Value Investing: Si Può Investire Come Warren Buffett?

Imparare a investire come Warren Buffett è davvero possibile? Le persone comuni possono emulare la “leggenda vivente della finanza” seguendo i principi del Value Investing, suo cavallo di battaglia? Quali sono le linee guida che ogni investitore dovrebbe conoscere e applicare?

Tutte ottime domande a cui cercherò di dare risposta con questo approfondimento davvero interessante e utile. Ma, prima, ti spiego chi è Warren Buffett, cosa si intende per Value Investing e come mai è considerata da molti economisti una tecnica vincente.

Cominciamo!

Chi è Warren Buffett?

Warren Edward Buffett, che recentemente ha compiuto la bellezza di 90 anni, è un grande imprenditore miliardario, CEO e presidente della holding statunitense Berkshire Hathaway, nonché abile economista e noto filantropo.

È considerato una leggenda vivente della finanza per la sua abilità negli investimenti e i numerosi successi collezionati sul mercato, tanto da meritarsi l’appellativo di Oracolo di Omaha”, la sua città d’origine.

Warren Buffett, partendo quasi dal basso, è riuscito nel corso della sua carriera di investitore e di manager a diventare uno degli uomini più ricchi e di successo del mondo

Ancora oggi le sue previsioni del mercato e i suoi consigli di uomo d’affari sono seguiti da trader, investitori professionisti, analisti e businessman.

Ma qual è il suo segreto?

Probabilmente nessuno. Buffett non ha mai fatto mistero della sua strategia di investimento – hai capito bene, anche l’Oracolo di Omaha segue una strategia! Non è diventato ricco perché è nato con maggiore intuito degli altri, semmai ha sviluppato questa capacità nel tempo, ma perché ha sempre utilizzato un metodo per fare le cose.

Il Value Investing

Arriviamo al punto. Warren Buffett è considerato il più grande value investor di sempre, infatti, è stato allievo dell’economista Benjamin Graham, il padre della teoria del Value Investing e autore dei noti libri Security Analysis (1934) e The intelligent investor (1949).

Ma cosa prevede il Value Investing?

Questa strategia si basa sulla ricerca e acquisto di titoli da tenere in portafoglio per tantissimi anni, che siano sottovalutati sul mercato rispetto al loro valore intrinseco.

Comprando delle azioni ad un prezzo notevolmente più basso rispetto al valore reale, si realizza una differenza positiva definita “margine di sicurezza”, che permette all’investitore di proteggersi in caso di ribassi del mercato e di aumentare le probabilità di guadagno in futuro.

Sintetizzando, i punti fermi di un investimento Value, seguiti anche da Buffett, sono questi:

  • Comprare titoli a basso prezzo e mantenerli in portafoglio a tempo indefinito, per poi venderli quando le quotazioni rispecchieranno il valore reale o sopravvaluteranno il titolo creando opportunità di profitto;
  • Non lasciarsi influenzare dalle tendenze ma puntare sulle azioni più impopolari, cioè andare controcorrente;
  • Scegliere attentamente i titoli, facendo un’analisi approfondita del business e del management di un’azienda, per scegliere solo quelle che hanno più probabilità di ottenere un tasso di crescita ragionevole nel lungo periodo;
  • Non credere ciecamente nel mercato perché è inaffidabile, in quanto influenzato dalla volubilità umana; anche se i prezzi delle azioni oscillano, bisogna credere fermamente che il valore intrinseco di una società rimane invariato.

Nel corso degli anni, attraverso la Berkshire Hathaway, Buffett e il suo socio storico Charlie Munger hanno acquistato partecipazioni in importanti multinazionali come Coca Cola, American Express, McDonald’s, The Washington Post, Goldman Sachs, Moody’s, Johnson & Johnson, Apple ecc.

Società che hanno in comune l’avere un business durevole nel tempo, una buona redditività e la distribuzione dei dividendi.

Come fare per investire alla maniera di Buffett

È chiaro che le persone comuni e i piccoli imprenditori non possono pensare di investire imitando il portafoglio titoli di un miliardario a capo di una holding. Sarebbe impossibile e una perdita di tempo anche solo provarci.

I comuni mortali non hanno certo gli strumenti per accedere alle informazioni di cui dispongono uomini come Buffett e non hanno, chiaramente, gli stessi capitali.

Se vogliamo restare coi piedi per terra, ciò che la maggior parte della gente può auspicare per se stessa è di guadagnare abbastanza soldi per realizzare questo o quel progetto, mentre diventare miliardari alla Warren Buffett è poco realistico.

Detto questo, ognuno di noi può fare tesoro di alcuni insegnamenti tratti dall’esperienza di Buffett, e adattare il metodo Value alla propria situazione.

Per cominciare, un investimento di lungo periodo permette di costruire un patrimonio importante anche partendo da cifre modeste (ovviamente dipende da quanto tempo si ha a disposizione).

Con mezzi limitati è impensabile poter comprare un numero sufficiente di azioni, però è possibile acquistare un ETF che permetta di fare un investimento in società diverse, riducendo i rischi e mantenendo i costi di gestione bassi. Oltretutto gli ETF pagano pure i dividendi.

Gli strumenti scelti vanno quindi acquistati a prezzi vantaggiosi e mantenuti in portafoglio, beneficiando dell’aumento di valore nel lungo periodo.

Nel frattempo si può tranquillamente ignorare il mercato e controllare l’andamento del portafoglio di tanto in tanto, con un grosso risparmio di tempo rispetto ai trader che seguono le quotazioni della Borsa tutti i giorni.

Investire con il Value Investing richiede la definizione di un piano e la costanza nel realizzarlo. Insomma, non si fanno le cose di fretta e a sentimento, ci vuole pazienza e ci vuole metodo. Non c’è nessuna ricetta magica.

Conclusioni

Avrai notato che il punto di vista di Buffett negli investimenti è, per certi versi, simile al mio, che condivido da anni su Affari Miei.

Anche io insisto da sempre sull’importanza di avere un metodo e una buona strategia per investire, basata sui fatti e non sul mood del momento.

Come sai, il mio arco temporale di investimento è molto ampio; io non miro ai guadagni facili e immediati (con conseguente sperpero di denaro), ma miro a poter, un giorno, vivere di rendita.

Io non sono certo partito con grandi capitali e con un intuito infallibile per gli affari; ho cominciato con conoscenze, capacità e disponibilità modeste, come tutti quanti.

Nel tempo ho studiato, fatto tentativi, avviato un mio business, creato un mio metodo e ho imparato a investire commettendo errori in prima persona ma anche realizzando successi. Come vedi, le persone normali, come me e te, possono diventare bravi investitori.

E se vuoi imparare a investire con le guide e i consigli di Affari Miei, hai a disposizione un archivio vastissimo di contenuti, corsi, programmi e approfondimenti. Puoi proseuire quiqui:

Inoltre, ti suggerisco di valutare i programmi Easy Investments Formula e Fast Investments Planner, in base al tuo grado di preparazione e di sicurezza: diventa uno studente dell’Academy di Affari Miei e il mondo degli investimenti non ti sembrerà più così misterioso!

Buon proseguimento.


    Scopri che Investitore Sei

    Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

    >> Inizia Subito <<


    Davide Marciano
    Imprenditore e Investitore
    Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
    Categorie: Investimenti

    0 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei