Fondi BPER Banca, Conviene Investire? Migliori Fondi delle SGR proposti da BPER Banca

Stai cercando informazioni sui Fondi comuni di investimento di BPER Banca? Se ti stai interessando di investimenti e pensi che un fondo comune d’investimento possa fare al caso tuo, probabilmente avrai sentito parlare dei fondi comuni che vengono proposti da BPER Banca.

In questo articolo vedremo insieme cosa vuol dire investire nei fondi comuni d’investimento, quali sono i vantaggi, gli svantaggi, e i rischi di un investimento simile.

Successivamente vedremo quali sono i fondi proposti da BPER e infine ti fornirò le mie opinioni a riguardo.

Possiamo cominciare!

Due parole su BPER Banca

Prima di addentrarci nella trattazione, cominciamo come sempre a farci un’idea sull’istituto che propone i prodotti.

BPER Banca è uno dei più grandi istituti bancari italiani.

È stata fondata nel lontanissimo 1867, con il nome di Banca Popolare di Modena, e dal 2015 ha assunto il nome che porta ancora tutt’oggi.

Il Gruppo oggi può contare su una solida rete di partnership e di partecipazioni, alcune di controllo, in istituzioni finanziarie straniere. 

Si tratta del terzo gruppo bancario nazionale, e possiedi quasi 2000 filiali in tutta Italia.

Si tratta quindi nel complesso di una banca sicura e stabile, attiva in tutti i principali segmenti di mercato sia attraverso joint venture che con società partecipate. 

Dal 2009 inoltre è quotata a Piazza Affari.

Investire nei fondi comuni di investimento

Abbiamo visto come la società adibita a fornire gli strumenti di investimento sia sicura, ma possiamo dire la stessa cosa degli strumenti in sé?

Prima di vede l’offerta della banca, possiamo cercare di capire insieme cos’è un fondo comune d’investimento, quali sono i suoi rischi e le sue opportunità e se conviene investire in questi strumenti.

I fondi comuni d’investimento sono degli organismi di investimento collettivo del risparmio. Essi sono adibiti a raccogliere i capitali di tutti i sottoscrittori in un unico patrimonio autonomo ma gestito, e successivamente lo investono in un paniere diversificato di titoli.

Siamo quindi nell’ambito del risparmio gestito, e quindi della gestione attiva.

Cosa significa?

Significa che vi è un gestore che investe e gestisce le quote dei tuoi soldi per tuo conto, quindi uno strumento simile si addice molto a coloro che non possiedono grandissime competenze in ambito finanziario, e che non intendono investire da soli, o perchè non sanno da che parte cominciare, o perchè hanno un poco di timore.

La gestione attiva infatti risolve questi problemi, offrendo la competenza di un gestore, e la possibilità di affidarsi a qualcuno che investa al nostro posto. 

Uno degli svantaggi della gestione attiva però è da ricercare nei costi: essi solitamente sono molto elevati: i costi derivano dal fatto che occorre remunerare il gestore che investe per il tuo conto.

Non dimenticarti inoltre i rischi: ogni investimento è rischioso, qualcuno di più, qualcun altro di meno, ma mai nessuno sarà esente da rischi. Anche se vi è un gestore che investe, non è detto che le performance del tuo investimento saranno ottimali o interessanti. 


Non sai come investire?

Scopri che investitore sei. Ti bastano 3 minuti per scoprire la strategia migliore per te.

>> INIZIA ORA! <<


I fondi proposti da BPER Banca

BPER Banca mette a disposizione la sua professionalità per offrire ai propri clienti dei fondi comuni d’investimento in cui investire.

Essi offrono un ampio ventaglio di soluzioni, per venire incontro alle esigenze di investitori più prudenti, ma allo stesso tempo per soddisfare anche gli investitori più esperti e qualificati. 

BPER Banca offre fondi comuni d’investimento di Arca SGR e di Etica SGR.

I Fondi Arca sono gestiti da Arca SGR, una delle più importanti società italiane di gestione del risparmio.

La società è stata fondata nel 1983, e ad oggi conta circa 8000 sportelli e una rete di promotori finanziari e canali online che sono in grado di garantire il massimo livello di servizio e di assistenza alla clientela.

BPER Banca distribuisce alcuni dei fondi di Arca SGR, qui trovi un elenco dei fondi che ho recensito:

Per sapere quale tra questi puoi scegliere passando per BPER Banca non ti resta che recarti in filiale oppure contattare l’assistenza clienti di BPER per saperne di più.

BPER Banca offre anche i fondi comuni di investimento di Etica SGR, un’altra società di gestione del risparmio che propone fondi comuni di investimento sostenibili e responsabili.

Etica SGR è nata nel 2000, ed è molto attenta ai criteri ESG per la selezione dei suoi fondi. Infatti il suo obiettivo è quello di promuovere investimenti finanziari verso le imprese e gli Stati più attenti alle conseguenze sociali e ambientali derivanti dalle loro azioni.

Anche in questo caso ti invito a informarti presso BPER Banca per capire quali fondi puoi acquistare. 

Opinioni di Affari Miei

Come promesso, visto che siamo arrivati alla fine della guida, cercherò di trarre le conclusioni e fornirti alcune mie opinioni a riguardo.

Personalmente non sono un grande fan di questi prodotti: li trovo poco trasparenti.

Investire in fondi comuni d’investimento infatti spesso comporta più problemi che soddisfazioni, in quanto anche se si tratta di risparmio gestito le insidie ci sono sempre.

Non voglio parlare in particolare dei fondi comuni di investimento proposti da BPER Banca, ma mi sto riferendo indistintamente a tutti questi tipi di prodotti.

Non conoscendo la tua situazione personale e finanziaria non posso dirti con certezza “si, ti conviene” oppure “no, non ti conviene”. Cerco soltanto di farti ragionare mettendoti davanti la realtà per ciò che è.

Spesso questi fondi infatti presentano dei costi di gestione molto elevati, come abbiamo già visto, e inoltre a volte potresti trovarti a dover fare i conti con dei costi nascosti.

Inoltre potresti rischiare di investire e pagare laute commissioni per poi ottenere dei rendimenti e delle performance non all’altezza, visto che nel 90% dei casi i fondi non sono in grado di sovraperformare il loro benchmark di riferimento. 

Conclusioni

Se dovessi darti un consiglio, ti direi di soffermarti sugli ETF, uno strumento davvero interessante, a gestione passiva, che replica un benchmark di riferimento ed è in grado di abbattere i costi di gestione tipici del risparmio gestito.

Ripeto, non mi sto riferendo a questi fondi in particolare, ma in generale a tutti gli strumenti simili.

Essendo un investitore autonomo, il mio mantra è sempre quello di formarsi, studiare e imparare. Soltanto in questo modo potrai acquisire consapevolezza ed essere in grado di andare a operare sui mercati sapendo esattamente ciò che stai facendo, senza delegare in bianco ad altre persone.

A tal proposito ti lascio alcune risorse che potrebbero esserti utili:

Buon proseguimento!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *