Investire sui Megatrend: Allinea il Tuo portafoglio ETF con gli Sviluppi Globali

Cosa sono i Megatrend? Forse ne hai sentito parlare: si tratta delle maggiori forze che incidono il nostro mondo, rimodellandolo. Cambiamento demografico, innovazione tecnologica, mutamenti geopolitici sono solo alcuni dei megatrend che possiamo confrontare utilizzando gli ETF.

Anche “Fast Investments Planner”, il servizio informativo ufficiale creato dal Centro Studi di Affari Miei, ha un portafoglio specifico dedicato ai megatrend perché ritengo sia importantissimo non perdere di vista il futuro.

Vediamo insieme di approfondire questo tema.

Un’introduzione sui megatrend

I megatrend sono inevitabili e trasformano la nostra realtà, incidendo a livello economico, sociale e politico. Sono in grado sia di creare che di distruggere interi settori industriali e mercati, spingendo sulla scena nuovi protagonisti e imponendo la riorganizzazione delle imprese e dell’intero processo di produzione.

Perché ti parlo di questo tema? Perché grazie all’analisi dei megatrend è possibile effettuare delle previsioni, e quindi chi investe può sfruttare tali ipotesi e beneficiarne anche tramite i nuovi prodotti ETF disegnati per sfruttare il loro impatto sociale e globale.

In particolare, i primi a sfruttare quest’onda sono stati i fornitori di ETF degli Stati Uniti, che hanno messo a punto strumenti come ROBO (basato sui megatrend dell’automazione e della robotica), e HACK (centrato sulla sicurezza informatica).

Ad oggi, sono stati investiti almeno 8 miliardi di euro in circa 40 ETF sui megatrend che sono negoziati in Europa, incentrati sull’automazione e sulla robotica, sulle infrastrutture globali e sull’alimentazione globale, mentre ancora non sono affermati quelli incentrati su e-mobility e la diversità.

Continua a leggere, esamineremo le principali dinamiche e cercheremo di capire come ottenere esposizioni a queste tendenze.

Megatrend: invecchiamento demografico

Non è un segreto: la popolazione sta andando incontro ad un inesorabile cambiamento e invecchiamento demografico, legati al calo dei tassi di natalità e all’aumento dell’aspettativa di vita.

Questa tendenza ovviamente impatta sui modelli di business, in particolar modo su quelli correlati all’industria sanitaria. Alcune società sono allineate con questo megatrend, soprattutto quelle che lavorano trattamenti medici e farmaceutici innovativi, volti a contrastare nuove malattie legate all’età (cancro, Alzheimer e demenze, artrite…)

Megatrend: automazione e tecnologia

Anche questo non è un mistero: il progresso tecnologico cresce in modo esponenziale ed inarrestabile.

La legge di Moore, per cui “la complessità di un microcircuito, misurata ad esempio tramite il numero di transistor per chip, raddoppia ogni 18 mesi (e quadruplica quindi ogni 3 anni)”, rappresenta l’esempio più eclatante di questa tesi.

L’avanzamento e le continue migliorie nella potenza di calcolo e nelle tecnologie associate come la IA stanno accrescendo le capacità delle macchine di competere e migliorare, o integrare, il lavoro degli esseri umani. Per questo non c’è da stupirsi se le aziende che producono i robot siano in continua crescita.

Informatica e digitalizzazione

La trasformazione digitale delle industrie ha visto mutare il settore della musica, dei vari media e delle comunicazioni, oltre ai servizi finanziari e al dettaglio.

Per questo sono spuntate come funghi numerosissime start-up che hanno provocato e provocheranno la disintermediazione di aziende già esistenti, destabilizzando gli equilibri. Tantissime aziende utilizzando il tema crescente dell’intelligenza artificiale e l’industria dell’intrattenimento si è trasformata in un intrattenitore digitale, scuotendo le strutture dell’economia delle piattaforme in crescita del Web.

Sicurezza informatica

Collegato all’incremento della tecnologia nella nostra vita, troviamo il rischio di attacchi informatici potenzialmente pericolosi da parte di hackers.

Dunque, non c’è da stupirsi che la sicurezza sia diventata un business di rilievo, poiché gli attacchi informatici sono diventati sempre più diffusi e dannosi. Aumentare la consapevolezza di questi rischi vuol dire che possiamo aspettarci che le società di sicurezza informatica siano sempre più richieste.

Megatrend: sviluppo delle infrastrutture

La veloce ed esponenziale urbanizzazione e la crescita della popolazione mondiale va a creare opportunità per le società che sono coinvolte nella costruzione delle infrastrutture.

Stando alle previsioni dell’ONU, più dei due terzi della popolazione globale vivrà in aree urbane entro il 2050.

Per questo il megatrend legato all’urbanizzazione è centrale per il futuro.

Nuove energie e mobilità sostenibile

Ovviamente l’aumento di popolazione richiede moltissime risorse e comporta un aumento della mobilità, con tutte le conseguenze che queste due variabili possono portare.

Non c’è da stupirsi, quindi, se l’e-mobilty sta prendendo piede. Mezzi di trasporto più sostenibili e lo sharing sono sempre più ricercati.

Lo stesso vale per quanto riguarda le risorse rinnovabili e le energie pulite. Si tratta di trend che possono essere considerati inevitabili per non gravare ancora di più sul clima e sull’ambiente.

Megatrend: alimentazione

Sempre correlato all’aumento della popolazione, all’industrializzazione e l’aumento del livello del reddito, troviamo un aumento della domanda alimentare e idrica.

Attualmente, la distribuzione di cibo e acqua è fortemente squilibrata e compromessa dai cambiamenti climatici e dall’inquinamento.

Dunque possiamo aspettarci investimenti importanti in una direzione di ecosostenibilità in questi campi.

Uguaglianza di genere e non solo

La disparità nelle opportunità tra i generi non è una novità. Sebbene questo divario stia continuando a diminuire in seguito all’aumento della partecipazione femminile in tutti i settori lavorativi, ancora si notano discrepanze.

Un indicatore che però è incoraggiante è che il divario sia assente nel settore dell’educazione e della sanità, stando a studi accreditati del Forum Economico Mondiale.

Ciò non toglie che una più forte consapevolezza e integrazione dei vari gruppi di minoranza, abbia già portato e continuerà a portare investimenti che consentono di esprimere la visione sull’argomento.

Attenzione… i megatrend potrebbero non portarti vantaggi

È indiscutibile, i megatrend hanno ad oggi un grande impatto a livello globale e gli ETF si rivelano gli strumenti ideali per poter investire in modo efficiente a livello di costi nei mercati finanziari globali.

Tuttavia, alcuni teorici della finanza criticano e sono dubbiosi circa l’idea che si possano davvero usare con successo tali informazioni per migliorare i propri rendimenti.

Inoltre è bene ricordare che concentrando il proprio portafoglio in un particolare settore si rischia di non essere remunerati per il rischio nel lungo periodo e non vi è inoltre garanzia di ottenere maggiori rendimenti rispetto a quelli ottenibili con una strategia di investimento diversificata e passiva.

Considerando i megatrend, quindi, bisogna tenere a mente che:

  • Esistono studi scientifici che dimostrano che industrie con redditività sopra la media potenziale non possono essere identificate in anticipo;
  • Investire in industrie ancora giovani può essere remunerativo se i titoli azionari sul mercato azionario sono valutati a buon mercato. Tuttavia, spesso le aziende megatrend si trovano già al centro dell’attenzione e quindi sono costose. Dunque, perché l’investimento abbia senso, le azioni appartenenti agli ETF megatrend dovrebbero essere ancora molto sottovalutate ad oggi, ma questa eventualità è piuttosto bassa;
  • Gli indici su cui si basano gli ETF richiedono uno sforzo elevato. Considera che un gran numero di società deve essere in primo luogo esaminato e identificato eventualmente come in linea con i megatrend. Dunque, gli ETF sui Megatrend sono un po’ più costosi;
  • Una selezione stretta è dannosa per la diversificazione del portafoglio, perché aumenta il rischio degli investimenti azionari. Gli ETF disponibili al momento sul mercato in genere contengono da 25 a 150 titoli azionari.

Qual è la tua strategia?

Una delle cose più importanti che ho imparato nel corso del mio periodo di studio e di definizione del Metodo RGGI è che per investire i propri soldi è necessario avere una strategia.

Ogni giorno siamo attratti dalle sirene che arrivano dal mondo che sta là fuori perché, fondamentalmente, ci piace andar dietro le novità o ci attirano le promesse di guadagni maggiori.

Investire i soldi è un’attività complessa, lo dico da anni e, se vuoi uscirne vivo senza correre il rischio di vedere il tuo denaro andare in frantumi, ti consiglio prima di tutto di definire dove vuoi arrivare ed in quanto tempo.

I prodotti, nel caso dell’articolo gli ETF sui Megatrend, sono strumentali rispetto alla nostra strategia. Per questa ragione parliamo di “strumenti finanziari” quando ci riferiamo ad etf, fondi, azioni o obbligazioni: lo ripeto in continuazione ai miei studenti avanzati ed a chi vuole approcciarsi alla Academy.

Se sei nuovo su Affari Miei ti consiglio di iniziare dal quiz per investire: rispondendo a poche semplici domande verrai indirizzato verso i contenuti più adatti per definire la tua strategia.

Se, invece, ti stai approcciando agli investimenti ed agli ETF solo adesso, puoi guardare la registrazione di un webinar di oltre 50 minuti che ho girato nel gruppo Facebook di Affari Miei: ti spiego tutte le basi necessarie affinché possa comprendere meglio questo mondo.

Buon proseguimento.

Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei

Vuoi Investire con Buon Senso?
Le banche e i consulenti ti hanno raccontato tantissime bugie. Per investire serve buon senso, accedi subito al mio report!