Migliori Broker per comprare ETF: Quali Scegliere? Ecco la Guida ai Migliori

Se stai cercando di capire quali sono i migliori broker per comprare ETF allora sei arrivato nel posto giusto perché oggi è proprio di questo argomento che voglio parlarti.

L’acquisto di ETF può essere effettuato in diversi modi (non esiste solo la banca) ed in questa guida molto approfondita vedremo insieme qual è la migliore piattaforma per comprare ETF.

Dopo un’accurata analisi ho cercato di individuare quelle che possono aiutarti in questo scopo cercando di evidenziare quelli che sono i loro punti di forza e le cose da migliorare per raggiungere un livello accettabile di qualità.

Continua a leggere per scoprire quali sono e come utilizzarle.

Classifica di Affari Miei: i broker selezionati

Prima di esaminare uno per uno i broker che potrebbero fare al caso tuo se vuoi comprare autonomamente ETF, voglio indicarti rapidamente quali sono, così da iniziare subito a farti capire di cosa parleremo.

Magari ne conosci già qualcuno, o forse no, quindi ecco quali sono:

  • eToro: ecco la prima piattaforma che esamineremo. eToro ti consente di comprare azioni ed ETF sul mercato in modo diretto e senza dover sostenere commissioni di negoziazione. Il Broker è nato come piattaforma di trading, tuttavia ha iniziato a prestarsi anche per investimenti di medio-lungo periodo;
  • Directa: la SIM tutta italiana ha costi sono leggermente più elevati rispetto ad altre piattaforme “native digitali”, tuttavia il vantaggio principale è che fa da sostituto d’imposta;
  • Degiro: piattaforma olandese, vanta tra i suoi lati positivi costi bassissimi, oltre al fatto che non ti obbliga ad aprire il conto corrente. Garantisce accesso diretto ai principali mercati ed è adatta sia chi vuole fare trading e sia per chi vuole investire con un profilo di lungo termine e più moderato;
  • Binck: ecco un’altra piattaforma olandese. Essa è adatta a chi vuole fare trading online e avere accesso diretto ai mercati. Anch’esso offre un conto demo che consente di esercitarsi gratuitamente. I costi sono accessibili anche perché puoi scegliere tra diversi pacchetti a secondo del grado di operatività. Si adatta maggiormente ai trader.

E ora che abbiamo fatto un rapido accenno alle piattaforme suggerite da Affari Miei, proseguiamo l’analisi e descriviamo i vari broker uno a uno.

eToro

Ecco il primo broker di cui voglio parlarti: eToro. Come anticipato, in realtà questa piattaforma è nata come piattaforma di trading per poi cambiare rotta ed offrire un’esperienza di investimento a 360° per tutti i suoi clienti.

Forse lo saprai già, ma il trading è molto diverso dall’investimento di medio lungo periodo (che è il focus della mia personale strategia di investimenti), tuttavia negli ultimi anni eToro si è evoluto, iniziando a rispondere anche alle esigenze di chi non punta sempre e solo al trading.

E così, da poco tempo a questa parte, è possibile accedere direttamente ai mercati acquistando azioni o ETF senza commissioni.

Attenzione: quando parliamo di accesso diretto al mercato significa che non compri altri strumenti finanziari, bensì acquisti direttamente il titolo (azione o ETF) e non uno strumento derivato.

Ho approfondito in questo articolo come si comprano le azioni su eToro: puoi applicare queste indicazioni anche all’acquisto di ETF.

In altre parole, grazie a eToro puoi costruire un portafoglio di investimenti in ETF o in azioni godendo di un vantaggio non indifferente, ovvero usufruire delle commissioni azzerate perché puoi investire anche piccole cifre. Ad esempio, puoi acquistare ETF a partire da 50 dollari.

Puoi iscriverti alla piattaforma tramite il sito ufficiale e decidere se aprire un conto DEMO oppure un conto REALE in base a quelle che sono le tue necessità.

>> Iscriviti Ora Gratis a eToro! <<

Directa

Directa è un’eccellenza italiana che si è ritagliata un ruolo di spicco nel nostro Paese. Questo broker ti permette l’accesso diretto al mercato e permette di negoziare azioni, ETF, obbligazioni, opzioni, certificati e altri strumenti sulle Borse Internazionali.

La piattaforma permette di scegliere tra tre tipologie di commissione. Eccole:

  • Fissa: con cui si paga un costo fisso per ogni operazione;
  • Variabile: prevista soltanto per i mercati MTA e SEDEX. Scegliendola, paghi in percentuale variabile del controvalore negoziato;
  • Degressiva: è pensata per i trader, poiché prevede la riduzione del prezzo del singolo ordine con l’aumento dei volumi delle operazioni.

In ogni caso, la piattaforma è indicata sia per chi vuole fare trading che per investire nel lungo periodo e consente di acquistare ETF.

Per maggiori dettagli, qui trovi la mia recensione.

Degiro

Degiro (di cui puoi leggere la recensione in questa guida) è una piattaforma olandese caratterizzata da un pregio che la rende particolarmente amata da trader e investitori, ovvero costi molto bassi. Sia chi vuole fare trading sia chi vuole effettuare investimenti di lungo periodo apprezza tantissimo questa caratteristica.

Chi vuole investire in ETF può trovare in Degiro un ottimo alleato, poiché la piattaforma offre un paniere piuttosto variegato di titoli che si possono comprare a zero commissioni.

Inoltre, Degiro funge da deposito titoli senza conto corrente: diversamente dalle banche tradizionali, non è necessario aprire il conto, poiché è sufficiente depositare i propri soldi da un altro conto di appoggio.

I principali vantaggi per i quali Degiro è molto apprezzata dai suoi utilizzatori sono i seguenti:

  • commissioni basse;
  • è facile da utilizzare, anche tramite smartphone;
  • è ideale per investire somme basse ma anche più importanti;
  • consente l’accesso diretto ai principali mercati mondiali.

Interactive Brokers

Interactive Brokers ha sedi in tutte le principali piazze finanziarie del Pianeta e ricopre un ruolo centrale nelle realtà degli investimenti.

Questo broker ha ogni autorizzazione necessaria per poter operare anche nel nostro Paese e in tutta Europa. Propone commissioni piuttosto accessibili e permette l’accesso a tutti i mercati finanziari.

Il “difetto” che lo rende forse non accessibile a tutti gli investitori è che è richiesto un deposito minimo di 10.000€ per poter iniziare ad operare.

Per questo motivo, è maggiormente indicato per gli investitori con esperienza.

Per maggiori dettagli, qui trovi la mia recensione.

Binck Bank

Binck Bank è una banca specializzata nell’offerta di strumenti per il trading e si rivolge a piccoli trader e risparmiatori che vogliono iniziare ad investire sul mercato azionario, obbligazionario e dei titoli derivati.

La piattaforma offre la possibilità di investire, attraverso il suo dossier titoli, su:

  • ETF;
  • obbligazioni, sia statali che bancarie;
  • azioni, con oltre 20 mercati a listino;
  • futures: puoi scegliere in un ampio parco di sottostanti, tra valute, azioni, indici;
  • opzioni: quotate su Euronext ed Eurex, e dunque non OTC ma standardizzate;
  • certificates: negoziabili su mercati regolamentati, come il Sedex e il Cert-x.

Binck ti offre una delle piattaforme online più evolute per fare trading, con un dossier titoli che più somiglia alle piattaforme per professionisti.

Binck Bank permette di scegliere tra diversi profili di costi. Troviamo infatti un profilo fisso Italia con commissioni che partono da 11 euro e scalano fino a 5 euro in base al numero di operazioni che si effettuano nel trimestre precedente.

C’è il profilo fisso estero, con lo stesso programma di commissioni e gli stessi scaglioni.

E infine puoi operare anche con profilo variabile dello 0,17%, con commissione minima di 2,5 euro e massima di 17,5 euro sui titoli italiani e un pagamento dello 0,18% con un minimo di 5 euro e un massimo di 50 euro per i profili esteri.

Se vuoi saperne di più su questo strumento, qui trovi la mia recensione.

Fineco

Fineco permette di fare trading tramite una delle piattaforme più utilizzate in Italia, investendo su 26 Borse Mondiali e su 50 diverse coppie Forex, pagando commissioni che partono da 2,95 euro e che premiano chi effettua un alto numero di trade ogni mese.

Sulla piattaforma troverai ETF, Azioni, CFD sui più diversi sottostanti, Futures, Obbligazioni statali e Corporate, Opzioni, Certificates.

Puoi aprire il conto di Fineco direttamente online, in pochi minuti dal primo versamento sarai già operativo.

Per quanto riguarda la voce “costi”, la banca offre dei profili fissi a scalare, che diminuiscono all’aumentare della spesa in commissioni durante il mese precedente.

Ecco cosa pagherai:

  • 19 euro fissi su trading su Italia e Europa e 12,95 dollari sul mercato americano, nel caso in cui tu abbia generato meno di 99 euro di commissioni nel mese precedente;
  • 9,95 euro fissi sui mercati Italia e Europa e 9,95 dollari sui titoli USA se generi fino a 1.500 euro di commissioni;
  • Da 1500 euro di commissioni in su paghi 6,95 euro su Italia e Europa e 8,95 dollari se spendi meno di 2.500 euro al mese in commissioni;
  • Se spendi più di 2.500 euro al mese in commissioni, paghi invece 2,95 euro sui titoli italiani e europei, mentre pagherai 3,95 dollari sul mercato USA.

Il “difetto” attuale di Fineco è che sorride poco come piattaforma agli investitori di lungo periodo che non hanno capitali enormi da investire visti i 19€ fissi per gli acquisti. I costi si abbassano per una movimentazione maggiore ma anche qui servono comunque volumi interessanti.

Webank

WeBank è una banca che si è posta l’obiettivo principale di fornire un modo semplice di fare trading online da casa praticamente a tutti, compresi coloro che non sono particolarmente ferrati sul tema.

Webank rappresenta una delle offerte più complete in termini di piattaforme per investire: infatti, puoi mettere a punto i tuoi investimenti con la piattaforma web proprietaria, con T3 (piattaforma per trader professionisti), T3 No Frame e T3 Open, nonché con la versione mobile di questi applicativi.

Con WeBank puoi scegliere tra un grande numero di titoli e sottostanti, operando con commissioni che partono da 2,95 euro per singolo trade.

Per quanto riguarda i costi, WeBank offre diversi profili:

  • Se hai speso fino a 500 euro di commissioni nel mese precedente, allora pagherai: 12 euro su azioni Italia, Europa, ETF, Obbligazioni, ETF e Sedex; 15,90 USD sulle azioni USA; 12,5 GBP sulle azioni quotate a Londra; 9 euro sui derivati A, 90 euro sui derivati B, 3.9 euro sui derivati C;
  • Se hai speso fino a 1000 euro di commissioni nel mese precedente pagherai: 8 euro su azioni Italia, Europa, ETF; 12,90 USD su azioni USA, 12,5 GPB sulle azioni quotate a Londra; 5,90€ sui derivati A, 3,90 euro sui derivati B, 1,9€ sui derivati C;
  • Se hai speso fino a 1500 euro di commissioni nel mese precedente invece pagherai solo 6 euro sulle Azioni Italia ed Europa, 9,9 USD su azioni USA, 10 GPB su azioni UK;
  • Puoi ottenere condizioni ancora migliori se hai speso oltre 2000 euro di commissioni nel mese precedente.

Conclusioni: quale piattaforma ETF scegliere?

Se stai pensando di investire e stai cercando di capire qual è il miglior broker ETF, in questa guida ho voluto darti le mie opinioni e fornirti una panoramica su quelle che a mio avviso sono le migliori piattaforme tra cui scegliere.

Ovviamente sta a te valutare quale può essere la più adatta alle tue esigenze: valuta i costi, la fruibilità dell’interfaccia, la possibilità di non aprire un nuovo conto e poterti appoggiare al tuo, la presenza o meno di un conto demo.

Aggiornerò periodicamente questa lista, in modo da metterti sempre a conoscenze delle promozioni dei principali istituti.

Risorse Utili

Se ti stai interessando agli investimenti, ti consiglio di leggere le seguenti risorse:

A pesto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Davide Marciano
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
Categorie: ETF

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei