BTp 2031 Contro l’Inflazione

Il tasso di inflazione attuale supera il 6% e la situazione non sembra voler migliorare. Gli investitori hanno paura di investire e non sanno come proteggere il proprio patrimonio dall’erosione.

Spesso lo sguardo correi ai rassicuranti bond, tuttavia i rendimenti sono ancora troppo bassi.

Un’obbligazione che potrebbe però garantire maggiore tutela contro l’inflazione è il BTp 1 maggio 2031 e cedola 6%, emesso sul finire degli anni ’90.

Il Rendimento

Ad oggi, questo bond ha perso circa il 13%, ma il rendimento netto è salito a 2,16%.

I tempi cambiano in fretta, basta pensare che tale strumento, a inizio anno, poteva essere considerato eccessivamente caro, mentre oggi è più vantaggioso, visto che il prezzo è sceso, ma il rendimento è salito!

Esso vanta una durata residua inferiore ai 9 anni,  dunque, chi lo acquistasse oggi, andrebbe ad investire su un orizzonte temporale non eccessivamente lungo, e tra l’altro optando per uno strumento che offre  un rendimento netto interessante.

Cosa significa?

Se la Banca Centrale Europea riuscisse a mantenere fede alla sua promessa, ovvero di perseguire un’inflazione media nell’Eurozona al 2%, significherebbe che il BTp 2031 andrebbe a coprire completamente la perdita del potere d’acquisto.

Non dimentichiamo la maxi-cedola: al netto della tassazione nei giorni scorsi si attestava al 4,17% annuo, un avlore che a sua volta riesce a  coprire l’inflazione media nei prossimi anni.


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


Imprenditore e Investitore - Co-fondatore di Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria Indipendente
Ha iniziato il suo percorso nel 2014 scrivendo i primi articoli su Affari Miei. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha approfondito la sua storica passione per l'economia e la finanza conseguendo un Master Executive in Consulenza Finanziaria Indipendente.
Categorie: News

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *