Come Aprire un Negozio di Ottica: 3 Franchising da Avviare Subito

Al giorno d’oggi tutti sognano di avviare una propria attività di successo e il franchising fa gola a molti. Sei ottico o aspirante ottico e desideri capire come fare per aprire il tuo negozio di ottica in franchising?

Sei nel posto giusto. Oggi ti daremo tutti i consigli necessari per aprire un negozio tutto tuo. Parleremo dei costi, dell’iter burocratico e vi daremo anche qualche consiglio utile.

Continua a leggere!

Aprire un negozio di ottica

A differenza di tante altre attività in franchising un’ottica prevede un costo non troppo elevato per l’investimento.

Ci sono tantissime persone che necessitano di occhiali da vista o da sole, oppure di lenti a contatto, e come attività risente meno di altre della crisi.

Il settore dell’ottica non ha risentito molto della crisi economica e in alcuni momenti risulta persino in crescita. Un negozio di questo tipo che lavora a buon regime fattura in media fino a 250 mila euro all’anno, decisamente un buon margine!

E’ possibile aprire un negozio di ottica senza diploma o senza lauree attinenti? Affiliandosi ad un franchising non è necessario che tu sia un ottico o un optometrista, ma sarebbe meglio averne almeno uno nel personale.

Alla vendita degli occhiali da vista bisogna sempre accostare anche quella degli occhiali da sole per avere maggior successo.

L’iter burocratico da seguire è piuttosto lungo, ma ce la farai! Dovrai innanzitutto scegliere il locale adatto in un luogo abbastanza trafficato o in un centro commerciale. Le zone di passaggio aiutano per ottenere il successo.

Per aprire un negozio di ottica dovrai avere le certificazioni necessarie per quanto riguarda l’agibilità e il rispetto delle norme d’igiene.

Dovrai anche fare domanda per aprire una partita Iva e dovrai presentarla presso l’Agenzia delle Entrate.

Bisogna inoltre dare comunicazione al comune della data di apertura e attendere trenta giorni per ottenere e i permessi e per poter iniziare.

Se il locale da te scelto ha bisogno di una ristrutturazione, sarà necessario anche presentare nel vostro comune la Denuncia di inizio attività in edilizia (chiamata anche D.I.A.).

Dopo aver presentato la denuncia D.I.A. bisogna attendere altri trenta giorni, e solo allo scadere dei quali sarà possibile iniziare i lavori, se il comune non ha presentato nessuna obiezione. Qui di seguito analizzeremo gli esempi di alcuni franchising famosi nel campo dell’ottica.

Esempi di franchising

Ecco i paragrafi dedicati ai marchi in franchising più diffusi e noti, a cui potresti appoggiarti per avviare la tua attività.

1. Salmoiraghi & Viganò

Salmoiraghi & Viganò è un’azienda famosissima nel campo degli occhiali, ha più di 150 anni di storia e rappresenta un’eccellenza italiana.

Salmoiraghi & Viganò ha quasi 400 punti vendita diretti e oltre 100 in franchising. Il personale minimo richiesto è di due per punto vendita e i metri quadri minimi richiesti per il negozio sono 75 mq.

Questo marchio richiede che i negozi siano in centri storici, vie principali o molto frequentate o centri commerciali. Il bacino d’utenza non deve essere inferiore a 5.000 abitanti e l’investimento iniziale è di circa 50 mila euro.

La cifra comprende la strumentazione ottica e l’arredamento, l’azienda prevede anche un fee d’ingresso di 5 mila euro e delle royalties al 6% sul fatturato.

Non sono richiesti contributi per la pubblicità. Il fatturato annuo deve arrivare a circa 220 mila euro e la durata del contratto va dai 3 ai 5 anni.

Non è richiesta esperienza nel settore, viene fatta della formazione iniziale e l’azienda assiste i suoi affiliati a 360 gradi sia prima che dopo l’apertura.

2. Lama Optical

Lama Optical è una catena di ottica che vende i maggiori brand di occhiali sia da vista che da sole.

L’azienda nasce nel 1977 e ha grande esperienza e fama nel settore. Conta quasi 60 punti vendita diretti e consente di aprire in franchising.

Il format lama optical per il franchising offre un solido e attento supporto alla valutazione della location da scegliere, con criteri di geomarketing.

Aiuta gli affiliati nella progettazione e nell’allestimento, ma esclude le opere murarie e gli eventuali lavori (di cui dovrete occuparvi voi).

Si occupa anche di fornire la merce e offre anche uno stage di una settimana per l’acquisizione di tutte le competenze e le informazioni necessarie per la gestione del negozio (sia di carattere tecnico, che commerciale che gestionale).

Propone anche un affiancamento di 3 giorni ad un esperto, assistenza continua online dopo l’apertura, fornisce anche guide e moduli con informazioni tecniche ben dettagliate.

Da all’affiliato la licenza d’uso del marchio e i servizi di grafica pubblicitaria, ma esclude le spese delle stampe e della distribuzione. Mette anche a disposizione del nuovo affiliato una campagna inaugurale sui social network.

L’investimento minimo per aprire un franchising Lama è di 59 mila euro.

3. Nau!

Nau! È il primo brand di occhiali che rispetta l’ambiente (i processi di produzione sono orientati a ridurre l’impatto ambientale) e ha negozi in tutta Italia.

Nau! offre assistenza completa e continuativa ai suoi nuovi affiliati, fornisce appoggio tutto l’anno e investe costantemente nella crescita dei negozi.

Il marchio in questione ha un proprio centro di formazione in cui organizza corsi per addetti alle vendite, per ottici, per optometristi e per tutti gli affiliati.

Il personale minimo per un negozio è di 4 persone, il locale deve essere di minimo 80 metri quadri ed essere ubicato in centri o vie frequentate o in centri commerciali. Il bacino d’utenza è di minimo 70 mila abitanti.

L’investimento iniziale è di 90 mila euro a cui si aggiungono 10 mila euro di diritto d’entrata.

Non è richiesta esperienza perché l’azienda mette a disposizione dei nuovi affiliati un corso di formazione di ben trenta giorni. Il contratto dura cinque anni con possibilità di rinnovo.

I nostri consigli

Ti proponiamo una serie di consigli utili da seguire per avere successo.

  • utilizza il web: essere attivi sui social può fare la differenza e aiutarti ad avere nuovi clienti;
  • mostrati attento e ben preparato: i clienti fanno caso alla competenza e avere del personale preparato farà di certo la differenza;
  • mostrati affabile e attento ai gusti del cliente, ascolta sempre i tuoi clienti, cerca di capire i loro gusti e impara a consigliarli: un cliente felice diventa quasi sempre un cliente affezionato;
  • cordialità, cordialità e ancora cordialità: farsi amare farà iniziare un vero e proprio passaparola positivo, ricorda che anche un solo sgarro potrebbe finire sui social network tra le recensioni negative.

Mostrarsi appassionati e preparati ti aiuterà di certo ad aumentare il fatturato! Investire in un negozio di ottica non ti darà la certezza della stabilità economica, ma potrebbe essere il passo giusto per raggiungere il successo!

Prima di salutarti, ti rimandiamo alla sezione dedicata alle opportunità e ai marchi per aprire in franchising, sperando che tu possa trovare altre idee qualora questo ambito non ti avesse convinto.

Buona lettura!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei