La Strada del Successo ha Poco Spazio per le Distrazioni

Ho scritto la bozza di questo articolo, che ritrovo solo oggi, mentre ero in viaggio in treno da Verona a Torino lo scorso autunno.

All’epoca ho partecipato ad un evento sugli investimenti ed ho maturato questa riflessione che voglio riproporti oggi.

Al binario faceva freddino, in quei giorni (ottobre, ndr) il clima al Nord si sta comincia ad irrigidirsi.

Quella è la fase dell’anno in cui fioccano sul web i post degli amici che vivono al Sud che mostrano le spiagge ancora accoglienti, il sole ed il clima relativamente mite.

Ormai è dal 2015 che mi sono trasferito ed ho imparato che quella è la fase dell’anno in cui, cambiamenti climatici a parte, si sente di più la differenza tra Nord e Sud.

Da altre città europee molti amici si lamentano già da settembre che c’è un tempo schifoso, io stesso sono stato in vacanza in Scozia in estate ed il 16 agosto a Glasgow c’era già un tempo che qui in Italia si vede a novembre.

Lungi da me generalizzare ma, se guardiamo la cartina delle previsioni del tempo e la incrociamo con quella che misura il PIL dei vari Paesi, viene fuori che di solito più si sale, più il tempo fa schifo e più aumentano i soldi.

Cosa c’entra questo con il successo?

Non è sicuramente questo l’unico fattore ma, oggettivamente, se fuori piove e fa freddo non hai a livello operativo e soprattutto mentale molta voglia di oziare.

Spesso ti lamenti di meno e lavori di più perché non hai altro, spesso forse lavori per colmare un vuoto di bellezza che evidentemente non sempre c’è intorno a te.

È proprio l’essere umano ad essere fatto così, se ci pensi più le condizioni sono estreme e più ci adeguiamo per sopravvivere e prosperare.

Anche io quando vivevo sul mare, dopo che avevo finito di fare le mie cose, ero solito uscire ed andare in giro con maggiore leggerezza rispetto ad oggi eh, non è che sto puntando il dito sull’ozio e sul bel tempo.

Se devi postare un commento che allude a cose di questo tipo o mi devi scrivere mail da cretino, ti fermo subito e ti dico io che non voglio assolutamente dire cose da questo tipo e ti mando anticipatamente a quel paese se cominci a scrivere sciocchezze.

La riflessione che ho fatto salendo sul treno è che, se ci pensi, ogni giorno la vita ci pone di fronte il “tepore” mentale di consumi frivoli, pensieri tipo “non voglio pensare a niente” e desideri di omologazione ad una massa che, se stiamo pensando di migliorare la nostra vita, dobbiamo imparare ad allontanare.

Sottolineo: se stiamo pensando di migliorare in ambito finanziario, se mi segui credo stia cercando questo in una qualche forma ed io parlo di proprio di questo senza troppi giri di parole.

Queste evasioni momentanee e queste micro soddisfazioni che vogliamo prenderci assumono forme variegate: molte di queste, ovviamente, non hanno alcun impatto ma molte altre possono distrarci dai nostri obiettivi se diventano un mood abituale.

Se ci pensi, fumare una sigaretta non uccide nessuno. Fumare tutti i giorni uccide milioni di persone.

Mangiare un dolcino o una bella pizza non uccide nessuno. Mangiare migliaia di calorie in più ogni giorni crea obesi e morti a causa di malattie cardiovascolari e tumori.

Noleggiare una bella macchina per un weekend non impoverisce nessuno. Dover ostentare ville e macchinoni a cani e porci crea generazioni di poveri con i soldi.

A parole vogliamo tutti fare bene e tutti diciamo di voler migliorare

Vogliamo essere in salute, avere buone relazioni e cerchiamo benessere.

Io cerco soprattutto benessere e voglio vivere di rendita, come sai.

Probabilmente, se sei qui, cerchi qualcosa di simile anche tu.

La verità è che, nei fatti, ci facciamo spesso distrarre da episodi o situazioni interruttive che, nel tempo, ci defocalizzano.

Il mondo è un posto bellissimo e ti auguro di vivere soprattutto le cose belle ma, non lo dimenticare mai, il raggiungimento dei nostri obiettivi richiede focalizzazione ed un certo grado di laicità rispetto alle tante distrazioni che la vita ci pone davanti.

Non posso sostituirmi a te ma posso in qualche modo aiutarti a fare da solo.

Questa soluzione è vantaggiosa perché:

  • Ti costa un po’ meno (non poco perché ho famiglia e non sono un benefattore e a tal proposito troverai un video tra poco);
  • Fai prima perché non devi sperare che abbia il tempo di seguirti direttamente;
  • Posso anche starti sulle balle dal momento che non devi lavorare fianco a fianco con me ma devi solo acquisire un po’ del mio know how.

Il denaro è una cosa seria e la risoluzione dei problemi ad esso collegata non è banale perché siamo nell’età della complessità dove le informazioni e le variabili in gioco sono tantissime.

Prima di pretendere delle risposte precise e personalizzate da me o da qualcun altro, fatti queste domande.

Per approfondire

Se stai cercando di capire come muoverti e come diventare autonomo, ti lascio qualche risorsa utile da leggere:

Se stai cercando anche di mettere a fuoco la realtà legata agli investimenti per poter masticare la stessa lingua di coloro che potrebbero aiutarti (esperti di vario genere) senza farti fregare, puoi consultare invece queste guide.

Buon Proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO