Piattaforme Criptovalute: Migliori Siti Su cui Investire nel 2022

Quali sono le piattaforme per criptovalute migliori? Le criptovalute hanno riscosso un successo che sembra crescere in maniera esponenziale. Tutti le vogliono, tutti sono ormai convinti che investire in criptovalute conviene, tutti le inseriscono in portafoglio, spesso ispirati da un conoscente che afferma di diventare ricco con le crypto…

Ma è davvero così? Conviene davvero questo genere di investimento? In questa guida cercheremo di capire proprio questo, andando a esaminare le migliori piattaforme crypto per fare trading online.

Migliori Piattaforme del 2022

Cerchiamo quindi di mettere a fuoco quali sono le migliori operazioni da mettere a punto nel 2022.

eToro

Iniziamo con una delle piattaforme più note: eToro.  Si tratta di una delle piattaforme maggiormente innovative e interessanti per coloro che vogliono investire il proprio capitale e avere accesso a mercati diversi, compresi quelli più moderni.

eToro permette un investimento minimo molto basso basso (ovvero 200 dollari) e per questo è molto apprezzato. Scegliendo questa piattaforma possibile investire su:

  • azioni, sia del mercato italiano che dei principali mercati mondiali, con la possibilità di investire su tutte le aziende più performanti del momento;
  • forex e valute: sono presenti tutte le principali coppie e puoi investire ricorrendo anche alla leva finanziaria;
  • preziosi: oro, argento, platino e terre rare; puoi investire anche in questo caso con una discreta leva finanziaria;
  • materie prime: anche con contratti a frazione, senza barriere minime di ingresso;
  • criptovalute: sono presenti tutte le maggiori criptovalute del momento.

eToro offre anche altri vantaggi a chi si affaccia per la prima volta ai mercati. Con questa piattaforma puoi infatti:

  • avere accesso a un’interfaccia web con una curva di apprendimento poco ripida; in pochi minuti sull’account demo potrai avere completa padronanza del sistema di investimento e piazzare i tuoi ordini senza errori;
  • scegliere la piattaforma demo per quanto tempo vuoi, tramite la quale investire capitale virtuale senza paura di perdere il tuo capitale reale;
  • utilizzare il social trading, del quale comunque parleremo diffusamente più avanti.

eToro è certamente una delle prime piattaforme da tenere in considerazione per i tuoi investimenti, in special modo se pensi di operare su diversi mercati e cogliere le opportunità che arrivano anche da mercati ai quali non avresti accesso con piattaforme dirette.

Coinbase

Se vuoi acquistare e vendere criptovalute, allora Coinbase è un altro exchange da tenere in considerazione, anche se si tratta di un servizio molto essenziale.

Ecco i servizi che offre:

  • Exchange: comprare, vendere e utilizzare le criptovalute;
  • Wallet: ovvero puoi conservare in maniera sicura le tue criptovalute;
  • USD Coin: acquisto e negoziazione di una stablecoin, ossia una criptovaluta che ha un prezzo stabile;
  • Earn: questa rappresenta una funzione utile per poter migliorare le tue competenze e conoscenze sulle criptovalute e incrementare le tue entrate;
  • Pro: questa è la funzione destinata agli operatori esperti, per transazioni avanzate in criptovaluta;
  • funzioni dedicate alle aziende (brevemente, offre funzioni di commercio, custody e ventures).

Per quanto riguarda i costi, per poter comprare le criptovalute con Coinbase bisogna avere un wallet in cui depositare le valute: non per forza dovrai comprarle, ma qusto portafoglio è gratuito, per cui potrebbe convenire.

I costi variabili  da sostenere sono:

  • quelli legati all’acquisto e alla vendita di criptovaluta: lo spread applicato è di 0,50 punti percentuali, ma questo spread è variabile in base .alle fluttuazioni dei prezzi di mercato;
  • 1,49% per i pagamenti “standard”;
  • 3,99% per i pagamenti istantanei (disponibili solo per le carte di debito);
  • 0,15 euro per i trasferimenti bancari.

I costi fissi sono:

  • 0,99 euro se l’importo della transazione è pari o inferiore a 10 euro;
  • 1,49 euro se l’importo della transazione è compreso tra 10 e 25 euro;
  • 1,99 euro se l’importo della transazione è compreso tra 25 e 50 euro;
  • 2,99 euro se l’importo della transazione è compreso tra 50 e 200 euro.

Attualmente Coinbase offre la possibilità di negoziare decine di criptovalute. Tra le principali ricordiamo:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • XRP (Ripple) – in questo momento NON disponibile
  • Bitcoin Cash
  • Litecoin
  • EOS
  • Tezos
  • Stellar Lumens
  • Ethereum Classic
  • Dash

Binance

Ecco la terza piattaforma di cui voglio parlarti. Anche questo è ovviamente un exchange globale di criptovalute.

La piattaforma consente  il trading di oltre 100 criptovalute. Dall’inizio del 2018, Binance è considerato il più grande exchange di criptovalute al mondo in termini di volume degli scambi.

Le commissioni imposte da Binance non sono altissime, e possono sembrare particolarmente competitive.

Attenzione però… Questa piattaforma, anche se molto grande e usata, ha subito una stretta dalla Consob. Al momento non rientra quindi tra quelle autorizzate ad operare nel nostro Paese. Cercheremo di aggiornare le notizie non appena sarà possibile, ma al momento consiglio di optare per altri strumenti.

Crypto.com 

Concludiamo la trattazione con un ultimo strumento. Crypto.com Exchange è sia uno strumento che un’app che permette di comprare e vendere criptovalute in modo conveniente e sicuro.

Grazie all’app da installare sullo smartphone potrai accedere al tuo wallet. Un elemento innovativo introdotto da questo exchange è il cashback in CRO che si può ottenere comprando o scambiando tramite Crypto.com.

Si tratta di una vera e propria percentuale di rimborso in CRO, restituita in base all’importo speso o alla quantità di cripto scambiata. I cashback CRO sono indicati come Pay Rewards.

Insieme a quelle di Binance, le commissioni di Crypto.com sono le più competitive sul mercato.

A differenza di Binance, però, questa piattaforma è diventata più sicura con il passare del tempo, e ora vanta diversi livelli di sicurezza.

Come scegliere la piattaforma migliore? Proteggiti da Truffe ed errori

Abbiamo visto alcune piattaforme tra le più conosciute. Ce ne sono anche molte altre, per cui suppongo che la tua domanda ora sia: qual è la migliore? Come scegliere?

La regolamentazione

Per prima cosa, ti consiglio di controllare sempre che la piattaforma che stai esaminando sia regolarmente iscritta ed approvata dalla Consob. Questo Ente opera per proteggere gli investitori.

Dunque ricordati che non per forza fare trading con le criptovalute significa incappare nelle truffe: l’importante è scegliere piattaforme per criptovalute regolamentate.

Questo ti permetterà di agire in un margine di sicurezza e tutela, elemento che non tutte le piattaforme offrono!

Facilità d’utilizzo

Ovviamente, devi scegliere una piattaforma che sia semplice ed intuitiva da usare.

Si tratta di un mercato non proprio sicuro e semplice, dunque è importante che tu possa agire in modo immediato, senza timore di commettere errori dettati da fraintendimenti.

Conto Demo

Per soddisfare la precedente caratteristica, potrebbe essere utile che tu possa sfruttare la presenza di un conto Demo.

Non  tutti offrono questa possibilità, quindi ti consiglio di considerare la presenza d questo elemento quando valuti a quale piattaforma appoggiarti.

Costi e commissioni

Non trascurabile è l’aspetto delle commissioni che dovrai pagare. Non ha senso optare per uno strumento regolamentato, con conto demo e facile da usare se poi i tuoi guadagni vengono erosi dalle commissioni.

Ci sono anche piattaforme che offrono costi azzerati o molto bassi, quindi studia bene le caratteristiche della piattaforma.

Quali criptovalute scegliere?

Ultimo ma non ultimo, bisogna scegliere su quali monete virtuali investire: di questo ho parlato in questo articolo, dunque non mi dilungherò troppo.

Perché investire in criptovalute? Conviene?

Mi sembra giusto aprire una parentesi per capire perché investire in questi strumenti così volatili. Di base, in molti sono convinti di essere davanti alla moneta del futuro, in un’ottica di digitalizzazione inevitabile.

Quindi, comprarle prima della transizione completa permetterebbe di avere in portafoglio un “bene” che si apprezzerà e potrebbe diventare il cavallo vincente, come se fosse un bene rifugio.

Ma si tratta di un investimento? Le mie opinioni

Non proprio. Io sono un investitore e cerco di evitare la speculazione e il trading. Per questo, quando pianifico la mia strategia o scrivo ai miei lettori e clienti,  ragiono tenendo conto di un periodo di lungo termine.

Investire in criptovalute implica concentrarsi sul breve termine, e onestamente non è un approccio che mi piace molto.

Nel momento in cui sto scrivendo, per la maggior parte delle criptovalute non possiamo parlare di investimento a lungo termine ma di speculazione. Questo può essere visto come un vantaggio da chi apprezza questo genere di attività, ma come ho detto non fa parte della mia strategia.

Lo ribadisco perché molte persone sono attratte da questo mondo solo perché promette, neanche tanto velatamente, guadagni enormi nel breve termine e, si sa, l’avidità umana porta a fars carico di rischi che non sempre possiamo permetterci.

Fatta questa premessa è innegabile che il mondo crypto possa essere un settore su cui investire per il lungo termine: tutto quanto è stato posto in essere, infatti, ha avviato una rivoluzione sul piano tecnologico che, prima o poi, irromperà irrimediabilmente nella vita di tutti i giorni.

Le mie opinioni sono che, attualmente, sia possibile investire sul settore in due modi:

  • Mercato azionario: esistono aziende che stanno investendo sulla tecnologia o che hanno già dei  ricavi perché servono questo ambito. Questa è la base teorica del nostro prodotto Crypto Senza Pensieri per esempio;
  • Investimento diretto in criptovalute: esistono decine di migliaia di valute digitali ma tra queste alcune hanno un peso specifico più evidente. Investendo sui migliori exchange regolamentati in queste valute, senza speculare e con una parte marginale del nostro capitale, possiamo “puntare con ponderazione e pridenza” sul settore senza assumerci rischi insopportabili.

Per concludere, se sei attratto dalla speculazione di breve termine ti conviene aprire almeno un account su una piattaforma regolamentata e agire da lì.

Se, invece, vuoi investire per il lungo termine e cerchi una guida, Affari Miei è il posto giusto per te.

Qui trovi una lista di risorse che ho creato per chi si sta approcciando per la prima volta a questo mondo:

Mi auguro ancora di averti tra i lettori del blog, a presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Investimenti

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *