Conviene Investire in Azioni con Dividendo?

Stai cercando delle informazioni sulle azioni con dividendo?

Vuoi capire se conviene investire nelle azioni che staccano un dividendo oppure no?

Il mercato azionario è ampio e difficile: ci sono tantissime azioni disponibili tra le quali scegliere e nelle quali investire.

Proprio per questo motivo risulta semplice perdersi nei meandri della sua complessità, in quanto scegliere tra le diverse soluzioni non sempre si rivela essere un gioco da ragazzi.

Scegliere un’azione con dividendo significa garantirsi una regolare distribuzione di pagamenti, solitamente in contanti: esse quindi si rivelano essere delle utili fonti di reddito.

In questo articolo cercheremo di capirne di più sulle dividend stocks e soprattutto cercheremo di comprendere come riuscire a distinguerle nella vastità del mercato.

Buona lettura!

Azioni con Dividendo: Caratteristiche

Come abbiamo già accennato, un’azione che stacca un dividendo può essere un’utile fonte di reddito, ma può rivelarsi anche un ottimo investimento di lungo termine, un modo per aumentare la tua ricchezza nel lungo periodo.

Tuttavia, non tutti i titoli azionari da dividendo si rivelano poi dei buoni investimenti.

Anche per questo motivo molti investitori non sanno da dove cominciare nella loro ricerca.

Prima di tutto vediamo quali sono i vantaggi nell’acquistare delle azioni con dividendo, sia per quanto riguarda gli investitori, che dal lato delle società.

Le azioni a dividendi infatti possono creare una situazione tale per cui, come si suol dire, “tutti ci guadagnano”: vediamo nel dettaglio.

I vantaggi per le società sono:

  • Aumento della fidelizzazione degli investitori;
  • Aumento del pezzo delle azioni;
  • Buon uso dei contanti extra.

I vantaggi per gli investitori sono:

  • Un reddito prevedibile;
  • Un rischio ridotto;
  • Ottenere un profitto senza vendere.

Come trovare Azioni con Dividendo

Ora che abbiamo inquadrato le azioni che staccano dei dividendi e abbiamo anche capito quali sono le loro caratteristiche principali, possiamo passare ad analizzare il metodo che dobbiamo applicare per trovare delle azioni simili.

Dopo aver capito al meglio come funzionano i dividendi, è ora di soffermarsi su alcuni concetti chiave che possono aiutarti a scovare degli ottimi titoli con dividendi da inserire nel tuo portafoglio e nella tua strategia di investimento.

Possiamo riassumere il tutto in cinque concetti chiave a cui dovrai fare riferimento:

  • Payout ratio: riferito a un’azione, è la quantità di denaro che paga per azione in dividendi, diviso i suoi guadagni per azione. Questo numero ti dice quindi quale percentuale di guadagni un’azione paga agli azionisti. Possiamo dire che un payout ratio ragionevolmente basso, intorno al 60% o meno, indica che il dividendo è sostenibile;
  • Entrate e utili in crescita costante: quando cerchi i migliori titoli azionari da possedere a lungo termine, sicuramente dai la priorità alla stabilità nelle società che consideri. Se una società ha delle entrate irregolari, che per esempio aumentano di tanto un anno e poi calano il successivo, potrebbero essere segni di problemi;
  • Aumenti dei dividendi: è un buon segno se l’azienda aumenta il dividendo anno dopo anno, soprattutto se può farlo in periodi difficili (come per esempio quello della pandemia) o durante le recessioni;
  • Vantaggi competitivi duraturi: questa è una caratteristiche molto importante. Un vantaggio competitivo duraturo può avere diverse forme, e può essere una barriera elevata all’ingresso che scoraggia i competitori, un alto costo di cambio cliente oppure un marchio forte;
  • Alto rendimento: possiamo dire che un rendimento elevato è sicuramente da preferire a uno più basso, ma soltanto se vengono soddisfatti gli altri criteri che abbiamo nominato prima. Un dividendo elevato è forte quando l’azienda lo supporta, quindi prima cerca di assicurarti che si tratti di un’azienda sana e che il pagamento sia stabile.

Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


L’indice dei dividendi aristocratici

Un ottimo indice dove andare a recuperare le azioni con dividendo è proprio il Dividend Aristocrats Index, che raggruppa tutti i migliori titoli azionari con dividendi.

Come vengono selezionate le società che appartengono a questo indice?

Per far parte di questo indice occorre rispettare degli standard particolari e spesso non è così semplice riuscire a entrare nella lista, ma una volta che si ha avuto accesso, è molto probabile anche restarci.

Vediamo adesso nel dettaglio quali sono gli standard che una società deve rispettare per far parte dell’indice dei dividendi aristocratici:

  • Avere una capitalizzazione di mercato minima, escluse le “azioni strettamente detenute” di proprietà di insider o fondatori, almeno pari a 3 miliardi di dollari;
  • Avere una media di almeno 5 milioni di dollari di valore di scambio giornaliero in azioni per i tre mesi precedenti;
  • Aumentare il dividendo base per azione, senza considerare i dividendi speciali, ogni anno per almeno 25 anni consecutivi.

La lista viene aggiornata periodicamente, di modo che le società possano essere aggiunte o rimosse in base ai requisiti.

È comunque difficile che un’azione possa perdere lo status di Dividend Aristocrat e, se succede, avviene spesso durante le recessioni.

Esiste anche la lista dei Dividend Kings: in questo caso la società per farne parte deve aver aumentato il proprio dividendo ogni anno per 50 anni consecutivi.

Esempi di Azioni con Dividendo

Ora possiamo individuare alcune società che staccando un dividendo nelle quali potresti decidere di investire.

Microsoft

Cominciamo subito con una società solida, un gigante della tecnologia.

Microsoft è una delle più grandi aziende al mondo, ed è uno di quei titoli che sono sia growth che value.

Essa ha costantemente aumentato le sue vendite durante il corso degli anni, e la sua attenzione alle fonti di reddito ricorrenti o basate su abbonamenti è una caratteristica particolarmente interessante per colore che vogliono investire in dividendi.

La società ha un bilancio solido con più liquidità che debito, e un rapporto di pagamento molto basso che lascia quindi molto margine per aumentare il dividendo.

La sua capitalizzazione è pari a 2,11 bilioni di dollari e la sua crescita costante ha fatto realizzare un +281.680,00% dall’inizio della sua storia.

Può contare su 19 anni di aumenti di dividendi, quindi potrebbe presto entrare nel club Dividend Aristocrats.

Microsoft paga un dividendo di 2,04 dollari per azione, con un rendimento da dividendo pari allo 0,96%.

American Express

Si tratta di una società diversificata degli Stati Uniti che opera nei servizi finanziari e di viaggio. Ha sede a New York, nel distretto di Manhattan.

I servizi finanziari come i prestiti ai consumatori e alle imprese sono un ottimo posto dove trovare una manciata di titoli con dividendi di alto livello. Questo è uno dei migliori titoli in questione.

Anch’esso, come Microsoft, non è un Dividend Aristocrat, ma ha un track record di decenni di aumento o di mantenimento dei dividendo in ogni ambiente economico. 

Si tratta di un investimento sicuro sia per gli investitori a lungo termine, che per coloro che vogliono affidarsi a una fonte di dividendi.

Il dividendo annuale è pari a 2,08 dollari per azione, e il P/E ratio si attesta al 17,9.

Lowe’s

Si tratta di un’azienda degli USA che opera nella vendita al dettaglio di materiale per la casa, sia negli Stati Uniti che in Canada.

Ha una capitalizzazione di 133,30 miliardi di dollari, e un’azione oggi costa circa 201 dollari.

È una società solida, un gigante del bricolage che ha aumentato il suo dividendo addirittura per 46 anni consecutivi, e solo nell’ultimo decennio ha aumentato il pagamento di un 471%. 

Essa fa parte della lista dei dividendi aristocratici di cui abbiamo parlato prima.

Si tratta di un titolo davvero interessante sotto il punto di vista della crescita dei dividendi: attualmente paga un dividendo 0,8 dollari per azione, in aumento del 33%. 

Target

Target è un’azienda statunitense che opera nel settore della grande distribuzione.

Si tratta dell’ottavo rivenditore al dettaglio di tutto il paese.

La sua capitalizzazione di mercato si attesta sui 107,82 miliardi di dollari, e un’azione oggi costa 232 dollari.

La società ha dimostrato di essere brava a competere sul prezzo per vincere, nel mondo della vendita al dettaglio dove regnano gli sconti spietati.

Per anni essa è stata la società più redditizia tra tutti i suoi competitor nello stesso settore, e ha saputo anche aumentare la sua attività di e-commerce ed espandere le offerte in negozio.

Essa ha saputo mantenere costanti sia le vendite che i profitti.

I dividendi sono in crescita da ben 49 anni (è nella lista dei Dividend Aristocrats) e paga un dividendo 0,9 dollari per azione, con un rendimento pari all’1,36%.

Coca Cola

The Coca Cola Company, una delle più grandi aziende produttrici e distributrici di bevande analcoliche a livello mondiale, è una società solida e in continua crescita.

È sia un dividend aristocrat, ma è anche un dividend king, dal momento che essa ha aumentato i suoi dividendi per oltre 50 anni.

Essa ha un rendimento da dividendi del 2,7%, superiore al rendimento medio dell’S&P 500 che si ferma all’1,4%. 

È inoltre anche molto probabile che la società continui ad aumentare il suo dividendo ogni anno.

La sua capitalizzazione è pari a 273,45 miliardi di dollari, e un’azione oggi costa 63 dollari.

Sicuramente nel futuro la società si troverà ad affrontare delle sfide, relative al fatto che le preferenze dei consumatori stanno cambiando: maggior attenzione alla salute e all’alimentazione porteranno i consumatori a diminuire il consumo di coca cola, con conseguenza sulla crescita degli utili.

Nonostante questo però resta una società con un interessante dividend yield e con un’attività di alta qualità, data da marchi forti.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Conviene investire in Azioni con Dividendo?

Ora che abbiamo terminato la nostra trattazione sulle azioni che staccano dividendi, cerchiamo di capire se si tratta di investimenti convenienti per un investitore oppure no.

Le società che ti ho elencato sono quasi tutte società molto solide e sicure, dal momento che hanno una capitalizzazione di mercato elevata e una crescita costante.

Alcune delle aziende che ti ho presentato fanno parte anche della lista dividend aristocrats di cui abbiamo parlato all’inizio, e questo le rende sicure lato dividendo.

Anche quelle che non rientrano in questa lista però sono comunque società molto valide, dal momento che sono in grado di staccare dividendi notevoli per i proprio investitori.

Quindi conviene investire in queste azioni?

Diciamo subito una cosa, per mettere le mani avanti: anche i titoli azionari con dividendi più solidi possono comunque subire una volatilità significativa in brevi periodi.

Questo perchè ci sono tante forze di mercato che possono spostare talora verso l’alto, e talora verso il basso le azioni, ma questo non deve necessariamente essere motivo di preoccupazione per te.

Quindi, non preoccuparti troppo dei movimenti quotidiani dei prezzi, anzi, concentrati sulla ricerca di aziende che abbiano dei flussi di reddito stabili e anche dei solidi track record di dividendi. Questo perchè anche investire in azioni con dividendo può essere un validissimo investimento di lungo termine.

Se hai già avuto modo di leggere altri miei contenuti, saprai che la mia strategia è diversa rispetto a quella dell’investimento azionario diretto, ma non sto certo qui a dirti cosa fare.

Non conoscendo la tua situazione finanziaria e personale non posso permettermi il lusso di dirti se ti conviene investire in questa tipologia di azioni oppure no.

Posso soltanto dirti che si tratta di società solide, e che se sei alla ricerca di un dividendo, sia per aumentare il tuo reddito sia in un’ottica di investimento di lungo periodo, potresti optare per un investimento simile.

Posso ancora darti un consiglio: cerca sempre di pensare in un’ottica di diversificazione.

Prima di congedarmi ci tengo a lasciarti alcune risorse che potrebbero esserti utili:

Infine ci tengo a lasciarti queste guide che potrebbero esserti utili per il tuo percorso di investimento e per capire come cominciare a investire:

Buoni proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *