Pronti Contro Termine: Rendimenti e Funzionamento, Conviene Investire?

Chi si sta chiedendo come investire i propri soldi, sicuramente avrà valutato anche l’idea dei pronti contro termine come forma di investimento di breve durata. Quali sono i rendimenti? Conviene valutare questo tipo di strada?

Partiamo col dire che il 2016 ha visto scendere i tassi d’interesse di tutti gli strumenti finanziari che dicevamo un tempo “sicuri”: questo trend è stato accompagnato dallo speculare ribasso dei tassi sui mutui che ha visto esplodere di nuovo l’erogazione del credito.

Dietro tutto questo, probabilmente, c’è la longa manusdella BCE che, con il quantitative easing, mira appunto ad allentare la stretta creditizia.

Tutto quanto accennato è estremamente utile per introdurre in generale il tema degli investimenti e, nello specifico, quelli dei pronti contro termine.

Il nostro e-book tematico ricostruisce a 360 gradi il nostro pensiero sull’argomento: per approfondire ve ne consigliamo la lettura.

...

Pronti contro termine: cosa sono e come funzionano

In pratica i PCT consistono nella sottoscrizione di contratti della durata molto breve: di solito si va da uno a sei mesi oppure ci si protrae al massimo per un anno.

Il risparmiatore, quindi, può rivolgersi ad una banca che riceve il denaro dell’investimento rilasciando dei titoli ed impegnandosi con il cliente al loro riacquisto a termine ad un prezzo fisso che prevede un certo rendimento.

Le banche ottengono fondi direttamente dai creditori, senza indebitarsi, per poi restituire le somme depositate dagli investitori con gli interessi maturati.

In genere, questa forma di investimento risulta vantaggiosa se si impegna una somma di denaro significativa.

Trattandosi di un orizzonte temporale medio basso, il rendimento non è di certo esaltante.

Considerate, poi, che in virtù del quadro che abbiamo espresso in apertura i margini offerti in questo momento sono decisamente poco appetibili.

Più in generale, e questo lo si apprende da una lettura dei rudimenti più spiccioli di economia, un investimento, per garantire determinate soddisfazioni, necessita di tempi medio lunghi.

A parte i mercati azionari, dove possono esserci oscillazioni anche piuttosto significative, tutti gli altri settori vivono di variazioni non particolarmente ampie che difficilmente permettono in pochi mesi di guadagnare.

Inoltre, possiamo aggiungere che se si scelgono linee come i PCT tendenzialmente sicure, gli istituti altro non fanno che comprare Titoli di Stato o obbligazioni, con tutto quanto già sappiamo sulla loro redditività.

Come investire in pronti contro termine

Per un investimento nei conti pronto termine bisogna rivolgersi ad un istituto di credito.

Le principali banche mettono in genere a disposizione questa possibilità per i propri clienti.

Di solito non è consentita l’estinzione anticipata (stiamo parlando veramente di un orizzonte a brevissimo termine!) per cui il cliente che ha intenzione di rivendere i titoli prima della data di scadenza contrattuale ha di solito l’obbligo di pagare una penale, salvo diversa previsione del contratto.

Conviene investire in Pronti Contro Termine?

E’ piuttosto evidente che, visti i tassi di interesse bassi già sugli investimenti pensati per un periodo di tempo più lungo, difficilmente potrà essere diversamente per i PCT che sono per scadenze effettivamente molto brevi.

Salvo particolari e momentanee offerte delle banche, non ci pare che questa forma di investimento possa risultare particolarmente appetibile.

Recentemente, sul campo degli investimenti a breve termine, si stanno sviluppando interessanti novità come quella proposta dalla startup italiana MoneyFarm: il cliente può decidere online quanto investire, partendo anche da piccole somme, e prima di iniziare fissa il suo livello di rischio che può essere anche basso. Infatti il servizio si pone come concorrente di strumenti tradizionali come conti deposito e PCT.

La startup ha raggiunto un grande successo grazie all’appoggio di partner molto affidabili come Allianz: oltre alla velocità del web, abbina anche la consulenza specializzata per gli investitori che si avvicinano al servizio per la prima volta. Per maggiori informazioni potete approfondire cliccando qui.

Ulteriori risorse utili

Ecco altri approfondimenti presenti sul blog che potrebbero interessarvi:

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
Scarica Gratis "Come Gestire i Risparmi"
La tua privacy è al sicuro

Affari-Miei

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO