Cambio Euro Rublo: Previsioni e Prezzi della Valuta

Siete interessati al cambio euro rublo ed alle previsioni per il futuro riguardo i prezzi della valuta? Cerchiamo di fare qui qualche riflessione.

Il rublo è una delle divise nazionali che, nonostante la sua indubbia rilevanza sulle piazze internazionali, si finisce per considerare di meno quando si pensa ad un investimento sulla piazza Forex.

I motivi sono forse tutti riconducibili al fatto che il rublo non solo è una moneta che sta avendo ormai da qualche trimestre a questa parte seri problemi, ma anche una moneta le cui sorti sono legate ad autorità statali che prendono il whatever it takes di draghiana memoria particolarmente sul serio: per intenderci, in barba a quelle che sono le regole di indipendenza e separazione tra banca centrale e governo che vigono (ove più ove meno) nelle economie sviluppate, in Russia il potere politico non ci pensa in genere due volte a fare un uso disinvolto sia dei tassi di interesse, sia delle variazioni della base monetaria in circolazione.

Questo si traduce in una valuta che è difficile da comprendere per tutti coloro che non sono specialisti e che non seguono da vicino le vicissitudini della Russia, paese dal grande potenziale economico e dall’enorme riserva di materie prime, che però dal crollo del regime sovietico in poi ha sicuramente perso parte della sua rilevanza, soprattutto nei confronti degli stati satellite.

Quella che abbiamo davanti quando parliamo di rublo è una divisa nazionale dunque relativamente instabile e legata ad un’economia sicuramente non convenzionale. Vuol dire questo che non ci sono margini per investire con profitto?

Assolutamente no; è sufficiente però conoscere quantomeno le variabili che entrano in gioco quando parliamo di Rublo contro Dollaro Statunitense e Rublo contro Euro.

Il prezzo del gas è di enorme rilevanza per l’andamento dell’economia russa

Nonostante si tratti di un grande paese e uno di quelli dalla pancia produttiva particolarmente sviluppata, la Russia dipende ancora, per lo meno per l’equilibrio della bilancia commerciale, dai prezzi del gas.

Si tratta del principale export del paese nei confronti delle economie a moneta forte e le variazioni di questo prezzo tendono a far apprezzare o deprezzare anche la valuta.

Chiunque si avvicini, per intenderci, all’economia russa in qualunque delle sue forme, dovrà tenere bene a mente l’andamento del gas, ingranaggio fondamentale del paese di Putin.

Le operazioni della banca centrale russa

La CBR è una banca centrale decisamente anomala, in quanto sebbene operi come le altre a livello monetario, cercando di regolare l’offerta di moneta con le operazioni di mercato, raramente si interessa di regolare sia il mercato dei titoli di debito (acquistandone e vendendone) sia rifiutandosi di agire in modo radicale sul tasso di inflazione.

Questo è dovuto anche al fatto che la Banca Centrale Russa difficilmente può essere ritenuta indipendente, almeno secondo quelli che sono i canoni di indipendenza che si potrebbe aspettare da economie più di mercato, come ad esempio quelle dell’area euro e quelle del Nord America.

Si tratta dunque di una banca le cui operazioni sono soggette, spessissimo, all’indirizzo di una politica forte, che spesso si trova nella necessità di risolvere problemi di breve e medio periodo anche uscendo da quelli che sono i binari della corretta pratica economica.

Un’inflazione che galoppa, anche se più lentamente

L’inflazione russa è un altro dei fattori da tenere in considerazione prima di investire in rubli. Se però negli ultimi anni ha viaggiato su ritmi tra il 13 e il 20% su base annua, durante il 2016 sembra aver rallentato, complice anche una forte crisi dei consumi interni.

Il momento economico che la Russia sta vivendo non è dei più felici e questo si riflette, come vedremo più avanti, anche sul rublo.

Previsioni cambio euro rublo: embargo, guerra di Ucraina, difficili rapporti con le economie avanzate

Prima di considerare l’investimento in Russia è anche necessario tenere conto del fatto che il paese, sotto la guida di Putin, ha problemi a livello di rapporti bilaterali sia con l’area Euro, sia con gli Usa, problemi che sono spesso esacerbati da una politica estera piuttosto aggressiva e che sono culminati, negli ultimi anni, in diversi problemi di natura commerciale.

Ad oggi ancora permangono alcuni divieti commerciali nei confronti nel paese e per ogni autunno, proprio quando si torna a discutere di forniture di gas da e per l’Europa, si torna anche a discutere di quello che sarà il presente e il futuro dell’economia russa in relazione con quelle più avanzate.

Le previsioni EUR / rublo e USD / rublo

Fare previsioni in questo contesto è particolarmente difficile ed è un esercizio dal quale cercano di sottrarsi anche le banche di investimento più interessate alle piazze Forex.

Questo perché fare previsioni di breve e lungo periodo sul rublo richiede la capacità di tenere in considerazione diversi eventi, particolarmente difficili da inquadrare dati i soggetti politici in ballo e data anche la scarsa volontà, sia degli USA che dell’UE, di normalizzare i rapporti con un paese che un cronico problema ad accettare di essere ridimensionato rispetto ai fasti del periodo sovietico.

Sul breve periodo tutto lascerebbe intendere un breve rimbalzo del rublo, dopo l’annus horribilis del 2015 e della prima parte del 2016, periodo durante il quale il rublo ha superato più e più volte i suoi minimi storici.

Per quanto riguarda il lungo periodo invece, starà alla capacità di Putin di riuscire a normalizzare un’economia al momento ancora legata a doppio, se non a triplo filo all’enorme disponibilità di materie prime del paese e che non può imporsi, neanche sui paesi limitrofi, come punto di riferimento a livello produttivo.

Pensare che la Russia riesca a normalizzarsi tanto nei rapporti con l’Europa tanto in quelli con gli USA, situazione politica dalla quale dipende il grosso del futuro del rublo, è qualcosa che per il momento sembra estremamente difficile.

...

Fondamentali ok, ma dipende anche dall’Europa

Il secondo problema con il quale dobbiamo necessariamente confrontarci quando parliamo di previsioni sul Rublo nei confronti delle maggiori valute presenti sugli scambi Forex è quello, appunto, delle altre valute.

Sebbene USD e EUR possano essere ritenute piuttosto stabili, non è chiaro, soprattutto se dovessero permanere quelle che sono le incertezze e la bassa ripresa che si registrano attualmente in Europa, quali saranno le politiche monetarie che la BCE intraprenderà.

Sebbene, rimanendo i rapporti di forza come adesso a completo vantaggio della Germania, una sorta di svalutazione competitiva dell’Euro sembri completamente fuori discussione, non è detto che se dovessero permanere le difficoltà dei PIGS (Portogallo, Italia, Grecia e Spagna) e degli altri paesi indietro con la bilancia commerciale, non si possa espandere ulteriormente la base monetaria dell’aerea euro al fine di andare a garantire da un lato liquidità e dall’altro ad abbassare il valore della divisa sui mercati internazionali.

Si tratta di politiche che, almeno in relazione all’economia russa, dovrebbero essere irrilevanti e dunque almeno in questo senso non sembra lecito aspettarsi dei rimbalzi importanti del rublo nei confronti dell’euro.

Discorso diverso per il dollaro, che sembra essere pronto a mantenersi finalmente stabile e dunque a guadagnare su una valuta in difficoltà, grazie anche alla rinuncia, in un’economia che ha ripreso decisamente a galoppare, alle manovre di espansione monetaria.

Occhio: si tratta di una valuta piuttosto volatile

L’ultimo avvertimento per chi si appresta a lavorare su questa coppia e magari ad investirci una parte rilevante dei propri risparmi, è di fare tenere conto del fatto che il rublo è una divisa nazionale piuttosto volatile e che dunque applicare leve finanziarie troppo elevate può trasformare l’investimento ad alto rischio in un vero e proprio incubo.

Anche chi è abituato a scommettere su valute dei paesi in via di sviluppo farebbe bene, per intenderci, a tenere conto del fatto che davanti al rublo si possono spesso perdere i punti di riferimento, tenendo anche conto del fatto che la moneta, come abbiamo scritto in apertura, è spesso e volentieri legata a doppio filo ad una politica autoritaria e talvolta capricciosa, dove il bello e il cattivo tempo sono diretta conseguenza della volontà dell’uomo solo al comando.

Senza che questo diventi un giudizio politico sulla Russia, non è questo che ci preme sottolineare, quello che vogliamo ribadire è che il rublo è una moneta volatile e che in caso di emergenza del paese può perdere valore molto rapidamente.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito per Investire

I tuoi risparmi sono in pericolo, impara ad investirli senza farti fregare.

Acchiappa questo un bonus di benvenuto che ti aiuterà a salvare il tuo denaro!

 

 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei