Conviene Comprare Dollari Oggi? Previsioni sul Cambio con l’Euro, Come Comportarsi?

Conviene comprare dollari in questo particolare momento economico? Europa e Stati Uniti, finalmente fuori dalla crisi, continuano a viaggiare a due velocità diverse e su binari che sembrano tutto fuorché paralleli e scegliere di entrare adesso sulla coppia EUR/USD è quanto di più difficile si prospetta anche al più esperto degli investitori Forex.

Nella guida di oggi analizzeremo le possibili quotazioni di Euro contro Dollaro Americano, nel breve termine, cercando di capire come si potrebbe evolvere la situazione.

Gli esperti non sono d’accordo

La prima questione da analizzare è quella prospettata dagli investitori istituzionali e dalle agenzie che analizzano l’andamento economico corrente e futuro.

Non c’è accordo: le istituzioni statunitensi sembrano puntare su un rialzo dell’euro sul breve e medio periodo, mentre le agenzie europee rispondono aspettandosi un aggiustamento al ribasso della coppia, dopo che l’Euro ha ripreso a correre negli ultimi tempi.

L’incertezza, da qui a 6 mesi, è massima, anche tracciando una media delle indicazioni di investimento dei principali attori sul mercato ci attestiamo intorno a 1 euro contro 1,20 dollari, in leggero rialzo rispetto alle quotazioni attuali.

Chi vuole investire a 6 mesi, potrebbe guadagnare tra l’1% e il 3%, a patto che ovviamente si rivelino come veritiere le previsioni degli esperti.

Questo, a scanso di ogni tipo di equivoco, non è sempre il caso: le previsioni difficilmente possono essere precise e quindi dovremo tenere in considerazione anche altri fattori prima di prendere la nostra decisione.

La situazione politica è particolarmente confusa

Nonostante siano passati ormai diversi mesi dall’insediamento di Trump alla Casa Bianca, la situazione politica americana non sembra aver ancora assorbito la vulcanica personalità del tycoon.

Quel che è certo è che, per merito o meno del neo-presidente, gli Stati Uniti presentano dei dati economici molto interessanti:

  • La borsa sta battendo record su record
  • La bilancia commerciale è migliorata (e quindi sono aumentate le esportazioni – Sono migliorati pressoché tutti i dati macroeconomici: occupazione, produzione industriale, fiducia dei consumatori

Questi dati dovrebbero spingere il dollaro verso una rivalutazione, anche se il conto deve essere fatto in comparazione con quello che sta avvenendo in Europa.

Leggi Anche: Guida Completa per Investire in Dollari

Dove va l’Europa

L’Unione Europea e più in generale l’area di riferimento dell’Euro si è dimostrata, al contrario di quello che prevedevano le Cassandre, più solida di quanto si aspettavano anche i più ottimisti.

La ripresa è arrivata e sembra solida, al punto tale da trascinare anche paesi che versavano (e continuano a versare) in condizioni non esattamente incoraggianti. La ripresa, per capirci, è di portata tale da riuscire a trascinare anche un’economia stanca e che necessita riforme come quella italiana e come quella portoghese.

Non che questo voglia dire necessariamente che si tornerà ai livelli pre-crisi anche nei cosiddetti PIGS (Portogallo, Italia, Grecia e Spagna), ma che comunque trend e aspettative hanno cambiato di segno.

La crescita e la ripresa sembra essere comunque meno solida di quella statunitense, anche se, paradossalmente, l’Euro ha cominciato qualche settimana fa una corsa che l’ha riportato quasi in quota EUR/USD 1,20, dopo aver sfiorato soltanto qualche mese fa la parità.

Vale la pena di ricordare comunque che la situazione politica europea, sottoposta a pressioni di 25 diversi paesi, ha un percorso meno lineare di quella statunitense, dove se non un solo uomo al comando, c’è comunque una relativa unione di intenti almeno in ambito economico.

I fattori di cui dovremo necessariamente interessarci sono i seguenti:

  • probabile rialzo dei tassi, anche se minimo e anche se non immediato
  • possibile fine delle politiche di quantitative easing, ovvero dell’immissione di liquidità “gratis” sui mercati da parte della BCE
  • miglioramento delle bilance commerciali di quei paesi che hanno più sofferto durante la crisi

Anche questi fattori dovrebbero spingere l’Euro verso un apprezzamento, motivo per il quale gli specialisti evitano di sbilanciarsi, lasciando l’incertezza regnare incontrastata.

Grossa incertezza, piccole possibilità di guadagno

Conviene comprare dollari oggi? Le previsioni degli esperti dicono di no, e anche se non dovrebbero avverarsi ci troveremmo comunque a puntare ad un 1-2% massimo di guadagno, guadagno potenziale che sicuramente non vale la proverbiale candela.

L’unico modo per investire, a patto che il dollaro si muova in senso contrario rispetto, è con leva finanziaria, cercando di moltiplicare quanto si ottiene tramite i piccoli spostamenti che è lecito aspettarsi in questo momento storico. Si aumentano però così anche i rischi.

Dovendo scegliere dove puntare oggi, no, non sarebbe da farlo sul dollaro.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO