Quanto Guadagna un Agente Immobiliare: E’ il Settore Giusto in Cui Lavorare?

L’agente immobiliare è un mestiere che incuriosisce molti giovani e che spesso interessa chi ancora non ha trovato una posizione lavorativa: quanto guadagna un agente immobiliare? Conviene intraprendere questa carriera?

Nei film si vedono agenti immobiliari con vite di lusso o poveri altri agenti in continua bancarotta. Chi ha ragione?

È vero che un agente immobiliare può guadagnare tanti soldi, ma allo stesso tempo potrebbe anche fare fatica ad arrivare ad uno stipendio base. Dipende tutto dal mercato e dalle capacità dell’agente.

Oggi vogliamo capire quanto guadagna un agente immobiliare e cosa bisogna fare per intraprendere una carriera in questo settore.

Vi daremo anche qualche consiglio per lavorare al meglio, ma ovviamente tutto dipenderà da voi. Siete curiosi di sapere tutto al riguardo? Buona lettura.

Agente immobiliare: di cosa si tratta?

L’agente immobiliare è una figura professionale che segue tutto il processo di compravendita e/o di affitto di un appartamento, di una casa o di un immobile in generale.

Alcuni pensano che si tratti di un mestiere adatto a tutti e che chiunque potrebbe buttarsi nell’impresa, ma non è così. Inoltre molti credono che l’agente immobiliare porti semplicemente i clienti a vedere gli immobili e poi se ne torni a casa tranquillo.

Il compito di un agente immobiliare è complesso e faticoso, e non si tratta solo di passeggiare in giro per le case.

Un agente deve ascoltare e capire le esigenze del cliente, trovare l’immobile adatto e che soddisfi tutte le richieste, mediare (se necessario) tra venditore e acquirente, mediare (se necessario) tra la banca e il cliente, curare la parte burocratica della vendita, soddisfare le esigenze di tutti e infine deve riuscire a chiudere la vendita con successo.

Un percorso decisamente più lungo rispetto al semplice accompagnatore dei clienti negli immobili.

Inoltre un agente immobiliare deve sempre essere preparato e aggiornato e deve seguire continui corsi di aggiornamento per essere sempre in linea con le ultime novità del mercato e con gli ultimi cambiamenti legali e burocratici.

Un agente immobiliare deve anche saper interpretare i documenti, i contratti di locazione e conoscere il profilo fiscale di ogni movimento economico o contrattuale. Inoltre deve occuparsi della pubblicità, deve analizzare il mercato e tutelare il cliente fino alla fine della trattativa.

Infine, se il cliente ha bisogno di un mutuo, l’agente immobiliare deve anche saper trattare con la banca e mediare tra banca e cliente. Una bella fatica!

Quindi se pensate di diventare agente immobiliare ricordate che non si tratta di un mestiere adatto a tutti, bisogna avere pazienza, empatia, senso degli affari, adattabilità e tanta passione. Abbiamo capito cosa fa un agente immobiliare, adesso vediamo insieme quanto guadagna.

Quanto guadagna un agente immobiliare?

Lo stipendio di agente immobiliare può variare anche di molto. Lo stipendio cambia a seconda delle vendite effettuate e a seconda della posizione occupata ovvero che sia titolare di una filiale di un grande o di un piccolo gruppo, che sia il titolare di un’agenzia aperta privatamente o che sia un dipendente. A seconda del ruolo ricoperto e della fama dell’agenzia lo stipendio cambia.

In media la percentuale che un agente immobiliare riceve sulla vendita di un immobile va dall’1 al 3% del valore della transazione. In sintesi se un agente immobiliare riuscisse a chiudere una vendita di 100 mila euro potrebbe guadagnare dai 1000 fino ai 3000 euro.

Un agente immobiliare dipendente alle prime armi in genere viene utilizzato per cercare immobili in vendita o in affitto che non siano ancora legati ad una agenzia e in alcuni casi riceve un piccolo rimborso spese che va dai 400 ai 700 euro a seconda del lavoro svolto e dell’agenzia di riferimento.

Questa però non è una garanzia, non tutte le agenzie immobiliari offrono rimborsi spese o piccoli compensi agli agenti alle prime armi. Ricordate che all’inizio si tratterà di investire tempo e di seguire una strada in salita.

Solo dopo che l’agente avrà imparato come muoversi e come lavorare potrà iniziare con le vendite e sperare di guadagnare con le provvigioni. Purtroppo un agente immobiliare non avrà mai uno stipendio fisso sempre uguale ogni mese.

E un agente Tecnocasa? Si tratta di un’agenzia immobiliare molto celebre che in genere offre un piccolo stipendio fisso a chi inizia e poi un 10% lordo di provvigione sulle vendite.

Dopo sei mesi di pratica dovrete aprire una partita Iva per ricevere le provvigioni e per aumentare la percentuale. La partita Iva ha dei costi che dovrete sostenere voi.

Gli agenti Tecnocasa sono liberi professionisti non vincolati contrattualmente con il gruppo, quindi sarete voi a creare il vostro successo. Anche se non sarete contrattualmente vincolati, Tecnocasa impone degli obiettivi da raggiungere, se gli obiettivi vengono disattesi l’agente immobiliare rischia l’esclusione dal gruppo.

Come fare per diventare agente immobiliare?

C’è un solo modo per diventare agente immobiliare ed iniziare il percorso: proporsi! Spesso le agenzie mettono annunci per cercare nuovi agenti, non vi resta che cercare le agenzie della vostra zona e controllare se sono alla ricerca di personale.

Inoltre per diventare agente immobiliare dovrete mostrarvi sicuri di voi, capaci ed intraprendenti senza mai essere spocchiosi.

Mostratevi desiderosi di imparare e di raggiungere gli obiettivi, metteteci tutta la vostra passione e vedrete che le possibilità di raggiungere dei risultati aumenteranno.

Conviene lavorare come agente immobiliare?

Se siete motivati e desiderate davvero farlo perché no? È un lavoro dinamico e mai uguale che vi permetterà di guadagnare e di fare carriera.

Se un agente immobiliare si mostra capace e riesce a raggiungere gli obiettivi, può aspirare ad un livello superiore, quindi ci sono anche possibilità di carriera.

Ricordate però che non è un lavoro che si può fare come ripiego. Se non siete motivati o se pensate di farlo perché non trovate nulla di meglio, sappiate che i vostri colleghi e/o datori di lavoro se ne accorgeranno.

Non è un lavoro che si può fare solo perché non si trova altro, se non si raggiungono gli obiettivi e se non si investe tempo, si rischia seriamente di essere espulsi dal gruppo. Per fare l’agente immobiliare dovete amare anche il contatto con la gente e sapervi muovere anche con i clienti più difficili e più esigenti.

Ulteriori risorse utili

Ecco infine due articoli strettamente correlati a quanto detto sinora:

In bocca al lupo!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito Business con Metodo

Stai pensando di metterti in proprio ma non sai da dove iniziare? 

Scopri Subito il Video Corso “Business con Metodo”: ho preparato per te oltre 1 ora di contenuti esclusivi che ti guideranno nel pianificare la tua avventura imprenditoriale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. Doverso aggiungere una nota non da poco: l’Italia è l’unico paese europeo in cui è obbligatorio svolgere un corso specifico (a pagamento) per ottenere il patentino, al fine di svolgere legalmente questo lavoro.
    Ergo: occorre anche pagare solo per mettere un piedino nel settore.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei