Buoni Fruttiferi Postali Ordinari: Tassi di Interesse e Rimborso Anticipato, Leggi La Guida Completa

Se sei alla ricerca di un investimento sicuro e tranquillo certamente avrai valutato i celeberrimi buoni fruttiferi postali, da sempre decantati dalle famiglie come strumento principe per il risparmio sicuro e conveniente. Un tempo, almeno, era così. Oggi possiamo dire lo stesso?

In questa guida vedremo insieme le caratteristiche e i rendimenti dei buoni fruttiferi ordinari, cercando di capire se sono convenienti oppure se conviene guardare altri lidi per mettere al caldo i propri risparmi.

Continua a leggere!

Cosa sono i buoni?

I BFP hanno da sempre rappresentato una forma di investimento sicuro, garantita dallo Stato italiano e caratterizzata da una tassazione agevolata, come avremo modo di approfondire nel corso di questo articolo.

Rispetto ai BOT, anch’essi garantiti dallo Stato ed emessi da Cassa Depositi e Prestiti, il prezzo dei buoni postali non oscilla: è quello nominale, mentre i titoli di stato fluttuano sul mercato e la quotazione potrebbe diminuire o aumentare ogni giorno.

Tuttavia, i rendimenti dei Bfp sono mediamente inferiori rispetto ai Bot, in relazione al rischio. Qui su Affari Miei lo ripeto sempre: maggiore è il rischio maggiore è il rendimento.

Ma ora concentriamoci sui buoni ordinari: qui, invece, trovi la guida approfondita su tutti i BFP in vigore.

Caratteristiche dei buoni

Con questi strumenti hai la possibilità di investire fino a 20 anni (periodo di durata massima) senza rinunciare alla flessibilità del rimborso in qualsiasi momento, contando si rendimenti fissi crescenti.

Il rendimento lordo annuo è pari a 2,85%, conferito alla scadenza, tuttavia gli interessi iniziano ad essere riconosciuti dopo 1 anno dalla sottoscrizione e successivamente ogni bimestre, e corrisposti al rimborso del Buono.

Nel sottoscriverlo, non devi pagare spese di commissione né di apertura, e il capitale da te investito può essere rimborsato in qualunque momento, senza perdere il diritto agli interessi maturati (a patto che sia passato un anno dalla sottoscrizione del Buono).

Come si sottoscrivono?

Se vuoi sottoscrivere il tuo buono, puoi optare sia per la forma cartacea che per quella dematerializzata. Per ottenerlo, puoi recarti presso il più vicino ufficio postale, oppure utilizzare l’app da smartphone.

In questo secondo caso se sei titolare di un conto BancoPosta abilitato ai servizi dispositivi online, puoi sottoscrivere i Buoni con BancoPosta online o con BancoPosta Click, sia da web che da App BancoPosta.

Se sei titolare di Libretto Smart abilitato ai servizi dispositivi online, puoi sottoscriverli da web, tramite Risparmio Postale online e da App Risparmio Postale. La cifra di riferimento è 50 euro, o multipli.

Il regime fiscale

Questi strumenti di risparmio sono esenti da imposta di bollo: attenzione però, questa regola vale per i Buoni fruttiferi postali di valore di rimborso complessivamente non superiore a 5.000 euro.

In caso contrario, viene applicata la tassazione in base alla normativa vigente.

Rendimenti del buono

A partire da settembre 2018, sono state applicate le nuove condizioni. Il rendimento annuo lordo effettivo è pari a:

  • O,25% alla fine del primo anno e nel secondo anno;
  • 0,65% nel quinto anno;
  • 1,37% nel decimo anno;
  • 2,14% nel quindicesimo anno;
  • 2,85% nel ventesimo anno.

Qui sotto allego la schermata tratta dalla pagina ufficiale dello strumento, per permetterti di visionare la tassazione e i rendimenti.

Modalità e valore del rimborso

Quando vuoi ottenere il rimborso dei tuoi soldi, in caso di sottoscrizione del titolo in forma cartacea, otterrai l’intero valore in un’unica soluzione, in qualunque momento della vita del buono e senza costi aggiuntivi.

Nel caso della formula dematerializzata, invece, puoi decidere se richiedere il rimborso per l’intero valore in un’unica soluzione oppure parzialmente per importi pari a 50 euro e multipli, senza costi aggiuntivi e in qualsiasi momento della vita del buono.

Per quanto riguarda invece il valore, prima del compimento del primo anno, il valore del rimborso è pari al valore nominale sottoscritto, al netto di eventuali oneri fiscali. Dopo il primo anno, l’ammontare del rimborso sarà pari al valore nominale sottoscritto, al netto di eventuali oneri fiscali, più gli interessi maturati.

Prescrizione

Per quanto riguarda i termini di prescrizione, questa decorre a partire dal giorno successivo alla scadenza, i buoni fruttiferi postali diventano infruttiferi e, trascorsi 10 anni, si prescrivono.

Conclusioni: opinioni di Affari Miei

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche di questi Buoni, possiamo cercare di tirare le somme insieme. Intanto, eccoti un video in cui ti illustro il mio pensiero sulle Poste.

In poche parole, penso che investire i tuoi risparmi in questo strumento, non sia proprio una buona idea.

I vantaggi ci sono, certo: lo strumento è sicuro e garantito, ma ne vale la pena? Vale la pena seppellire in una tomba i propri soldi per 20 anni a fronte di un rendimento che, diciamolo, è ridicolo?

I BFP un tempo erano davvero ghiotti, ancora la mia generazione ha tratto qualche vantaggio dai buoni sottoscritti a proprio nome da lungimiranti nonni e parenti, ma con le oscillazioni e i cali odierni possiamo constatare che tali vantaggi sono pressochè spariti. Certo, puoi entrare in possesso del tuo denaro quando vuoi, ma perdendo buona parte dell’interesse…

Diciamo che se il tuo profilo di rischio è basso, le tue conoscenze non sono molte e vuoi stare tranquillo, allora piuttosto che tenere un gruzzolo sotto il proverbiale materasso o su n conto corrente, allora puoi pensare anche ai Buoni, ma ci sono davvero troppe opzioni altrettanto sicure che possono rendere anche meglio: basta che tu ti faccia un giro nella sezione dedicata ai migliori conti deposito per scoprire offerte più redditizie e con periodi decisamente meno prolungati!

Ti consiglio di darci un’occhiata, e magari di visitare anche le mie guide per investire: ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche! Buona continuazione su Affari Miei!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Investire con Consapevolezza?

Ricevi Subito 5 Consigli Gratuiti per Investire i Tuoi Soldi al Meglio.

5 Consigli Fondamentali per Investire

 


 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO