Azioni Xiaomi: Opinioni, Target Price e Caratteristiche del Titolo. guida alle Previsioni 2021

Come comprare azioni Xiaomi? Questo è un brand che è cresciuto in maniera davvero notevole in pochissimi anni, attirando su di sé l’attenzione degli investitori. In pochi anni Xiaomi ha scalato le classifiche dei più grandi produttori al mondo di dispositivi mobili, occupando posizioni tra il quarto e il terzo posto della classifica.

Insomma, una crescita impressionante… Ma questo rende le azioni di questo colosso interessanti e vantaggiose? Come si possono comprare le azioni di Xiaomi? Quali sono le quotazioni e performance del titolo nell’anno 2021 e cosa possiamo aspettarci nei prossimi mesi ed anni?

In questa guida parleremo di tutti questi temi e fornirò una guida passo passo per comprare le azioni Xiaomi senza pagare commissioni.

Iniziamo!

Un’introduzione su Xiaomi : di cosa si occupa la società?

Prima di iniziare ad investire, personalmente mi informo sempre sulla storia dell’azienda che sto esaminando. Questo mi serve soprattutto quando le aziende sono giovani, ma anche con quelle più solide: non mi piace investire alla cieca, tutto sommato sto investendo su un’azienda e devo credere nella sua mission o nel prodotto.

Dunque inquadriamo Xiaomi Inc.: si tratta di una multinazionale cinese operante nel campo dell’elettronica di consumo. L’azienda è nata in Cina nel 2010 e ha sede a Pechino. Il fondatore è  Lei Jun.

Questa azienda produce cellulari, portatili, app,ma anche dispositivi per la casa, di elettronica di consumo e così via. Si tratta del quarto produttore mondiale (segue Apple, Samsung e Huawei) ad aver sviluppato internamente un system-on-a-chip (SoC) per dispositivi mobili.

Il marchio è arrivato ufficialmente in Italia solamente a fine 2017. L’azienda cinese è quotata sia alla borsa di Hong Kong che al Nasdaq. La capitalizzazione ammonta a 625,55 miliardi.

Andamento azioni Xiaomi e Prezzo

Ora che abbiamo inquadrato questa nota società possiamo concentrarci su un aspetto che, da investitore, ti starà particolarmente a cuore, ovvero l’andamento delle azioni.

Ti propongo subito il grafico aggiornato con l’andamento delle azioni:

Previsioni Azioni Xiaomi 2021: cosa aspettarsi? Dividendi e target price

Ora che abbiamo un quadro generale, anche grazie al grafico, approfondiamo e vediamo i dati più importanti per capire se investire in azioni Xiaomi.

Le ultime notizie

Ecco un riassunto di cosa è successo al mercato. Iniziamo a contestualizzare gli ultimi tempi: Xiaomi ha operato in anni di pandemia e in un periodo in cui Huawei è stata tagliata fuori da Android e dai servizi di Google.

Avvantaggiata anche dai 100 miliardi di dollari di capitalizzazione, l’azienda ha chiuso il 2020 in modo estremamente positivo, nonostante la pandemia e le difficoltà che ha portato.

Infatti, sono cresciuti a due cifre sia fatturato che utili.

Xiaomi si è ripresa in fretta dall’impatto negativo della crisi causata dal Covid-19, registrando una crescita costante.

Ricordiamoci che metà del fatturato aziendale viene generato all’estero e non in Cina. Dunque, il 2020 ha subito il contraccolpo legato alla crisi globale, ma i numeri si sono ripresi in fretta, grazie al fatto che Huawei ha subito un ban, vuoto che Xiaomi è stata pronta a colmare, e grazie all’ottimo rapporto qualità prezzo dei dispositivi proposti.

E oggi? Nel 2021, che volge ormai al termine, possiamo dire che, stando ai  dati pubblicati da Canalys, il mercato degli smartphone è in crescita: In primavera/estate 2021, le spedizioni sono cresciute del 13,2%.

Questi dati evidenziano come Xiaomi sia in grado di fare concorrenza ad Apple, che viene addirittura sorpassata: infatti, Xiaomi è il secondo brand al mondo , secondo solo a Samsung.

La crescita registrata annualmente ammonta all’86,6%, nonostante negli scorsi mesi il colosso cinese sia entrato nel mirino di Trump, perdendo circa il 10%. Infatti, l’amministrazione Trump ha inserito l’azienda nella lista nera che comprende le compagnie sospettate di collaborare con le forze armate cinesi.

Questa decisione ha sottoposto Xiaomi a un ordine esecutivo il quale ha impedito agli investitori americani di acquistare azioni o titoli correlati di qualunque azienda designata dal Dipartimento della Difesa come collegata nelle operazioni militari cinesi.

Addirittura, questa decisione degli Stati Uniti si è evoluta, imponendo agli investitori di cedere o vendere le partecipazioni interessate.

Nonostante questi alti e bassi, la società cinese continua a crescere, proponendo nuovi prodotti sul mercato, le cui vendite sono decisamente migliori di quelle Samsung, che non tiene il passo con i dato delle scorse generazioni di prodotti, e Apple.

Inoltre, Xiaomi si lancia anche in altri settori, a partire dall’automotive: infatti già l’anno passato aveva annunciato di voler investire 10 miliardi nell’automotive, ed ora ha acquisito la startup Deepmotion per 77,3 milioni di dollari, lanciano anche ufficialmente Xiaomi EV Company Limited.

In realtà questa mossa non è stata accolta con calore: infatti, la reazione nella Borsa di Hong Kong del titolo Xiaomi è stata negativa, con perdite che superano il 5%, per effetto dell’intensificazione delle azioni repressive di Pechino sulle aziende tecnologiche cinesi, oltre che perchè gli investitori sono preoccupati dell’eccessiva spesa dell’azienda per i veicoli elettrici.

Nonostante ciò, per chiudere il quadro con l’ultimo trimestre, la società ha realizzato nel secondo trimestre entrate per 13,6 miliardi di dollari, in aumento del 64% rispetto ai 3 mesi precedenti, superando il consensus che stimava vendite per 85,01 miliardi di yuan.

Ciò è stato reso possibile grazie soprattutto al boom di vendite in India, L’utile netto è salito nell’ultimo trimestre di oltre l’80% a 8,27 miliardi di yuan.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Xiaomi: Il target price

Bene, ora che abbiamo fatto un riassunto circa le ultime notizie, inquadrando il contesto, continuiamo con la nostra analisi: secondo gli analisti, il target price oscilla tra 35,40 CNY (4,62€)  e 14,13 CNY  (1,85€).

I consigli di chi effettua gli analisi sono di comprare e tenere le azioni, perchè le prospettive sono buone.

Naturalmente, si tratta di dati e previsioni incerte: ricordiamoci che nessuno ha la sfera di cristallo e può prevedere il futuro, indicando la strada migliore.

Solamente avere una strategia può aiutarti a capire come muoverti e a non commettere errori quando valuti come gestire il tuo portafoglio.

Xiaomi: dividendi

Per concludere la nostra analisi, ecco l’ultimo dato che come investitore potrebbe interessarti, ossia quello legato ai dividendi Xiaomi

L’ultimo dividendo disponibile (3 settembre 2021) ammonta a 2,75€.

Conviene investire sulle azioni Xiaomi?

Siamo alle conclusioni: conviene comprare azioni Xiaomi?

Personalmente non consiglio mai di acquistare una singola azione, poichè si tratterebbe di un’operazione rischiosa se messa in atto in modo isolato, senza agire nell’ottica di una strategia diversificata.

Investire in azioni può portare a dei guadagni e a molte soddisfazioni, certo, ma è necessario avere bene in testa ciò che si sta facendo.

Non Suggerisco mai di agire in modo avventata e senza una dovuta preparazione: se non hai mai investito in azioni e sei all’inizio delle tue ricerche, ti suggerisco di dare uno sguardo alla guida per iniziare a investire in azioni.

Dove comprare le azioni Xiaomi?

Se comunque vuoi comprare le azioni Xiaomi, ma non sai come farlo praticamente, ti illustro brevemente  le due strade da seguire:

  • La banca tradizionale. Per quella che è la mia esperienza, se vuoi investire cifre superiori ai 3-4 mila euro, il tuo conto corrente dovrebbe avere i requisiti per permetterti di operare. In media le banche italiane più importanti ti consentono infatti di avere un portafoglio titoli. Spesso, però, il problema è che le operazioni online hanno un costo elevato e devi valutare caso per caso se effettivamente conviene;
  • Una piattaforma online. Ci sono numerose piattaforme specializzate nell’acquisto di azioni che ti permettono di accedere ai mercati (in maniera spesso più economica rispetto alle banche). Ci sono piattaforme che permettono di acquistare le azioni anche con soli 50€. Per piccoli investimenti, spesso, sono da preferire sul piano della user experience e soprattutto dei costi che andrai a pagare.

Se vuoi scoprire le piattaforme online migliori per investire in autonomia, leggi la guida dedicata.

Ulteriori risorse utili

Abbiamo fatto un quadro generale sui titolo Xiaomi, azienda che sembra promettente e che sembra voler anche investire in settori green, oltre che sulla tecnologia nuda e cruda, buttandosi sull’automotive.

Se vuoi investire nella tecnologia e nel green e nell’elettrico, il futuro dell’azienda sembra promettente. Tuttavia, anche se hai piena fiducia nel marchio, investi sempre e solo cifre che puoi permetterti di perdere e che non superino mai il 2-3% del denaro che vuoi investire.

La diversificazione e la prudenza sono necessari in un settore che, bene o male, ha come costante quella del rischio. Sai che la mia posizione è irremovibile su questo aspetto: rischiare sì, ma con intelligenza.

Intanto, ecco alcune guide che potrebbero interessarti:

Infine, trovi anche alcune guide dedicate a chi ha bisogno di un ripasso, prima di iniziare ad investire:

Buona lettura!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *