Conto Deposito Credem: Conviene Investire? Scopri Vincoli e Interessi

Il conto deposito continua ad essere una delle opzioni più gradite dagli italiani che vogliono risparmiare senza correre rischi eccessivi. Moltissime banche continuano a proporli, talvolta con formule che possono essere anche interessanti per chi investe.

Oggi ci occupiamo di Conto Deposito Più, prodotto offerto dal gruppo bancario Credem e che propone una formula relativamente semplice per la gestione di risparmio che può generare rendita.

Conviene il conto deposito Credem? Quali sono i suoi vantaggi? E i suoi svantaggi? Come si posiziona sul mercato rispetto a quelli che sono gli altri prodotti offerti da altri gruppi bancari?

Lo vediamo insieme oggi, con una rassegna che davvero non lascerà nulla al caso. Continua a leggere.

Chi è Credem?

Credem, acronimo di Credito Emiliano, è un gruppo bancario autonomo che opera ormai, nonostante la nascita come banca locale, in tutta Italia, proponendo sia soluzioni per il consumatore (come nel caso appunto del conto deposito di cui vi stiamo parlando oggi), sia soluzioni per le imprese.

È un gruppo solido, che gestisce inoltre tramite le sue controllate investimenti immobiliari, fondi comuni di investimento, prestiti, leasing, grande distribuzione, factoring e anche telecomunicazioni.

Il gruppo ha sempre ricorso ai conti deposito per cercare di radunare capitali sul mercato a costi e con interessi leggermente più bassi di quelli obbligazionari.

L’ultimo dei prodotti con rendita sul risparmio proposti ai consumatori è appunto Deposito più, un conto corrente relativamente standard, che però ha delle caratteristiche che meritano comunque di essere analizzate.

Il minimo e il massimo di investimento in Deposito Più

Partiamo dai minimi e dai massimi di investimento per chi vuole investire in questo tipo di prodotto.

Credem accetta:

  • un minimo per il primo versamento di 5.000 euro;
  • un massimo di investimento, da non superare durante tutta la durata del rapporto, di 1.000.000 di euro.

Che tipo di conto deposito è Deposito Più?

Passiamo al vivo dell’analisi, andando ad elencare quelle che sono le caratteristiche principali del Conto Deposito di Credem:

  1. si tratta di un conto vincolato;
  2. è possibile svincolare la somma andando a pagare una penale (che ammonta alla quantità di interessi maturati fino a quel momento);
  3. si può aprire anche se non si ha già un conto corrente presso Credem – come conto d’appoggio si potrà utilizzare praticamente qualunque conto corrente dotato di IBAN in Italia;
  4. sono offerte diverse possibilità per chi vuole investire, sia in termini di durata dei vincoli sia in termini di modalità di conferimento delle somme.

Quali sono gli interessi proposti da Credem?

Per Conto Deposito Più Credem offre un prospetto di rendita che è direttamente collegato con la lunghezza del vincolo:

  • possibilità di scegliere il percorso speciale per l’investimento a 3 mesi, portando a casa un interesse di 1,50% lordo su base annua, per somme massime di 150.000 euro e che è riservato a chi conferisce in Credem nuova liquidità;
  • stessa possibilità riservata anche a chi vuole investire somme e vincolarle per 6 mesi, sempre per somme massime di 150.000 euro.

Per chi invece non può conferire nuova liquidità in Credem ma verserà semplicemente capitali che ha già su un conto corrente del gruppo bancario, si hanno dei piani che sono molto meno interessanti, perché molto meno remunerativi:

  • 0,20% sulle somme che sono vincolate a tre mesi, lordi, ai quali dunque si devono anche sottrarre imposte e costi di gestione;
  • 0,35 su base annua invece per chi vincola fino a sei mesi.

Non sono presenti per il momento all’interno dei piani conto deposito di Credem altri tipi di offerte o la possibilità di vincolare per periodi più lunghi alla ricerca di interessi più corposi.

Qual è il vincolo massimo che si può scegliere?

Il vincolo massimo che la banca attualmente propone è di 6 mesi. Non esiste la possibilità di investire per periodi più lunghi.

Al termine del vincolo ci si potrà limitare a rinnovare il conto deposito, alle condizioni però che verranno erogate tra 6 mesi, senza la possibilità di poter mantenere le condizioni correnti, nuove condizioni che potrebbero essere molto meno vantaggiose.

Credem Conto Deposito: per chi conviene?

Come dovrebbe essere chiaro a chi ci legge da diverso tempo, ogni prodotto conto deposito può essere conveniente per qualcuno e meno conveniente per altri.

Entrano in ballo infatti nella decisione tante variabili, che riguardano aspetti personali e aspettative sull’investimento, non è possibile trovare un conto deposito perfetto per tutti.

L’offerta di Credem è indirizzata principalmente ad un profilo ben specifico:

  • un risparmiatore che non sia mai stato cliente Credem e che può conferire nuova liquidità nella banca, ovvero chi può portare capitali nuovi all’interno del gruppo;
  • un risparmiatore che vuole vincoli di breve periodo, rinunciando magari agli interessi più alti ma percependo comunque una rendita alta rispetto alle medie di mercato.

Per chi non è conveniente il conto Credem Deposito Più

Così come possiamo avere un identikit per individuare il risparmiatore che potrà avere il maggior vantaggio dall’investimento in Deposito Più, possiamo anche individuare quelli che sono i risparmiatori che invece trovano in Deposito Più le condizioni meno vantaggiose.

Non dovrebbe risparmiare in questo tipo di prodotto chi ha già un rapporto con Credem e non può conferire nuove somme sul conto. In questo caso infatti gli interessi riconosciuti sono molto bassi, e non presentano alcun tipo di convenienza per il risparmiatore.

Come si apre il conto Credem Deposito Più?

Direttamente in filiale, oppure per chi ha già un conto corrente Credem, anche online. Il costo di apertura del conto è di 15 euro.

Occhio a spese e imposte

Prima di scegliere il Conto Deposito Più di Credem è bene calcolare sia le imposte (che sono dovute all’Erario e dalle quali ovviamente non si può scappare), sia i costi associati all’uso del conto.

Anche se 15 euro di pratica potranno sembrare pochi, con un regime di interessi che paga l’1,5% nel migliore dei casi su base lorda e annua, vuol dire dare alla banca gli interessi dei primi 1.000 euro investiti soltanto per la gestione della pratica, al lordo delle imposte dovute.

Credem Conto Deposito Più è sicuro?

Credem Conto Deposito Più è sicuro nella misura in cui lo sono anche gli altri conti deposito.

Questo perché il conto in questione, come gli altri che abbiamo presentato sulle nostre pagine, è coperto dal Fondo Interbancario di Garanzia e Tutela dei Depositi, che, fino alla somma di 100.000 euro, si preoccupa di offrire una copertura totale a quanto depositato.

Questo vuol dire che anche nel caso in cui Credem non fosse più in grado di far fronte ai propri impegni, quanto depositato sarà comunque coperto da questo circuito di garanzia per i risparmiatori.

Per il resto, le tecnologie impiegate da Credem sono al passo con i tempi e sul piano finanziario non sembra ci debbano essere particolari preoccupazioni per il gruppo bancario, nonostante l’aria di crisi che continua a tirare su tutto il settore bancario italiano.

Per confrontare questo prodotto con altri offerti da altri istituti, consigliamo la lettura della sezione dedicata ai conti deposito.

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Investire con Consapevolezza?

Ricevi Subito 5 Consigli Gratuiti per Investire i Tuoi Soldi al Meglio.

5 Consigli Fondamentali per Investire

 


 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO