Aprire un’Impresa Edile: Consigli per il Successo

Nonostante ci troviamo in un periodo di crisi economica aprire un’impresa edile potrebbe sembrare una cattiva idea, ma grazie alle tante agevolazioni sulle ristrutturazioni edilizie si trovano ancora delle occasioni di lavoro interessanti in questo campo.

Sono tante e molto variegate le attività di cui si interessa una impresa edile, dalle costruzioni alle ristrutturazioni, alla costruzione di ferrovie, ponti e/o strade, quindi il lavoro potenziale è vario.

Una volta compreso quali siano le proprie competenza è necessario capire in quale ambito si desideri iniziare a lavorare, non solo per quanto riguarda i compiti da scegliere, ma anche per quanto riguarda il settore. Sceglierai il pubblico o il privato? Lavorerai con appalti a tuo rischio o come subappaltatore?

Iniziare a lavorare con una impresa edile propria non è facile, ma se sei motivato a realizzare il tuo sogno continua a leggerci e capirai come fare.

Oggi ti parlerò dell’iter burocratico che dovrai seguire per l’apertura di una tua attività di impresa edile, dei requisiti obbligatori richiesti per legge e ti fornirò tutte le indicazioni di cui avrai bisogno.

Quali sono i requisiti per aprire un’impresa edile?

Per aprire una qualsiasi attività in Italia è obbligatorio, per legge, avere alcuni requisiti morali, per aprire non dovrai essere stato dichiarato interdetto oppure fallito in precedenza oppure non ti sarà concesso il permesso di procedere con l’apertura della tua impresa.

Prima di aprire dovrai trovare anche un locale che si adatti all’apertura di una attività di questo tipo e che abbia tutto lo spazio per gli uffici e per la rimessa dei mezzi e degli attrezzi per il lavoro.

Il locale, per risultare idoneo, dovrà possedere per legge alcuni requisiti obbligatori di sicurezza e igiene degli ambienti. Il locale dovrà essere idoneo altrimenti non potrai aprire la tua impresa edile.

Se il locale non fosse dichiarato a norma puoi rimediare eseguendo i lavori edilizi necessari per far sì che il locale ottenga tutti i requisiti. Un’ottima occasione per dimostrare il tuo potenziale.

Qui di seguito troverai anche altri tra i requisiti obbligatori per legge per l’apertura di un’attività di impresa edilizia:

  • l’apertura di una Partita Iva (un passo necessario e obbligatorio, senza una partita Iva non potrai aprire: qui trovi la guida completa);
  • l’iscrizione al Registro delle Imprese, obbligatoria prima di iniziare un’attività;
  • l’iscrizione a Inps;
  • l’iscrizione all’Inail;
  • certificato della ASL (che accerti il rispetto delle norme igienico sanitarie, il documento si richiede alla ASL compilando il modulo, la ASL invierà un controllo nel locale per accertare il rispetto della legge);
  • dichiarare al comune l’inizio di attività (richiedendo e compilando l’apposito modulo);
  • ottenere il permesso per l’esposizione dell’insegna (e pagare la tassa per l’ingombro);
  • stipulare polizze assicurative per i mezzi e per il personale.

Nel caso in cui pensi di aprire la tua impresa creando una società dovrai richiedere la costituzione di una società prima di aprire.

Ti consiglio anche di preparare un business plan che sia il più dettagliato possibile, riporta tutte le spese e gli investimenti e anche gli obiettivi della tua attività. Così avrai sempre sotto controllo capitali e possibili rischi.

Poi dovrai scegliere se essere un imprenditore individuale, se aprire una impresa familiare o una società: qui ti spiego le differenze. Se l’impresa sceglie di lavorare nel settore pubblico deve avere l’Attestazione Soa.

Un documento che prova le capacità dell’impresa di eseguire opere pubbliche. Per appalti di importo superiore ai 150.000 euro occorre anche la certificazione di qualità.

Lo stesso vale per il settore privato. Per informazioni dettagliate è necessario leggere accuratamente le normative la L. n. 109/1994,  D.P.R. n. 34/2000, il D.P.R. n. 554/1999 e il D. Lgs. n. 163/2006.

Il requisito fondamentale per diventare impresario edile è però uno solo: la competenza nel settore. Se non sai come costruire e non hai esperienza non è consigliabile tentare ugualmente.

Dove conviene aprire?

Non trattandosi di un negozio o di una attività commerciale comune puoi aprire un’impresa edile potenzialmente in ogni luogo.

In genere le imprese edili si trovano in zone con ampio spazio, quindi in periferia o in campagna. Ricorda che avrai bisogno di spazio per la gestione di tutte le tue attività. Cerca però di evitare di aprire troppo vicino ad un’altra impresa simile alla tua.

Se invece pensi di aprire un ufficio distaccato il centro città o le zone periferiche molto trafficate potrebbe rappresentare una buona scelta per avere tutta la visibilità necessaria alla tua impresa edile.

Un ufficio ben visibile è una buona pubblicità per attirare nuovi possibili clienti. Ricorda di curare molto il tuo ufficio distaccato e di offrire orari di apertura ottimali per i clienti.

Esistono dei franchising in questo settore?

Se desideri lavorare nel settore, ma hai paura dei rischi economici e desideri avere anche qualche garanzia di sicurezza in più puoi pensare di affiliarti ad un franchising. Nel paragrafo seguente puoi trovare le migliori offerte disponibili al momento nel franchising edilizio.

1) Edilizia Acrobatica franchising

Lavora per le richieste di interventi più elaborate e particolari, si tratta di una catena di franchising che si espande in tutto il territorio nazionale ormai da anni. I suoi operai sono dei veri acrobati dell’edilizia, non temono le altezze e riescono a lavorare in totale sicurezza dove gli altri non si spingono.

Se hai una attività o desideri avviarne una tutta tua puoi affiliarti ad Edilizia Acrobatica. La casa madre offre Marketing Sales, esclusiva di zona e servizi amministrativi, nonché finanziari e consulenze sia tecnica che commerciale.

Una squadra viene ceduta direttamente dalla Casa Madre per addestrare gli affiliati e per gestire le commesse nei primi periodi di attività.

Bisogna avere degli uffici e la location deve essere sul piano strada e in zona di elevata visibilità, il locale deve essere minimo 25 mq. Non solo disponibili ulteriori informazioni riguardo l’investimento minimo iniziale da sostenere, le richieste per le fee d’ingresso e le royalties e riguardo ulteriori dettagli.

Per conoscere tutte le info utili dovrai compilare l’apposito form sul sito ufficiale della casa madre e inviare la richiesta.

2) Speed Casa franchising

L’azienda lavora da anni nell’edilizia e si occupa di piccoli interventi, di riparazioni, di lavori di manutenzione, ristrutturazioni non estese anche di interi appartamenti.

È il franchising che nasce con contratti di collaborazione tra i vari settori e non da affiliazioni vere e proprie.

Purtroppo non sono disponibili ulteriori delucidazioni riguardo i compiti dell’azienda e i requisiti minimi per entrare a far parte del gruppo.

Per conoscere tutte le info utili dovrai necessariamente contattare la casa madre o compilare l’apposito form sul sito ufficiale dell’ azienda e inviare la richiesta.

Al momento non sono disponibili ulteriori affiliazioni in franchising nel campo dell’edilizia.

Quanto costa aprire un’impresa edile?

I costi da sostenere per l’apertura di una attività nel nostro paese, derivano da molteplici fattori come, per esempio, i metri quadri dei locali, il costo degli arredi, dei materiali, delle forniture, del personale, delle attrezzature, i costi per le diverse consulenze, per le utenze e gli allacci e per l’iter burocratico.

Per un piccolo ufficio potresti spendere anche cifre assolutamente abbordabili che arrivano al massimo a 10.000,00 €.

Se hai bisogno anche dei materiali per la costruzione, dei mezzi da lavoro e di una location ampia la cifra potrebbe lievitare anche di molto, pensa che un solo escavatore costa in media 20.000 €.

Acquistare i mezzi da zero potrebbe far lievitare i costi fino a superare le diverse centinaia di migliaia di euro. Come avrai capito la cifra può oscillare facilmente quindi aumentare di molto o persino diminuire a seconda delle scelte che farai.

Ad esempio, pensando solo agli uffici, se opterai per una zona centrale o trafficata con affitti costosi e per un locale che sia anche ampio, dovrai sostenere dei costi molto più alti che per un ufficio di piccole dimensioni in una zona con affitti meno costosi.

Si tratta di cifra che possono variare di molto e che possono arrivare anche ad essere piuttosto alte. Per alcuni cifre del genere potrebbero essere addirittura proibitiva.

Per questo ti consiglio di controllare se nella tua regione sono stati messi a disposizione dei nuovi imprenditori dei finanziamenti o sgravi fiscali

Se pensi comunque di non riuscire a sostenere la spesa per l’apertura della tua attività puoi pensare di affidarti ad un franchising scegliendo tra quelli che ti ho proposto nel nostro articolo. Grazie alle affiliazioni in franchising sia i rischi che i costi per l’apertura possono diminuire.

Concludiamo questo articolo sulle imprese edili lasciandoti qualche consiglio utile per ottenere il successo, per aumentare il tuo fatturato e per permettere alla tua impresa di durare nel tempo:

  • mostrati sempre competente e ben preparato;
  • ascolta sempre le richieste dei tuoi clienti e impara a capire i loro bisogni e gusti;
  • impara a consigliare i clienti, sei tu l’esperto che può guidarli!
  • Lavora sempre con impegno e con passione e crea un clima accogliente anche tra i tuoi collaboratori, vedrai che i clienti torneranno e che il lavoro scorrerà al meglio;
  • cura sempre con attenzione la tua pubblicità, non solo con i mezzi soliti, ma anche online e sui social network, anche se sei una ditta edile ricorda che internet è il futuro e è importante per riuscire a proporsi e per conoscere sempre nuovi clienti;
  • cerca di rispettare il più possibile le scadenze, non far aspettare troppo i tuoi clienti, ricorda che ritardare i lavori fa perdere denaro;
  • organizza il lavoro in modo capillare;
  • costruisci un sito internet in cui i clienti possano trovare tutte le info utili e chiedere preventivi, il sito deve essere funzionale e attivo 24 ore al giorno.
  • Per avere altri consigli, ecco una guida che ho scritto per te per augurarti il successo.

Ora che sai quello di cui hai bisogno per avviare la tua attività edilizia e conosci quello che c’è da sapere per aprire una tua attività non ti rimane che iniziare con l’iter per l’apertura e iniziare a lavorare per costruire il tuo futuro!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

Scarica Gratis "Mettersi in Proprio - Metodo Affari Miei"
La tua privacy è al sicuro
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

1 COMMENTO

  1. Chiaro ed esauriente per gli ottimisti ma l’edilizia e drasticamente complicata e necessita una nuova mentalità collettiva…..auguri

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei