FWU LIFE My Joy (Prima Atlanticlux My Joy): Guida all’Assicurazione sulla Vita, Opinioni e Rendimenti

Sono tanti i risparmiatori che cercano in rete, su blog e forum, opinioni circa My Joy di FWU LIFE (prima Atlanticlux): parliamo di un popolare contratto di assicurazione sulla vita che ha attirato l’attenzione per la costante campagna di vendita dei suoi promotori e per i rendimenti interessanti che promette rispetto alla concorrenza.

Conviene sottoscrivere questo prodotto? A che condizioni? Nell’articolo di oggi cerchiamo di analizzare, come sempre con precisione, i vantaggi e gli svantaggi derivanti dalla sottoscrizione della polizza assicurativa proposta a moltissime persone che, tra l’altro, spesso mi scrivono in privato chiedendomi un parere.

Nella sezione dedicata agli investimenti assicurativi ho recensito più volte non solo i prodotti di Atlanticlux ma di tutte le principali compagnie italiane.

Cosa penso degli investimenti assicurativi

Prima che entro nel merito della recensione, è giusto che tu sappia cosa penso di questa tipologia di prodotti. Ho scritto un articolo molto approfondito in cui elenco 10 ragioni per stare alla larga dalle polizze assicurative: se ti interessa la mia opinione, puoi leggerlo.

Ti allego, inoltre, un video in cui affronto il tema sul mio canale Youtube:

 

Ci tenevo ad essere onesto con te prima di entrare nel merito: è importante che tu sappia come la penso su questo argomento. Veniamo alla nostra recensione!

Non Sai Come Investire i Risparmi?
"5 Consigli Super per Investire Consapevolmente" è la guida che ti aiuta a capire veramente gli investimenti.

Cos’è e come funziona My Joy

Cominciamo col dire che FWU LIFE INSURANCE LUX SA (prima Atlanticlux Lebensversicherung S.A.) è una compagnia di assicurazione attiva da oltre 30 anni in tutta Europa. I prodotti che propone in Italia sono regolarmente approvati dall’IVASS, autorità proposta al controllo in campo assicurativo.

La società non ha suoi agenti ma si affida ad una rete molto capillare di broker e distributori che propongono i suoi prodotti nel nostro Paese.

Quando parliamo di MyJoy siamo davanti ad un polizza di assicurazione mista sulla vita collegata a gestioni interne separate di attivi.

Sul mercato, Atlanticlux è stata una delle prime compagnie a proporre soluzioni di questo genere: oggi, a dire il vero, anche la concorrenza pare che si stia adeguando.

L’investimento annuo minimo è di 600 euro, pari a 50 euro mensili: un’idea che, quindi, è alla portata di tutti visto che la soglia d’accesso è estremamente bassa.

Dal sito della compagnia si legge che «Atlanticlux MD3 Fund investe nei migliori fondi azionari internazionali, per realizzare l’elevata redditività del capitale a lungo termine» mentre «MD2 Fund garantisce il capitale alla scadenza del contratto: l’investimento è in obbligazioni “Zero Coupon”».

La partecipazione agli utili della gestione è trimestrale: ogni tre mesi, se si è in attivo, vengono corrisposti interessi.

Questo, secondo i proponenti, assicura un andamento positivo anche in ipotesi complessive annue di chiusura in ribasso. In sintesi, questa è la “copertina” dell’assicurazione sulla vita, ciò che sostanzialmente i venditori tendono a dire nel proporre il proprio prodotto.

Ora, invece, andiamo a scoprirlo nel dettaglio dalla lettura della nota informativa.

Premi, costi, rendimenti e garanzie della polizza

«Il Valore della Polizza alla Data di Scadenza – si legge nelle condizioni contrattuali – non è mai inferiore all’ammontare complessivo degli Importi Investiti e dei Rendimenti di Rivalutazione fino alla Data di Scadenza».

Tradotto vuol dire che la compagnia si impegna contrattualmente, alla scadenza, a restituire gli importi investiti dal risparmiatore: questo è uno dei punti di forza perché altre compagnie che propongono contratti simili non assicurano sempre il capitale.

La durata minima del contratto è 10 anni, quella massima è 57.

Passiamo agli aspetti relativi costo percentuale medio annuo che, come ho scritto in più occasioni, è un fatto estremamente importante in ambito assicurativo e finanziario insieme a quello delle altre commissioni.

My Joy propone più prospetti elaborati sulla base di un premio annuo di 1500 euro. Nella foto che segue,  si evidenzia il CPMA che sembra essere piuttosto elevato, soprattutto nei primi anni. Questa è una delle critiche che generalmente in rete viene mossa al prodotto alla quale mi associo ma non per partito preso nei confronti del contratto in sé ma per le ragioni che ti ho esposto in apertura.

Atlanticlux, conviene?

E’ ora la volta dei costi applicati nel corso del contratto.  Per ciò che concerne la commissione iniziale, se il contraente decide di rateizzare il premio (cioè di pagarlo in più soluzioni durante l’anno) viene applicato un prelievo dello 0,15425% dell’ammontare complessivo dei Premi pagabili per la durata prevista del piano dei versamenti.

Ciò accade per i primi 48 mesi, dal 49esimo non si paga più questo piccolo balzello. Occhio ai premi di incasso che sono al 3% per ogni versamento durante tutto il periodo fissato.

Altra voce è quella delle spese commerciali.

Nella tabella che si riporta si legge che esse sono calcolate moltiplicando l’importo di riferimento per un tasso indicato nella tabella stessa: tale tasso si determina in base alla durata del contratto e tende a diminuire sui contratti di durata più lunga e scende, in ogni caso, nel lungo periodo azzerandosi dopo 120 mesi.

Come si determina l’importo a cui applicare il tasso percentuale?

Sempre dalla lettura delle condizioni si evince che «l’importo di riferimento è calcolato sottraendo mensilmente dalla porzione mensile di premio pagato la commissione iniziale, la commissione di incasso premi, il costo mensile del rischio di mortalità ed i prelievi sui fondi interni come definiti al successivo punto 5.2».AtlanticluxAl punto 5.2, infatti, sono elencati altri prelievi che, tradotti per il contraente, sono costi.

L’ammontare è calcolato in questo modo: c’è uno 0,3% annuo che viene applicato due volte alla gestione MD3 Found ed uno 0,3% applicato ai rendimenti di Atlanticlux MD2 Fund.

Ogni qual volta il rendimento trimestrale dell’Atlanticlux MD3 Fund risulti essere superiore all’1%, poi, la Società si riserva il diritto di trattenere un prelievo sul rendimento: al di sotto, infatti, tale prelievo non avviene.

Si può prelevare il denaro in anticipo?

Il riscatto anticipato è possibile purché siano stati versati almeno 24 mesi (cioè due annualità) di premio. Se viene fatta domanda nei due anni, il contraente non ha diritto a ricevere alcunché ed il denaro versato va perso.

Il contraente, poi, ha diritto di chiedere il riscatto parziale prima della data di scadenza con la condizione che il valore della polizza residuo sia pari ad almeno 1250 euro e che siano state pagate le due annualità corrispondenti ai 24 mesi di decorrenza.

Con queste stesse condizioni si può chiedere quella che tecnicamente si chiama riduzione: si interrompono i pagamenti lasciando almeno 1250 euro, frutto di due annualità. Alla scadenza, il valore della polizza residuo sarà corrisposto all’assicurato.

Conviene sottoscrivere My Joy?

Il punto di forza è la garanzia del capitale a fronte di un investimento diversificato che ha anche una base azionaria: in pratica la compagnia da contratto si assume un rischio maggiore pur garantendo comunque i risparmi degli investitori.

Tra i vantaggi, poi, c’è la capitalizzazione trimestrale degli interessi ed il rendimento medio che, come si evince dall’ultima figura allegata, è abbastanza alto per essere un prodotto a capitale garantito, almeno per ciò che concerne la parte di investimento azionaria.

Non è chiaro qual è il rendimento del fondo MD2, fermo restando che considerata la natura degli investimenti sarà in linea con la media.

Passiamo ora agli svantaggi.

Per prima cosa non viene specificata la quantità investita in azionario né è conferita al cliente la possibilità di scegliere nel corso del contratto quanto destinare ad un fondo piuttosto che ad un altro.

Altro aspetto, già sottolineato, riguarda i costi: sono più alti rispetto alla media e sembrerebbe che, almeno sul breve periodo, azzerino i vantaggi di una strategia piuttosto complessa ma tendenzialmente efficace.

Il consiglio banale che viene fuori alla luce di tutto questo e che si legge chiaramente anche dalla lettura della nota informativa del prodotto è quello di sottoscrivere Atlanticlux My Joy solo se si desidera creare un salvadanaio di lungo periodo e si è sicuri di non aver bisogno dei soldi a medio termine. 

Se non hai ben presente cosa penso in generale sul tema investimenti, ti consiglio di leggere il report su come investo io e ti renderai conto facilmente anche la mia opinione su questo prodotto.

Ci sono almeno 2 cose che non mi piacciono:

  • Costi troppo elevati: quando parliamo di finanza non esistono pasti gratis ed è così anche qui. La compagnia ci offre dei vantaggi ma, ovviamente, ce li fa pagare attraverso le commissioni;
  • Ci sono troppi vincoli: rispetto agli altri è notevole l’impegno che, storicamente, viene messo in campo per concedere una maggiore flessibilità rispetto ad altri prodotti simili. Francamente, però, preferisco avere maggiore controllo dei miei soldi e, in generale, sono contrario ad ogni forma di risparmio gestito.

“Si, Davide, ma io non ne capisco niente…che devo fare?”

Il mio parere, in questi casi, è che hai solo due opzioni:

  • Ti dai una mossa e ti metti a studiare, così che non devi più fidarti di banche o assicurazioni. Sono soldi tuoi, mica miei o del consulente?;
  • Continui a stare con la testa sotto terra sperando che non ti freghino: in questo caso è un discorso generale, scegli il prodotto che ti piace di più (o il consulente / impiegato di banca che ti è più simpatico) e portalo a scadenza senza farti troppe domande.

Tertium non datur. Non c’è via di mezzo, non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca. Mi piacerebbe ma…semplicemente non puoi!

Ho sottoscritto la polizza ma non sono contento: cosa posso fare?

In tantissimi mi scrivono via mail, delusi o arrabbiati, chiedendomi consigli: questo accade in generale per ogni prodotto finanziario anche perché spesso la sottoscrizione avviene senza un’adeguata valutazione da parte del cliente.

Non mi stancherò mai di dirlo, anche a costo di sembrare ripetitivo: la colpa non è sempre e solo del consulente che ti ha venduto il prodotto che fa il mestiere suo ma è soprattutto tua che non hai fatto le giuste analisi e, soprattutto, non hai un piano per il tuo futuro.

Appaltare i propri piani agli altri è sempre sbagliato, se non altro perché gli altri non sannno quello che vogliamo e possiamo noi.

Fermo restando che la valutazione che puoi fare è individuale e che io non ho la soluzione per ognuno, ho scritto una guida con cui spiego come uscire dalle polizze vita limitando i danni.

Se volessi approfondire, continua a leggere qui.

La vera alternativa alle polizze vita si chiama formazione

Ho sottolineato più volte che questo tipo di prodotto è adatto per chi cerca soluzioni di lunghissimo periodo e non vuole sbattersi più di tanto.

L’avvento del web ha reso molto più flessibile ed accessibile il mercato per i risparmiatori e per questo su Affari Miei suggerisco sempre le soluzioni migliori per gestire il proprio patrimonio in autonomia e con consapevolezza.

Il corso “100 Mila Euro sul Conto” è proprio pensato per chi vuole incrementare la propria cultura finanziaria ed assumere il controllo del proprio portafoglio senza delegare agli altri la gestione.

Il percorso si compone di tre parti:

  • Risparmio: prima di saper investire bisogna saper fare il bilancio familiare e organizzarsi al meglio, il corso prevede tanti esempi utili che partono dal quotidiano e puntano a ridurre del 40% le spese mensili;
  • Teoria degli investimenti: se non si sa la teoria non si può mettere in pratica, la seconda parte del corso è una vera e propria carrellata di tutte le proposte del mercato spiegate in maniera facile e chiara con i pro ed i contro;
  • Metodo per investire: dopo aver studiato, viene la parte metodologica che permette di investire alla grande con costi annui bassissimi e riducendo al minimo i rischi.

Il bonus #1, inoltre, contiene una guida pratica per venire fuori da un contratto assicurativo in poco tempo limitando i danni e potrebbe magari fare al caso tuo 😉

Migliaia di utenti hanno già acquistato il corso per imparare ad investire come dei fuoriclasse senza subire fregature di banche ed assicurazioni.

>> Acquista il Corso Adesso <<

Ulteriori Risorse Utili

Ecco una serie di articoli utili a tema investimento. Partiamo dai percorsi tracciati da Affari Miei:

Ti mostro, inoltre, alcune recensioni di prodotti simili che probabilmente ti hanno proposto o di cui hai sentito parlare:

Ecco altre guide che potrebbero essere utili:

Buoni investimenti.


Segui i miei consigli per investire come un fuoriclasse

>> Acquista il Corso in Offerta <<


mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

23 COMMENTI

  1. Ci tengo a fare i complimenti al redattore dell’ articolo. Il prodotto è stato spiegato in modo esaustivo ed elementare, ma soprattutto, è stata evidenziata la cosa più importante: questo tipo di polizza, è ottima se sottoscritta con la consapevolezza di creare un risparmio a lungo termine.

    Francesco Castaldo, Personal Financial Advisor, Consulente Assicurativo ed Educatore Finanziario con iscrizione al RUI.

  2. Buongiorno ho una polizza Atlantic Lux che adesso si chiama lwu forword cosa succede se la chiudo dopo i primi 5 anni?! Visto che dopo i 5 anni non ci sono penali se recedi anticipatamente dal contratto, il cliente riesce almeno a prendere quello che ha versato ????! Grazie per una risposta.

    • Ciao Marianna,

      esiste un’opzione contrattuale che si chiama RIDUZIONE: puoi sospendere i pagamenti senza perdere i tuoi soldi e fare successivamente dei riscatti parziali.

      Buona giornata,
      Davide

      • io ho iniziato a pagare da tre mesi (200 al mese,il contratto prevede una massima durata di 35anni e minima di 10 anni),se dopo dieci anni ritiro dal contratto : posso prendere tutti soldi portati +interessi maturati?

        • Se il contratto è di 35 anni, devi lasciare 1250€ fino alla fine, se dura di meno puoi prenderli prima.

          Soldi versati (al netto dei costi che, come tutte le polizze, sono alti nei primi anni) e interessi ti vengono restituiti appena effettui riscatti parziali o alla fine del contratto.

  3. ciao Davide, complimenti per l’articolo … mi è servito molto!
    io ho pagato per 5 anni un premio min di 600 euro che poi con l’incremento della rata è aumentato un po’…sinceramente per mancanza di trasparenza avrei deciso di recedere ma non vorrei perdere tutto l’importo totale versato, cioè sui 3.000,00…. l’ufficio di riferimento a cui ho inoltrato la mia richiesta però mi ha fatto intendere che chiudendo adesso il contratto, che tra l’altro ha una durata di 35 anni, ho diritto solo a 30 euro di rimborso. la mia domanda è: posso salvare la mia situazione applicando la riduzione? come funziona esattamente??

  4. ho comunque appena letto che devono essere versati almeno 6 premi annui…giusto? io vorrei prelevare il più possibile e poi sospendere ogni tipo di rapporto con la società,,,,,spero in una tua risposta il più dettagliata possibile…grazie in anticipo

  5. Ciao Carmen,

    qui puoi trovare la nota informativa sul sito ufficiale: https://www.fwu.life/sites/default/files/ILR3a_PreContrattualiInfo_MY%20JOY.PDF

    Estraggo la parte che forse ti interessa di più:
    “Il Contraente ha diritto a richiedere il Riscatto parziale o totale prima della Data di Scadenza.
    Più precisamente, fatto salvo il diritto di Recesso come regolato dalle Condizioni Generali di
    Assicurazione (Articolo 11), il Contraente può richiedere in qualsiasi momento il Riscatto totale
    prima della Data di Scadenza purché siano state pagate almeno due annualità di Premio e siano
    trascorsi 24 mesi dalla Data di Decorrenza. In tal caso, qualora il Riscatto totale sia richiesto:
    – nel corso dei primi due Anni di Polizza, non viene corrisposto alcun valore di Riscatto;
    – tra il 3° e il 5° Anno di Polizza, viene corrisposto un valore di Riscatto inferiore al Valore della
    Polizza calcolato secondo quanto stabilito nelle Condizioni Generali di Assicurazione (Articolo 13);
    – dopo il 5° Anno di Polizza, è corrisposto un valore di Riscatto pari al Valore della Polizza, senza
    applicazione di alcuna penalizzazione”.

    Sostanzialmente, da quello che capisco io:
    – se riscatti dopo i primi due anni non ti tocca nulla;
    – se riscatti tra il terzo e il quinto anno puoi riavere indietro i tuoi soldi – una serie di penalità che, a mio parere, rispecchiano i costi applicati dall’azienda (e secondo me non ti conviene riscattare);
    – dopo il quinto anno parla di valore di polizza ma credo (sottolineo: credo perché dovrei studiare attentamente la tua situazione e vedere precisamente che contratto hai firmato per essere sicuro) che il valore della polizza sia comunque comprensivo dei costi annui, quindi inferiore a quanto hai pagato.

    La soluzione, nel tuo caso, è la riduzione come ho spiegato ad altri utenti: fermi i pagamenti e aspetti la scadenza tanto i soldi sono lì e non può portarteli via nessuno.

    PER MAGGIORI APPROFONDIMENTI
    Ho dedicato a questa tipologia di prodotti diversi approfondimenti nel mio corso 100 Mila Euro sul Conto in cui spiego come funzionano, quando conviene sottoscriverli e quando no e, soprattutto, come investire in maniera più efficiente. Indipendentemente da quello che farai in futuro, ti consiglio di studiare il materiale per migliorare la tua cultura sul tema ed assumere una maggiore consapevolezza.

    Trovi il corso qui => https://www.affarimiei.biz/corso-100-mila-euro-sul-conto

  6. grazie Davide della tua risposta…ma per aspettare la scadenza intendi che devo lasciar passare 35 anni…?
    io vorrei chiudere qui la situazione anche dovendo pagare una penale che non capisco a quanto potrebbe ammontare… per questo non capisco se mi conviene comunque chiedere un riscatto totale e pagare una penale o avviare la riduzione…

    • Premesso che non capisco la logica di sottoscrivere un contratto dalla durata di 35 anni e poi cambiare idea pochi anni dopo (motivo per cui questa tipologia di prodotti non mi piace in generale), io chiederei con raccomandata A/R o PEC il valore della polizza (cioè quanti soldi puoi avere indietro) e, quantificata la penale, farei le mie valutazioni…

  7. Io sto avendo pessime esperienze con alcuni rappresentanti di questa polizza al limite della truffa…chiedevo un piano di 10 anni e mi è stato detto che 20 anni era il minimo….mi hanno detto che questa polizza prevedeva un mantenimento incremento costo della vita e scopro che si tratta di aumento annuo della rata che in un anno nel quale si parlava di deflazione è aumentato dell’8% ….. quando ho perso il lavoro è saltato 1 rata passando ai bollettini postali ad un tratto sono tornati al prelievo sul conto corrente senza mia nuova autorizzazione..adesso che sono nuovamente senza lavoro ed ho saltato 2 rate mi hanno comunicato che se non pago alla scadenza procederanno al ristorno in automatico senza mia richiesta….non ho aggettivi per (s)qualificare tali comportamenti….di sicuro non considerano clienti chi gli versa soldi e lì campa!!!!! A me me l’hanno impioppata rappresentanti di “Solida”.….

    • Ciao Giuliano,

      scusa se sono duro e ti dico una cosa a gamba tesa: non è sempre colpa degli altri, bastava leggere il contratto e capire cosa non andava bene per te e perché. Poi il singolo consulente deve vendere e magari, a livello individuale, può sbagliare ma MAI dare la colpa agli altri riguardo le proprie azioni.

      In questo articolo ho affrontato il problema di uscirsene da una polizza di questo tipo:
      https://www.affarimiei.biz/riscatto-polizza-vita-anticipato/33050

      Credo possa esserti di aiuto per limitare i danni. Da quello che leggo, inoltre, non hai una situazione finanziaria stabile e, forse, questa polizza non la dovevi proprio fare: si tratta, però, di un pensiero che ho maturato io su due piedi.

      In bocca al lupo!

      • Grazie Davide, di sicuro fidandomi di quello che credevo fosse un amico sono stato ingenuo e di questo ne sono colpevole…poi sarebbe lungo spiegare tanti eventi ma in quel periodo credevo di avere un impiego stabile… grazie ancora per il tuo interesse e consiglio.

LASCIA UN COMMENTO