Vuoi sapere perché per la tua banca conti meno di zero? 

Carissimo lettore,

ho deciso di spiegarti chiaramente tutto questo, prenditi qualche minuto perché sto per trasferirti delle informazioni importantissime che nessun bancario ti racconterà mai.

Parlo per esperienza diretta, non mi sto inventando niente perché, come forse sai, sono imprenditore e quindi mi informo continuamente sui processi aziendali e di business ed ho studiato attentamente come fanno i soldi le banche.

Perché, quindi, per la banca vali meno di zero?

Come ho già detto in altre mail ed in tanti articoli, scegliere prodotti di investimento presso le banche e le compagnie assicurative non è mai una buona soluzione perché gli operatori, anche se ti offrono un ventaglio di scelta, lo fanno sempre e solo all’interno del loro pacchetto predefinito.

È ovvio che Intesa San Paolo, tanto per fare qualche nome, non cercherà mai di venderti i prodotti di investimento di Unicredit!

Ciò significa solo una cosa: è nell’interesse della banca tutelare se stessa prima che l’interesse del cliente.

Ed è per questo che possiamo dire che tu non vali nulla per la banca.

Anche se gli addetti ai lavori, l’ultima volta che ti sei recato allo sportello, ti sono sembrati molto disponibili rispetto ai tuoi interessi, e si sono prodigati a cercare una soluzione per te, lo hanno fatto solo per pagarsi lo stipendio.

Come faccio a dirlo?

Il problema è la percezione del proprio capitale.

Hai mai notato che più aumenta il tuo capitale sul conto e più chiamate e offerte ricevi?

La maggior parte di chi mi scrive e di chi compra il mio programma per investire, è costituita da persone che hanno a loro disposizione meno di 150-200 mila euro.

Per quanto avere 50 mila, 70 mila, ma anche 30 mila o meno euro sia lodevole, perché significa che hai risparmiato davvero e ti sei dato da fare, per la banca queste sono LE BRICIOLE.

Per dirti cosa devi fare con questi soldi, bisognerebbe che ci fosse una persona ad offrirti una consulenza da remunerare: quanti sono disposti a farlo? In pochi, forse solo i ricchi che hanno compreso come funziona il giochino e si tengono lontani dai prodotti che vogliono vendere ai “poveri”.

Mettere una persona ben vestita a parlare con i clienti all’interno di un ufficio ben arredato ha un costo per l’azienda-banca di circa 200 euro orari.

La banca può fare solo una di queste due cose:

  • Chiederti dei soldi e farsi pagare per la consulenza ma, siccome la maggior parte delle persone non vuole pagare, te la offre “gratis”;
  • Caricarti di costi, commissioni e vincoli in modo tale che sarai tu a pagargli tutto indirettamente e con gli interessi.

Se questa è la tua prima volta sul sito e stai leggendo questo articolo senza conoscermi, ti consiglio di scaricare subito il mio video corso gratuito di un’ora in cui ti spiego meglio questi concetti.

Se l’hai già fatto, continua a leggere.

Sì…la consulenza! Nulla è gratis

Nessuno vuole pagare la consulenza per investire i soldi, ed è per questo che molti si recano in banca piuttosto che acquistare programmi come il mio.

Ma pensi davvero che si tratti di un servizio gratuito?

Chi ti propone l’investimento va pagato, e ciò avviene tramite costi in qualche modo “sommersi”: la banca non ti fa consulenza gratis, ma sta cercando di venderti servizi e strumenti finanziari.

Come ti ho detto, il tuo istituto di riferimento deve sostenere costi enormi, e gli impiegati, per questo, si trovano costretti a focalizzarsi sulla vendita in maniera massiccia, altrimenti perderanno il posto o comunque non faranno carriera e si beccheranno le sgridate dei loro superiori.

In un mondo dove stanno robotizzando tutto, gli impiegati bancari hanno una sola funzione residuale: venderti prodotti in contrasto con i tuoi interessi “usando” te per salvare loro stessi.

In questo contesto, pensi davvero che chi ti sta davanti si prenderà il mal di pancia di offrirti una consulenza vera?

Credi che la persona ben vestita in banca rischierà il posto, la carriera e la reputazione per consigliarti veramente ciò di cui hai bisogno?

In un mondo ideale forse no, nel mondo attuale dove tutti pensiamo a mettere il piatto a tavola probabilmente si.

I più bravi a vendere, poi, arrivano al punto di fare anche i promotori finanziari, integrando l’attività allo sportello con l’attività indipendente (remunerata con provvigioni che gravano sempre su di te).

Costi e vincoli ammazzano i tuoi rendimenti!

Ho detto prima costi sommersi, e ho usato le virgolette: le ho usate perché in realtà nei contratti che firmi c’è scritto tutto.

Sono indicati i vincoli, i costi di gestione e le altre postille varie che da anni denuncio su Affari Miei e che mostro analiticamente nel mio percorso.

Il problema è che noi spesso siamo come bambini, pensiamo che tutto ci sia dovuto e che davanti a noi ci sia sempre una persona che ci vuole bene al 100%.

Non voglio mettere in dubbio l’onestà privata e personale dell’operatore, ma ad essere “truffaldino” o quanto meno poco trasparente è tutto il sistema, che porta i promotori ad avere un interesse completamente opposto al tuo: vendere e guadagnare o comunque non perdere il posto.

In altre parole, le banche si mantengono in piedi grazie ai costi enormi che vengono applicati ai tuoi tuoi investimenti, sia direttamente (se parliamo soprattutto di grandi istituti), che attraverso il lavoro delle società di risparmio gestito a cui si appoggiano per vendere i prodotti, società che retrocedono loro una quota delle pesanti commissioni che ti vengono caricate.

Per loro sei solo un numero…ma c’è l’alternativa furba!

L’alternativa è informarsi.

Ora dirai “eccolo, adesso cerca di vendermi qualcosa”.

In verità, è proprio così, non lo nego: tuttavia non lo faccio con lo stesso interesse di un istituto bancario o di un’agenzia assicurativa.

Io sono un divulgatore, metto a tua disposizione un servizio davvero utile ai tuoi interessi, se sai applicare i miei consigli.

Io e te siamo dalla stessa parte, con la differenza che probabilmente ho più esperienza di te, ed è quella che metto a tua disposizione, sperando che tu voglia raggiungere il mio livello di consapevolezza che, personalmente, mi ha fatto avere grandi benefici e risultati.

I benefici si misurano non solo nei soldi di commissioni che ho risparmiato ma, soprattutto, nel tempo che faccio risparmiare a te grazie al mio percorso per investire.

Per imparare queste cose ho:

  • Lavorato e risparmiato per anni, così da trovarmi nelle condizioni di avere dei soldi da investire. Se non hai soldi da investire, è inutile che ti interessi agli investimenti;
  • Analizzato e sperimentato tutte le soluzioni offerte dal mercato, così da capire anche le cose che ti sto spiegando in questa sede;
  • Studiato per anni la finanza personale, per comprendere quali sono gli strumenti necessari e quali no.

Ora, se hai voglia di fare lo stesso percorso nessuno ti nega che ci possa riuscire: basta che ci metti la mia stessa buona volontà e, con un po’ di tempo e soldi, potrai raggiungere il mio stesso livello di consapevolezza.

Tuttavia, se sei una persona adulta e matura avrai capito una cosa fondamentale: la risorsa più importante che abbiamo a disposizione è il tempo.

Se investi male affidandoti all’industria bancaria tradizionale – e se l’hai fatto, forse l’hai capito – perdi soprattutto tempo oltre che soldi sotto forma di mancati guadagni e commissioni.

I soldi vanno e vengono, il tempo perso no:

perdere 6-7 anni a causa di scelte sbagliate o nel cercare di capire cosa sia giusto fare è frustrante.

Nessuno potrà mai rimborsarti il tempo, ricordati del consiglio di un vecchio amico.

Affari Miei è un percorso di responsabilità

Come ti ho detto, non possiamo andare in banca in maniera candida sperando che nessuno cerchi di approfittare della nostra ingenuità e ignoranza.

Nessuno ci toglie le castagne dal fuoco gratuitamente, dobbiamo assumerci le nostre responsabilità.

Nulla ci è dovuto, nemmeno la consulenza.

La banca sa che noi, però, la vogliamo gratis e quindi ci frega con una vendita mascherata da consulenza gratuita, vendita che se va a buon fine diventa una trappola per te e corrode i tuoi soldi.

In un contesto del genere c’è un conflitto di interessi tra chi vende e chi vuole investire.

Per questo io ti suggerisco il mio programma per investire.

Te lo voglio vendere, sì, ma senza secondi fini, ma per trasferirti la mia esperienza e farti risparmiare un sacco di tempo.

In qualche modo ti voglio insegnare a parlare la lingua dei promotori.

Ti faccio un esempio, è come quando si organizza un viaggio all’estero, dove è richiesta la conoscenza dell’Inglese: se non lo parli magari dovrai mangiare un panino al prosciutto anche se volevi in realtà un piatto di pastasciutta.

Nel mio corso io ti insegno l’Inglese, e magari ti insegno anche che la pasta all’estero non va mangiata perché, si sa, difficilmente è buona come in Italia!

È una metafora buffa che mi permette di spiegarti che, anche se cerco di venderti il corso, non sono paragonabile a chi vuole venderti servizi e investimenti con un secondo fine.

Mettere a fuoco i propri obiettivi è fondamentale

Se vuoi essere più consapevole, il mio corso può aiutarti a crearti una cultura e fissare obiettivi solidi su cui fondare investimenti saggi.

L’obiettivo è indispensabile per scegliere gli strumenti finanziari migliori per te. 

È ovvio che se non hai obiettivi potresti investire “a caso” e rimetterci dei soldi.

Dunque, devi ribaltare l’idea che hai sulla banca e capire che con i soldi che hai risparmiato per la banca sei un numero e non conti nulla.

Per questo chi ci lavora non si sforza nel fare formazione o nel fare consulenza di qualità, ma vuole solo preservare il posto e avere uno stipendio, magari più alto grazie alle provvigioni ed agli incentivi interni che vengono offerti alla filiera di vendita!

Sulla base di ciò, i tuoi soldi sono investiti male e vengono erosi dai costi, senza tu abbia realmente le informazioni utili che ti servono per acquisire la consapevolezza di quel che succede.

Io voglio metterti in condizione di prendere scelte sagge e realmente tarate suoi tuoi obiettivi e non sugli interessi delle banche.

La scelta, ovviamente, sta a te e puoi anche chiudere questa pagina senza più darmi retta.

Però credo, lasciami un po’ di convinzione, che penserai molto a quello che ti ho spiegato e difficilmente potrai dubitare della mia onestà.

Ti aspetto sulla mia academy dove ti mostrerò come investire i tuoi soldi in maniera seria, senza abboccare alle trappole del tuo promotore e della tua banca.

>> Entra nel Programma Subito <<

Ci vediamo di là!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. Ciao Davide,

    quanta verità in questo articolo…e pensare che per anni mi fidavo a scatola chiusa!

    Grazie per avermi aperto gli occhi.

LASCIA UN COMMENTO