Ivass ex ISVAP: che cos’è, cosa fa e da chi è composto

    L’Ivass (ex ISVAP) anche conosciuto come Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Ha un obiettivo specifico e fondamentale: vigilare sulle compagnie assicurative private e su coloro che ne fanno parte (agenti, broker, mediatori, eccetera). A quale scopo? Innanzitutto per tutelare i consumatori che hanno nell’authority un valido riferimento nel controllo del mercato. Ovviamente l’Ivass segue un codice ben preciso nell’applicare questi controlli, ispirandosi cioè al cosiddetto Codice delle Assicurazioni che contiene una serie di norme dettate dal Governo ed entrate in vigore ufficialmente dal 1 gennaio 2006 attraverso il decreto legge numero 95. Solo il 7 agosto 2012 è stato convertito in legge.

    L’Ivass attualmente si compone di: un presidente che corrisponde con il direttore della Banca d’Italia, un consiglio che si compone sempre del presidente e di altri due consiglieri, e infine il direttore integrato, costituito dal governatore della Banca d’Italia, dai due consiglieri precedenti e  dai membri del direttorio della medesima Banca d’Italia.

    ...

    Ivass (ex ISVAP): quali sono le sue funzioni? Come opera?

    L’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ha dei compiti ben precisi da rispettare, tutte queste funzioni sono indicate nel Codice delle Assicurazioni. L’Ivass è un’autorità quindi completamente indipendente dal Governo.
    Che cos'è l'ISVAP
    Vediamo insieme tutte le funzioni più importanti svolte da quest’apparato:

    • Controllo della gestione tecnica, finanziaria, contabile e patrimoniale delle compagnie assicurative;
    • Controllo del rispetto delle leggi e dei regolamenti in materia assicurativa da parte sia delle compagnie sia dei singoli agenti, broker, mediatori, eccetera;
    • Rilevazione dei dati di mercato per verificare i prezzi delle polizze e delle assicurazioni;
    • Ogni anno fornisce al Ministero dello Sviluppo Economico un piano, una relazione, sulle politiche assicurative in atto, così come proposte innovative o di risanamento elaborate dalle stesse società assicurative;
    • Collabora con altre autorità indipendenti, facilitando l’esercizio delle rispettive funzioni;
    • Dal 1994 è in grado di autorizzare l’esercizio delle funzioni assicurative a compagnie e assicuratori;
    • Dal 1991 partecipa alla determinazione dell’indirizzo amministrativo del settore;
    • Tutela i consumatori garantendo la massima trasparenza delle offerte;
    • Raccoglie tutti i reclami e le segnalazioni nei confronti delle società assicurative. Tutti questi reclami vengono censiti in un registro apposito;
    • Sanziona eventuali comportamenti che hanno violato le norme stabilite dal codice delle Assicurazioni;
    • Facilita la corretta esecuzione dei contratti assicurativi. L’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni risulta quindi essere uno strumento fondamentale e davvero valido sia per i consumatori, che sono così protetti, sia per le stesse società d’assicurazione.
    mm
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
    mm
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

    1 COMMENTO

    1. GRAZIE MILLE HO LETTO SIA QUESTO ARTICOLO SULL’IVASS SIA QUELLO SIA QUELLO SU 1LIFE. SONO STATA CONTATTATA PER UNA EVENTUALE COLLABORAZIONE CON L’AZIENDA E STO RACCOGLIENDO INFORMAZIONI E RECESIONI NONCHE’ VERIFICANDO QUANTO MI E’ STATO DETTO NEL COLLOQUIO.
      LAURA

    LASCIA UN COMMENTO


    Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei