Come Aprire una Ludoteca di Successo: Consigli per Mettervi in Proprio

Le persone interessate ad aprire una ludoteca devono avere una forte predisposizione per il gioco e per le attività ludiche.

Conoscere le regole e gli scopi è fondamentale per portare avanti questo business, quindi pensate seriamente se l’attività ricreativa è il settore che fa al caso vostro.

In sostanza, dovete essere capaci di offrire diverse tipologie di intrattenimento, selezionare il target di clientela e soprattutto allestire uno spazio per bambini, che negli ultimi anni è sicuramente un’attività richiesta. Come fare? 

Se siete giunti per la prima volta su Affari Miei, potreste trovare interessante la lettura della sezione dedicata alle Idee Imprenditoriali: recensiamo periodicamente le varie occasioni di business del momento.

Come aprire una ludoteca: veniamo al dunque

In questo paragrafo vediamo i passaggi burocratici da seguire per poter avviare un’attività di ludoteca. Schematicamente è necessario:

  • aperire la Partita Iva;
  • iscriversi presso il Registro delle Imprese competente;
  • regolare la posizione previdenziale del titolare e dei dipendenti, se presenti;
  • presentare al Comune la SCIA, ossia la comunicazione di inizio attività;
  • richiedere al Comune l’autorizzazione all’esposizione delle insegne.

Dunque, la prima azione da svolgere è aprire la partita Iva, e l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, comunicando al comune l’apertura del nuovo esercizio, attraverso la presentazione di un modello compilato riportando tutti i dati del locale, così come previsto dalla legge.

Questo che abbiamo visto sinora riguarda la burocrazia, ma non è tutto: bisogna infatti prestare molta attenzione alle normative igienico sanitarie.

Infatti la struttura deve essere certificata in regola ai controlli. Non solo i bagni devono avere determinate caratteristiche, e devono esservi uscite d’emergenza, ma anche nel caso di  erogazione di bevande, oppure la presenza di una mensa o di un bar al suo interno necessitano di specifiche caratteristiche: se in un locale del genere, come spesso avviene, vengono erogati alimenti e bevande, è necessario che il proprietario abbia verificato l’adeguatezza dei requisiti dei locali e degli impianti.

Per questo è bene essere in possesso dell’attestato HACCP e del nullaosta dell’ASL, che deve verificare la sussistenza dei requisiti.

I requisiti tecnici: cosa serve per aprire una ludoteca?

Abbiamo visto le pratiche da compilare per aprire una ludoteca. E per quanto riguarda i titoli di studio, chi può avviarne una? E’ necessaria una laurea?

La risposta è no:tale attività non richiede il possesso di particolari doti professionali, poichè non vi è un’impronta educativa in questo lavoro, ma più simile al lavoro ricreativo.

Per questo più che sui propri titoli bisogna concentrarsi sul locale, che deve essere:

  • con una superficie minima di 80 mq (esclusi  i bagni e spogliatoi);
  • posizionato al pian terreno;
  • dotato delle attrezzature necessarie all’accoglienza di utenti disabili, siano bambini o genitori.

Aprire una ludoteca: costi

Quanto costa aprire una ludoteca per bambini? La spesa minima ammonta a 10.000 – 15.000 euro, una cifra bassa grazie all’assenza di attrezzature specifiche che farebbero salire il prezzo.

Gli investimenti sono legati all’ottimizzazione e messa in regola dei locali: bisogna infatti preventivare l’installazione di pavimentazioni antiscivolo, di protezioni a misura di bambino e la messa in sicurezza di porte e finestre, oltre all’utilizzo di tessuti ignifughi e impianti d’emergenza adatti, a cui dedicare manutenzione.

Tra i costi da considerare vi è poi l’assunzione di staff competente e professionale, senza contare che è prevista una sala d’aspetto , una sala da gioco ampia per offrire spazio a tutti i piccoli ed eventuali guardini sempre in sicurezza.

Se si pensa di non voler creare un’azienda con dei dipendenti, si potrebbe valutare la forma della cooperativa o della società o un’associazione culturale.

Se il costo sembra ancora spaventoso, è bene sapere che esistono agevolazioni per i giovani o per l’imprenditoria femminile, così come esistono agevolazioni fiscali per chi si organizza in cooperative sociali.

Altra alternativa è quella di aprire in franchising, che prevede spesso spese maggiori per via delle spese di affiliazione, come le royalities e la fee d’infresso.

Se vi state chiedendo come aprire una ludoteca, quindi, è importante che sappiate a cosa volete andare incontro e, soprattutto, è consigliabile avere le giuste competenze prima di mettersi in gioco.

Consigli per aprire l’attività: come fare ad avere successo

Aprire una ludoteca è un’attività difficile, come qualsiasi idea imprenditoriale che vogliate avviare. Del resto, lasciare il posto fisso e mettersi in discussione necessita uno sforzo difficilmente realizzabile se non supportato da adeguata pianificazione.

Di seguito, quindi, proviamo a dare una serie di consigli che vanno bene per tutti i business e possono adattarsi anche per la ludoteca.

Individuate il target di riferimento

E’ il primo passaggio fondamentale per capire il bacino di utenza. Quanti potenziali clienti ci sono nella vostra città?

Si tratta di un’analisi più complessa di quanto potrebbe sembrare, poichè non è così scontato che l’apparenza sia la fonte ideale a cui ispirarsi: ad esempio potrebbe sembrare sconsigliabile avviare questo genere di attività in un piccolo paesino di montagfna composto prevalentemente da anziani.

E se invece i pochi bambini residenti in paese necessitassero di uno spazio di ritrovo in determinati orari? oppure se fosse un paese di villeggiatura dove, in estate e durante i week end, un servizio ludico può essere il benvenuto?

Potreste anche valutare la possibilità di integrare il servizio con un baby parking, oppire pensando di aprire un doposcuola, prestando tuttavia attenzione alla procedura da seguire e agli attestati, che in questo caso potrebbero essere differenti, come vedete dalla nostra guida dedicata a chi vuole aprire un baby parking.

Dunque analizzate al meglio il vostro bacino d’utenza senza tralasciare nulla!

Studiate la concorrenza

Valutare gli altri e, perchè no, copiare le cose migliori che fanno provando a migliorare alcuni servizi è, diciamocelo senza peli sulla lingua, un passaggio quasi fondamentale per chi inizia una nuova attività.

Ovviamente bisogna diversificarsi ma solo studiando punti di forza e punti di debolezza degli altri concorrenti si può provare ad offrire qualcosa di innovativo.

Se offrirete lo stesso servizio proposto da altre ludoteche potreste correre il rischio di inserire sul mercato un prodotto che non serve, rischiando inoltre di non attrarre clientela, già fidelizzata altrove.

Studiare la concorrenza vuole dire capire come immettersi sul mercato in maniera vincente!

Quantificare il budget adeguatamente

Il business plan è un passaggio fondamentale, non lasciate niente al caso nella progettazione in modo da non sforare: oltre a aiutarvi a capire dove aprire la vostra attività, serve anche per ipotizzare la spesa di avvio e di mantenimento della stessa.

Valutate quali sono le spese annue ed entro quanto tempo penserete che l’attività possa andare a regime.

Se avete bisogno di un reddito, trovate un modo per iniziare come secondo lavoro così da garantirvi comunque un sostentamento. Cercate di indebitarvi poco, chiedete un prestito solo se è necessario (informandovi sulla presenza di eventuali agevolazioni, come anticipato).

Fate sapere a tutti che la vostra ludoteca è aperta e cosa offre

Molti imprenditori pensano che basti avere un sito o una pagina Facebook per raggiungere i clienti. Alcuni, ancora, pensano che occorra solo un po’ di volantinaggio.

In realtà il modo di consumare è cambiato radicalmente negli ultimi anni. Anche una persona che ha fruito di un servizio e si è trovata bene, infatti, potrebbe non tornare più da voi semplicemente perchè uscendo dal vostro locale viene bombardata dai messaggi pubblicitari in tv, su Facebook, per radio, per strada.

Con i clienti bisogna comunicare sempre, occorre trovare un contatto che possa essere la formazione di una mailing list oppure di un broadcast su Whatsapp.

Inizialmente, quindi, dovete destinare una buona parte delle risorse in campagne di marketing mirate, da svolgere possibilmente con la consulenza di un esperto, mentre nel medio periodo dovrete comunque spendere una certa cifra per continuare a comunicare con i clienti.

Queste, in breve, sono alcune idee per aprire una ludoteca di successo. Fateci sapere il vostro pensiero se avete gradito l’articolo!

 

Aprire una ludoteca per adulti

Ebbene sì, non sono soltanto i più piccoli a voler giocare! Sempre più spesso troviamo delle vere e proprie ludoteche destinate non solo ai più piccoli, ma anche ai più grandi (talvolta esclusivamente ai più grandi).

Parliamo delle nuove case dei misteri, dove in un’ora di tempo bisogna risolvere trucchetti ed enigmi per riuscire ad uscire dalle varie sale gioco, in una suggestiva atmosfera a tema omicidio, sogno, indagine e così via, come avviene nelle Casa degli enigmi!

Anche i Laser game e i campi da paintball sono veri e propri campi gioco apprezzati anche dai meno giovani, dove inseguirsi e spararsi con pistole laser o innocue pallottole di colore.

Infine vi sono dei campi di sopravvivenza, dove bambini e giovani possono arrampicarsi sigli alberi, correre su ponti tibetani e giocare a contatto con la natura (come Parco Avventura): tutte queste sono location adatte sia alle famiglie che a gruppi di giovani in cerca di contesti per organizzare feste ed addii al celibato/nubilato.

Non vi resta che stabilire a chi volete rivolgere il vostro servizio!

Ulteriori risorse utili

Se state pensando di rimboccarvi le maniche e mettervi in proprio, vi proponiamo alcune risorse che potrebbero interessarvi:

Buon proseguimento su Affari Miei!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito Business con Metodo

Stai pensando di metterti in proprio ma non sai da dove iniziare? 

Scopri Subito il Video Corso “Business con Metodo”: ho preparato per te oltre 1 ora di contenuti esclusivi che ti guideranno nel pianificare la tua avventura imprenditoriale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei