Aprire un Albergo: Consigli per Gestire un Hotel

Vorresti aprire un albergo? Allora sei nel posto giusto! In tutto il pianeta gli alberghi sono tra i servizi più utilizzati per il pernottamento da chi lavora o da chi ama viaggiare. Gli alberghi sono una vera e propria comodità per tutti i viaggiatori e che si sia in un viaggio di piacere o in giro per lavoro, rivolgersi ad un albergo è spesso una soluzione necessaria per il pernottamento.

Queste strutture sono attività che offrono un servizio utile ai propri clienti e che rappresentano un’opportunità di guadagno per le persone che desiderano di mettersi in proprio lavorando nel settore alberghiero.

La clientela degli alberghi è variegata ed eterogenea e se un tempo solo le famiglie o gli adulti  si servivano di queste attività, oggi anche i più giovani amano pernottare in albergo, complici i tanti sconti e promozioni che si trovano online.

Oggi pernottare in albergo non è più una soluzione proibitiva per i giovani e per questo la clientela di queste strutture si sta ampliando. Investire in un albergo rappresenta un impegno notevole, ma se sarai capace di gestire tutto al meglio le possibilità di guadagno diventano davvero interessanti.

Quindi, avviare una struttura turistica di questo tipo è il desiderio di tantissime persone che hanno il desiderio di lavorare con una attività in proprio e se desideri iniziare a lavorare nel settore alberghiero continua a leggere il nostro articolo e capirai come fare.

Ti parlerò dell’iter burocratico necessario da seguire per l’apertura del tuo albergo, dei requisiti obbligatori per la legge italiana, della somma minima da investire e delle possibili affiliazioni in franchising presenti al momento.

Quali sono i requisiti per aprire un albergo?

Per aprire una qualsiasi attività in Italia, compreso un albergo, bisogna avere per obbligo legge alcuni requisiti morali, ovvero non dovrai essere stato dichiarato interdetto oppure fallito in precedenza.

Al contrario non ti sarà dato il permesso di aprire il tuo albergo. Inoltre prima di aprire il tuo albergo dovrai trovare dei locali che siano adatti all’apertura di un albergo e che quindi dispongano dello spazio necessario per ospitare le varie camere con i relativi i bagni, i locali di servizio e lo spazio per tutto l’occorrente per un albergo.

Il locale dovrà anche avere dei requisiti igienico sanitari obbligatori secondo la legge italiana.

Il locale dovrà essere idoneo e a norma altrimenti non avrai i nulla osta per la tua apertura. Qualora il locale non disponesse di tutti i requisiti un modo per rimediare è mettere a norma i locali, in questo caso saranno necessari dei lavori edilizi per far sì che i locali ottengano i requisiti obbligatori per legge.

I lavori hanno dei costi che devono essere aggiunti alla somma iniziale che pensavi di spendere per questo ti consiglio di controllare con molta attenzione non solo i requisiti richiesti per legge, ma anche le caratteristiche dei locali che pensi di scegliere o acquistare prima di procedere. Qui di seguito ti elenco anche altri requisiti obbligatori per legge per l’apertura di un albergo:

  • l’apertura di una Partita Iva, si tratta di un primo passo necessario, senza una partita Iva non otterrai il permesso di aprire il tuo albergo: qui trov una guida di approfondimento;
  • l’iscrizione al Registro delle Imprese, si tratta di una iscrizione obbligatoria prima di iniziare una qualsiasi attività in proprio;
  • l’iscrizione a Inps;
  • l’iscrizione all’Inail;
  • certificato della ASL (che accerti il rispetto delle norme igienico sanitarie obbligatorie, il documento si può richiedere alla ASL compilando l’apposito modulo, in seguito la Azienda Sanitaria Locale invierà un controllo nel tuo locale, una volta superato il controllo otterrai il permesso di aprire l’attività);
  • dichiarare al comune l’inizio di attività (compilando l’apposito modulo);
  • pagare la Siae nel caso in cui si preveda la diffusione di musica (compresa la radio) nei locali dell’albergo;
  • ottenere il permesso per l’esposizione dell’insegna (e pagare la relativa tassa per l’ingombro);
  • stipulare polizze assicurative che tutelino te, il tuo personale e i tuoi clienti
  • (nel caso in cui pensi di aprire una società) dovrai richiedere anche la costituzione di una società prima di aprire il tuo albergo.

Se il tuo sogno è lavorare con una tua attività e desideri avere sempre maggior successo e di attirare sempre nuovi clienti ci sono anche altri requisiti che dovrai dimostrare di avere per rimanere sulla cresta dell’onda.

Non ti sto parlando di requisiti richiesti dalla legge italiana, ma di doti fondamentali per chi lavora in un’attività alberghiera. Ricorda che per aprire un’attività dovrai dimostrarti intraprendente e capace di risolvere i problemi più disparati.

Per gestire un albergo sono necessari anche tanta sicurezza in sé, oltre che tanta pazienza e senso di comprensione.

É fondamentale anche preparare un business plan estremamente accurato in cui riporterai ogni singola spesa e tutti gli obiettivi sia a lungo che a breve termine. Grazie al business plan minimizzerai il rischio di errori e aiuterai il successo della tua attività. Riporta nel tuo business plan anche le spese e gli investimenti che pensi di fare.

Dove conviene aprire?

Gli alberghi devono essere aperti in zone con un forte flusso di possibili clienti. Il centro delle città è il luogo perfetto per l’apertura di un albergo, anche se la concorrenza sarà di certo spietata.

Anche l’immediata periferia si adatta bene ad una attività alberghiera, non tutti i clienti amano stare in pieno centro e ce ne sono alcuni che preferiscono la periferia perché fuori dal caos cittadino.

Fa attenzione alle attività presenti in zona, cerca di non aprire troppo vicino ad un altra struttura alberghiera troppo simile alla tua o in zone già molto servite da attività del genere, a meno che tu non ti presenti come l’alternativa vincente grazie alle tue idee innovative o alle tariffe convenienti.

Avere la concorrenza troppo vicina è un’arma a doppio taglio, potrebbe essere un pericolo per i guadagni oppure, al contrario, potresti rappresentare un’alternativa utile per i clienti e diventare la struttura di maggior successo.

Per capire se il luogo in cui hai deciso di aprire è quello che più si adatta alla tua attività ti consiglio di valutare le esigenze della zona e il passaggio dei potenziali clienti.

Per essere sicuro di aver scelto il posto giusto ti consiglio di chiedere ad un professionista del settore che si occuperà di fare un’analisi di geo marketing per te e per la tua attività. Ricorda di che anche la vicinanza a stazioni, aeroporti e autostazioni può essere una scelta vincente. Anche scegliere zone vicino a grandi aziende potrebbe essere la scelta giusta.

Ovviamente le zone di interesse turistico sono perfette per l’apertura di un albergo. Anche aprire vicino agli stadi può essere una buona scelta, ricorda che i concerti e le partite avvicinano un gran numero di potenziali clienti. Non dimenticare che in genere a questi eventi partecipano migliaia di spettatori che nella maggior parte dei preferiscono pernottare nelle vicinanze dello stadio.

Aprire un albergo in zone del genere potrebbe essere un buon modo per garantire a te e alla tua attività una clientela ampia e variegata e con un flusso continuo. Ricorda che spesso in questi luoghi la concorrenza è piuttosto agguerrita e per questo anche anche i costi per l’acquisto o affitto dei locali possono risultare più alti.

Esistono dei franchising per gli alberghi?

Se desideri lavorare nel settore alberghiero, ma vuoi rischiare meno e avere qualche garanzia in più puoi pensare di affiliarti ad uno dei franchising alberghieri disponibili al momento. Qui di seguito ti propongo le migliori offerte disponibili nel settore.

1) Best Western

Si tratta di una catena alberghiera che è nata in Italia nel 1982 e ad oggi vanta circa 4.200 hotel in ben 86 Paesi del mondo.

In Italia è tra i brand leader nel settore e possiede circa 160 hotel. L’azienda non rivela info per l’affiliazione e per questo motivo è necessario contattare ufficialmente la casa madre per conoscere tutti i dettagli. Ti sarà sufficiente visitare il sito ufficiale Best Western e cercare i contatti.

2) Holiday Inn

Una catena alberghiera per la famiglia che propone prezzi convenienti. Fa parte del gruppo IHG che conta oltre 5.000 hotel in 100 territori e Paesi del mondo. Purtroppo anche in questo caso l’azienda non rivela info per l’affiliazione.

È necessario contattare ufficialmente la casa madre per conoscere tutti i dettagli. Visita il sito ufficiale di Holiday Inn e cerca i contatti, sarai ricontattato da un responsabile.

3) Clarion Hotels

Un marchio del gruppo Choice Hotels che ha creato una rete di alberghi in franchising diffusa a livello mondiale.

La casa madre conta circa 170 hotels negli Stati Uniti d’America e ben 130 nel resto del pianeta.

Anche in questo caso l’azienda non rivela info per l’affiliazione e per questo motivo è necessario contattare ufficialmente la casa madre per conoscere tutti i dettagli. Visita il sito ufficiale di Choice Hotels e cerca i contatti.

4) Quality Hotel

Anche questo marchio fa parte del gruppo Choice Hotels e ha alberghi in tutto il mondo. In Italia sono presenti tramite il franchising. Purtroppo la Choice Hotels non rivela info per l’affiliazione.

È necessario contattare ufficialmente la casa madre per conoscere tutti i dettagli. Visita il sito ufficiale di Choice Hotel e cerca i contatti per l’affiliazione.

5) Ibis Hotel

La catena alberghiera presente in 45 Paesidel mondo con quasi 100 hotels. In Italia è presente con una quindicina di alberghi.

Neanche Ibis rende pubblici i dettagli per l’affiliazione e anche in questo caso è necessario contattare la casa madre per conoscere i dettagli. Visita il sito ufficiale di Ibis Hotel e cerca i contatti per l’affiliazione.

6) Aprire un paese albergo

Un’alternativa al Franchising è quella di avviare un paese albergo. Ma come aprire un albergo diffuso? Di cosa si tratta?

Questo è un nuovo progetto mirato a garantire la riqualificazione e l’economia delle zone turistiche, come può essere un paese di montagna. L’imprenditore acquista più edifici sparsi per tutta la zona e li ristruttura,  se necessario. Quindi uno degli edifici centrali diventerà la reception, mentre le camere dei clienti saranno sparse per il paese.

Lo scopo è quello di stimolare i turisti a camminare e spostarsi per la zona, scoprendo quindi i negozi locali e le attività ricreative della zona.

Questa idea innovativa potrebbe diventare un’opportunità per tanti albergatori del futuro, da attuare in sinergia tra le arie risorse del territorio!

Quanto costa aprire un albergo?

Sebbene molti sognino di getsi, questo non è possibile. I osti ci sono, eccome, se ci sono, come per ogni impresa!

I costi da fronteggiare per l’apertura di una qualsiasi attività commerciale, compreso un albergo, derivano da tanti fattori differenti come  i metri quadri della struttura, la zona scelta per l’apertura dell’albergo, il costo degli arredi delle stanze e dei bagni, delle forniture e delle attrezzature, dei costi per le varie utenze, per l’iter burocratico e le consulenze.

Alla cifra dovrai aggiungere anche gli eventuali lavori edilizi per la messa a norma dei locali.

In media per aprire un albergo con un numero di stanze non troppo elevato spenderai di certo meno di 300.000 euro. La cifra può aumentare molto facilmente a seconda del numero di stanze che deciderai di avere, dell’estensione dei locali, del tipo di arredo scelto e soprattutto del tipo di albergo che pensi di aprire.

I requisiti di un albergo a 5 o 4 stelle costano molto di più di quelli richiesti per un albergo a 2 o 3 stelle. Migliore è l’albergo e maggiore è la spesa. Non stupirti se per un buon albergo supererai addirittura il milione di euro.

Se hai già dei locali tuoi la spesa potrà addirittura diminuire, ma la messa a norma e gli arredi rappresenteranno comunque un costo notevole. Anche l’ubicazione può far aumentare o diminuire i costi, una struttura in pieno centro storico ti costerà molto più di una ubicata in periferia.

Si tratta di una cifra da spendere è piuttosto alta e per alcuni potrebbe rappresentare uno scoglio insormontabile: potresti pensare di vedere se è la strada giusta per te, prima di investire un patrimonio, prendendo un hotel in gestione, così da saggiare il terreno!

Per questo ti consiglio di recarti in regione o di visitare il sito ufficiale per controllare se sono stati messi a disposizione dei finanziamenti o degli sgravi fiscali per le nuove attività. Se pensi che la cifra sia comunque eccessiva puoi affidarti ad uno dei franchising tra quelli proposti, ma ricorda che la cifra da spendere sarà sempre alta.

Concluderei lasciando qualche consiglio utile per far sì che il tuo albergo arrivi al successo che desideri e per consentire alla tua struttura di durare nel tempo:

  • mostrati sempre paziente, accogliente e ben preparato, impara a gestire le esigenze dei tuoi clienti, resta sempre disponibile anche nei momenti più stressanti e di maggior afflusso di clienti;
  • fa nascere un clima accogliente e rilassante, vedrai che i clienti torneranno, l’ambiente accogliente attira sempre;
  • cura la pubblicità, ricorda di farlo anche online e sui social network;
  • non far aspettare i tuoi clienti, non dimenticare orari e prenotazioni, un cliente soddisfatto è un cliente che tornerà e che parlerà bene di te, mentre un cliente insoddisfatto può farti perdere potenziali prenotazioni;
  • organizza un sito internet che abbia un sistema di prenotazione online 24 ore su 24;
  • impara distinguerti dalla massa.

Ora che sai tutto il necessario per aprire un albergo non ti resta che iniziare a percorrere la tua strada.

Ulteriori risorse

Su Affari Miei è possibile trovare anche altre opportunità e idee imprenditoriali legate al mondo del turismo: te ne suggerisco qualcuna:

Il business è un percorso complesso e stimolante, ecco alcune risorse dedicate ai neo imprenditori:

Buona fortuna!i

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito Business con Metodo

Stai pensando di metterti in proprio ma non sai da dove iniziare? 

Scopri Subito il Video Corso “Business con Metodo”: ho preparato per te oltre 1 ora di contenuti esclusivi che ti guideranno nel pianificare la tua avventura imprenditoriale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

3 COMMENTI

  1. Buon giorno

    Ho letto il suo articolo”consigli per gestire un hotel” che ho trovato molto interessante e siccome mi piacerebbe molto gestire una attività di questo tipo vorrei porre una domanda da vero incompetente ovvero: – se la mia attività alberghiera fatturasse 200.000 euro quanto sarebbe il mio netto ma intendo il vero netto?

    Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti

    • Buongiorno Carlo,

      su due piedi non esiste una risposta perché la capacità di produrre ricchezza deriva da come viene gestita in generale l’attività e, quindi, anche dalla bravura dell’imprenditore.

      Per farsi un’idea può fare la cosa più semplice: scaricare le visure delle società che operano nella zona in cui ha interesse e vedere quanto utile dichiarano rispetto al fatturato, questa è già una buona idea.

      Se è solo una curiosità, mi sembra il modo migliore ed è quello che, insieme ad altre cose, consiglio agli utenti che parlano con me: https://www.affarimiei.biz/parla-con-me/

      Buona giornata!

  2. O letto tutto. Sono sempre più sicuro di prima per avviare un hotel di 7 stelle in Italia. O visto diverse ville storiche con affreschi. Palazzi e castelli storici incantevoli da favola come nei film. So che al Canal grande di Venezia c’è l Aman un hotel di 7 stelle avviato in un palazzo storico con affreschi. IO vorrei aprirlo in Toscana o Roma. E vorrei da lei un consiglio.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei