Miglior Deposito Titoli: Confronta le Offerte Migliori per Gestire i Tuoi Investimenti nel 2022

Qual è il miglior deposito titoli disponibile sul mercato italiano? Qual è il miglior conto titoli per chi vuole fare trading sul mercato azionario e obbligazionario italiano e mondiale?

Ho analizzato tutti i conti deposito titoli disponibili nel nostro Paese con lo scopo di fornirti una rassegna delle soluzioni migliori per questa tua necessità. Se stai pensando di investire online è fondamentale scegliere una buona piattaforma, possibilmente facente parte di un gruppo bancario solido da un punto di vista finanziario.

Alcuni conti titoli sono inclusi nel “pacchetto” conto corrente e non si possono avere separatamente. Altri, invece, sono dei veri e propri conti gratuiti a sé stanti da utilizzare tramite versamenti dal proprio conto di appoggio il cui costo è dato solo dalle commissioni da corrispondere per l’operatività.

Nell’analisi che ti sto per proporre analizzerò una per una le migliori offerte, evidenziandone punti di forza e punti di debolezza.

Continua a leggere per scoprire quali sono i migliori depositi titoli che abbiamo a disposizione noi risparmiatori italiani.

Come funziona il deposito titoli?

Una breve nota prima di iniziare, per chi avesse le idee confuse. Il funzionamento del deposito titoli è molto semplice: aprendo il deposito titoli, la banca si impegna a custodire e ad amministrare i titoli e gli strumenti finanziari, oltre a occuparsi della ricezione e dell’esecuzione degli ordini di acquisto, vendita, della sottoscrizione e rimborso impartiti dal cliente.

Prima di cominciare con la classifica, se ti senti confuso, compila il quiz che trovi qui sotto per capire che tipo di investitore sei.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<



Classifica di Affari Miei: I Conti Titoli Raccomandati


Prima di passare all’analisi dettagliata, voglio indicarti i prodotti che, più di altri, reputo i migliori in assoluto in questo momento sul mercato italiano. Te li indico in sintesi, successivamente trovi maggiori informazioni:

  • eToro: la piattaforma ti permette di acquistare direttamente sul mercato e senza commissioni di negoziazione azioni ed ETF. eToro è nato come piattaforma di trading ma, da quando ha introdotto questa possibilità, ha iniziato a prestarsi di più anche ad investimenti di medio-lungo termine;
  • Fineco: la piattaforma è tra le più note e serie nel nostro Paese. Ha l’enorme vantaggio da fare da sostituto d’imposta, caratteristica importante rispetto ad altre piattaforme estere, e ti permette di avere commissioni che si riducono man mano che aumenta l’operatività;
  • Directa: la SIM storica ha sede a Torino ed è un’eccellenza italiana per trader ed investitori. I costi sono leggermente superiori rispetto ad altre piattaforme “native digitali” moderne ma Directa ha dalla sua il fatto che fa da sostituto d’imposta ed è comunque da preferire alle banche tradizionali;
  • Degiro: piattaforma olandese, è molto vantaggiosa per via dei costi bassissimi (acquistare ETF spesso è senza commissioni) e perché non ti obbliga ad aprire il conto corrente. Semplice da usare, ti garantisce accesso diretto ai principali mercati ed è ottima sia se vuoi fare trading e sia se vuoi investire con un profilo moderato e di lungo termine. La consiglio soprattutto a chi ha un profilo di investitore di medio-lungo termine;

Queste sono le piattaforme suggerite da Affari Miei, la guida continua con la descrizione analitica dei principali prodotti disponibili in Italia.

eToro

Come ti dicevo in apertura, eToro nasce fondamentalmente come piattaforma di trading. Il trading è, concettualmente, assai diverso dall’investimento di medio lungo termine a cui punto io ma ho apprezzato molto la svolta degli ultimi tempi grazie alla quale è diventato possibile accedere direttamente ai mercati acquistando azioni o ETF senza commissioni.

Cerco di spiegarti bene il concetto: accesso diretto al mercato vuol dire che non compri altri strumenti finanziari (es: CFD) che trovi su eToro così come su tante altre piattaforme, banche tradizionali comprese, ma acquisti direttamente il titolo (azione o ETF) e non uno strumento derivato.

Ho approfondito in questa guida come si comprano le azioni su eToro, i concetti espressi sono applicabili anche agli ETF.

Messa in questi termini, dunque, con eToro puoi di fatto costruirti un piccolo portafoglio di investimenti in ETF o in azioni ed è molto interessante la prospettiva delle commissioni azzerate perché, un po’ come accade per Degiro, puoi investire anche piccole cifre.

Puoi iscriverti alla piattaforma tramite il sito ufficiale.

*Il 67% dei conti perde denaro con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio di perdere i tuoi soldi. Le transazioni sono soggette a fee, per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Fineco

Fineco ti offre la possibilità di fare trading con una delle piattaforme più utilizzate in Italia.

Fineco ti permette di investire su 26 Borse Mondiali e su 50 diverse coppie Forex, con commissioni che partono da 2,95 euro e che premiano chi effettua un alto numero di trade ogni mese.

Su Fineco troverai Azioni, ETF, CFD su i più diversi sottostanti, Futures, Opzioni, Obbligazioni statali e corporate, Certificates e CW.

In questo momento applica un’offerta per i nuovi clienti con 50 trades gratuiti per farti provare il servizio.

Tra i pro ed i contro ti segnalo:

  • Vantaggi – Fineco è un broker sostituto d’imposta in quanto la piattaforma è italiana, quindi non hai adempimenti burocratici in sede fiscale. Hai l’accesso diretto al mercato con un servizio semplice da usare, quindi sotto questo punto di vista è adatto anche se non hai esperienza;
  • Svantaggi – Acquistare ETF o azioni estere spesso è più costoso rispetto ad altri broker e ciò impatta molto se hai piccole cifre o se comunque desideri acquistare questi strumenti.

Puoi aprire il conto di Fineco direttamente online:

>> Apri il Conto Subito <<

Directa

Quando parliamo di Directa facciamo riferimento ad un’eccellenza italiana che ha segnato la storia del trading e degli investimenti nel nostro Paese.

Con Directa hai accesso diretto al mercato e puoi negoziare azioni, ETF, obbligazioni, opzioni, certificati e altri strumenti su Borsa Italiana, sulle Borse Europee e su quella Americana.

Per quanto riguarda i costi, con Directa puoi scegliere fra 3 diverse tipologie di commissione: 

  1. Fissa, paghi un costo fisso per ogni operazione;
  2. Variabile, prevista solo per i mercati MTA e SEDEX, ti permette di pagare in percentuale variabile del controvalore negoziato;
  3. Degressiva, è pensata per i trader in quanto sostanzialmente prevede la riduzione del prezzo del singolo ordine con l’aumento dei volumi delle operazioni.

Directa è un’ottima piattaforma sia per fare trading che per investire nel lungo periodo e, sebbene venga sponsorizzata molto meno in giro rispetto alla concorrenza, è a mio avviso molto valida nonostante una user experience migliorabile, per quanto significativamente rivista recentemente.

Per maggiori approfondimenti, qui trovi la mia recensione.

Interactive Brokers

Anche qui parliamo di un colosso del trading mondiale con sedi in tutte le principali piazze finanziarie del Pianeta.

La piattaforma dispone di tutte le autorizzazioni necessarie per operare in Italia ed in Europa, ha commissioni abbastanza basse e permette un ampio accesso a tutti i mercati finanziari.

La “pecca”, se di “pecca” si può parlare, è che è richiesto un deposito minimo di 10.000€ per iniziare ad operare e, per questo, si pone su un livello quanto meno di accessibilità superiore rispetto alla concorrenza ed è decisamente più adatta per investitori con esperienza e risorse.

Per maggiori dettagli, qui c’è la mia recensione.

Degiro

Degiro (qui la mia recensione) è una piattaforma nata in Olanda tra i leader europei per chi ama fare trading o investire online.

Il punto di forza di Degiro è che i costi sono bassissimi, probabilmente tra i più bassi in assoluto nel settore. Questo rende la piattaforma appetibile sia per chi vuole fare trading e cerca il miglior conto trading, quindi molte operazioni settimanali o mensili, sia per chi vuole investire per il medio lungo termine.

Per fare qualche esempio, acquistare azioni su Borsa Italiana costa appena 0,50€ + lo 0,058% dell’importo investito mentre sulla Borsa di Francoforte il costo è di 4€ + lo 0,058% dell’importo investito. Nella tabella trovi maggiori dettagli per avere un raffronto visivo.

Degiro è molto vantaggioso anche per chi vuole investire in ETF in quanto offre un paniere piuttosto assortito di titoli.

Altro aspetto importante di Degiro è che funge da deposito titoli senza conto corrente: a differenza delle banche tradizionali, infatti, non bisogna aprire il conto ma basta depositare i propri soldi da un altro conto di appoggio.

Degiro è una delle migliori piattaforme di investire perché:

  • ha commissioni molto basse;
  • è facile da usare grazie ad una comoda app per smartphone;
  • è ideale sia per investire cifre piccole che per investimenti di maggiore importanza quantitativa;
  • consente l’accesso diretto ai principali mercati mondiali.

Binck Bank

Binck Bank (qui la mia recensione) è una banca specializzata nell’offerta di strumenti per il trading alla clientela non istituzionale, ovvero a piccoli trader e risparmiatori che vogliono cominciare ad investire sul mercato azionario, obbligazionario e dei titoli derivati.

Binck Bank ti offre la possibilità di investire, tramite il suo dossier titoli, su:

  • azioni, con più di 20 mercati a listino;
  • obbligazioni, sia statali che bancarie, passando da quelle corporate e strutturate; puoi anche investire in bond sovranazionali;
  • opzioni: quotate su Euronext ed Eurex, e dunque non OTC ma standardizzate; hai a disposizione oltre 400 sottostanti;
  • futures: anche questi offrono un ampio parco di sottostanti, tra valute, azioni, indici;
  • ETF: i fondi comuni a gestione automatica, che permettono risparmi consistenti in termini di commissioni e che sono un ottimo strumento per operare in modo differenziato sui mercati senza spendere un occhio della testa;
  • certificates: negoziabili su mercati regolamentati, come il Sedex e il Cert-x.

Binck ti offre una delle piattaforme online più evolute per fare trading, con un dossier titoli che è uno di quelli per consumatori che è più simile alle piattaforme per professionisti.

I costi

Per quanto riguarda i costi applicarti da Binck Bank abbiamo la possibilità di scegliere tra diversi profili: possiamo scegliere un profilo fisso italia con commissioni che partono da 11 euro e scalano fino a 5 euro a seconda del numero di operazioni che effettuiamo nel trimestre precedente.

C’è anche la possibilità di operare con profilo fisso estero, con lo stesso programma di commissioni e gli stessi scaglioni.

Per chiudere, puoi operare anche con profilo variabile dello 0,17%, con commissione minima di 2,5 euro e massima di 17,5 euro sui titoli italiani.

Il profilo estero a percentuale prevede invece un pagamento dello 0,18% con un minimo di 5 euro e un massimo di 50 euro.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


Freedom24 by Freedom Finance

Si tratta di una piattaforma molto interessante che offre ai clienti la possibilità di investire in moltissimi strumenti finanziari e inoltre, cosa che la contraddistingue dalle altre piattaforme, di acquistare nuove azioni al prezzo di IPO.

Infatti, Freedom24 offre la possibilità di investire in moltissimi strumenti finanziari di tutto il mondo; l’applicazione inoltre è sicura ed è anche molto user-friendly, ed è disponibile in ben 25 lingue europee.

Se decidi di operare con questa piattaforma potrai investire in circa 1 milioni di strumenti finanziari:

  • Azioni: ad esempio blue chip e anche startup promettenti, ma anche le migliori aziende facenti parte del mondo tecnologico che si trovano nello S&P 500;
  • ETF: circa 1500 ETF a disposizione per poter costruire una strategia d’investimento diversificata, scegliendo tra ETF di iShares, Vanguard, Blackrock e altre società di gestione;
  • Obbligazioni.

È disponibile anche un conto demo, e la possibilità di aprire un conto D, ovvero un conto di risparmio in dollari al 3% annuo, che risulta essere superiore rispetto alla maggior parte dei conti di risparmio europei.

La particolarità di questa piattaforma è quella di dare la possibilità ai clienti che decidono di sceglierla di acquistare nuove azioni al prezzo di IPO: si tratta di un’opportunità di partecipazione unica tra i broker europei.

Per acquistare nuove azioni al prezzo di IPO (Offerta pubblica iniziale) serve un importo minimo di soli 2000 dollari, e ci sono disponibili società americane ed europee.

Gli analisti della piattaforma studiano nel dettaglio gli indicatori di business e l’ambiente di mercato per poter suggerire le offerte più promettenti ai clienti, che possono quindi acquistare nuove azioni al prezzo di IPO e venderle al prezzo di mercato dopo un periodo di blocco di 93 giorni.

I piani tra cui è possibile scegliere sono 4:

  • Promo: il costo è di 0 euro al mese;
  • Smart: il costo è di 0 euro al mese, ed è ideale per cominciare;
  • Fix: il costo è di 10 euro al mese, e si tratta di un piano con costi più bassi rispetto ad altri broker;
  • Super: il costo in questo caso è di 200 euro al mese, ed è un piano che consente il massimo beneficio se il cliente fa molte operazioni.

S vuoi approfondire, ecco la recensione.

>> Apri Ora il Conto! <<

Disclaimer: gli investimenti in titoli e altri strumenti finanziari comportano sempre il rischio di perdita del proprio capitale. L’investimento in IPO può comportare ulteriori restrizioni. Le previsioni o le performance passate non sono garanzia di risultati futuri.

Webank

WeBank è partita proprio come banca per far arrivare la possibilità di trading online in casa di tutti, anche di coloro i quali non hanno molta dimestichezza con il mondo del risparmio e dell’investimento.

L’offerta di WeBank è una delle più complete già a livello di piattaforme per investire. Puoi infatti fare i tuoi investimento con la piattaforma web proprietaria, con T3 (piattaforma per trader professionisti), T3 No Frame e T3 Open, nonché con la versione mobile di questi applicativi.

Puoi scegliere, su WeBank, tra un enorme numero di titoli e sottostanti, ed operare con commissioni che partono da 2,95 euro per singolo trade.

I costi

WeBank offre due profili diversi per le commissioni. Da un lato abbiamo le commissioni a profilo fisso, con le quali pagherai:

  • Se hai speso fino a 500 euro di commissioni nel mese precedente: 12 euro su azioni Italia, Europa, ETF, Obbligazioni, ETF e Sedex; 15,90 USD sulle azioni USA; 12,5 GBP sulle azioni quotate a Londra; 9 euro sui derivati A, 5.90 euro sui derivati B, 3.9 euro sui derivati C;
  • Se hai speso fino a 1000 euro di commissioni nel mese precedente: 8 euro su azioni Itlaia, Europa, ETF; 12,90 USD su azioni USA, 12,5 GPB sulle azioni quotate a Londra; 5,90 sui derivati A, 3,90 euro sui derivati B, 1,9 sui derivati C;
  • Se hai speso fino a 1500 euro di commissioni nel mese precedente invece pagherai solo 6 euro sulle Azioni Italia e Europa, 9,9 USD su azioni USA, 10 GPB su azioni UK;
  • Puoi ottenere condizioni ancora migliori se hai speso oltre 2000 euro di commissioni nel mese precedente.

Quanto costa aprire un deposito titoli?

L’apertura di per sè è gratuita

Per quanto riguarda i costi, Fineco offre dei profili fissi a scalare, che scendono al crescere della spesa in commissioni durante il mese precedente. Nello specifico pagherai:

  • 19 euro fissi su trading su Italia e Europa e 12,95 dollari sul mercato americano, nel caso in cui tu abbia generato meno di 99 euro di commissioni nel mese precedente;
  • 9,95 euro fissi sui mercati Italia e Europa e 9,95 dollari sui titoli USA se generi fino a 1.500 euro di commissioni;
  • Da 1500 euro di commissioni in su paghi 6,95 euro su Italia e Europa e 8,95 dollari se spendi meno di 2.500 euro al mese in commissioni;
  • Se spendi più di 2.500 euro al mese in commissioni, paghi invece 2,95 euro sui titoli italiani e europei, mentre pagherai 3,95 dollari sul mercato USA.

Qual è la migliore banca per investire in borsa?

La domanda non è banale e, non a caso, la pongo al termine di questa guida. Probabilmente vedendo tante soluzioni te lo starai chiedendo anche tu.

In sintesi, non esiste in assoluto la soluzione migliore ma devi trovare quella più adatta a te.

Da un lato abbiamo le banche tradizionali che, pur mettendo a disposizione un conto titoli, spesso hanno commissioni troppo elevate soprattutto per piccoli investimenti.

Dall’altro abbiamo le piattaforme più moderne come eToro, Degiro, Freedom Finance e simili che invece hanno costi più bassi ma impongono maggiori adempimenti fiscali perché sono all’estero.

Tutto dipende soprattutto dalla tua strategia, da ciò che vuoi realmente ottenere dai mercati e dai capitali di cui disponi.

Conclusioni

Questa lista sarà aggiornata periodicamente, in base alle promozioni dei principali istituti. Torna periodicamente per scoprire le offerte più vantaggiose.

Ti riepilogo qui l’elenco delle piattaforme:

Risorse Utili

Se ti stai interessando agli investimenti, ti consiglio di leggere i seguenti contenuti:

Buoni investimenti!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
Categorie: Broker

20 Commenti

Daniele · 3 Agosto 2022 alle 15:44

Ciao Davide, ho fatto una full immersion del tuo blog perchè sto lentamente abbandonando i PAC a gestione attiva per costruirmi un mio portafoglio con ETF. Davvero complimenti per l’immenso lavoro che hai creato nel tempo.
Vorrei aprire una piattaforma dove trasferire soldi da altri conti e poter gestire tutti gli investimenti in modo centralizzato. Attualmente ho un conto Fineco ma le commissioni applicate per ogni operazione ETF sono folli. Anche pagare il PLUS non mi entusiasma perchè mi lascerebbe poi meno libertà di azione (dovrei passare sempre tramite consulente). Ho visto che Widiba offre delle commissioni più oneste, tu la conosci? La consiglieresti? Oppure in ogni caso andresti su eTORO/DIRECTA? Vorrei comunque una piattaforma che possa farmi da sostituto d’imposta per semplificare le operazioni a valle.

Grazie mille!

Daniele

    Davide Marciano · 5 Agosto 2022 alle 9:30

    Buongiorno Daniele,

    grazie per il messaggio e per i complimenti.

    Direi che in realtà ti sei risposto da solo: se vuoi una piattaforma sostituto d’imposta, devi andare su quelle italiane.

    A presto,
    Davide

Luca · 18 Novembre 2021 alle 17:05

Salve, volendo acquistare titoli di stato esteri, in particolare americani e norvegesi, qual è secondo lei il miglior broker a cui affidarsi?

    Davide Marciano · 19 Novembre 2021 alle 8:37

    Buongiorno Luca,

    dipende dagli importi e dagli obiettivi in generale, sarebbe da preferire una piattaforma bancaria vista la natura poco speculativa dell’operazione.

    Io comunque non comprerei titoli di stato esteri singolarmente perché ci sono dei rischi. Ne abbiamo parlato in questo episodio del podcast: https://www.affarimiei.biz/investire-in-obbligazioni-conviene-ancora/55158

    Buona giornata,
    Davide

Enrico · 10 Agosto 2021 alle 9:02

Ciao Davide,
io sto cercando un prodotto semplice ed economico per investire in ETF. Per i miei figli vorrei impostare un prelievo automatico mensile di 50 euro per ognuno per circa 20 anni.
tra i vari articoli non sono riuscito a trovare una piattaforma che possa fare questo in modo automatico… magari per ogni figlio identifico un ETF diverso. Attualmente uso Etoro per azioni e crypto e mi sto approcciando a Moneyviz per gli aspetti fiscali da quest’anno.
Grazie!

    Davide Marciano · 10 Agosto 2021 alle 14:16

    Ciao Enrico,

    il prodotto semplice ed economico ce l’hai già: è il blog 🙂 Qui trovi migliaia di contenuti che possono esserti di aiuto tra articoli, video e podcast.

    Tra le piattaforme elencate qui, ne trovi alcune che possono fare al caso tuo: non c’è versamento automatico ma puoi metterti un alert sullo smartphone e fai versamento una volta al mese, non mi sembra una fatica colossale.

    Se usi le piattaforme estere tipo Degiro ti serve MoneyViz, se usi Directa no.

    A presto,
    Davide

Domenico · 6 Giugno 2021 alle 10:24

Buongiorno Davide,
Sono già titolare di conto corrente con relativo deposito titoli su un istituto bancario e vorrei aprire un nuovo rapporto dove gestire SOLO investimenti in ETF in primis, obbligazioni e BTP. Insomma non faccio molto trading e acquisto per tenere qualche anno e NON mi interessano tutti i servizi bancari tipo bonifici, bancomat, carta di credito, etc etc.
Cosa consiglieresti per una tale esigenza?

    Davide Marciano · 7 Giugno 2021 alle 7:57

    Ciao Domenico,

    in questo caso conviene orientarsi su piattaforme pensate per investire al 100% e non banche.

    Esempi in ordine sparso di cui parliamo qui: Degiro, Directa, eToro, Interactive Brokers e simili.

    Buona giornata,
    Davide

Paolo Raffin · 21 Febbraio 2020 alle 13:13

Ciao Davide,
Grazie mille per questo ottimo post!
sono confuso su eToro:
non ho capito se è una piattaforma deposito titoli o no: quando acquisto ETFs su etoro per quello che ho capito io non acquisto il titolo a nome mio, ma a nome di etoro che lo detiene.
Si spiegherebbe infatti il motivo per cui su etoro non ci sono costi di trade e si possono ‘acquistare’ frazioni di quote: le quote sono già acquistate da etoro.
Quindi su etoro si è essenzialmente su un mercato ristretto, il mercato del broker.
Invece con Fineco o Webank l’acquisto è del titolo direttamente dal produttore dell’ETF, e il titolo è appunto acquistato da me. Fineco è solo il tramite e infatti pago il trade.
Confermi che ho capito correttamente?
Grazie!

    Davide Marciano · 21 Febbraio 2020 alle 17:49

    Ciao Paolo,

    eToro ti fa fare due cose:
    – quello che dici tu, cioè ti fa acquistare strumenti in un mercato “ristretto” (CFD). Mediamente lo sconsiglio perché sono strumenti pericolosi e difficili da capire, anche banche tipo Fineco spesso li propongono nella parte di trading;
    – accesso diretto al mercato: è una novità recente di eToro, per questo l’ho inserito in questo articolo. In questo caso eToro ti fa comprare senza leva e, anche se tu non possiedi materialmente lo strumento (perciò viene pure frazionato) eToro lo compra per te. Le tue operazioni, dunque, hanno un sottostante reale.

    Spero di essere stato chiaro, non posso dare ulteriori informazioni perché sono riservate solo agli studenti avanzati del programma “Easy Investments Formula”.

    A presto!

Giuseppe · 8 Ottobre 2019 alle 17:38

Ciao Davide, sono capitato per caso sul tuo sito, tuttavia non mi e disposto perché ho sentito anche dall’audio alcune cose interessanti,ad esempio, ed è vero che le banche o le poste non consigliano mai etf, visto che io ho chiesto e mi e stato detto che non facevano per me, quindi spiegato molto bene,e in tutta onestà, una voce fuori dal coro. Voglio chiederti in maniera diretta,e mi auguro che capisca che la domanda e solo finalizzata alla comprensione, tutte le piattaforme che consigli; degiro,e Toro,e via dicendo puoi iniziare anche con capitali bassi, ad esempio 100€?

    Davide Marciano · 10 Ottobre 2019 alle 17:54

    Ciao Giuseppe,

    con 100€ ti vai a mangiare una pizza e ti apri una buona bottiglia di vino ma non investi i soldi nel modo in cui lo concepisco io.

    Trading, investimenti, ETF etc sono cose complesse difficili da capire in due righe. Ti consiglio la visione del video corso gratuito “Investi con Buon Senso” in cui ti spiego un po’ di cose: https://www.affarimiei.biz/video-corso-gratuito

    Buon proseguimento!

GIULIA ALESSANDRINO · 16 Settembre 2019 alle 22:40

Grazie Davide! Ho fatto un po’ di esperienza di trading su forex ma sicuramente non mi considero una trader esperta! Andrò a vedere il tuo video: ti ringrazio e soprattutto grazie per i consigli!

    Davide Marciano · 17 Settembre 2019 alle 9:38

    Prego, buon proseguimento!

GIULIA ALESSANDRINO · 14 Settembre 2019 alle 23:25

Ciao Davide, grazie per l’articolo. Sono una assoluta neofita e vorrei iniziare a fare trading in azioni. Tra tutti i broker che menzioni nell’articolo, cosa consiglieresti dal punto di vista dell’economicità, della facilità di utilizzo della piattaforma, dell’assistenza in italiano, del regime amministrato o non, per uno che non ha mai visto nulla del genere e che non ha grossi capitali da investire? Per esempio, perché usare Fineco se E-Toro o Degiro costano meno? Tra l’altro, ho sentito parlare anche di DIRECTA TRADING, piattaforma del tutto italiana: ne sai qualcosa, che ne pensi?
Grazie, scusa se ti ho tempestato di domande!… 🙂

    Davide Marciano · 16 Settembre 2019 alle 8:04

    Ciao Giulia,

    benvenuta. Per un neofita consiglierei prima di tutto un po’ di formazione finanziaria per capire se il trading è veramente un tuo obiettivo oppure no.

    Per farlo, ti consiglio di partire dal mio video corso gratuito “Investi con Buon Senso”: https://www.affarimiei.biz/video-corso-gratuito

    Ciò detto, eToro e Degiro per piccoli importi al momento mi sembrano le piattaforme migliori: il regime è dichiarativo ma entrambe hanno delle convenzioni interne che ti semplificano il lavoro.

    Per importi più alti si può valutare pure Fineco o la stessa Directa che non ho mai usato e, per questo, non la inserisco.

    Ripeto: sei sicura che fare trading sia la cosa migliore per te? Da come scrivi, mi sembri parecchio a digiuno di finanza.

    Prima di iniziare, ti consiglio di dare uno sguardo al video corso gratuito.

    Buona giornata!

Daniele · 16 Agosto 2019 alle 9:22

Ciao Davide,
Secondo te quale’ la piattaforma piu sicura per fare investimenti a lungo termine 15/20 anni in ETF. l’articolo da te scritto e’ molto interessante e chiaramente i costi delle piattaforme possono influenzare la scelta pero quando si parla di lungo termine mi pongo sempre la domanda…sono piattaforme sicure? avranno futuro?
Quale’ la tuo opinione in proposito?

    Davide Marciano · 16 Agosto 2019 alle 18:38

    Ciao Daniele,

    come spiego ai miei studenti (qui, no spoiler: https://www.affarimiei.biz/easy-investments-formula/), dipende da quel che si fa.

    Con alcune piattaforme sei titolare dello strumento finanziario, con altre no: nel primo caso, il fallimento è relativo mentre nel secondo caso è un problema grosso.

    Spero di esserti stato di aiuto.

luca · 10 Febbraio 2019 alle 13:30

ciao,
vorrei avere la tua opinione su quali di questi conti titoli e’ il piu conveniente per fare poche operazioni tradig. le mie intenzioni sono di comprare azioni e ETF con investimenti mensili, quindi ho estimato 2/4 operazioni al mese. grazie

    Davide Marciano · 11 Febbraio 2019 alle 11:50

    Ciao Luca,

    io utilizzo gli ETF per investimenti di lungo periodo e non per il trading che, come attività, mi attrae relativamente poco.

    Qui trovi i migliori articoli ed il mio pensiero sul tema, ti consiglio di cominciare le tue letture da questa pagina: https://www.affarimiei.biz/etf-indici-e-fondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.
Il 78% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.