Come Proteggersi dall’Inflazione? Alcuni Consigli per Difendere il capitale dall’Erosione

Un investitore  consapevole sa che lasciare i propri risparmi incustoditi sul conto non è una buona mossa. Ma come proteggersi dall’inflazione? Questo è un tema caro anche a Warren Buffet, che ha dato qualche consiglio su come gestire questo argomento.

Vediamo quindi come difenderci.

Due parole sull’inflazione

Perchè si parla tanto di inflazione? Di base perché stiamo vivendo un periodo storico in cui le dinamiche dei prezzi fanno preoccupare, a causa del rialzo dal caro delle materie prime, dell’energia e dai blocchi delle catene di forniture, blocchi che non agevolano e rallentano la produzione.

L’Istat ha evidenziato che l’inflazione, in questo contesto, continua la sua accelerazione, raggiungendo livelli che non si toccavano da fine 2012.

Parliamo infatti del 2,5%, dato che, stando alle dichiarazioni dell’Unione nazionale dei consumatori, comporta conseguenze gravi per le famiglie: infatti, per una coppia con due bambini, tale percentuale implica un aumento del costo della vita di 940 euro all’anno, 365 per l’Abitazione, acqua ed elettricità, 389 circa euro per i trasporti.

Invece, per una coppia con un solo figlio, i costi sono di circa 880 euro all’anno, 365 per l’abitazione, 330 per i trasporti.

Ma non solo i prezzi dei beni energetici sono in aumento, bensì anche quelli in altri comparti merceologici e quelli del cosiddetto carrello della spesa.

Per dare i numeri, l’inflazione di fondo al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici accelerano entrambe rispettivamente da +0,6% a +1% e da +0,5% a +1,1% (Dati ISTAT).

L’inflazione viene sostenuta in buona parte dalla crescita dei prezzi dei beni energetici (da +19,8% di agosto a +20,2%):

  • della componente regolamentata (da +34,4% a +34,3%);
  • quella non regolamentata (da +12,8% a +13,3%).

Chi afferma che tenere i soldi sotto al materasso sia la scelta più sicura, sta commettendo un errore: agire in questa maniera significa esporsi a una perdita certa.

Per questo imparare a investire è fondamentale per riuscire a proteggersi dall’inflazione e lasciare che il proprio capitale cresca in modo adeguato alle proprie aspettative, evitando l’erosione.

L’erosione a cosa è dovuta?

Il tasso di inflazione + tasse e commissioni legate agli investimenti si sommano e creano il cosiddetto “misery index“.

Quindi, lo scopo del risparmiatore non deve essere quello di ottenere un rendimento maggiore uguale a zero, ma quello di avere un rendimento maggiore del misery index.

In caso contrario quello che otterremo sarà una riduzione del potere d’acquisto del nostro capitale.

Ma come contrastare questa tendenza? Come mettere al sicuro i propri risparmi?

Vediamo alcune delle mosse che, in questi contesti, vengono più messi in atto dagli investitori.


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te. INIZIA ORA!



#1 I beni rifugio


Quando l’inflazione si fa sentire molti investitori tendono a proteggersi dai rischi scegliendo beni con l’oro.

Ma si tratta davvero di una mossa saggia? Diciamo che avere un piccolo investimento in questo metallo prezioso potrebbe fare la differenza in un contesto inflattivo, ma questo solo se l’investimento viene fatto in modo ragionato.

Bisogna infatti scegliere consapevolmente i giusti strumenti su cui investire, senza dimenticare che l’oro fisico è quello più oneroso da mantenere.

Se vuoi approfondire questo tema, ecco la guida dedicata ai beni rifugio.


#2 Ridurre la liquidità


Come sappiamo, l’inflazione va ad erodere il potere di acquisto dei contanti: quindi, in una fase di aumento dei prezzi, avere parte del proprio capitale detenuta in liquidità potrebbe essere svantaggioso.

La liquidità andrebbe sfruttata, magari optando per strumenti finanziari caratterizzati dai punti che potrai leggere di seguito. Intanto, puoi leggere questa guida dedicata a dove tenere i soldi.


#3 Investi nel PIL


Solitamente quando l’inflazione sale significa che stiamo assistendo a una ripresa economica.

Come sfruttare questo trend? Molti investitori investono in asset correlati allo sviluppo del PIL, andando a mettere a fuoco le aziende e le attività che trainano la ripresa stessa.

In questo caso, nel primo semestre del 2021 la crescita del nostro Paese è stata trainata dalla manifattura e dalle costruzioni, perché l’industria manifatturiera italiana si annovera ad oggi tra le più forti e competitive a livello mondiale grazie agli effetti del Piano Industria 4.0.

Inoltre, grandi  incentivi fiscali sono stati finalmente introdotti a favore di un settore cruciale come l’edilizia, dando una scarica al settore delle costruzioni, che a loro volta rappresentano anche un potente volàno per i settori manifatturieri, dei trasporti e della logistica che sono suoi fornitori.


#4 Investire nelle obbligazioni indicizzate


In queste  fasi i vari Stati emettono obbligazioni indicizzate: nel Belpaese ad esempio vengono emessi i BTP Italia.

Ovviamente non si tratta di uno strumento particolarmente remunerativo, ma comunque molte persone decidono di optare per questa strategia, anche se personalmente non sono un fanatico di questa scelta, non ritenendola conveniente.

Qui c’è la guida generale alle obbligazioni.


#5 Diversificare


Questo consiglio è uno dei miei preferiti: bisogna sempre diversificare e si tratta di una strategia particolarmente valida soprattutto in periodi di inflazione.

Per proteggersi è importante infatti diversificare  scegliere un asset caratterizzati da diversi livelli di correlazione e di rischio.


#6 Avere una strategia


Vuoi proteggerti dall’inflazione? Indipendentemente dalla fase che stiamo attraversando, è sempre indispensabile avere una strategia. Agire d’impulso, ad esempio comprando oro o BTP solo perché si è andati su internet a leggere un articolo (un esempio a caso ;)), non è particolarmente saggio.

Agire senza avere una strategia di ampio respiro può essere davvero deleterio, per questo ti consiglio di studiare e formarti, in modo da avere le competenze giuste per non farti prendere dal panico guardando l’andamento delle Borse e leggendo notizie sull’inflazione.

I singoli strumenti

Esaminiamo rapidamente i singoli strumenti, nel caso in cui vorresti approfondire. Quali potresti comprare? Sono utili a contrastare l’erosione? Vediamolo:

  • obbligazioni: in realtà, per proteggersi dall’inflazione sarebbe meglio evitare strumenti come quelli che distribuiscono cedole a tasso fisso. In più, con l’aumentare dell’inflazione le banche centrali aumentano i tassi di interesse per frenarla. Ma aumentare i tassi di interesse vuol dire aumentare il rendimento delle obbligazioni, dunque quelle stipulate fino a un attimo prima dell’aumento dei tassi perdono valore. Conviene in altre parole comprare un’obbligazione di ieri solo se il prezzo è più basso rispetto a quello di oggi. Ovviamente il discorso cambia se le obbligazioni sono indicizzate all’inflazione;
  • azioni: questo strumento permette solitamente consente di ottenere rendimento che batte l’inflazione. Ma non tutte le azioni sono uguali: ad esempio, azioni che restituiscono grandi dividendi tendono a soffrire di più. Inoltre, l’aumento dell’inflazione comporta un aumento del costo delle materie prime. Le aziende che riescono a far ricadere tale rincaro sui consumatori senza troppi scossoni sulla domanda sono poi le stesse che riescono ad affrontare meglio questa situazione;
  • commodities: come anticipato, con l’inflazione i risparmiatori tendono ad acquistare bene tangibili. In particolare ciò succede con l’oro: molti investitori dirigono la loro attenzione sull’oro facendo aumentare ancora di più il suo prezzo. Ma non solo, anche il prezzo del petrolio si muove con l’inflazione. Ed è proprio il prezzo del petrolio che va ad impattare il costo delle altre materie prime come i prodotti agricoli;
  • immobili: il prezzo degli immobili tende a crescere con l’inflazione. Dunque, investire nel mattone potrebbe essere una buona copertura per questo rischio, anche se si tratta di un investimento complesso che non è da fare a cuor leggero, come puoi leggere qui.

Ulteriori risorse 

Come vedi è un tema complesso e, ripeto, serve preparazione. Qui puoi trovare alcune guide utili nel caso in cui sentissi di avere bisogno di un ripasso:

Buona lettura!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l’economia e la finanza conseguendo un Master in Consulenza Finanziaria Indipendente. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: Investimenti

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *