Come Investire in Banca: 5 Consigli Top per la Gestione dei tuoi Risparmi

Come investire in banca? Quali sono gli strumenti che le banche mettono oggi a disposizione di piccoli e medi risparmiatori? Quali sono i più convenienti nel momento in cui ti scrivo? Quali sono invece quelli da dimenticare?

Sono temi che affronto nel mio video corso gratuito “Investi con Buon Senso” che puoi scaricare subito e che approfondiamo anche in questo articolo ricco di spunti.

Seguimi, perché oggi ti parlerò di tutte quelle che sono le opportunità offerte dagli investimenti bancari, partendo dal meno rischioso e muovendomi fino a quelli che invece richiedono un certo pelo sullo stomaco.

Ti offro 5 consigli per investire al meglio in banca, senza correre rischi eccessivi e soprattutto pensando esclusivamente all’interesse tuo e del tuo portafogli.

1. Il risultato dell’investimento dipende solo da te

Prima di arrivare al cuore della questione e cominciare a valutare gli strumenti finanziari e di risparmio che le banche ti mettono a disposizione, è bene ricordare insieme quali sono i fondamentali di ogni investimento che valga la pena di essere organizzato.

Per investire al meglio hai bisogno di un mix di conoscenze, capacità e attitudini personali che, se mescolate nelle giuste proporzioni, possono permetterti di guadagnare dal tuo capitale, facendo lavorare il denaro al posto tuo:

  1. Pazienza: sono contrario ai piani di investimento a brevissimo raggio e di brevissimo respiro, quelle occasioni pubblicizzate su internet che promettono di farti diventare ricco nel giro di poche settimane o addirittura di pochi giorni; gli investimenti davvero proficui per te e per il tuo capitale sono quelli di medio e lungo periodo;
  2. studio: no, non devi diventare un mostro della finanza o un professore di economia; devi però sforzarti di capire come funziona lo strumento che hai prescelto per il tuo investimento; non devi tornare sui libri, su Affari Miei trovi tutto quello di cui hai bisogno per studiare gli strumenti che le banche ti mettono a disposizione;
  3. indipendenza: fidati poco dei promotori finanziari e delle banche in generale; spesso i loro interessi non coincidono con i tuoi e ti verranno offerti strumenti che fanno guadagnare poco o nulla te e molto le gestioni;
  4. calma zen: gli investimenti possono guadagnare e perdere valore anche diverse volte all’interno della stessa giornata. Dovrai dunque preoccuparti di mantenere la calma ed evitare di andare in tilt; pianifica e cerca di discostarti il minimo possibile dalla tua pianificazione.

Con in mano questi elementi e queste attitudini, sei finalmente pronto ad analizzare uno per uno gli strumenti che le banche ti propongono per i tuoi investimenti.

2. Se hai bisogno di un investimento tranquillo: i Conti deposito

Sono al momento l’alternativa più sicura se vuoi investire i tuoi risparmi senza correre alcun tipo di rischio. Non tutte le banche li offrono e sul mio blog puoi trovare una recensione di quelli ti propongono le condizioni migliori.

Il funzionamento dei conti deposito è semplice:

  1. depositi il tuo denaro;
  2. scegli se procedere con o senza vincolo;
  3. a scadenze periodica ritira automaticamente gli interessi.

I conti deposito offrono interessi crescenti al crescere del vincolo, quindi più a lungo impegnerai le tue somme, più guadagnerai.

I conti deposito sono completamente sicuri fino a 100.000 euro grazie alla tutela offerta dal Fondo Interbancario di Garanzia. Questo vuol dire che il rendimento che trovi nel contratto che hai sottoscritto è praticamente privo di rischi. Sì, più delle obbligazioni, perché dopotutto, e la storia recente ce lo insegna molto bene, c’è il rischio che un Paese fallisca.

Il conto deposito è ottimo inoltre per chi può permettersi di vincolare somme per qualche anno. Al crescere del vincolo crescono infatti anche gli interessi che le banche ci riconoscono.

Prima di passare al prossimo consiglio, lasciati ricordare che troverai su Affari Miei le recensioni di tutti i migliori conti deposito che puoi attualmente trovare nel nostro paese. Di seguito, invece, una brevissima rassegna delle offerte attive in questo momento.

 

3. Non fidarti del promotore e/o della banca: i loro interessi sono diversi dai tuoi

Devi cominciare a considerare la banca come uno strumento per accedere a determinati mercati e non come al consigliere fidato per il tuo risparmio.

Gli interessi tuoi e della banca sono radicalmente diversi: tu da un lato hai interesse ad investire in strumenti che siano redditizi e che abbiano il minimo rischio possibile, la banca è invece interessata a vendere prodotti sui quali può incassare commissioni da capogiro.

Forse è anche inutile dire che queste due tensioni, questi due interessi difficilmente combaciano. Il conflitto di interessi è palese e sotto gli occhi di tutti e dovrebbe esserlo anche sotto i tuoi.

Decidi con la tua testa e tratta le informazioni che la banca ti “passa” come se non fosse vero. Documentati in modo indipendente e soltanto nel caso in cui i tuoi interessi coincidano con quelli della banca accetta quanto offerto.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


4. Occhio a cosa vuol dire “garantito”

Il gioco delle tre carte è sparito dalle strade e ha trovato nuova ospitalità in banche e società di gestione.

Spesso gli strumenti che vengono venduti come garantiti sono in realtà una truffa bella e buona, perché la garanzia si paga con commissioni assicurative in grado di mangiarsi tutto quanto il nostro fondo o il nostro strumento ha guadagnato.

Occhio dunque a quando ti parlano, in banca, di strumenti garantiti. Studia sempre indipendentemente il titolo che ti stanno proponendo, perché spesso dietro il garantito si celano prodotti gravati da contratti assicurativi molto esosi.

Prima di scegliere fondi comuni di investimento e polizze assicurative travestite da investimento, pensaci bene e fatti prima, sempre, gli affari tuoi.

5. La banca non è l’unica via d’accesso agli investimenti

Viviamo in una grande era, nella quale non abbiamo più bisogno delle banche e degli altri intermediari per avere accesso ai mercati. Se, per esempio, ti interessano gli investimenti dal punto di vista del trader, puoi servirti di diverse piattaforme non necessariamente di proprietà di banche.

Risorse utili

Ti saluto linkandoti altri articoli legati agli investimenti che potrebbero esserti di aiuto:

Se sei nuovo su questi pixel, inoltre, puoi seguire una di queste guide:

In bocca al lupo.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


 

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO