Conto Corrente Bfree di Readì: Recensioni ed Opinioni sulla Banca Online di Bologna

Oggi parlo di un conto corrente digitale a basso costo: Readì Bfree della Banca di Bologna è un conto che promette infatti di offrirti tutta l’operatività di cui hai bisogno a costi però davvero contenuti.

La battaglia dei conti correnti online per accaparrarsi, a colpi di vantaggi e sconti, la clientela è ormai nel suo vivo, e qui su Affari Miei non posso che analizzare, per te che ci leggi, tutti i migliori conti che ci passano tra le mani.

Nella guida di oggi scoprirai quindi quali sono i vantaggi e gli svantaggi di Readì, i costi visibili e quelli nascosti, le funzionalità di base e quelle aggiuntive, così da avere a disposizione davvero tutte le informazioni di cui hai bisogno per compiere una scelta informata.

Attenzione però: per offrire un servizio qualitativamente elevato e per fornire cura al cliente, ad oggi questo istituto opera esclusivamente sul territorio di competenza, e quindi non in tutta Italia.

Se vuoi saperne di più su Conto Corrente Readì della Banca di Bologna, sei nel posto giusto. Continua a leggere.

Chi è Banca di Bologna

La Banca di Bologna è un gruppo di credito cooperativo che opera, appunto, da Bologna, con servizio di tipo consumer e retail, senza essere coinvolta in servizi di investimento avanzati o nella cura di clienti business di fascia alta.

Si tratta dunque di una delle tante banche di credito cooperativo che operano sul territorio italiano, anche se, devo ammettere, questa è forse una delle più piccole che ho mai avuto modo di incontrare.

Non è assolutamente un problema, anzi: Banca di Bologna dimostra attraverso i suoi indici di solidità di essere un gruppo affidabile, soprattutto per chi dovesse rivolgersi a questa banca allo scopo di utilizzare servizi di base, come appunto il conto corrente di cui stiamo parlando oggi. Puoi dunque affidarti senza alcun tipo di problema a questo gruppo, anche in virtù di altri tipi di tutele per il tuo denaro, delle quali parlerò tra pochissimo.

Banca di Bologna sarà anche una banca sconosciuta ai più, ma sono i numeri che dobbiamo guardare quando vogliamo farci gli Affari Nostri, e in questo caso i numeri sono più che solidi.

Conto Bfree di Banca di Bologna è sicuro?

Con quello che è avvenuto al sistema bancario italiano, europeo e mondiale, capisco che ci siano delle remore ad affidare i propri denari ad una banca di dimensioni piccole, magari poco conosciuta, che almeno a livello di brand non può offrirci alcun tipo di garanzia, perché non la conosciamo.

Ci sono due considerazioni che è necessario però fare:

  1. Banca di Bologna è una banca con i conti in ordine, che presenta indici di solidità più che adeguati e che dunque, per i suoi stessi fondamentali, è da considerarsi più che sicura;
  2. Ogni conto corrente che opera in Italia e in Europa è coperto dal Fondo Interbancario di Garanzia, un fondo che nei fatti protegge ogni tipo di conto corrente fino a 100.000 euro per ogni correntista; questo vuol dire che anche nel caso in cui la banca dovesse avere delle sofferenze o comunque non essere in grado di restituire il capitale del cliente, interverrebbe il fondo, restituendo il suddetto denaro.

Quindi, per rispondere alla domanda che ci siamo posti in apertura, possiamo dire che senza alcun tipo di preoccupazione, conto Readì di Banca di Bologna è un conto che dobbiamo necessariamente considerare come sicuro, un conto che possiamo utilizzare, almeno al di sotto della soglia dei 100.000 euro, senza eccessive preoccupazioni.

Potrai dunque scegliere il conto Readì ritenendolo sicuro come uno dei tanti conti correnti che vengono offerti da gruppi bancari decisamente più blasonati.

Le caratteristiche del conto Bfree

Ma come funziona Conto Readì? Quali sono le sue caratteristiche principali? Parliamo di un conto corrente che ha come caratteristica principale quella di offrire servizi bancari di base, come la ricezione dei bonifici e il trasferimento di denaro verso terzi, l’utilizzo di una carta di debito per ritirare denaro e per pagare ai POS.

Non si tratta dunque di un conto particolarmente evoluto: è a tutti gli effetti un conto a basso costo, destinato (ma di questo parlerò più in dettaglio più avanti) a chi non ha particolari pretese e ha il risparmio nei prodotti bancari la sua ragione principale.

Le offerte per i nuovi clienti

Non sono presenti al momento offerte particolari per chi è nuovo cliente. Sono proposte le stesse medesime condizioni infatti a chi arriva da un altro istituto bancario, e anche a chi dovesse essere già cliente di questo specifico gruppo bancario.

I costi del conto corrente

I costi che vengono proposti da Banca di Bologna per il suo conto Bfree sono i seguenti:

  • Nessun canone mensile, per tutta la durata del rapporto;
  • Numero infinito di operazioni via internet a costo 0;Nessun costo per i pagamenti bancomato o per ritirare denaro dagli ATM europei;
  • Costo medio di 2,05 euro per i pagamenti in RID/SDD;
  • Operazioni allo sportello al costo di 3,00 euro;
  • Estratto conto online gratuito, mentre c’è un costo di 5,00 euro per farlo allo sportello.

Ecco un’immagine dell’ISC tratta dal foglio informativo della banca stessa.

Si tratta dunque di un conto che, almeno virtualmente, potrebbe davvero avere un costo prossimo allo zero, a patto di non ricorrere mai all’utilizzo dello sportello bancario, e nemmeno dei pagamenti in addebito RID.

I servizi ulteriori offerti da Banca di Bologna

Tra i servizi ulteriori che vengono offerti da Banca di Bologna con il suo conto Readì, troviamo:

  • L’home banking InBank Private Free, che permette di gestire in modo completamente gratuito tutto il conto corrente e di fare operazioni online;
  • App per gestire il conto sia per iOS che per Android;
  • Bonifici gesdtibili via Internet;
  • Carta di Debito Cirrus Maestro senza alcun tipo di costo aggiuntivo;
  • Carta di Credito gratuita per il primo anno;
  • Dispositivi di sicurezza TOKEN inclusi nel prezzo;
  • Servizio di notifiche via SMS gratuiti;
  • Possibilità di aggiungere gratuitamente servizi come App Nexi Pay, Cbill, Jiffy, servizi per il pagamento immediato di bollette e il trasferimento di denaro con i nostri contatti.

Come aprire il conto

Conto Bfree di Banca di Bologna può essere aperto sia recandosi in una filiale, sia completando la procedura online senza alcun tipo di necessità di rivolgersi poi ad una delle filiali della banca.

Per farlo, raggiungi il sito dedicato al conto corrente. Scegli la modalità di attivazione, che potrà essere una delle seguenti:

  • invio di un “bonifico qualificato” a Banca di Bologna, ossia di un bonifico fatto da una Banca dove sei attualmente correntista, di importo non inferiore a 100 euro; in questo ti verrà chiesto fin dalla fase di inserimento dei dati di indicare il codice IBAN dal quale hai deciso di inviare il bonifico;
  • attivazione diretta (cd. “de visu”) presso una filiale di Banca di Bologna.

Se hai scelto l’attivazione tramite “bonifico”, devi tampare i contratti che ti vengono proposti nell’ultima schermata e inviarli, unitamente alla copia del documento utilizzato in fase di inserimento dati e codice fiscale.

Non appena la Banca riceverà e verificherà la documentazione che avrai inviato, in caso di accettazione della tua richiesta, provvederà ad inviarti:

  • la documentazione contrattuale di tua spettanza;
  • le credenziali di accesso e il dispositivo di sicurezza (token) per l’utilizzo di BFREE via internet banking;
  • la carta di debito e, separatamente, il codice segreto (P.I.N.) per il suo utilizzo.

Se hai scelto l’attivazione presso la filiale, non è necessario che stampi alcun documento in quanto troverai tutta la contrattualistica presso la filiale scelta: ricorda di portare con te un documento di identità in corso di validità, il codice fiscale e i 100 euro necessari per il versamento iniziale.

Non avrai bisogno di sottoporti a lunghe procedure burocratiche per entrare in possesso di un conto Banca di Bologna, anche se ci sono procedure più spedite per altri conti di altre banche, che sono forse più comode per chi non ha voglia di stampare alcun tipo di documento.

Tuttavia si tratta di un piccolo inconveniente, in quanto, come anticipato, la banca opera su un piccolo territorio.

Opinioni di Affari Miei sul Conto

Conto Bfree di Banca di Bologna è un conto che è nato con uno scopo più che specifico: siamo davanti ad un conto che è stato creato per soddisfare le esigenze di chi in banca e per la banca vuole spendere poco.

Quando fa per te?

Chi ha bisogno di conti più complessi o magari di strumenti per l’investimento oltre che a quelli per l’operatività, dovrà necessariamente guardare altrove per la ricerca di prodotti più performanti, anche se ovviamente a costi maggiorati.

Quando non fa per te?

Chi invece può optare per  prodotti che offrono una operatività minima a costi praticamente nulli, potrebbe trovare in questo conto corrente una valida alternativa a quelli che ho già avuto modo di proporre sulle pagine di Affari Miei. Inoltre non fa per te se abiti fuori dalla zona di competenza della banca, che opera su un territorio ristretto.

Conclusioni

Conto Bfree di Banca di Bologna è un conto adeguato? È conveniente? Oppure hai a disposizione alternative più valide?

La risposta non è semplice: siamo in realtà in presenza di un conto che presenta effettivamente un profilo di costi estremamente basso (se sarai oculato e non ti recherai mai allo sportello potresti avere effettivamente un conto a costo zero!).

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei