Leggi la Recensione

8Widiba

Tasso di Interesse: 1,60%

Leggi la Recensione

9MPS – Conto Italiano di Deposito

Tasso di Interesse: 0,65%

Leggi la Recensione

10Conto Time Santander

Tasso di Interesse: 1,60%

Leggi la Recensione

11Intesa San Paolo

Tasso di Interesse: 1%

Leggi la Recensione

12Rendimax Banca Ifis

Tasso di Interesse: 1,05%

Leggi la Recensione

13BNL

Tasso di Interesse: 1%

14Webank

Tasso di Interesse: 0,70%

Leggi la Recensione

15Youbanking Banco Popolare

Tasso di Interesse: 0,90%

Leggi la Recensione

16Esagon Credito Fondiario

Tasso di Interesse: 3%

Leggi la Recensione

17Conto Progetto Banca Lecchese

Tasso di Interesse: 2,5%

Leggi la Recensione

18Conto IBL

Tasso di Interesse: 0,50%

19Credem

Tasso di Interesse: 0,50%

Leggi la Recensione

20FCA Bank

Tasso di Interesse: 1,50%

Leggi la Recensione

21Cariparma

Tasso di Interesse: 0,75%

Leggi la Recensione

22Deposito Ripresa Vincolata Banca della Provincia di Macerata

Tasso di Interesse: 1,30%

23BancaDinAmica

Tasso di Interesse: 1,50%

Leggi la Recensione

24Conto Facto Banca Farmafactoring

Tasso di Interesse: 1%

Leggi la Recensione


 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

25LEGGI ANCHE

26Resta Aggiornato:

Vuoi Restare informato sulle ultime novità dal settore? Puoi ricevere le informazioni gratis iscrivendoti al nostro servizio

Inserisci i tuoi dati!

Ti forniremo contenuti esclusivi, riservati solo agli iscritti alla newsletter!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003

Affari-Miei
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO