Genertel Sicuramente Protetto: Recensione della Polizza Vita

Nella guida di oggi voglio tornare a parlare di investimenti assicurativi, in partiolare di Genertel Sicuramente Protetto: gli investimenti ibridi che incorporano un contratto assicurativo caso vita o caso morte sono tra i più popolari in Italia ed oggi ho deciso di parlarti proprio di uno di quelli di cui più si parla in relazione a questa specifica categoria.

Nei prossimi paragrafi esamineremo insieme il funzionamento di Sicuramente Protetto di Genertellife, assicurazione a premio unico integrabile, che offre ai sottoscrittori una gestione separata a basso rischio, dal profilo flessibile sia per quanto riguarda il versamento di premi ulteriori, sia invece per quanto riguarda la possibilità, successiva comunque al decimo anno come avremo modo di vedere più avanti, di ritirare anticipatamente i premi versati.

Se vuoi saperne di più su Genertellife Sicuramente Protetto, continua a leggere: ti dirò le mie opinioni su questo strumento e su quelli analoghi, indirizzandoti verso alternative a mio avviso più convenienti.

Una premessa sulla compagnia

Anche se forse conosci già il gruppo, sono solito aprire una breve parentesi per aiutarti a  conoscere meglio la compagnia a cui ti stai affidando, perchè penso che essere consapevoli sia indispensabili per prendere decisioni sagge.

Il Gruppo Generali rappresenta una delle maggiori realtà assicurative e finanziarie internazionali, leader in Italia. Il Gruppo ha come casa madre le Assicurazioni Generali S.p.A., fondata a Trieste nel 1831, ma si è espansa in Europa e nel mondo. Oggi è presente in almeno 14 paesi dell’Europa centro-orientale e ha avviato lo sviluppo nei principali mercati nell’Estremo Oriente, tra cui l’India e la Cina.

Il Gruppo Generali basa la sua azione principalmente sul settore vita, tanto che la sua offerta commerciale si compone prevalentemente da polizze di risparmio e puro rischio, che costituiscono la parte più consistente del portafoglio, a cui però si affiancano polizze unit-linked e previdenza integrativa.

Ma ora concentriamoci sullo strumento per cui sei atterrato su questa recensione.

Che cos’è Sicuramente Protetto di Genertellife?

Stiamo parlando di un’assicurazione caso morte che prevede l’investimento dei premi versati nella gestione separata di Glife Premium. Dunque, questo è un investimento assicurativo, che io, come vedrai, tendo a sconsigliare.

Ecco cosa devi sapere.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Prestazione assicurata

Con  questo contratto, Genertellife si obbliga, in caso di decesso dell’assicurato, a pagare ai beneficiari designati dal contraente un importo pari al capitale assicurato alla
data del decesso, rivalutato secondo le modalità previste dalla “Clausola di Rivalutazione”.

Prestazioni complementari

Per quanto riguarda le prestazioni complementari assicurate per il Caso di decesso Accidentale e per il caso di decesso per infortunio conseguente ad Incidente Stradale, sono previste al momento del decesso l’assicurato abbia un’età inferiore a 69 anni e 6 mesi. In tal caso Genertellife se:

  • il decesso dell’assicurato è avvenuto a seguito di infortunio; in questo caso la compagnia  si impegna a pagare un capitale aggiuntivo pari al 10% del capitale assicurato rivalutato al momento del decesso. Tale capitale aggiuntivo non è comunque superiore a 50.000 euro;
  • il decesso dell’assicurato è avvenuto per infortunio conseguente ad incidente stradale; in questo caso, la compagnia  si impegna a pagare un capitale aggiuntivo pari 20% del capitale assicurato rivalutato al momento del decesso,. Il capitale aggiuntivo non può essere superiore ad Euro 100.000,00.

Tale integrazione, in presenza di più polizze aventi lo stesso assicurato, viene ripartita tra i singoli contratti in proporzione ai capitali assicurati rivalutati fino al momento del decesso.

Criteri di operatività della garanzia

Nel rispetto della condizione che il decesso deve essere la conseguenza diretta ed esclusiva di lesioni oggettivamente  constatabili subite per cause accidentali esterne, la garanzia non è operante nei casi di decesso conseguente all’influenza che le lesioni possono aver avuto su condizioni fisiche o patologiche dell’assicurato preesistenti o sopravvenute.

Esclusioni dalla garanzia

È invece escluso dalla garanzia prestata con l’assicurazione complementare il decesso dovuto a lesioni derivanti da:

  • suicidio, se avviene nei primi due anni dall’entrata in vigore dell’assicurazione;
  • attività dolosa del contraente o del beneficiario;
  • partecipazione dell’assicurato a delitti dolosi;
  • partecipazione attiva dell’assicurato ad atti di guerra, dichiarata o non dichiarata, guerra civile, atti di terrorismo, disordine civile, tumulto popolare o qualsiasi operazione militare;
  • eventi causati da armi nucleari;
  • guida di veicoli e natanti a motore per i quali l’assicurato non sia regolarmente abilitato a norma delle disposizioni in vigore;
  • incidente di volo, se l’assicurato viaggia a bordo di aeromobile non autorizzato al volo o con pilota non titolare di brevetto idoneo;
  • infortuni dovuti/correlati a stato di ubriachezza e/o all’abuso di sostanze alcoliche, nonché quelli conseguenti all’uso non terapeutico di stupefacenti, allucinogeni ecc;
  • partecipazione a corse di velocità;
  • pratica di attività sportive professionistiche;
  • pratica del paracadutismo o di sport aerei in genere;
  • pratica delle seguenti attività sportive come immersioni subacquee non in apnea; scalate oltre il terzo grado, sci alpinismo, sci o snowboard acrobatico  ecc.

Ci sono moltissimi altri casi di esclusione che puoi consultare sul documento informativo ufficiale.

Durata del contratto ed età dello stesso

La durata del contratto coincide con la vita dell’assicurato, mentre l’età dell’assicurato al momento della sottoscrizione, deve essere compresa tra un minimo di 18 anni compiuti ed
un massimo di 87 anni.

Beneficiari

La designazione dei beneficiari viene definita dal contraente al momento della sottoscrizione, ma può essere modificata quando si vuole tramite una semplice comunicazione scritta del contraente stesso a Genertellife oppure attraverso la disposizione testamentaria.

La designazione dei beneficiari non può invece essere revocata o modificata nei seguenti casi:

  • dopo che il contraente e i beneficiari abbiano dichiarato per iscritto a Genertellife, rispettivamente, la rinuncia al potere di revoca e l’accettazione del beneficio;
  • dopo il decesso del contraente.

Salvo diversa indicazione da parte del contraente, il capitale pagabile in caso di decesso dell’assicurato verrà suddiviso, tra i beneficiari designati, in parti uguali.

Conclusione del contratto ed entrata in vigore dell’assicurazione

Il contratto è da ritenersi concluso il giorno del versamento del premio unico da parte del contraente; l’assicurazione entra in vigore, previo versamento del premio unico, alle ore 24 della data di decorrenza del contratto, indicata nel documento di polizza, che viene definita nei seguenti modi:

  • in funzione del mezzo di versamento previsto dal presente contratto (bonifico bancario intestato alla Genertellife) per cui la data di decorrenza corrisponde al giorno di valuta riconosciuto alla Genertellife;
  • per volontà delle parti.

Revoca della proposta e diritto di recesso

Il contraente può revocare la proposta di assicurazione prima della conclusione del contratto oppure può recedere dal contratto entro trenta giorni dal momento in cui il contratto è concluso.

In entrambi i casi deve essere inviata a Genertellife una lettera raccomandata con l’indicazione della volontà.

La revoca e il recesso hanno effetto dal momento di invio della comunicazione quale risulta dal timbro postale. Gli obblighi assunti dal contraente e dalla Genertellife cessano dal ricevimento della comunicazione stessa da parte di Genertellife.

Versamento del premio alla sottoscrizione

Il contratto prevede il versamento di un premio unico, da effettuarsi al momento della sottoscrizione del Modulo di proposta: il premio non può essere né inferiore a 5.000 euro né superiore a 100.000 euro.

Il premio unico di sottoscrizione viene versato a Genertellife tramite bonifico bancario intestato a Genertellife stessa. Non è previsto alcun costo sul premio versato.

Versamenti aggiuntivi

Il contraente può effettuare ulteriori versamenti aggiuntivi di importo minimo pari a 2.000 euro fino a raggiungere al massimo, per ogni anno di contratto, un cumulo di premi versati pari a 100.000€.

Nel primo anno, l’eventuale versamento aggiuntivo deve considerare il premio versato alla sottoscrizione per il rispetto del limite massimo di 100.000 euro.

Non è previsto alcun costo sul premio aggiuntivo.

Riscatto

Il contraente, trascorsi almeno 12 mesi dalla data di decorrenza del contratto, può esercitare il diritto di:

  • riscatto totale;
  • riscatto parziale, mantenendo un capitale residuo di importo pari ad almeno 5.000 euro.

Per riscattare la parte relativa alla prestazione derivante da eventuali versamenti aggiuntivi è necessario che siano trascorsi almeno 12 mesi da ciascun versamento.

Il valore di riscatto effettuato alla data di rivalutazione annua del contratto è pari al capitale assicurato rivalutato fino alla ricorrenza stessa.

In caso di riscatto effettuato in date diverse dalla data di rivalutazione annua, la compagnia riconoscerà, nel calcolo della rivalutazione, dal primo gennaio alla data di richiesta del riscatto, una misura di rivalutazione pari al minor valore tra:

  • la misura di rivalutazione;
  • il tasso Euribor ad un anno (calcolato in giorni 360).

In caso di riscatto parziale, il contratto rimane in vigore per una prestazione residua. In caso di riscatto totale il contratto si estingue e rimane privo di qualsiasi effetto.

Il valore di riscatto non potrà essere inferiore ai premi versati nelle seguenti situazioni:

  • cessazione dell’attività lavorativa del contraente che comporti l’inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi consecutivi;
  • acquisto prima casa per il contraente o per i suoi figli;
  • interventi chirurgici straordinari del contraente, riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche.

Non sono previsti costi di riscatto.

Pagamenti di Genertellife

Per tutti i pagamenti deve essere presentata a Genertellife richiesta scritta accompagnata dai documenti necessari a verificare l’effettiva esistenza dell’obbligo di pagamento e ad individuare gli aventi diritto.

Inoltre, qualsiasi richiesta deve essere accompagnata da un documento di identità e codice fiscale degli aventi diritto e devono essere allegate le coordinate bancarie (codice IBAN), sottoscritte da tutti i beneficiari della polizza, su cui effettuare il bonifico.

Imposte e tasse

Imposte e tasse relative al contratto sono a carico del contraente o dei beneficiari e dei loro aventi causa.

Le somme pagate in caso di decesso dell’assicurato, sono esenti dall’imposta sulle successioni.

I capitali percepiti in caso di decesso dell’assicurato, in dipendenza di contratti di assicurazione sulla vita a copertura del rischio demografico, sono esenti dall’IRPEF.
Le somme pagate in caso di riscatto sono soggette ad imposta sostitutiva, sulla differenza fra la somma dovuta da Genertellife e l’ammontare dei premi corrisposti dal contraente, pari al 26%

Scenari di Performance

Ti allego qui la tabella che ti aiuterà a capire i vari scenari di rendimento di questo strumento.

Questa tabella mostra gli importi dei possibili rimborsi nei prossimi 5 anni, in scenari diversi, ipotizzando un investimento di 10.000 euro e ricorda che gli scenari presentati mostrano la possibile performance dell’investimento. Possono essere confrontati con gli scenari di altri prodotti.

Inoltre, sappi che tali scenari sono soltanto una stima della performance futura sulla base di prove relative alle variazioni passate del valore di questo investimento e non sono un indicatore esatto.

Costi

Passiamo ad una parte molto importante da considerare: quella dei costi. La diminuzione del rendimento esprime l’impatto dei costi totali sostenuti sul possibile rendimento
dell’investimento.

I costi totali tengono conto dei costi una tantum e dei costi ricorrenti. Gli importi qui riportati corrispondono ai costi cumulativi del prodotto nei tre periodi di detenzione differenti. Questi importi si basano sull’ipotesi che siano investiti € 10.000. Gli
importi sono stimati e potrebbero cambiare in futuro.

Ecco le tabelle.

Rischi 

L’indicatore di rischio va considerato. Esso presuppone che il prodotto sia mantenuto per 5 anni per trarne qualche vantaggio. Non è comunque possibile disinvestire anticipatamente nel primo anno.

L’indicatore del rischio esprime la probabilità che il prodotto subisca perdite monetarie a causa di movimenti sul mercato o a causa della nostra incapacità di pagare quanto dovuto. Classificando il rischio in una scala da 1 a 7, è al livello 1 su 7 (classe di rischio più bassa).

Vuol dire che le perdite potenziali dovute alla performance futura del prodotto sono classificate nel livello molto basso e che è molto improbabile che le cattive condizioni di mercato influenzino la nostra capacità di pagarvi quanto dovuto.

Si ha il diritto alla restituzione del 100% dei premi versati al verificarsi dei seguenti eventi:

  • decesso dell’assicurato;
  • riscatto totale per cessazione dell’attività lavorativa del contraente che comporti la non occupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi consecutivi;
  • riscatto totale per acquisto prima casa per il contraente o per i suoi figli;
  • riscatto totale per grandi interventi chirurgici del contraente.

Qualsiasi importo superiore a quello sopra indicato e qualsiasi rendimento aggiuntivo dipendono dalla performance futura del mercato e sono incerti.

Se la compagnia non fosse in grado di pagare quanto dovuto, potresti perdere l’intero investimento.

Come aprire la polizza

Basta andare sul sito ufficiale e  cliccare il bottone “richiedi un preventivo”. Sarai ricontattato e potrai procedere.

Opinioni di Affari Miei

Siamo quasi arrivati alla conclusione dell’analisi di questo strumento Genertlelife. Prima di salutarti voglio però condividere il mio parere di esperto, spiegandoti cosa ne penso di questi prodotti assicurativi… del resto lo scopo dei miei articoli è quello di sviscerare gli svantaggi nascosti dei prodotti.

Sicuramente Protetto è un prodotto “valido” esclusivamente perchè permette di tutelare la propria famiglia da eventi drammatici come la morte. Penso sia una buona cosa coprirsi da questa evenienza, tuttavia credo sia saggio farlo con uno strumento che sia semplice tutela in caso di decesso, quindi una polizza vita in senso stretto, e non un investimento assicurativo. 

Come forse già sai, sono a favore della tutela in caso di decesso o invalidità, ma non sono a favore del risparmio gestito e men che meno quando assume le sembianze di un investimento assicurativo, perciò non attiverei mai un contratto come questo.

Preferisco di gran lunga occuparmi personalmente dei miei affari. Ne ho parlato ampiamente in altri articoli (tipo questo), ora ti spiego 3 buone ragioni per cui evito un’intera categoria di prodotti:

  • Non mi piace delegare ad altri la gestione dei miei affari e dover pagare degli intermediari, senza poi sapere con esattezza come vengono investiti i miei soldi;
  • Mi piace disporre dei miei risparmi in libertà, quando mi servono, senza troppi vincoli;
  • Disapprovo la modalità di risolvere tutte le esigenze che si hanno in un unico strumento preconfezionato.

Ecco un video di approfondimento in cui illustro al meglio le mie opinioni.

 

Fatta questa premessa, si tratta comunque di quello che (non) farei io, non posso decidere per tuo conto.

Conclusioni

Spero che la mia recensione ti sia stata di aiuto e ti auguro di fare la scelta migliore per le tue tasche! Se vuoi leggere ancora qualche approfondimento, ti linko queste guide al risparmio, personalizzate in base alle fasi della vita:

Alla prossima!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

2 Commenti

Maurizio Leone · 13 Febbraio 2019 alle 19:49

Mi è stato detto che con sicuramente protetto posso ritirare la somma versata alla scadenza di un anno ricevendo comunque l’interesse realizzato .
Mi è stato detto che il capitale che si versa non si rischia di perderlo mai anche prima dei dieci anni.
Mi è stato detto che in caso che non ci sia nessun rendimento alla fine dell’anno mio capitale
( € 50.000 ) diminuisce del costo di gestione del 1,6% o 1,4% ma non ho capito su che somma.
Grazie per le risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei