Rendimento 4% Netto: Quali Soluzioni per Valorizzare i Tuoi Investimenti?

Come puoi ottenere un rendimento del 4% dai tuoi investimenti? Quali sono le opportunità che ti vengono messe a disposizione dai mercati di oggi per far crescere il tuo capitale a ritmo, almeno per le condizioni di oggi, sostenuto?

Nella guida di oggi cercherò di risponderti in maniera seria e precisa se ti stai domandando come fare per costruire un portafoglio che renda il 3-4% annuo con un discreto margine di sicurezza.

Prima di iniziare, però, voglio come sempre metterti in guardia su un tema:

Guadagni alti = Rischi alti

Guadagni bassi = rischi bassi

Qualsiasi investimento che devi valutare non può non muoversi entro questo perimetro.

Il 4% oggi è un rendimento molto alto

Sono lontani i tempi in cui bastava depositare denaro su un libretto postale o investire in buoni fruttiferi per vedere il proprio capitale crescere.

Oggi, complici congiunture economiche non esattamente favorevoli per il piccolo investitore che ha una bassa propensione al rischio, guadagnare più dell’inflazione è già qualcosa di relativamente difficile.

A giocare contro la tua possibilità di guadagnare facilmente ci sono diversi fattori:

  1. la crisi economico-finanziaria che, pur lontana ormai temporalmente, ci vede ancora immersi nei suoi postumi. L’Italia, in particolare, non si è mai ripresa per certi versi;
  2. la corsa verso beni rifugio ed investimenti a basso rischio causati dalla suddetta crisi;
  3. l’abbassamento dei rendimenti di obbligazioni e risparmio postale che sono diretta conseguenza dei punti 1 e 2;
  4. il quantitative easing della BCE, che ha portato enormi quantità di capitale nelle casse degli stati contro l’acquisto di obbligazioni, con ulteriore abbassamento delle rendite.

Oggi investire in obbligazioni con un rating appena decente vuol dire portare a casa rendimenti molto prossimi allo zero. Investire in titoli tedeschi, tanto per fare un esempio, vuol dire per diverse tipologie di obbligazioni Bund, portare a casa un rendimento addirittura negativo.

In queste particolari circostanze anche il risparmio postale non è più il porto sicuro e redditizio che avevamo avuto a disposizione fino alla fine del secolo scorso. Che fare allora?

Bisogna entrare nell’ottica che un rendimento al 4% vuol dire oggi investire in strumenti rischiosi, ovvero in investimenti che mettono a repentaglio, almeno in parte, il tuo capitale.

Continua a leggere se vuoi avere a disposizione qualche buona idea su come investire per garantirti un 4% di rendita fissa su base annuale.

Video Corso Gratuito - "Investi con Buon Senso"

Investire è un percorso di responsabilità e di buon senso.

Ho realizzato un video corso gratuito con oltre 72 minuti di contenuti incredibili che ti aiuteranno a capire i pericoli e le opportunità dei principali investimenti di cui hai sentito parlare fino ad oggi.

Acchiappa subito il Video Corso Gratis!

 

Investire in obbligazioni a rischio medio alto

La prima opzione che hai a disposizione, forse quella meno rischiosa, è costituita dalle obbligazioni.

Dimenticati però dei titoli che navigano in acque sicure. Anche i bond (questo il nome in inglese delle obbligazioni) di paesi sgangherati come l’Italia hanno rendimenti molto al di sotto dell’obiettivo che ti sei prefissato.

Per farti un esempio, negli ultimi anni sono stati rarissimi casi di titoli di stato italiani a breve scadenza con rendimenti superiori all’inflazione. Questo vuol dire che scegliendo titoli già relativamente rischiosi, come quelli italiani, non solo non stai guadagnando quel 4% che ti sei prefissato, ma che addirittura stai perdendo denaro.

Come scegliere, allora, obbligazioni che possono garantirti il 4%? Devi andare a pescare tra:

  1. Paesi in via di sviluppo: alcuni titoli di paesi dall’outlook relativamente positivo ma gravati da problemi strutturali possono arrivare a rendere quel 4% che ti sei prefissato. In questo caso devi badare però bene a scegliere titoli che siano in Euro o Dollari, per abbattere il rischio di cambio (per paesi come Turchia e Brasile i bond in valuta locale hanno significato un autentico disastro per chi vi aveva investito);
  2. Bot a lunghissima scadenza: l’alternativa è quella di scegliere, sia tra le obbligazioni sovrane che tra quelle corporate titoli che abbiano una scadenza lunga. Al crescere della durata del titolo crescono in genere anche i rendimenti e potresti aggiudicarti titoli con un rendimento superiore al 4% anche se emessi da realtà non troppo a rischio;
  3. Bond corporate del settore bancario: in Italia continuano a pagare tanto, anche se il peggio sembra essere ormai alle spalle per l’intero settore. Puntare su questo tipo di titoli vuol dire, almeno per il momento, essere relativamente tranquilli e incassare delle cedole piuttosto corpose.

Le obbligazioni sono un’alternativa che mediamente ha un rischio basso, anche se ovviamente dipende dal titolo che sceglierai per il tuo portafoglio. Puoi facilmente trovare titoli che pagano quasi in doppia cifra, ma i rischi da correre sono in quel caso enormi (Grecia, Venezuela, Porto Rico, serve aggiungere altro?).

Leggi Anche: 3 Investimenti Redditizi: Guadagna fino al 50,28%

Cerco di spiegarlo più facile…

Le obbligazioni non sono sicure al 100% come qualcuno prova a farti credere, gli stati gestiti malissimo come il Venezuela e le aziende possono fallire ed oggi è più frequente di ieri.

Se punti a guadagnare il 4%, con ogni probabilità, devi assumerti dei rischi e, pertanto, non puoi considerare l’investimento obbligazionario come sicuro al 100% se mira al rendimento.

Investire in obbligazioni è una delle soluzioni ma non equivale alla massima, sbagliata, secondo cui i titoli statali sono al 100% garantiti e non ti fanno perdere i soldi. Quelli che, di fatto, lo sono (esempio: titoli di stato tedeschi) pagano rendimenti minimi in funzione del minor rischio di solvibilità.

Per approfondire il discorso sulle obbligazioni, ecco una serie di risorse utili per te:

La complessità si gestisce con la formazione

Se dovessi darti una risposta sensata ti direi che puoi puntare al 4% costruendo un portafoglio in fondi passivi (ETF) sia obbligazionari (qui i migliori fondi obbligazionari) che azionari (qui una lista di ETF su base globale).

Ti direi che differenziando e investendo in maniera ponderata puoi raggiungere questo risultato e finirei l’articolo.

“Ma io che ne so, Davide…io voglio far fruttare i soldi da qualche parte come facevano i miei genitori mettendoli dove qualcuno che mi sembra credibile mi dice per poi tornare ad occuparmi della mia vita”.

Ti capisco se stai facendo un ragionamento di questo tipo ma, in questo caso, ho due alternative per te:

  • Continua a pensare alla tua vita, lascia perdere gli investimenti perché il contesto attuale necessita di preparazione e accontentati di rendimenti minori. Scegli un conto deposito che paga almeno il 2% (qui c’è una lista) e lascia perdere obiettivi più ambiziosi perché rischi di farti male. Chi ti dice una cosa diversa (del tipo: “Fai come dico che ti arricchisci”) non è sincero e sta cercando di truffarti;
  • Comincia da zero a formarti prima di muovere i tuoi soldi: il primo passaggio che puoi fare è compilare questo quiz per investire che ti fornirà, in base alle tue condizioni di partenza ed alle tue aspettative, le migliori soluzioni per cominciare ad investire.

Mi sembra inutile sottolineare che, a mio parere, la seconda soluzione sia la migliore. Per approfondire, ti lascio una serie di risorse testuali, podcast e video per approfondire:

Conclusioni

Ti ho illustrato sinteticamente alcune strategie che possono permetterti di ambire al 4% di rendimento. Come ho avuto modo di spiegare nel corso della guida, non esiste rendimento elevato senza rischio ed in questa fase storica il 4% è da intendersi come tale.

Se vuoi cominciare a muovere i primi passi sui mercati alla ricerca del rendimento del 4%, consulta anche le altre guide che ho messo a disposizione in modo gratuito su Affari Miei.

Puoi, inoltre, consultare uno dei seguenti percorsi tematici pensati in base alle soluzioni di partenza più diffuse:

oppure puoi consultare anche queste altre risorse:

Spero di essere riuscito a fornirti una grossa mole di contenuti per organizzare al meglio le tue finanze.

Mi auguro, inoltre, di essere riuscito a far passare un messaggio importantissimo che non troverai da nessun’altra parte sul web:

Non esistono soluzioni semplici a problemi complessi.

Ottenere il 4% dai tuoi investimenti è un problema complesso che non si risolve con un articolo e mi auguro, tramite Affari Miei, di riuscire ad aiutarti al meglio.

Buon proseguimento.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:


 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito – “Investi con Buon Senso”

Investire è un percorso di responsabilità e di buon senso.

Ho realizzato un video corso gratuito con oltre 72 minuti di contenuti incredibili che ti aiuteranno a capire i pericoli e le opportunità dei principali investimenti di cui hai sentito parlare fino ad oggi.

Acchiappa subito il Video Corso Gratis!

 

 

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei