Moneyfarm vs Degiro? Quale Scegliere? Guida alle Differenze

Investire online oggi è davvero semplice: grazie ad internet possiamo scegliere tra numerose piattaforme e app per investimenti. Ma proprio a causa della vasta scelta, è difficile capire quale sia lo strumento migliore. In questa guida voglio effettuare una comparazione tra Moneyfarm e Degiro, due delle piattaforme più conosciute dagli investitori.

In questa guida vedremo quale scegliere, quale conviene e quale potrebbe essere migliore per te: insomma, capirai qual è il miglior broker per comprare azioni.

Cominciamo!

Cos’è Degiro? Su cosa investe?

Degiro nasce in Olanda ed è un conto che agisce su larga scala e raccoglie circa 300.000 clienti tra piccoli, medi e grandi trader. Opera dal 2013 e si è inoltre sempre proposta come broker semplice, sicura e con un occhio di riguardo particolare per le possibili innovazioni tecniche.

I costi potrebbero allettare i trader, abituati a prezzi  fuori controllo nel mondo del trading: infatti, Degiro riesce a mantenerli su livelli bassi e accessibili.

Degiro, poi, è un broker autorizzato in ambito MiFID, in quanto dotato di licenza AFM (dell’autorità olandese di controllo sui mercati finanziari). Si tratta dunque di un broker che ha, almeno sotto il profilo legale, tutto quello di cui ha bisogno per proposti in tutta Europa, Italia inclusa.

Il broker offre un’ampia varietà di prodotti disponibili, a partire dai più noti azioni, obbligazioni, ETF e fondi di investimento.

Il punto di forza di Degiro

Come avrai già capito, uno dei vantaggi di questo strumento sono le commissioni basse. Trattandosi di un broker che ti permette di accedere in modo diretto ai mercati, ti offre:

  • Su azioni italiane: 0,50 euro + 0,058% di commissione, fino ad un massimo di 4,99 euro;
  • Su azioni degli Stati Uniti: 0,50 euro + 0,004 USD per azione;
  • Su azioni dellaGermania: XETRA a max 60,00 euro, azioni a €4,00 + 0,058%;
  • Sui mercati Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Norvegia, Olanda, Portogallo, UK, Spagna, Svezia e Svizzera: 4,00 euro + 0,058% con il massimo fissato a 60 euro;
  • Su Canada 2,00 euro + 0,01 CAD per azione;
  • Australia, HK, Singapore e Giappone: 10,00 euro + 0,068%;
  • Su Repubblica Ceca, Grecia, Turchia e Ungheria: 10,00 euro + 0,168%;
  • sono disponibili circa 200 ETF senza
    commissioni, mentre per quelli globali si paga fino a 2,00 euro + 0,038%.

I Costi

Anche su prodotti decisamente più particolari, come ad esempio le opzioni, Degiro è in grado di offrirti un profilo di costi decisamente interessante e sicuramente basso, almeno se paragonato a quanto viene oggi offerto da altri tipi di servizi.

Se vuoi investire in Opzioni potrai infatti acquistare:

  • su IDEM Italia 1,15 euro a contratto;
  • su Eurex DE a 0,90 euro a contratto;
  • su MEFF ES 1,65 euro a contratto;
  • Su Euronext LIFFE a 2,15 euro;
  • Per i restanti paesi: 2,15 euro.

Non è previsto nessun deposito minimo,  o meglio: prevede un deposito minimo di 0,01 euro, che non vanno accreditati in fase di registrazione. Possono essere inviati attraverso un bonifico in un secondo momento: sarà il sistema stesso ad associare la cifra versata al nominativo utilizzato in fase di registrazione.

Quanto puoi risparmiare? Pro e contro

Certamente i guadagni sono una delle voci che più ti interesseranno…  Molti investitori possono risparmiare importi importanti rispetto a quelli offerti dalle principali piattaforme utilizzate.

Per maggior chiarezza, i prospetti che parlano di risparmio medio possono essere consultati sul sito internet di Degiro, con tabelle che ti offrono un buon colpo d’occhio per l’analisi dei costi.

Vediamo comunque altre voci interessanti di Degiro, mettendo in luce i suoi vantaggi.

  • si ha accesso ai mercati più importanti del mondo, come quello giapponese, di Hong Kong, australiano. Gli altri broker si limitano spesso ai mercati europei e statunitensi;
  • si tratta di una piattaforma di trading moderna, molto fruibile, a cui è collegata anche la comoda app per smartphone;
  • il costo delle commissioni, come detto, è tra i più bassi disponibili;
  • offre sicurezza: il broker opera con regolare licenza;
  • offre tutela assoluta del patrimonio dei propri clienti: il capitale investito viene convertito infatti in un Fondo Comune Monetario.

E gli svantaggi? Vediamoli:

  • non fornisce strumenti di educazione finanziaria;
  • non offre il trading su criptovalute, materie prime o sul forex;
  • l’utente non può aprire un conto demo;
  • il rischio degli investimenti, tipico di ogni attività di trading. Gli investitori devono infatti essere consapevoli che potranno sia ottenere grandi rendimenti dal trading online, sia perdere tutto il capitale depositato.

Qui puoi trovare poi la mia recensione completa su Degiro.

E adesso voltiamo pagina ed entriamo nel mondo digitale di Moneyfarm!


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!


Cos’è Moneyfarm 

Moneyfarm è un premiato servizio online di consulenza finanziaria indipendente. Questa società è iscritta ed è vigilata da Consob; opera come ramo italiano della holding MFM Investment Ltd con sede a Londra (autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority).

Moneyfarm è uno strumento pensato per chi dispone di un patrimonio già interessante e vorrebbe accedere a strumenti di investimento avanzati, ma con la consapevolezza di necessitare del supporto di esperti nel creare la strategia.

Cosa vuol dire che Moneyfarm offre consulenza indipendente? Significa che la piattaforma non ha accordi commerciali e non riceve commissioni sugli strumenti di investimento che propone ai clienti, in altri termini non ricava un vantaggio personale dall’attività di consulenza ma fa solo gli interessi del cliente.

Come funziona?

La piattaforma si può usare sia dal computer, che dal tablet che dallo smartphone. Ogni utente deve registrarsi e completare un processo di profilazione attraverso la compilazione di un questionario, alla fine del quale verrà assegnato un portafoglio di investimento adatto alle caratteristiche e obiettivi individuali, in linea con il proprio profilo di rischio.

Una volta effettuato il primo trasferimento di denaro, il gruppo di esperti di Moneyfarm si occuperà di gestire il portafoglio del cliente, effettuando ribilanciamenti periodici e cercando di cogliere le opportunità offerte dal mercato, nell’ottica di realizzare gli obiettivi previsti e sempre nell’interesse del cliente.

L’investitore, quindi, non dovrà fare nulla, ma potrà sempre monitorare il portafoglio dal pc o dallo smartphone.

A quanto ammonta l’investimento minimo?

L’investimento iniziale deve essere di minimo 5.000 euro, il capitale può sempre essere aumentato o diminuito in seguito.

Che genere di investimenti offre Moneyfarm?

Moneyfarm permette di investire esclusivamente in portafogli di ETF, una categoria di fondi comuni a gestione passiva che utilizzo anche io.

Gli ETF sono un’ottima scelta per chi vuole avvicinarsi agli investimenti seri, hanno costi inferiori, sono trasparenti, permettono una buona diversificazione e sono più liquidi rispetto ai fondi a gestione attiva.

Se decidi di affidarti alla consulenza di Moneyfarm è bene seguire il percorso d’investimento consigliato, ma a titolo informativo, sappi che puoi anche scegliere dei fondi diversi da quelli indicati dalla piattaforma, a tuo rischio e pericolo.

Moneyfarm offre inoltre la possibilità di creare un Piano di accumulo del capitale (PAC), una soluzione di investimento basata su versamenti periodici che permette di mitigare le oscillazioni di mercato. Per cominciare è necessario un versamento minimo iniziale di 5.000 € a cui aggiungere i versamenti mensili ricorrenti di almeno 100 €. Il PAC può essere associato a tutti i portafogli Moneyfarm.

È anche disponibile una forma di previdenza complementare che consiste in un Piano individuale pensionistico (PIP) che accumula capitale da investire in un fondo pensione. Ma trovo che questo servizio sia meno interessante rispetto agli ETF.

Costi e tasse

La consulenza di Moneyfarm, oltre ad essere indipendente, è anche meno costosa: non ci sono costi di accesso e apertura, non ci sono costi di transazione, non ci sono penali e vincoli.

Ci sono solo due tipologie di costi:

  • I costi di gestione, poiché la piattaforma trattiene una percentuale dai tuoi rendimenti per ripagarsi dell’amministrazione del tuo patrimonio;
  • Il costo proprio degli ETF, poiché questi strumenti (che potresti comprare autonomamente anche tu) hanno un loro prezzo.

A Moneyfarm va dato atto di proporre i migliori ETF a livello di costo annuo e, ragionevolmente, devi considerare una forbice tra lo 0,2% e lo 0,5%.

Per quanto riguarda il costo di gestione, esso viene calcolato secondo lo schema che ti riporto:

  • Per chi investe da 5.000 a 19.999 euro il costo annuo è dell’1,00%;
  • Da 20.000 a 199.999 euro il costo annuo è dell’0,75%;
  • Da 200.000 a 499.999 euro il costo annuo è dello 0,50%;
  • Per chi supera i 500.000 euro di investimento il costo annuo è pari allo 0,40%.

Le commissioni non comprendono l’IVA pari al 22% della fattura mensile.

Per quel che riguarda le tasse: gli ETF sono tassati come rendita finanziaria pura e dunque sono sottoposti, per la parte inerente i profitti, ad aliquota compresa tra il 26% e il 12,5%.

Anche Moneyfarm opera da sostituto d’imposta pertanto in sede di dichiarazione dei redditi non dovrai far nulla.

Vantaggi e limiti di Moneyfarm

Viste le caratteristiche della piattaforma possiamo riassumere i vantaggi innegabili che abbiamo incontrato:

  • La consulenza indipendente, online e a costi ridotti;
  • Il servizio professionale di gestione patrimoniale e composizione di portafogli, sempre a costi ridotti;
  • L’assenza di vincoli e la possibilità di scegliere in relativa autonomia quale strada intraprendere;
  • Una gestione il più possibile trasparente;
  • L’offerta varia di ETF, strumenti decisamente migliori rispetto ai tradizionali fondi comuni d’investimento.

Il limite della piattaforma è che è un servizio pensato per coloro che hanno dei capitali già interessanti da investire. Se fai fatica a mettere da parte delle somme dignitose è inutile che acquisti un servizio di consulenza.

Moneyfarm, pur essendo trasparente e onesta, come piattaforma non è adatta a cifre basse a causa di commissioni che risulterebbero in quel caso penalizzanti.

Inoltre, prima di investire con Moneyfarm (o con qualunque altro servizio/strumento) dovresti aver predisposto delle riserve per le emergenze e avere una situazione finanziaria solida.

Considera che attraverso Moneyfarm andrai ad investire nei mercati per cui non avrai mai garanzie assolute sul tuo capitale. Ovviamente, dipenderà dal profilo di rischio e dal portafoglio scelto.

Se si opta per un portafoglio obbligazionario moderato è difficile che si perdano i propri soldi, salvo catastrofi che, in ogni caso, colpirebbero tutti. Tuttavia è impensabile iniziare un’attività di investimento senza delle basi economiche solide.

MoneyFarm o Degiro? Le mie opinioni

Abbiamo finito di analizzare le piattaforme Degiro e Moneyfarm. Ora ti starai chiedendo quale conviene utilizzare?

In realtà si tratta di sue strumenti diversi, poichè Degiro è un broker, mentre Moneyfarm un robo-advisor: quindi, il primo permette di vendere e comprare titoli, mentre il secondo gestisce i soldi del risparmiatore.

Dunque, devi scegliere l’uno o l’altro in base alle tue necessità e ai tuoi obiettivi: di sicuro siamo davanti a due servizi molto competitivi in termini di prezzo e quindi, indipendentemente da cosa miri a ottenere, puoi stare tranquillo di essere in buone mani.

Tuttavia, se sei arrivato qui, forse stai cercando di capire come fare ad investire in modo saggio, ed è per questo che stai effettuando questi paragoni.

Se segui blog come il mio e hai iniziato a capirci qualcosa di finanza personale, è probabile che tu abbia  capito l’importanza del risparmio, della pianificazione e della strategia per crescere.

Forse non hai acquisito tutte le competenze utili per diventare autonomo, ma se sei intenzionato ad investire sulla tua formazione… allora non avrai mai bisogno di una piattaforma.

Lo so, se ti stai avvicinando per la prima volta agli investimenti e stai osservando e studiando tutti i prodotti che puoi acquistare potrebbe sembrarti strano sentirti dire  che prima di agire è necessario imparare… ma è quello che ti consiglierò sempre io, perchè credo che sia l’unico modo per crescere veramente.

Affidarsi a servizi di gestione del risparmio, anche se efficienti, validi e sicuri, e investire sempre per il tramite di terzi, non è una strategia vincente, ma è semmai un modo per accomodarsi quando non si può o non si vuole preoccuparsi direttamente dei propri soldi.

Personalmente io preferisco investire in modo autonomo, sebbene non abbia disdegnato nè disdegni robo-advisor o broker per diversificare il mio portafoglio investendo piccole cifre, giusto per variare un po’!

Non lo dico per screditare le due piattaforme, anzi, te ne ho parlato in chiave positiva, ma il loro limite principale sta nell’allontanarti dal proposito di diventare autonomo.

Non tutti abbiamo l’opportunità nella vita di occuparci direttamente dei nostri soldi, però è bene domandarsi se non si possa fare più di così.

Nulla ti vieta poi di utilizzare questi strumenti o altri, ma nel frattempo puoi sempre iniziare a dedicati alla tua formazione. Ti invito a leggere gli articoli specifici dove troverai più informazioni e anche le mie opinioni più dettagliate riguardo i diversi prodotti, così potrai farti un’idea e capire quale piattaforma può fare maggiormente al caso tuo! Qui trovi una guida con le alternative a MoneyFarm.

Conclusioni

Spero di essere riuscito, con questa recensione, a chiarirti le idee sull’utilità che hanno alcune piattaforme per il risparmio e gli investimenti.

A questo punto sei in grado di capire se Degiro oppure Moneyfarm può migliorare la tua vita finanziaria.

Se hai compreso l’importanza di formarti, continua a leggere Affari Miei perché troverai sempre tantissime risorse utili…

Hai già provato i percorsi guidati per investire in base alla tua età e alla tua situazione personale?

Buon proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *