Conto Bancoposta Più: Opinioni e Commenti, Conviene?

Nella vasta gamma di offerte legata ai conti correnti troviamo anche quella proposta da Poste Italiane. In particolare, in questa guida ti parlo del Conto BancoPosta Più: conviene?

Le Poste rappresentano uno degli istituti che più ispirano sicurezza nei risparmiatori da sempre, sebbene non nascano come “banca”, ma come gestore, appunto, della corrispondenza: in questa guida vedremo insieme se l’offerta circa il conto è valida, quanto costa aprirlo e quali sono le sue caratteristiche.

Continua a leggere se vuoi saperne di più.

Una nota sulle Poste

Poste italiane S.p.A. è una società che si occupa in Italia della gestione del servizio postale: la società è stata fondata a metà 1800 come un’azienda autonoma che aveva il monopolio dei servizi postali per conto dello Stato, anche se oggi non si tratta più di un ente pubblico.

Sebbene, appunto, la sua funziona più nota sia proprio riferita alla corrispondenza, in realtà oggi come oggi offre anche servizi assicurativi, finanziari, di telefonia e simil bancari: Poste Italiane si sta adeguando alle esigenze tecnologiche e di risparmio, cercando appunto di emulare anche quanto offerto da una banca, sebbene esistano delle differenze.

La prima è, appunto, che Poste Italiane non è una banca e non aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Inoltre, il Postamat non ha le stesse funzionalità delle carte Bancomat bancarie.

Insomma, questa azienda offre servizi simili a quelli proposti dalle banche, ma è bene informarsi attentamente prima di scegliere a scatola chiusa un conto postale, perché potrebbe non rispondere appieno alle nostre esigenze.

Dunque ora continua a leggere se vuoi scoprire le caratteristiche di Banco Posta Più per capire se davvero è lo strumento che fa al caso tuo.

Conto Banco Posta Più è sicuro?

Come ho anticipato, il conto corrente postale non è tutelato dalle garanzie del Fondo interbancario. Ne consegue che i suoi depositi non sono garantiti.

Cosa garantisce tale fondo, e di cosa si tratta? Questo è un consorzio di diritto privato costituito nel 1987 su base volontaria, ma diventato obbligatorio a partire dal 1996. Vi aderiscono tutte le banche italiane e le succursali di banche extracomunitarie autorizzate in Italia, a meno che esse non siano già parte di un sistema di garanzia estero equivalente

L’obiettivo di questo fondo è quello di garantire a ogni depositante una somma fino a 100.000 euro in caso di fallimento delle banche stesse.

Il fatto che le Poste non siano garantite potrebbe preoccupare i correntisti, tuttavia le Poste sono una SPA controllata in parte dallo Stato, e tale fattore dovrebbe rappresentare una garanzia implicita, per cui possiamo comunque dire che si tratta di un istituto affidabile e sicuro, tra i più soldi in Italia, nonostante la storia un po’ particolare e il suo percorso atipico (proprio perché non nasce e non è una banca).

Caratteristiche del Conto Banco Posta Più

Banco Posta Più di Poste Italiane è il conto corrente pensato per le esigenze finanziarie di privati e famiglie. Prevede un canoe mensile di 4 euro che è tuttavia azzerabile.

Ecco schematicamente le sue caratteristiche:

  • canone annuo di una Carta Postamat Maestro con prelievi gratuiti presso oltre 7.200 sportelli automatici (ATM Postamat);
  • registrazioni in conto illimitate relative alle operazioni eseguite sia allo sportello, sia attraverso canali alternativi (es. internet, ATM, etc…);
  • estratto conto trimestrale cartaceo o mensile in formato elettronico;
  • accredito stipendio/pensione;
  • canone annuo del servizio di Internet Banking (BancoPostaonline) e di Phone Banking (Pronto BancoPosta), per accedere al conto corrente anche via internet e via telefono;

Inoltre è possibile, registrandosi tramite il sito, attivare il servizio gratuito BancoPosta Online, per gestire il tuo denaro e utilizzare altri servizi informativi e dispositivi.

Offerte per i clienti

Se si decide di aprire questo conto è possibile usufruire di un particolare servizio che consente di risparmiare sugli acquisti. Tale iniziativa è valida per chi utilizza le carte BancoPosta nei negozi convenzionati, sia negozi fisici che quelli online. È così possibile accumulare sconti che saranno accreditati sul proprio conto BancoPosta o sulla carta prepagata Postepay, al raggiungimento di 5 euro, o a inizio anno.

I negozi convenzionati vendono sia beni materiali che alimentari, ma aderiscono alla campagna anche distributori di benzina, officine e gommisti. Aderendo gratuitamente al programma è possibile ottenere sconti fino al 50% durante tutto l’anno.

Inoltre, per partecipare all’estrazione di buoni spesa del valore di 100 euro è possibile scaricare l’App Extra Sconti e inviare la fotografia dello scontrino.

Costi del conto corrente postale

Dunque questo conto ha lo svantaggio di avere un canone pari a 4 euro, piuttosto elevato oggettivamente. Eppure questa spesa è azzerabile. Per poter eliminare questa voce spesa bisogna accreditare lo stipendio o la pensione senza importo minimo oppure effettuare un bonifico in entrata di almeno 700 euro.

Oltre a ciò bisogna scegliere almeno uno di queste opzioni:

  • pagare le utenze tramite addebito SEPA Direct Debit Core;
  • accreditare una seconda pensione o stipendio;
  • richiedere la carta di credito BancoPosta Più, carta di credito BancoPosta Classica, carta di credito BancoPosta Oro;
  • richiedere il telepass Family BancoPosta;
  • accendere un mutuo BancoPosta;
  • scegliere di investire nelle obbligazioni Poste Italiane S.p.A.;
  • investire nei fondi BancoPosta (PAC – Piano di Accumulo del Capitale);
  • aprire una polizza assicurativa Poste Vita Ramo I o piano previdenza integrativa Poste Vita con premio ricorrente;
  • aprire una polizza assicurativa Posteprotezione Innova Infortuni o Posteprotezione Innova Salute Più o Posteprotezione Innova Casa;
  • attivare un Piano Di Risparmio (PdR) Risparmiodisicuro;
  • effettuare una ricarica ricorrente PosteMobile o acquistare, con pagamento rateale, uno Smartphone o Tablet tra quelli presenti nel listino PosteMobile (per entrambi addebito di importo minimo di 20 euro).

Per quanto riguarda invece altre eventuali voci di costo, ecco un elenco:

  • apertura conto: gratis;
  • prelievo da sportello automatico postale (ATM): gratis;
  • prelievi da sportello automatico bancario (ATM): 1,75 euro;
  • bonifici in entrata: gratis;
  • bonifici in uscita online:
  • canone annuo carta di debito Postamat Maestro/Carta BancoPosta: 10 euro;
  • canone annuo per Internet Banking: gratis;
  • costo invio estratto conto cartaceo e online: gratis;
  • bonifico SEPA disposto allo sportello con addebito in conto corrente: 3,50 euro;
  • bonifico SEPA verso Paesi dello Spazio Economico Europeo: 1 euro;
  • domiciliazione utenze: gratuita;
  • imposta di bollo: 34,20 euro.
  • Prelievo massimo: giornaliero €600 e €2.500 mensile.
  • libretto assegni: 3 euro a carnet;
  • pagamenti bancomat Italia ed estero: gratis;
  • canone carta di debito Postamat: 10 euro;
  • canone carta di credito classica: 37 euro;
  • canone carta di credito oro: 55 euro;
  • canone carta di credito Più: 55 euro;
  • canone carta di credito verde: 75 euro.

Servizi ulteriori

Abbiamo visto nell’elenco precedente che con BancoPosta possiamo usufruire di diverse tipologie di carte di credito a costi differenti (e ovviamente anche a prestazioni differenti). Con le carte di credito BancoPosta è possibile effettuare acquisti in tutti i negozi convenzionati Mastercard, in Italia, nel mondo, anche online, grazie a uno strumento flessibile.

La rendicontazione online, poi, aiuta a tenere sempre d’occhio le spese sostenute, il tutto grazie ad internet.

Un altro servizio aggiuntivo e davvero molto importante e utile, soprattutto nell’era del digitale e di internet, è legato all’app bancoposta, facilissima da usare e comoda per conoscere e controllare il saldo del proprio conto corrente e la lista movimenti del conto e della postepay.

Inoltre si possono gestire i Buoni fruttiferi postali dematerializzati, pagare bollettini, inviare denaro ed effettuare ricariche.

L’app è gratuita e permette di flessibilizzare questo strumento sotto molto punti di vista.

Come aprire il conto Bancoposta?

Se hai deciso di attivare uno di questi conti corrente, ma hai un conto di un’altra banca, non devi preoccupare: sarà la Posta stessa ad occuparsi del trasferimento di tutte le spese.

Purtroppo (o per fortuna) l’apertura può avvenire soltanto recandosi presso l’ufficio postale muniti di tutti i documenti di identità e di quelli del conto corrente da trasferire, qualora ce ne fosse uno.

Sarà l’impiegato a gestire la pratica.

Opinioni di Affari Miei su questo prodotto

Come ben sai, quotidianamente recensisco e aggiorno le condizioni legate ai vari conti corrente (e non solo), e quindi ho un quadro piuttosto chiaro delle migliori opportunità offerte dagli istituti bancari di oggi.

Quando Conto Bancoposta Più fa al caso tuo

Se non ami usare internet per spedire denaro o effettuare operazioni e se vuoi essere sempre seguito da un operatore di sportello, allora Bancoposta Più fa per te, anche in relazione alla capillarità dell’azienda su tutto il territorio italiano: difficilmente ti capiterà di trovare un paese, per quanto sperduto, che non è dotato del suo ufficio postale.

Quando non fa per te?

Tuttavia, le Poste Italiane non nascono come banche, eppure da anni ne offrono i servizi. Anche se si stanno modernizzando ad esempio proponendo le app, le pratiche e le funzionalità non sono adatte a chi ha bisogno di rapidità, basta vedere che per aprire il conto bisogna recarsi in filiale.

Si tratta di un tipo di prodotto adatto a chi effettua poche operazioni e non ama pasticciare online per gestire il conto ed il denaro.

Conclusioni

Oggi ti ho guidato nella recensione più completa che puoi trovare su Conto BancoPosta: ho cercato di estrapolare ogni caratteristica di questo prodotto, scansionandolo a 360°, in modo da offrirti una panoramica completa.

Ora che sai tutto, hai ogni elemento per decidere se rivolgerti alle Poste Italiane per aprire il tuo conto corrente.

Ulteriori risorse presenti sul blog

In conclusione voglio lasciarti qualche recensione su altri conti corrente del momento. Confronta l’offerta e scegli responsabilmente!

Buon proseguimento su Affari Miei!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Vuoi Conoscere in Anteprima le Offerte del Mese?

Ricevi Gratis le Promozioni Migliori su Conti e Carte
La tua Privacy è al sicuro
Privacy Policy
Riceverai mensilmente in esclusiva novità sulle ultime offerte per cambiare banca!

Affari-Miei

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO