Registro Intermediari Assicurativi RUI: che cos’è e a cosa serve

L’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, mette a disposizione di tutti i cittadini il cosiddetto RUI, Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi, reso disponibile nel febbraio 2007 e contenente tutti i dati degli intermediari assicurativi e riassicurativi sulla penisola Italiana. Il RUI è stato formalmente istituito nel settembre 2005 grazie al decreto legislativo numero 209, ed è regolamentato dall’ISVAP (oggi IVASS).

A che scopo creare questo registro? Innanzitutto per fornire ai clienti un identikit completo di coloro che lavorano nell’ambito dell’intermediazione. Il primo obbiettivo è quindi quello di tutelare i consumatori consentendo loro di venire a conoscenza della reale abilitazione del professionista alla vendita di prodotti assicurativi. Se dovesse presentarsi un soggetto non iscritto al Rui rifiutatevi categoricamente di stipulare contratti: ogni volta in cui entrate in contatto con un intermediario, chiedetegli nome e cognome e verificate la sua reale iscrizione. Il Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi è suddiviso in ben cinque sezioni:

  • RUI sezione A, dedicata a tutti coloro che hanno intrapreso la carriera di agente assicurativo.
  • RUI sezione B, dedicata a chi ha deciso di diventare un broker assicurativo.
  • RUI sezione C, dedicata ai cosiddetti produttori diretti, ovvero a coloro che esercitano l’intermediazione assicurativa solo nei rami vita, infortuni, malattia.
  • RUI sezione D, dedicata alle banche.
  • RUI sezione E, in cui sono individuabili tutti gli intermediari iscritti già nelle sezioni A, B e D che lavorano però al di fuori dei locali di questi intermediari.

Oltre a quest’ultima categoria, è severamente vietata l’iscrizione di un soggetto a più sezioni del RUI. A questo registro possono inoltre essere iscritte sia persone fisiche sia società.

Registro Intermediari Assicurativi RUI: perché consultarlo

Cosa può trovare un comune cittadino cercando nel Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi? Per quanto riguarda le persone fisiche il RUI fornisce di ogni persona: nome e cognome, luogo e data di nascita, codice numerico relativo all’agente e data dell’iscrizione al registro. Per gli agenti della categoria A e C viene indicato anche il nominato dell’agenzia per cui lavorano come intermediari.

Che cos'è il RUI

Il RUI per le società invece, indica la ragione sociale o la denominazione sociale, la sede locale della società ed eventuali altre sedi, il codice e la data d’iscrizione. Per le società iscritte ai registri A e D viene indicato anche il nominativo delle agenzie per le quali svolgono il lavoro di intermediazione.

Avendo tutte le indicazioni riguardanti l’agente assicurativo o il broker assicurativo, eccetera, i consumatori sono certamente più tutelati da eventuali truffe che potrebbero essere organizzate a loro discapito. In questo modo essi sono in grado di conoscere realmente chi sta lavorando per loro, senza avere brutte sorprese in seguito. 

Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *