Migliori ETF settoriali: Cosa Sono? Conviene Investire? Ecco la Guida Completa

Forse ne hai sentito parlare: gli ETF settoriali rappresentano un comparto di investimento che permette di diversificare il proprio portafoglio, permettendo agli investitori di andare alla ricerca di extra-rendimenti, che appaiono per più appetitosi di quelli dei principali indici.

Ma vale davvero la pena di investire? Quali sono i migliori ETF settoriali? Convengono? Certamente questi strumenti rappresentano una valida alternativa di investimento…ma scopriamo assieme le caratteristiche di questi prodotti e vediamo se fanno davvero al caso tuo.

Cosa sono gli ETF settoriali?

Eccoci quindi ad esaminare la questione in modo approfondito. Come sai, io ti sprono sempre a non gettarti negli investimenti senza prima avere studiato l’argomento, pena bruciarsi forte e perdere i propri soldi.

Dunque cosa sono questi ETF? Come puoi intuire dal nome, un ETF settoriale è uno strumento che investe in un unico settore.

Per questo, possiamo parlare di ETF settore bancario, oppure di ETF nel settore assicurativo, o, ancora di un ETF settore healthcare e via dicendo.

Questi ETF possono mischiarsi su base geografica, e così puoi trovare il bancario europeo, l’assicurativo americano, l’industriale americano e via discorrendo.

Così facendo si possono prendere posizioni su un unico settore, che in un certo periodo potrebbe fare meglio rispetto all’indice generale, diversificato settorialmente ma in certi momenti storici più “inefficiente”.

Ovviamente il rischio di fare peggio c’è, ma nel mondo degli investimenti è inevitabile.

Conviene Investire in ETF settoriali?

Quando si parla di investimenti, dare una risposta a una domanda così specifica è impossibile.

Come ripeto sempre su Affari Miei, in realtà chi investe deve approfondire il grado di rischio che è disposto a correre e quello offerto dai vari strumenti. Se parti dal presupposto che con gli ETF corri più rischi che con un conto di deposito e ne sei pienamente consapevole, allora puoi essere certo che gli ETF settoriali possono aggiungere valore al tuo portafoglio, più degli ETF tradizionali.

Ti faccio un esempio: nel 2017 l’ETF tecnologico MSCI World ha vantato un +38%, un dato decisamente più vantaggioso rispetto all’indice MSCI World Index. Se tu avessi aggiunto tale settore al tuo portafoglio, avresti raggiunto un extra-profitto molto interessante.

Se, invece, avessi optato per un ETF settoriale su energia o telecomunicazioni, sempre nello stesso anno avresti ottenuto meno rispetto all’indice generale MSCI World. Eppure, l’anno successivo, un ETF energetico avrebbe dato ottimi risultati.

Insomma, questo è per farti capire che investire in ETF settoriali può permetterti di raggiungere risultati interessanti, ma richiede un’attenzione particolare e, soprattutto, come non mi stanco mai di ripetere, tempo per studiare i diversi settori.

Quindi?

Queste informazioni sono molto incoraggianti e decisamente scoraggianti al tempo stesso.

Devi investire o no negli ETF settoriali? Dipende!

Dipende dal tempo che hai per studiare i settori, dipende dal capitale che hai per investire, dipende dai rischi che vuoi correre e così via.

Il consiglio migliore che posso darti è sempre quello di diversificare, investendo solo parzialmente nei vari settori, così da non portare forte squilibrio nel tuo portafoglio e senza aumentare eccessivamente la variabilità dei risultati.

Devi puntare a ottenere un extra-rendimento, senza però aumentare il rischio complessivo.

Qual è la tua strategia?

Ripeto ossessivamente da anni ai miei studenti ed a chi mi segue che gli strumenti finanziari sono appunto strumentali rispetto all’attuazione di una strategia.

Se non abbiamo in mente dove vogliamo arrivare, è inutile accendere la macchina e partire perché, nella migliore delle ipotesi, bruciamo benzina e perdiamo tempo.

Il miglior modo per investire non è puntare ai rendimenti ma costruirsi un progetto di lunghissimo periodo capace di cogliere i momenti positivi e sopravvivere alle avversità.

Queste sono cose che insegno nell’academy di Affari Miei durante i miei programmi avanzati e che puoi cominciare a comprendere compilando il quiz per investire grazie al quale puoi leggere le risorse più adatte in base al tuo profilo di investitore.

Buon proseguimento su Affari Miei.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO