I Servizi che Deve Offrire un B&B: Consigli ed Idee Per Differenziarsi

I bed and breakfast sono strutture ricettive a carattere alberghiero turistico che hanno ormai preso piede nel nostro Paese. Si tratta di attività a conduzione familiare e questo può creare dubbi e confusione circa i servizi del b&b: quali devono venire offerti, e quali sono facoltativi?

In questa guida ti voglio parlare proprio di questo: se stai pensando di aprire un b&b, devi sapere che la normativa è molto articolata e purtroppo varia da regione a regione. Ciò causa frammentazione e molti dubbi, per questo su Affari Miei ho pensato di scrivere delle guide dedicate a questo tema, in modo da aiutarti a iniziare a fare chiarezza su questa realtà: qui trovi la scaletta completa per poter organizzare il tuo piano d’azione e avviare un B&B redditizio.

Sei pronto quindi a iniziare? Continua a leggere!

Cosa si offre in un B&B?

La risposta può sembrare banale, ma è bene specificarlo: come si evince dal nome stesso, un bed and breakfast offre pernottamento e colazione (e ovviamente relativa accoglienza).

Questi tre, infatti, sono i servizi di base che è obbligatorio offrire agli avventori per legge. Nei prossimi paragrafi vedremo insieme in che modo vanno erogati tali servizi e anche quali servizi facoltativi possiamo offrire aprendo questo tipo di attività ricettiva, le cui caratteristiche sono spiegate nel dettaglio qui.

Servizio di accoglienza

Si tratta di una delle fasi più importanti, perché rappresenta il momento del primo contatto con l’ospite o gli ospiti, ossia quello in cui presentate voi stessi, la struttura e il servizio che offrirai.

 

In realtà il primissimo contatto è quello della prenotazione, che può avvenire via mail oppure via telefonica. In questo momento dovrai fornire i riferimenti esatti per trovare la struttura, lasciando un riferimento telefonico da contattare in caso di problemi o imprevisti durante il viaggio e specificando un orario in cui arrivare.

Infatti, come avviene in qualunque struttura ricettiva, i clienti possono arrivare in un determinato orario, dal primo pomeriggio alla tarda serata a discrezione dei gestori: ciò permette loro di poter salutare i precedenti clienti e di preparare la stanza a quelli successivi prima del loro arrivo, effettuando le pulizie.

Quando arriveranno gli ospiti sarebbe necessario e gradito che ci fosse tutto lo staff: considerando che si tratta di un esercizio a conduzione familiare, non dovrebbe essere difficile riunirsi insieme al consorte o alla sorella o al proprio aiutante, chiunque sia, per accogliere il nuovo arrivato.

Il clima dovrà essere molto amichevole e così dovrete informarvi del viaggio e magari offrire da bere, per poi mostrare la camera e il bagno: se in condivisione, dovrete spiegare come condividere gli spazi senza urtare gli altri ospiti.

Dopodiché potrete lasciare i clienti a sistemarsi e magari fissare un incontro più tardi per mostrare gli altri spazi e spiegare al meglio gli orari da rispettare e offrire i dépliant che avete preparato per aiutarli a muoversi in zona durante il loro soggiorno: qui ti ho spiegato come potresti preparare il materiale informativo per i tuoi avventori.

Se invece non vogliono aspettare, puoi espletare tali funzioni subito.

Il pernottamento

Ecco la seconda attività che, per ovvi motivi, dovrai offrire nel tuo B&B. Questo servizio comporta naturalmente l’uso di una camera da letto adibita per gli ospiti e anche quella del bagno.

È superfluo ricordare che le lenzuola e la biancheria vanno cambiate e gli ambienti vanno puliti con cura da cima a fondo.

Se i tuoi ospiti si fermeranno più di un giorno dovrai occuparti di attività come svuotare il cestino della spazzatura, cambiare l’aria nella camera, rifare il letto, occuparti di sostituire gli asciugamani sulla base delle indicazioni da te fornite, controllare la presenza della carta igienica e così via.

Attenzione a cercare di mettere ben in chiaro le regole per evitare problemi organizzativi, soprattutto se dopo la partenza dell’ospite è previsto l’arrivo di un’altra persona o famiglia: bisogna definire con chiarezza l’orario di check out e eventualmente, durante la permanenza, le regole legate all’uso del bagno, se condiviso, oppure quelle circa l’utilizzo della tv (per evitare ad esempio che il volume sia troppo alto).

Inoltre, se il bagno è condiviso con te e la tua famiglia (può succedere, visto che il b&b è una struttura informale e familiare!) è bene che controlliate in maniera ancora più meticolosa la pulizia e che definiate gli spazi (dovrà esservi appunto uno spazio dedicato agli ospiti) e se ci sono bambini in casa tua è fondamentale che gli insegniate a rispettare le regole e a non urtare i clienti magari toccando le loro cose.

Questi sono i servizi minimi da garantire per proporre un pernottamento piacevole e rilassante, tuttavia ogni servizio in più può aiutarti a restare nel cuore di chi passa per casa tua e magari favorire un buon passaparola.

E ora continuiamo con l’ultimo servizio compreso nel pacchetto B&B!

La colazione

Ovviamente. Si tratta di uno di quelli che più caratterizza la permanenza in questo tipo di struttura. Ammettilo, non fai anche tu parte di quella categoria di persone che ama le vacanze perché al mattino è possibile riempirsi il piatto davanti a un buffet imbandito di ogni ben di Dio?

Inoltre, una delle caratteristiche del bed and breakfast è proprio, come ti ho ripetuto più volte, la familiarità del contesto: ciò si traduce nel fatto che potrai proporre prodotti tipici locali oppure dolci fatti in casa da te ai tuoi ospiti, manicaretti e specialità che difficilmente si possono trovare in un hotel, il quale offre spesso un servizio più standardizzato (vista anche l’affluenza di gente maggiore).

Dunque, pensare di imbandire la tavola con dolci e cibi della tua zona può essere un modo per introdurre il cliente alla gastronomia della tua zona, magari indirizzandolo anche verso alcuni negozi tipici del tuo paese.

Ovviamente bisogna tenere conto delle esigenze dei vari tipi di turista, che potrebbe desiderare una colazione dolce, oppure salata. Non solo: dovrai necessariamente chiedere ai tuoi ospiti se soffrono di qualche intolleranza alimentare, come la celiachia oppure quella al lattosio, o se magari seguono qualche dieta particolare (vegana o vegetariana).

Detto ciò, ecco quali sono i tipi di colazioni Bed and breakfast che puoi proporre al mattino.

Colazione continentale

Si tratta di un tipo di prima colazione molto diffusa in Italia, e che prevede caffè, latte o the, brioche e fette biscottate o pane su cui spalmare vari tipi di creme (cioccolato o marmellata).

Se temi che la scelta sia troppo varia e che magari qualcosa possa andare sprecato, informati prima sui gusti di chi arriverà a casa tua: se sai che nessuno ama fare una colazione abbondante, con una torta fatta in casa, inutile mettersi all’opera.

Colazione all’europea

Si tratta di una variante di quella continentale, a cui vengono però aggiunti formaggi e salumi, uova e yogurt. Puoi proporre anche cereali insieme allo yogurt: ricordati, se possibile, di preferire i prodotti caseari o dolciari della tua zona.

Acquista magari yogurt greco del pastore del paese, oppure dolci di un pastificio locale artigianale e così via. Se anche in questo caso temi che qualcosa possa andare sprecato, effettua un’indagine prima dell’arrivo degli ospiti: se nessuno mangia lo yogurt puoi evitare di comprarlo o proporre quelli nei barattoli, che hanno una conservazione più a lunga durata.

Colazione americana

Questa colazione si compone di alimenti sia freddi che caldi, e prevede anche pancetta e salsiccia, pane tostato, succhi di frutta.

In tutte queste varianti dovrai mettere a disposizione piatti e tazze, tovaglioli e posate, possibilmente non di plastica: l’affluenza di pochi ospiti per volta dovrebbe rendere più semplice lavare le stoviglie senza che sia necessario il ricorso all’usa e getta.

Anzi, potrebbe essere l’occasione per utilizzare quei servizi da tè, piattini e oggettistica che in realtà non hai mai pensato di usare.

Anche se si tratta di tazzine spaiate, ricordati che con un po’ di creatività puoi abbinare varie elementi a tono creando un set “country” che può far sentire a casa chi ti ha scelto. Evita ovviamente ciò che è sbeccato.

Altri servizi

Questi servizi che abbiamo visto ora, sono i servizi obbligatori, che un B&B deve per forza di cose offrire a chi vi pernotta. Vi sono però altre opportunità di lavoro e attività che puoi mettere in pratica per dare quel tocco più al tuo Bed and breakfast.

Altri pasti

In realtà la normativa, come ti ho anticipato in apertura, è molto complessa e varia da regione a regione, per cui, sulla possibilità di offrire altri pasti potresti trovarti in difficoltà.

Per capire se puoi saltuariamente (sì, solo saltuariamente, ovviamente) e su richiesta proporre altri pasti dovrai quindi consultare la normativa regionale e informarti presso gli enti di competenza.

In alternativa, puoi pensare di avviare un home restaurant, un’attività separata  che non richiede l’apertura della partita IVA: l’unico limite riguarda l’impossibilità di superare il fatturato annuo di 5000 euro. Tuttavia potrebbe essere un’ottima possibilità per arrotondare le tue entrate, considerando che potresti operare anche in quei periodi dell’anno in cui il b&B deve rimanere chiuso per legge.

Con questa soluzione potresti così anche proporre pasti aggiuntivi ai tuoi ospiti (e non solo). Ovviamente in questo caso anche potrai proporre cibi e vini locali, sbizzarrendoti con i menù.

Informazioni di tipo turistico

Ovviamente questo è un servizio molto importante che dovrai fornire gratuitamente (o compreso nel prezzo che dir si voglia). Dovrai essere molto preparato sull’argomento, e saper guidare chi si reca presso la tua casa verso attività culturali, sportive, naturalistiche o ludiche a seconda delle richieste.

Un buon gestore deve essere molto preparato su ciò che il territorio ha da offrire sui vari forni, poiché è probabile, se non sicuro, che verrà interpellato alla ricerca di consigli!

Ricreazione e divertimento

Siccome i B&B, come tutte le strutture ricettive, sono soggetti a stagionalità, e quindi vi sono dei mesi con meno affluenza, la possibilità di integrare con altri servizi (ad esempio l’home restaurant) può essere utile a far sì che i turisti arrivino anche in altri momenti dell’anno.

Ovviamente dovrai sfruttare le fiere e le sagre di paese, che possono attrarre persone. Inoltre potresti far fruttare i tuoi hobby, organizzando corsi di yoga, giornate per la scuola se hai un orto o un frutteto, corsi di découpage e pittura.

Infine, potresti convenzionarti con impianti sportivi o musei, in modo che i tuoi clienti possano usufruire di sconti qualora gradissero praticare quei tipi di attività.

Conclusioni

Gestire un B&B può essere davvero un’esperienza gratificante, tuttavia la concorrenza può essere spietata. In questa guida ti ho illustrato quali sono i servizi basilari, tuttavia ho anche dato qualche spunto per valorizzare e differenziare la tua attività.

Si tratta di una valorizzazione fondamentale per poter mettere in luce il tuo B&B e far sì che sia scelto dai turisti.

Ulteriori risorse utili

Su Affari Miei puoi trovare molte altre guide dedicate all’apertura di questa attività.

Intanto ti consiglio la lettura di queste risorse:

Buona fortuna!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Scarica Gratis "Mettersi in Proprio - Metodo Affari Miei"
La tua privacy è al sicuro
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei