ETF Invecchiamento Della Popolazione, Quali sono i Migliori? Investi nel Settore Demografico

Se stai cercando delle informazioni sugli ETF tematici che riguardano l’invecchiamento della popolazione allora sei nel posto giusto.

Gli ETF tematici sono diversi da quelli settoriali, in quanto non ti permettono di investire in aziende che fanno parte di un settore specifico (come possono essere gli ETF tecnologici, oppure gli ETF sulle telecomunicazioni o ancora gli ETF sull’energia sull’industria), e nemmeno di investire in una determinata strategia come fanno gli ETF Smart Beta, oppure in una determinata area geografica.

Si tratta invece di ETF che investono in megatrend, ovvero nei cambiamenti che stanno trasformando il mondo in maniera permanente e su diversi livelli, quindi sia tecnicamente che economicamente che socialmente.

Gli ETF tematici sono focalizzati su robotica, cambiamenti climatici, invecchiamento della popolazione.

Il loro focus è infatti un trend che non si è ancora manifestato interamente. ETF simili che investono in questi trend stanno diventando sempre più popolari in Europa.

In questo articolo ci concentriamo sull’invecchiamento della popolazione, che è sicuramente un trend da tenere in considerazione visto che negli ultimi anni l’aspettativa di vita e l’età media della popolazione si è allungata in molte parti del mondo.

Invecchiamento della popolazione: cosa si intende?

Il trend sull’invecchiamento della popolazione è un trend relativamente recente.

Per fornire qualche informazione, iShares è l’emittente che ha in gestione le masse più grandi di questi segmenti tematici.

Investire sul settore demografico e quindi sull’invecchiamento della popolazione significa investire in aziende che forniscono prodotti e servizi per la popolazione anziana o in fase di invecchiamento, dove vengono intesi in questo senso gli ultra sessantenni.

Il trend è sicuramente interessante, è dovuto ad un rapido invecchiamento della popolazione a livello globale e agli sviluppi avanzati della medicina, che hanno consentito di aumentare l’aspettativa di vita della popolazione e di conseguenza di preoccuparsi del soddisfacimento dei bisogni di questa fetta di popolazione.

Con l’aumento dell’aspettativa di vita occorre fare i conti anche con un rapporto sempre più sfavorevole tra popolazione attiva e non attiva, e di conseguenza tenderà anche ad aumentare l’onere socioeconomico correlato alla cura, all’assistenza e alle spese previdenziali che vanno destinate agli anziani.

Queste situazioni richiedono la ridefinizione delle misure e delle risorse destinata a questa fascia di popolazione.

Ma perché l’invecchiamento della popolazione merita questa attenzione, ed è diventato un trend nel quale investire?

Esso testimonia il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione, anche grazie ai progressi nella medicina, ma occorre guardare anche al rovescio della medaglia: una situazione di questo genere potrebbe anche rappresentare una sorta di minaccia per il futuro, se non dovesse esserci una capacità di programmare e di fare opportuni interventi di politica sanitaria, soprattutto nel campo della ricerca e dell’assistenza degli anziani.

Oltre alle misure di assistenza che vanno prese per garantire all’anziano un benessere e una cura nelle fasi calanti della sua vita, vi è l’obiettivo di prevenire e quindi di attuare degli interventi di prevenzione che possano minimizzare i fattori di rischio scatenati malattie neuro degenerative, e atti a promuovere adeguati stili di vita in ogni età.

Ora vediamo quale fondo investe in questo trend.

L’ETF presente su Borsa Italiana

L’ETF presente su Borsa Italia è azionario ed è di iShares.

iShares Ageing Population UCITS ETF

Il fondo replica l’indice iSTOXX® FactSet Ageing Population, che replica le società di tutto il mondo che forniscono particolari prodotti e servizi rivolti agli anziani (soggetti con età superiore ai 60 anni).

Il fondo ha una dimensione grande, poiché gestisce un volume di 760 milioni di euro, ed è stato quotato nel settembre 2016, quindi è abbastanza recente.

Il metodo di replica è fisico, e non ha copertura valutaria, quindi non è protetto dal rischio di cambio.

Il dato sulla volatilità ad un anno è del 13,67%, si tratta pertanto di una volatilità media.

Il fondo è domiciliato in Irlanda e la politica sui dividendi è ad accumulazione, quindi le cedole non vengono redistribuite con una cadenza temporale, ma sono reinvestite nel fondo stesso.

Il costo di gestione è pari allo 0,40% annuo.

Il profilo di rischio per questo fondo è pari a 6 in una scala che va da 1 a 7, quindi stiamo parlando di un rischio medio-alto.

L’esposizione geografica vede gli Stati Uniti al primo posto con il 51,34% delle aziende inserite in portafoglio, seguiti dal Giappone con il 6,90% e dal Regno Unito con il 5,13%.

Per quanto riguarda invece l’esposizione settoriale, il settore della salute è al primo posto con il 49,27%, seguito dal settore finanziario con il 35,49% e dai consumi discrezionali con il 9,86%.

Il fondo offre accesso diversificato e a prezzi competitivi a società che forniscono specificatamente prodotti o servizi per la popolazione in fase di invecchiamento in tutto il mondo, ed è inoltre un ETF che replica un indice selezionati sulla base dei criteri ESG.

Conviene investire in ETF sull’invecchiamento della popolazione?

Ora che ti ho presentato l’unico ETF che investe nel trend, possiamo ragionare insieme e vedere se possa essere conveniente.

L’aspettativa di vita media delle persone è cresciuta in modo costante per decenni.

Per farti capire la sua crescita esponenziale, in Europa nel 1911 l’età media delle persone era di 49 anni, mentre nel 2019 si era alzata agli 80 anni. Complice di questo dato sull’età media è anche il fatto che nascono sempre meno bambini nei paesi industrializzati, per motivi che ora non andiamo a sviscerare.

Il punto sul quale focalizzarci è che la popolazione anziana è aumentata, ed è destinata ad aumentare ancora negli anni a venire.

Come abbiamo visto dall’allocazione settoriale, le aziende nelle quale investe l’ETF sono aziende farmaceutiche innovative, agenzie di real estate specializzate ma anche società finanziarie.

Il fondo in questo caso presenta un profilo di rischio molto elevato: questo deve metterti in guardia sul rischio che corri e sull’aspettativa sui rendimenti.

Il fondo aveva avuto una buona crescita fino al 2019, poi nell’anno 2020 a causa della pandemia è precipitato e ha fatto registrare un minimo storico. Questo non deve però spaventare troppo, in quattro nel 2020 molti fondi e molti settori in generale hanno subito dei crolli; infatti attualmente il fondo sembra aver ripreso il suo cammino rialzista.

Se stai valutando di inserirlo nella tua strategia d’investimento in un’ottica di diversificazione del portafoglio, allora potrebbe essere una buona idea.

Il trend è sicuramente uno di quelli da tenere d’occhio, e soprattutto è destinato a crescere nel lungo periodo, anche se gli ETF tematici potrebbero a volte riservare brutte sorprese.

Basta che l’inserimento dell’ETF sia fatto con consapevolezza e ripeto, in un’ottica di diversificazione.

Ulteriori Risorse

Se non sai da dove iniziare a investire, allora qui puoi trovare alcune risorse gratuite da consultare:

Buon proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *