Come Investire nel 2021? 10 Consigli per investimenti redditizi dopo l’emergenza COVID-19

Questo anno turbolento sta per volgere al termine ed è normale, per noi risparmiatori, iniziare a chiedersi come investire nel 2021. Se anche tu ti stai ponendo questa domanda allora sei arrivato nel posto giusto, perché questa guida è dedicata proprio a te.

Sono un sostenitore dell’importanza di elaborare una strategia che ci permetta di far fruttare in maniera consapevole il nostro patrimonio ed è per questo che inizio a scrivere con n po’ di anticipo questo articolo.

Insieme rifletteremo su quali saranno le migliori strategie per il prossimo anno e spero che troverai qualche suggerimento interessante che ti aiuti a capire dove investire nel 2021.

Considera che si tratta di consigli elencati in maniera casuale, e non per ordine di importanza. Detto ciò, iniziamo!

#1 Perché vuoi investire?

Iniziamo in maniera quasi marzulliana, facendoci una domanda e provandoci a dare una risposta.

Prima di iniziare il cammino nel mondo della finanza, infatti, devi sempre rispondere a questa domanda. È un suggerimento che do sempre a chi mi si approccia e le risposte che ricevo sono sempre legate all’incertezza per il futuro, al desiderio di costruire una pensione o di salvaguardare i proprio figli. Oppure qualcuno più ambizioso vuole fare più soldi per avere un tenore di vita migliore o per vivere di rendita.

Insomma, possiamo dividere le risposte che si possono dare alla domanda “Perché vuoi investire” in due macro categorie:

  • Investire per il futuro;
  • Investire per fare soldi.

Nel primo caso stai cercando di investire per tutelare il futuro tuo o di chi ami, in modo da avere maggior solidità finanziaria nel lungo periodo. Si tratta comunque di una motivazione corretta e sensata.

Nel secondo caso, investire per far soldi, siamo davanti a una motivazione più pericolosa, ed è anche fondato su un equivoco… Infatti, non si investe per fare soldi! Per fare soldi, devi lavorare, gli investimenti servono per tutelare e accrescere i tuoi guadagni.

In ogni caso, ho preparato questo breve quiz che ti aiuterà meglio a comprendere la tua situazione, ti bastano 2 minuti per completarlo e riceverai gratis i migliori contenuti che ho creato negli ultimi anni in base alla tua situazione di partenza.

Detto questo possiamo passare al consiglio numero 2.

#2 Più tempo hai a disposizione e più puoi rischiare

Si tratta di una dura realtà! Più sei giovane e più puoi rischiare,  ma questo vale in molti ambiti della vita… Probabilmente oserei dire perché hai meno da perdere, e più tempo per costruire.

Ovviamente non dobbiamo generalizzare e fare di tutta l’erba un fascio, tuttavia è innegabile: il grado di rischio molte volte è legato alla nostra età.

Dunque, quando investi valuta la tua propensione di rischio in base alla tua età e a ciò che hai già costruito finora.

Il discorso, però, cambia man mano che il tuo capitale aumenta. Se, per esempio, possiedi almeno 3-400 mila euro il discorso comincia a cambiare e valgono le considerazioni che trovi qui.

#3 Prima inizi e meglio è

Molti clienti dell’Academy mi hanno confessato di essere stati per anni a studiare e a cercare la motivazione per iniziare ad investire.

Una volta che si sono convinti si sono accorti del valore del concetto di interesse composto e dell’importanza che investire il prima possibile può avere per iniziare da subito a godere dei vantaggi degli investimenti (ben fatti) sul lungo periodo.

Più anni hai a disposizione e più hai la possibilità di far crescere e proteggere il tuo denaro, imparando anche dai tuoi errori.

È ovvio, infatti, che potresti commettere qualche scivolone, anche seguendo a menadito i consigli di un qualunque esperto. I rischi ci sono, ma mettendoti in gioco imparerai a gestirli e diventerai sempre più bravo, mentre stando fermo lascerai che i tuoi risparmi vengano erosi dall’inflazione, senza che crescano.

Insomma, cosa aspetti?


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


#4 Non ti fidare delle banche

Se mi segui da tempo sai che questo è un suggerimento ricorrente. Non voglio parlare male gratuitamente di questi istituti (bancari, postali, assicurativi): è ovvio che chi vi lavora fa solo, appunto, il proprio lavoro.

Questo vendendo prodotti propri (in caso contrario, come guadagnerebbero?); ed è per questo che gli strumenti proposti ai clienti non saranno mai davvero i migliori, perché nessuna banca x ti proporrà mai gli investimenti di banca y, non pensi?

Il problema della Industry del risparmio gestito è quello di avere, quindi, un enorme conflitto di interessi. Sono realtà orientate esclusivamente alla vendita, e non a cercare davvero il migliore strumento per te.

Se proprio vuoi metterti nelle mani di questi enti, il mio consiglio è quello di farti almeno una cultura e studiare in autonomia qual è l’offerta delle varie banche, in modo da scegliere quanto meno uno strumento davvero su misura per te, per quanto possibile.

Per approfondire puoi leggere i principali articoli sul risparmio gestito quali:

#5 ETF, obbligazioni, azioni, immobili e simili: sono solo strumenti finanziari!

Cosa voglio dire con questo? Ricollegandomi al punto precedente, se hai deciso di non affidarti a vari istituti ma di gestire in autonomia il tuo patrimonio, questo non significa che comprando obbligazioni o azioni o quant’altro avrai risolto i tuoi problemi.

Puoi infatti scegliere un’ampia gamma di strumenti che devono essere, appunto, strumentali ai tuoi obiettivi. Non puoi pensare di acciuffarne a caso e infilarli nel tuo portafoglio per essere a posto.

Devi quindi capire come vuoi investire soldi, per quanto tempo, con quali rischi e verso quali obiettivi: per usare strumenti devi sapere a che pro usarli. Sarebbe come se andassi in palestra per ottenere la tartaruga e quindi decidessi di usare i pesi… Stai usando gli strumenti sbagliati per il tuo obiettivo.

Per approfondire puoi leggere le seguenti guide:

#6 Gli investimenti sicuri non esistono

Molte persone con cui ho parlato mi hanno chiesto quali fossero gli investimenti sicuri. Perché questa spasmodica ricerca della sicurezza? Fondamentalmente si cerca lo “strumento sicuro” per paura o perché non si capisce nulla dell’argomento.

Questo denota la mancanza di una strategia e una mancanza di conoscenza generale sui mercati finanziari e sul loro funzionamento. Si tratta di una realtà complessa, che può darci grandi soddisfazioni ma non sicurezza al 100%, proprio per la complessità insita nel mondo finanziario.

#7 Cogli la differenza tra patrimonio e reddito

Quando investi, investi per far crescere il tuo patrimonio e non stai quindi cercando una fonte di reddito, ma una ricchezza patrimoniale.

Detto in maniera cruda: se non hai soldi non ci sono investimenti che vadano bene per te. Puoi interessarti agli investimenti nel momento in cui hai un patrimonio.

Infatti, quando dico di voler vivere di rendita intendo che voglio avere un patrimonio tale da potermi generare un reddito. Ma per far ciò occorre un patrimonio molto grande e per averlo… devi lavorare, non investire.

#8 Il capitale umano è indispensabile

Molte persone si scordano di questo punto molto importante. Se hai dei soldi li hai, spesso, perché li hai guadagnati grazie alla tua professione e alle tue competenze.  Il tuo capitale umano ti ha permesso di essere dove sei e non devi mai trascurarlo, perché ti permette di generare ricchezza attraverso il lavoro.

Questo per dirti: prima di investire in maniera “classica”, pensa se puoi per caso usare quei soldi per acquisire altre competenze in grado di metterti nella condizione di guadagnare di più (e generare così più soldi da investire).

#9 Impara a risparmiare!

Il risparmio è un’arte indispensabile: senza non puoi costruire un patrimonio da investire (e ci riallacciamo a quanto detto prima).

Non voglio essere ripetitivo, so che questo è un tema affrontato molte volte sui miei canali. Ci tengo solo a sottolineare l’importanza di avere un bilancio personale grazie a cui saper gestire i propri soldi e avere non solo un’idea precisa di quanto possiamo investire, ma anche un’idea su quanti soldi possiamo utilizzare per creare dei “cuscinetti” (ovvero quelle somme che non vengono investite o spese, ma servono per far fronte a spese impreviste e inaspettate).

#10 Formati

Non approcciarti agli investimenti pensando di avere già tutte le risposte e di necessitare soltanto di una dritta.

Non pensare che per mettere a punto il tuo portafoglio basti parlare mezz’ora con me o un altro esperto: no, spesso la ricerca della miglior soluzione per noi può richiedere mesi, a volte anni (anche perché la nostra condizione evolve e ciò che poteva andar bene per noi qualche anno fa, ora potrebbe non essere adatto a perseguire i nostri interessi!).

Ed è per questo che devi sempre formarti e avere chiaro cosa può fare al caso tuo. Senza formazione, non abbiamo le informazioni sufficienti e la qualità delle nostre decisioni ne risente.

Se ti interessa approfondire il mio approccio, leggi questo articolo in cui ti racconto la mia pianificazione finanziaria individuale.

Conclusioni

Insomma, se ti stai chiedendo come investire nel 2021, beh, avrai capito che non c’è una soluzione preconfezionata adatta a tutti.

Ogni situazione personale è diversa e anche il contesto in cui si inizia ad operare. Certo, è vero: ho detto che non bisogna perdere tempo e bisogna investire da subito, ma la verità è che formarsi, analizzare la propria situazione, studiare non è mai tempo perso.

Se agirai con consapevolezza e ti darai da fare, allora il 2021 non potrà che essere un anno propizio per i tuoi risparmi e investimenti.

Se questa è la tua prima volta su Affari Miei, puoi iniziare il tuo cammino dai seguenti percorsi tematici:

Buon proseguimento, a presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Investimenti

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei