Come Giocare in Borsa: la Guida Fondamentale per Iniziare ad Investire Online [Edizione 2021]

Giocare in Borsa: un’espressione che molti associano ai film come The Wolf Of Wall Street, oppure all’immagine della crisi finanziaria del 2008. Internet, poi, ha permesso a molte piattaforme di ritagliarsi un posto nelle case degli investitori, permettendo di investire senza necessariamente passare dalla banca.

Ma cosa significa veramente investire in Borsa? Come si fa e dove lo si può fare? Ci si può guadagnare? C’è davvero molto da dire.

Continua a leggere e cercheremo di trovare una risposta!

Cosa vuol dire giocare in borsa?

Cosa significa giocare in borsa? Iniziamo dalle basi: ci si riferisce all’insieme delle attività di compravendita online di strumenti finanziari, in particolar modo di azioni.

Lo scopo è intuibilmente quello di guadagnare e far fruttare il proprio capitale. si tratta, dunque, di un’attività speculativa. Se decidi di fare trading online potrai operare sui mercati direttamente da casa.

Sembra facile, vero? Ma attenzione…

Nonostante tutte le pubblicità che ci bombardano quotidianamente e che ci fanno credere che operare in borsa sia una passeggiata, in realtà i mercati hanno regole tutte loro che bisogna conoscere ed è quindi necessario impegnarsi ed avere voglia di mettersi in gioco, studiare, formarsi e informarsi,

Certamente puoi portare a casa rendimenti alti, ma per farlo dovrai individuare il tuo mercato di riferimento, calcolare il profilo di rischio e mettere a punto una strategia che permetta di calibrare in modo equilibrato rischio e rendimento, una strategia caratterizzata dalla differenziazione.

Ma come fare? Vediamolo subito.

Come investire in Borsa?

Se hai deciso di acquistare azioni online, puoi farlo in pochi gesti grazie alle mille opportunità presenti su internet: troverai anche molte app per giocare in borsa, che potrai usare direttamente dal tuo smartphone.

Se volessimo riassumere i passaggi per investire online, potremmo evidenziare i seguenti step:

Approfondiamo questi passaggi.

Quale broker scegliere?

Come anticipato, la prima cosa da fare è quella di scegliere a quale broker ci si vuole affidare. Si tratta di piattaforme di trading che sono controllate da imprese di investimento chiamate “broker”. Essi si occupano di fornire le quotazioni ed effettuare le transazione. Ma come scegliere?

Per prima cosa ti consiglio di verificare che si tratti di un broker regolamentato e autorizzato dalle autorità di vigilanza. Ciò per questioni di sicurezza.

Per questioni di praticità, invece, ti consiglio di valutare l’interfaccia della piattaforma, in modo che sia semplice e facile da usare. In questo modo potrai reperire la documentazione che ti interessa e verificare se la gamma di strumenti offerti è vasta o limitata.

Se poi ci fosse anche il conto demo, sarebbe un punto di forza della piattaforma, soprattutto se non sei esperto e se ti trovi ad investire per la prima volta.

In ogni caso, su questo articolo trovi un confronto tra le migliori piattaforme del momento così da scegliere quella più adatta a te.

Aprire il conto

Quando avrai effettuato la tua selezione e avrai deciso a chi affidarti, non ti resta che registrarti per aprire il conto. Si tratta di un’operazione gratuite e senza particolari vincoli (ma comunque è bene leggere le condizioni).

In linea di massima è sufficiente inserire nome, cognome, la mail e i dati richiesti, in modo da creare il profilo ed accedere alla dashboard.

Potrai consultare così le quotazioni del momento, i grafici aggiornati e in tempo reale e tutte le funzionalità del menù.

Ora potrai anche iniziare ad esercitarti con il tuo conto demo, in modo da prendere confidenza con lo strumento, senza investire soldi veri. Un’occasione da sfruttare!

Iniziare a fare sul serio 

Quando ti senti sicuro, puoi depositare soldi reali e iniziare ad investire, cercando di diversificare e magari iniziando con cifre più basse, in modo da non mettere a repentaglio somme che non sei disposto a perdere.

Qui ovviamente entra in gioco la strategia che avrai elaborato: non bisogna giocare in borsa se non si ha idea del proprio profilo di rischio e di ciò che si sta facendo.

Mi serve un consulente finanziario?

Una delle domande che potrebbe venirti, se sei inesperto, è questa: mi serve un consulente finanziario per giocare in borsa

La risposta è no: uno dei vantaggi di questo sistema è che puoi agire in indipendenza e senza pagare le commissioni della consulenza.

Se non te la senti di agire completamente solo, puoi studiare corsilibri che spiegano come giocare in borsa cercando le soluzioni migliori sul mercato a seconda di ciò che intendi fare.

Noi di Affari Miei siamo focalizzati sull’investimento in borsa di lungo termine più che sul trading, al riguardo puoi dare uno sguardo al report gratuito sugli ETF accedendo ad un’offerta esclusiva per i nuovi iscritti qui.

Giocare in borsa con pochi soldi si può?

Certamente è possibile giocare in borsa con capitali più bassi, tuttavia sappi che molti investimenti richiedono un minimo di capitale di investimento e che, con piccole cifre, avrai a disposizione  meno possibilità per diversificare.

La soluzione in questi casi si trova nei fondi azionari e negli ETF: i fondi comuni di investimento richiedono un minimo o più di 1.000 euro, mentre il capitale minimo di investimento nei fondi indicizzati tende ad essere inferiore.

I fondi risolvono anche il problema della diversificazione, in quanto investono su più titoli diversi all’interno di un unico fondo.

Negli ultimi anni molte piattaforme permettono anche l’acquisto frazionario delle azioni, in questo modo con anche solo 50-100€ puoi acquistare i titoli più famosi.

Per approfondire leggi questa guida per comprare azioni con pochi soldi.

Giocare in Borsa conviene? In quali settori investire?

Se ti stai chiedendo come giocare in borsa da casa, certamente l’idea di affidarti a un broker può essere valida, perché ti slega dalla banca o da altri enti analoghi.

Tuttavia, riguardo la convenienza, non esiste una risposta univoca: dipende solo da te. Sei tu che devi valutare la tua condizione, la tua disponibilità economica e il tuo profilo di rischio, in modo da fare la scelta davvero più conveniente per te.

Sicuramente, scegliere un broker con consapevolezza, informandoti sulle caratteristiche della piattaforma, è un primo passo per non commettere leggerezze.

Se ti stai chiedendo in quali settori investire, ti consiglio ancora una volta la differenziazione: diversifica per proteggere il tuo patrimonio. Ovviamente, dovrai scegliere settori in cui credi, soprattutto se si tratta di ambiti emergenti e non particolarmente solidi (o con un passato lungo da analizzare).

Ricorda che tendenzialmente investire in borsa è un’operazione a breve termine, quindi non è opportuno investire denaro di cui potremmo aver bisogno nel breve termine.

Le Migliori Risorse di Affari Miei per Giocare in Borsa

Dal momento che l’argomento è molto vasto, ho deciso di distribuire la trattazione su più contenuti approfonditi che puoi leggere in base alle tue preferenze ed al tuo profilo di rischio:

    Conclusioni

    Mi auguro di esserti di aiuto in questa tua ricerca sui migliori consigli per investire in borsa.

    Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo, buon proseguimento su Affari Miei.


    Scopri che Investitore Sei

    Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

    >> Inizia Subito <<


    Imprenditore e Investitore
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
    Categorie: Borsa

    0 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *