Investire 10000 Euro in Oro: 7 Consigli Top

Investire 10.000 in oro? L’oro è un bene rifugio che ha fatto registrare guadagni molto importanti negli ultimi anni e che ha permesso, a chi si è mosso prima di te, di moltiplicare il suo capitale.

Sembrerebbe un investimento di quelli semplici, da fare senza pensarci due volte, che senza grosse conoscenze del mondo della finanza può aiutare tutti a far crescere il proprio capitale.

Le cose, purtroppo, non stanno così. Parte di quello che ti ho raccontato sopra (e che sicuramente ti ha già raccontato qualcun altro) è vero, ma è altrettanto vero che anche l’investimento in oro va valutato attentamente.

Di seguito trovi 7 consigli top per investire in oro, per aiutarti, nel caso in cui tu dovessi essere proprio convinto nell’intraprendere questa strada.

Leggi la guida fino in fondo e soltanto dopo decidi se investire in oro o magari orientarti verso qualche altro tipo di prodotto.

1. L’oro tira tanto nei momenti di crisi

Perché l’oro è stato protagonista di una corsa che sembrava senza fine? Perché il mondo sviluppato esce da una delle crisi più importanti che abbia mai dovuto affrontare. In momenti di crisi, l’oro diventa il bene rifugio per eccellenza: tutti ci si buttano e i prezzi non possono che salire.

Questo è evidente dai grafici a 5 e 10 anni. Il picco di prezzi si è raggiunto nel 2012-2013 e oggi si è tornati a prezzi decisamente più bassi.

Quindi il primo consiglio che ti offro è di considerare questa ciclicità dell’oro, una ciclicità che è inversa rispetto all’andamento dell’economia. Quando l’economia va male, l’oro sale, e viceversa.

2. Comprare oro, metallo molto volatile

Anche se le variazioni di prezzo su periodi relativamente lunghi (come il mese) difficilmente sono superiori al 2-3%, l’oro subisce variazioni di prezzo anche intraday che possono essere molto importanti.

Siamo dunque davanti ad un investimento che non tutti possono permettersi. Se non hai la pazienza e la forza di sopportare variazioni di valore del tuo capitale anche importanti e anche in tempi molto ristretti.

La volatilità può essere poi esacerbata dal ricorso alla leva finanziaria, della quale comunque avremo modo di parlare tra pochissimo.

3. Investire in lingotti ha dei costi aggiuntivi

Il lingotto è un po’ il simbolo della ricchezza da film, la rappresentazione di un capitalismo che forse non esiste più e che attrae principalmente chi preferisce sentirsi ricco invece di esserlo davvero.

Certo, si possono acquistare lingotti per investire anche se non si vogliono mettere in bella mostra, ma bisogna tenere conto del fatto che hanno un costo aggiuntivo rispetto all’investimento in titoli che hanno come sottostante l’oro.

Ci sono infatti costi di produzione che incidono relativamente tanto, soprattutto quando il taglio dei lingotti è piccolo.

Per capirci, 1000 lingotti da 1 grammo hanno un costo aggiuntivo molto più alto di 1 lingotto da 1 kg.

Nel caso in cui poi si decida di acquistare lingotti da tenere in casa o in banca, dovranno essere aggiunti anche i rischi di tenere l’oro in casa.

4. I titoli costano relativamente meno: l’investimento in oro finanziario è più conveniente

Nonostante il costo del deposito titoli e i costi di gestione, conviene sempre o quasi investire in titoli che rappresentino oro avendolo come sottostante, piuttosto che comprare lingotti fisici.

Si possono anche acquistare dei titoli che hanno come sottostante diretto, in proporzione 1:1, lingotti che vengono custoditi in particolari caveau e di taglio da 12,5 kg. Sono disponibili anche certificati frazionati per questo tipo di investimento.

5. L’oro non è l’unico bene rifugio

Anche se sei ossessionato dalla prossima bolla e dalla prossima crisi, non è assolutamente vero che l’oro è l’unico bene rifugio disponibile sul mercato.

Prima di scegliere questo tipo di investimento ricordati che ci sono sia altri preziosi, sia altre riserve di valore che si comportano discretamente bene anche nei momenti di crisi.

Platino, argento, diamanti, obbligazioni di paesi in tripla A e anche gli investimenti immobiliari possono essere utilizzati come bene rifugio, anche durante i momenti di crisi.

6. L’oro rende relativamente bene ma sul lunghissimo periodo

L’oro è un investimento che, in quanto bene rifugio, dovrebbe essere mantenuto per periodi molto lunghi.

Potrei parlare per ore di questa questione, anche se i numeri sui rendimenti dell’oro sul breve e sul lungo illustreranno la situazione meglio di migliaia di parole:

  • rendimento a 1 mese: – 1,70%;
  • rendimento a 6 mesi: + 1,02%;
  • rendimento a 1 anno: + 0,81%;
  • rendimento a 5 anni: – 25,52%;
  • rendimento a 15 anni: + 350,93%.

I rendimenti che ti ho riportato sopra sono indicativi, perché validi soltanto nel momento in cui ti scrivo.

Le tendenze sono però sempre le stesse. È possibile riportare perdite anche consistenti tra i 5 e i 10 anni, mentre ciclicamente parlando i rendimenti per gli investimenti mantenuti per più di 15 anni presentano un quadro di rendimenti decisamente interessante.

Ricordatelo prima di fare il tuo ingresso sul tuo mercato.

7. Investire in gioielli non vuol dire investire in oro

Chiudo i miei 7 consigli su come investire in oro ricordandoti che i gioielli non sono investimenti: sono oggetti di lusso e di vezzo, che perdono il 30-40% del valore appena hanno lasciato la gioielleria.

Tieni i due concetti ben separati: se vuoi comprare un gioiello, non barare considerandolo un investimento. Stai comprando un oggetto per il tuo piacere e non per arricchire il tuo capitale.

Altre risorse utili

Affari Miei si occupa da tempo di investimenti, per questo posso consigliarti diverse guide da leggere per farti una cultura e investire il tuo capitale in maniera consapevole.

Ecco dunque qualche guida pensata per te:

Questi sono soltanto alcuni dei consigli che ho da darti per i tuoi investimenti: nella sezione dedicata a questo tema potrai trovare molte altre guide. Ti consiglio di visitarla e ti auguro buona fortuna!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

.

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO