Azioni Netflix: Previsioni, Quotazioni, Target Price e Dividendi. Guida alle Previsioni 2023

Conviene ad oggi investire in azioni Netflix, nota piattaforma di intrattenimento? Quali sono le previsioni 2023 secondo gli analisti? Qual è il target price e quali i dividendi?

In questa guida cercheremo di rispondere a tutte queste domande, iniziando con il fornire una breve panoramica della società.

Continua a leggere per saperne di più!

Netflix: di cosa si occupa la società?

Iniziamo a fornire qualche informazione utile per conoscere meglio questa società: siamo davanti a una società statunitense operante, come anticipato in apertura, nella distribuzione via internet di filmserie televisive e altri contenuti d’intrattenimento a pagamento.

Sebbene abbia raggiunto il successo e le luci della ribalta da pochi anni, in realtà è stata fondata nel 1997 a Scotts Valley, in California.

Nel 2013, Netflix ha ampliato la produzione e ha dato il via alla distribuzione online. Ha la sede centrale a Los Gatos, in California.

Alla fine del 2016 si è affermata come leader del settore on demand, grazi a 93,8 milioni di abbonati e con dei ricavi vicini agli 8,5 miliardi.

Il 2020 è stato difficile per Netflix dal momento che sono nati molti competitor, anche se grazie alla pandemia e alla maggiore quantità di tempo passata tra le mura domestiche esso è riuscito ad arrivare a 182 milioni di utenti complessivi.

Nel 2022 invece, per la prima volta nella sua storia, Netflix ha subito una significativa perdita di utenti, che ha inevitabilmente fatto crollare il titolo in Borsa. Molti abbonati in meno derivano dallo stop della società al suo servizio in Russia, e gli altri abbandoni sono invece legati alla concorrenza delle altre piattaforme, in primis Amazon Prime e Disney+.

La capitalizzazione odierna è di 168,43 miliardi di dollari.

Andamento azioni Netflix e Prezzo

Ora che abbiamo inquadrato la società possiamo iniziare a concentrarci su un aspetto che, da investitore, ti starà particolarmente a cuore, ovvero l’andamento delle azioni.

Ti propongo subito il grafico aggiornato con l’andamento delle azioni:

Previsioni Azioni Netflix 2023: cosa aspettarsi? Dividendi e target price

Ora che abbiamo un quadro generale, anche grazie al grafico, approfondiamo e vediamo i dati più importanti per capire se investire in azioni Netflix.

Le ultime notizie

Netflix è quotata in borsa dal 23 maggio 2002.

Cerchiamo di analizzare gli ultimi mesi, in modo da inquadrare l’andamento delle azioni Netflix, ma facciamolo con una certa dose di consapevolezza. Il 2020 è stato un anno atipico.

Siamo stati tutti chiusi in casa a causa della pandemia: ovviamente questo ha portato moltissime persone ad attivare un abbonamento Netflix, per passare il tempo. Non solo Netflix: in generale le piattaforme di intrattenimento hanno visto nella pandemia da Covid 19 una ventata di aria fresca per le finanze societarie.

Ciò vale anche per la protagonista della nostra guida, che nel 2020 ha avuto un boom di abbonati.

Il trimestre si è chiuso con un utile netto di 720 milioni di dollari, più del doppio rispetto ai 270,7 milioni contabilizzati nel secondo trimestre del 2019. 

Anche il 2021 è stato un anno in salita: basta pensare che il quarto semestre ha ottenuto  risultati finanziari con ricavi per 7,71 miliardi di dollari.

Tuttavia questo trend di crescita si è interrotto agli inizi del 2022: poco dopo la pubblicazione dei conti dell’ultimo trimestre del 2021, il titolo della società è previsto in discesa a Wall Street di oltre il 20%.

Nel 2021 Netlix ha raggiunto oltre 18 milioni di nuovi abbonati, una crescita annuale più lenta degli anni immediatamente pandemici. La causa potrebbe essere anche legata alla maggiore concorrenza.

Ma arriviamo al 2022: sebbene l’inizio sia stato positivo, arrivati ad aprile 2022 si è registrato un calo degli abbonati. 

La società ha infatti registrato una perdita di 200.000 abbonati e le azioni sono crollate di +25%. L’utile netto durante il primo trimestre 2022  è sceso del 6,4% a 1,6 miliardi di dollari, in calo rispetto a 1,7 miliardi di dollari dell’anno prima.

La causa è da ricercarsi nella saturazione del mercato, nell’aumento della concorrenza e nella condivisione della password che provoca una fruizione incontrollata (e non pagata) del servizio.

A questo proposito si sta parlando di rivoluzione del servizio, inserendo pubblicità e impedendo la condivisione dell’account.

A ottobre 2022 però la situazione si è risollevata: Netflix infatti ha superato le attese e nel terzo trimestre ha registrato un aumento di 2,4 milioni di utenti.

Questo risultato notevole ha fatto schizzare verso l’alto le azioni, facendo registrare un +10%.

Netflix ha anche dato il via alla stagione delle trimestrali dei titoli “growth“: il 20 gennaio 2023 la società è in rialzo e le azioni hanno visto un balzo del 6,7% grazie al fatto che la società di streaming ha registrato un numero di abbonati superiore alle attese, e dopo l’annuncio che il co-fondatore Reed Hastings si dimetterà dalla carica di amministratore delegato.

Da segnalare una piccola battuta d’arresto avvenuta a marzo 2023, e una crescita abbastanza stabile da allora.

A maggio 2023 la notizia dello stop alla condivisione degli account ha fatto un attimo calare le azioni, che sono poi ritornate subito a stabilizzarsi.

Occorrerà vedere come questa notizia impatterà sugli abbonamenti e quindi di conseguenza sulle azioni Netflix, visto che molte persone si stanno lamentando di non poter più condividere la password e quindi di non poter più utilizzare gli account in concomitanza con altri amici e/o familiari, tranne se facenti parte dello stesso nucleo familiare.

Netflix: il target price

Ora che abbiamo fatto un riassunto circa le ultime notizie, continuiamo con la nostra analisi: secondo gli analisti, il target price è di 366,06$, dove il prezzo oscilla tra un minimo di 215,00$ e un massimo di 450,00$. 

Il consiglio degli analisti è di comprare e tenere le azioni, nonostante alcuni scossoni degli ultimi tempi, anche perché le previsioni sono positive e la ripresa iniziata a ottobre 2022 ne è ulteriore indice.

Naturalmente, si tratta di dati e previsioni incerte: ricordiamoci che nessuno ha la sfera di cristallo e può prevedere il futuro, indicando la strada migliore.

Solamente avere una strategia può aiutarti a capire come non commettere errori quando valuti come gestire il tuo portafoglio.

Dividendo Netflix

Per concludere la nostra analisi, ecco l’ultimo dato che come investitore potrebbe interessarti, ossia quello legato ai dividendi Netflix.

Per il momento la società ha scelto di non distribuire alcun dividendo, come Amazon, Tesla, Facebook e tante altre società quotate al NASDAQ.

Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Conviene investire sulle azioni Netflix?

Siamo alle conclusioni: conviene comprare azioni Netflix? Abbiamo visto che negli ultimi tempi il colosso di intrattenimento ha passato un brutto momento in Borsa, ma attualmente si sta riprendendo, infatti il valore delle azioni è tornato a crescere. Molti investitori, davanti a questi crolli, si fanno cogliere dall’emotività e pensano di dover vendere in fretta e furia. In realtà non si tratta mai di una buona idea.

Un investitore saggio sa gestire le oscillazioni e lo stress, poiché pianifica le sue mosse con oculatezza.

In ogni caso, personalmente non consiglio mai di comprare una singola azione: si tratterebbe di un’operazione rischiosa se messa in atto in modo isolato, senza agire nell’ottica di una strategia diversificata.

Investire in azioni può portare a dei guadagni e soddisfazioni, ma è necessario avere bene in mente ciò che si sta facendo. Se non hai mai investito in azioni e sei all’inizio delle tue ricerche, ti suggerisco di dare uno sguardo alla guida per iniziare a investire in azioni.

Dove comprare le azioni Netflix?

Se vuoi comprare le azioni Netflix seguendo il parere degli analisti, ma non sai come farlo, ti spiego  le due strade da seguire.

Innanzitutto puoi farlo tramite la banca tradizionale. Se vuoi investire cifre superiori ai 3-4 mila euro, allora il tuo conto corrente dovrebbe avere i requisiti per permetterti di investire in azioni Netflix. Le banche italiane più importanti ti consentono di avere un portafoglio titoli, però il problema è che le operazioni hanno un costo elevato e devi valutare caso per caso se effettivamente conviene.

Puoi scegliere anche una piattaforma online. Ci sono numerose piattaforme specializzate nell’acquisto di azioni che ti offrono modo di accedere ai mercati (in modo spesso più economico rispetto alle banche). Ci sono piattaforme che permettono di acquistare le azioni anche con soli 50€. Per piccoli investimenti, spesso, sono da preferire sul piano della user experience e soprattutto dei costi che andrai a pagare.

Se vuoi scoprire le piattaforme online migliori per investire in autonomia, leggi la guida dedicata.

Ulteriori risorse utili

Abbiamo fatto un quadro generale sul titolo Netflix, mettendo in risalto i dati che come investitore dovrebbero interessarti.

Ricorda di investire sempre e solo cifre che puoi permetterti di perdere e che non superino mai il 2-3% del denaro che vuoi investire, anche se credi al 100% nella società. La diversificazione è indispensabile in un settore che, bene o male, ha come costante quella del rischio. Sai che la mia posizione è irremovibile su questo aspetto: rischiare sì, ma con intelligenza.

Intanto, ecco alcune guide che potrebbero interessarti:

Infine, trovi anche alcune guide dedicate a chi ha bisogno di un ripasso, prima di iniziare ad investire:

A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Avatar photo
Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *