Franchising Abbigliamento: i 10 Migliori Marchi a cui Affiliarsi

Desideri aprire un negozio di abbigliamento, ma non sai come fare? Vuoi iniziare a guadagnare lavorando in proprio, ma hai paura dei rischi di un investimento tanto grande? Allora sei nel posto giusto.

Oggi ti  parleremo dei dieci migliori marchi in franchising – abbigliamento che consentono di aprire in franchising e di ridurre i rischi dell’investimento.

In questo periodo di crisi economica non poche persone desiderano iniziare una avventura indipendente e il mondo del franchising può essere un aiuto importante per realizzare questo importante sogno.

Oggi parleremo dell’iter burocratico necessario per aprire un negozio di abbigliamento in franchising e vi proporremo i dieci dei marchi più interessanti sul mercato.

I dieci migliori marchi di abbigliamento franchising

I negozi di abbigliamento sono numerosi propongono le linee più disparate, ogni marchio punta a soddisfare il maggior numero di clienti e ad assecondare quanti più gusti possibile.

Ecco dieci tra i migliori marchi di abbigliamento che consentono di aprire in franchising.

Abbigliamento donna

Iniziamo con le proposte legate all’abbigliamento femminile, se il tuo sogno è quello di rivolgerti proprio a questa tipologia di pubblico. Per approfondire puoi leggere la nostra guida dedicata al franchising abbigliamento donna.

1. Cristina Gavioli Srl

Questo è un marchio di moda che fa tendenza, l’azienda nasce nel 1986 e ad oggi è in crescita costante.

Il marchio punta a fornire alle clienti il Total Look, nei negozi troverete tutto l’occorrente per un look completo ed impeccabile, dall’abbigliamento per ogni occasione d’uso agli accessori. Il marchio offre le seguenti linee:

  • Cristina Gavioli Collection, elegante e di classe;
  • Cristina Gavioli Jeans, per un look casual e comodo;
  • Cristina Gavioli per i giovani, linea dedicata alle giovani donne;
  • linea Accessori by Cristina Gavioli per completare il look.

Affiliandoti a questo marchio non dovrai preoccuparti delle perdite economiche causate dalle giacenze in magazzino, è possibile pagare solo la merce venduta.

La casa madre offre anche assistenza a 360 gradi e fornisce studi sulle ultime tendenze per essere sempre la passo con i tempi.

Per aprire un negozio a marchio è necessario avere un bacino di utenza di minimo 30 mila abitanti, il locale deve raggiungere dimensioni di circa 70/90 metri quadri e la posizione richiesta è nei centri cittadini o nei migliori centri commerciali.

L’investimento minimo parte da 250 euro per metro quadro o  400 euro al metro quadro a seconda della superficie e delle condizioni del locale scelto. Non sono previste fee d’ingresso né royalties.

Per ulteriori informazioni su come fare per affiliarsi visita il sito ufficiale Cristina Gavioli alla sezione franchising.

2. Lattementa

Lattementa Abbigliamento donna è il negozio in franchising per le donne formose e per le taglie comode.

L’azienda produce i suoi capi di abbigliamento esclusivamente in Italia e punta sul rapporto qualità prezzo. La casa madre offre consulenza e aiuti finanziari, assistenza durante l’allestimento del negozio e assistenza per l’apertura.

Non è richiesta esperienza perché Lattementa offre corsi di formazione iniziale. L’investimento minimo richiesto per entrare a far parte della famiglia Lattementa è di 20 mila euro.

Per ulteriori informazioni su come fare per affiliarsi visita il sito ufficiale Lattementa alla sezione franchising.

3. Exiagirl

Exiagirl è il marchio per donna sempre di tendenza, nei suoi negozi troverai capi di abbigliamento di ogni genere per tutte le occasioni d’uso, scarpe e accessori dal design sempre accattivante e divertente.

L’investimento iniziale richiesto per iniziare a lavorare con Exiagirl è di 25 mila euro. La cifra comprende l’allestimento, gli arredi e la prima fornitura di prodotti.

L’azienda richiede che il negozio venga collocato nei centri storici, in centri commerciali primari o in zone di forte passaggio di persone. Il bacino minimo richiesto per l’apertura è di circa 20 mila abitanti.

La superficie minima per l’apertura di un nuovo punto vendita Exiagirl è di 70 metri quadri. Il marchio richiede da una a tre persone (titolare compreso) per ricoprire tutti i ruoli necessari alla gestione del negozio.

Non è richiesta esperienza, Exiagirl organizza accurati corsi di formazione. Il contratto dura 5 anni con clausola rescissoria a partire dal primo anno. Non sono richieste fee d’ingresso o canoni periodici nè contributi per la pubblicità.

Per ulteriori informazioni su come fare per affiliarsi visita il sito ufficiale Exiagirl alla sezione franchising.

4. Camomilla Italia

Camomilla Italia è un marchio che da anni fa tendenza, vende abbigliamento e accessori per un total look sempre perfetto. Camomilla consente di pagare solo i capi venduti, quindi non dovrete preoccuparvi delle giacenze in magazzino.

Per l’affiliazione non sono richieste fee d’ingresso o royalties. Affiliandoti a Camomilla avrai l’esclusiva territoriale. Non viene richiesta esperienza nel settore perché Camomilla offre corsi di formazione e assistenza a 360 gradi.

La spedizione della merce è sempre gratuita. Camomilla aiuta i suoi affiliati anche nella progettazione del negozio. Il negozio deve essere aperto in centri urbani con un bacino di non meno di 20 mila abitanti o in centri commerciali primari.

La superficie minima richiesta per un nuovo punto vendita è di 120 metri quadri. Per l’arredamento dovrai investire circa 350/400 euro al metro quadro. L’investimento di partenza per aprire un negozio a marchio Camomilla è di 35 mila euro.

Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale Camomilla alla sezione franchising.

Abbigliamento uomo

E ora vediamo quali sono i marchi disponibili sul mercato per l’abbigliamento da uomo. Anche in questo caso abbiamo scritto una guida di approfondimento.

5. Blooker 

Blooker è un marchio moda di abbigliamento per l’uomo di origine irlandese, il suo fondatore partì dall’Irlanda per cercare il successo a New York e in pochi anni è riuscito a conquistare l’America.

Qualche anno fa Blooker ha deciso di lanciare una sfida anche all’Italia aprendo negozi in franchising.

Il marchio punta sugli abiti comodi, casual e sportivi, ma sempre di grande tendenza. È richiesto un arredamento minimal e di design, funzionale e chic. Anche Blooker lavora con la formula del conto vendita che consente di pagare solo il venduto e di evitare le perdite economiche causate dalle rimanenze in magazzino.

Per l’apertura del negozio è richiesto un locale di minimo a 80 metri quadri che dovrà essere collocato in centro città, nei centri commerciali primari o in zone molto trafficate.

L’investimento minimo richiesto è di 50 mila euro. Per ulteriori informazioni su come fare per affiliarsi visita il sito ufficiale Blooker alla sezione franchising.

6. Eddicott

Eddicott è un’azienda tutta napoletana di grande esperienza, l’azienda nasce negli anni 60 e da anni è sulla cresta dell’onda.

È un brand di abbigliamento uomo sempre al passo con i tempi e con le ultime tendenze. Se aprirai un franchising Eddicott avrai l’esclusività di zona e nessuna perdita dovuta alle giacenze in magazzino, il marchio lavora con il conto vendita e consente di pagare solo la merce venduta.

Non viene richiesta esperienza nel settore perché il marchio consente all’affiliato di seguire corsi di formazione con un team di esperti.

Eddicott non richiede il pagamento di fee di ingresso o royalties. Sarai seguito anche nella scelta e nell’arredamento e del locale e nell’allestimento delle vetrine. La casa madre si occupa del riassortimento settimanale anche durante il periodo dei saldi.

Al momento non sono disponibili ulteriori informazioni per quanto riguarda la metratura minima del locale e l’investimento richiesto per l’apertura.

Per ulteriori informazioni su come fare per affiliarsi è necessario visitare il sito ufficiale Eddicott e cliccare sulla sezione franchising per inoltrare la domanda nell’apposito format.

7. Invidia Spa

Invidia Spa è una linea di abbigliamento uomo che punta sull’eleganza classica. Camicie e cravatte sono i prodotti di punta del marchio. Invidia consente di limitare le perdite causate dalle rimanenze in magazzino, pagherete solo il venduto e potrete restituire il resto.

La metratura minima richiesta per l’apertura di un punto vendita è di 50 metri quadrati, il locale dovrà essere posizionato in centro città o in zone di grande afflusso o in centri commerciali primari. Il bacino minimo richiesto eè di 50.000 abitanti.

Per l’affiliazione non sono previste fee di ingresso o royalties. L’investimento minimo richiesto parte da 25 mila euro a cui bisogna aggiungere il costo della fideiussione bancaria. Non è richiesta esperienza perché Invidia organizza corsi di formazione dettagliati per i nuovi affiliati.

Invidia dà l’esclusiva di zona, ma per continuare a restare in questa grande famiglia dovrete fatturare 285 mila euro iva compresa, se il negozio si trova in centro città, o 550 mila euro Iva compresa sei il negozio si trova nei centri commerciali.

8. Berkeley

Berkeley è un marchio che punta sull’abbigliamento uomo sia casual che elegante. I suoi prodotti puntano sul rapporto qualità prezzo e sulla varietà degli stili.

Il costo medio per l’arredo è di circa 350 euro al metro quadro, ma non dovrete aggiungere i costi per la progettazione che viene offerta dalla casa madre.

Non è richiesta esperienza perché l’azienda mette a disposizione dei nuovi affiliati dei corsi di formazione oltre che un team di esperti per l’affiancamento durante l’apertura.

L’investimento iniziale richiesto è ridotto, ma non sono disponibili ulteriori informazioni. Per conoscere tutti i dati relativi alla metratura minima del locale e all’investimento iniziale minimo dovrai necessariamente compilare il modulo alla sezione franchising sul sito ufficiale Berkeley.

Abbigliamento bambino

Se vuoi vendere abiti dedicati al mondo dell’infanzia, ecco il marchio che fa per te.

9. Oviesse

Oviesse è una catena di negozi celeberrima, che consente di aprire in franchising negozi di abbigliamento per i più piccoli con la formula Oviesse Kids.

Propone abbigliamento per bambino e bambina 0-14 anni adatto a tutte le occasioni d’uso. La casa madre offre supporto continuo a 360 gradi, formazione del personale e aiuto nella gestione.

Richiede un negozio che abbia una superficie minima di 150 mq, e l’investimento iniziale richiesto è di circa 350 euro + Iva al metro quadro.

Per diventare parte della famiglia Oviesse Kids e per conoscere tutti i dettagli utili per la vostra affiliazione dovrai compilare il modulo di richiesta alla sezione franchising sul sito ufficiale (lo trovate a fondo pagina).

Abbigliamento uomo, donna e bambino

Ti interessa aprire uno shop che si rivolga a tutta la clientela, senza distinzioni di target? Allora continua a leggere i nostri consigli!

10. Piazza Italia

Piazza Italia è una catena di negozi famosissima di abbigliamento per uomo, donna e bambino adatto a tutte le occasioni d’uso. Il bacino d’utenza minimo richiesto per l’apertura dello store è di almeno 20mila abitanti, il negozio dovrà essere aperto un centri commerciali primari con non meno di 25 negozi.

Piazza Italia offre ai suoi affiliati assistenza continua a 360 gradi, dalla fase della progettazione, all’apertura all’assistenza quotidiana. Anche in questo caso c’è la formula del conto vendita e non dovrai preoccuparti delle giacenze in magazzino. Pagherete solo il venduto.

Per diventare parte della famiglia Piazza Italia e per conoscere tutti i dettagli relativi alla metratura minima del locale e all’investimento iniziale, devi compilare il modulo di richiesta alla sezione franchising sul sito ufficiale (a fondo pagina).

Come aprire un negozio? Iter burocratico

L’iter burocratico per aprire un negozio franchising non varia rispetto ad un’attività qualsiasi. Per aprire un vostro negozio di abbigliamento devi obbligatoriamente:

  • disporre di un locale idoneo
  • essere maggiorenni
  • non essere stati interdetti e/o dichiarati falliti
  • ottenere tutti i permessi necessari per l’apertura

Per ottenere l’idoneità dei locali dovrai fare domanda direttamente alla ASL locale. Un team di esperti si occuperà dei controlli. Se il locale risulta a norma sarà dichiarato idoneo e otterrai il permesso di proseguire l’iter per l’apertura.

Ricorda che per lavorare in proprio è necessario anche aprire una partita IVA, iscriversi alla camera di commercio, all’INPS e all’INAIL. Nel caso in cui si decida di creare una società, allora bisogna presentare anche i moduli per la costituzione di una società.

Si richiede anche la presentazione al comune della SCIA (la Segnalazione Certificata di Inizio Attività) che dichiari la tua volontà di aprire un’attività commerciale. La SCIA si ritira direttamente allo Sportello Unico per le Attività Produttive, il documento deve essere compilato accuratamente e inviato al municipio entro 30 giorni prima della prevista apertura.

Ricorda che è necessaria anche l’autorizzazione per l’esposizione dell’insegna per cui dovrai pagare la relativa tassa. Se pensi di diffondere musica nel negozio sarà obbligatorio anche pagare la SIAE.

Qualora il locale avesse bisogno di lavori di adeguamento o ristrutturazione dovrai presentare al comune la Denuncia di inizio attività in edilizia (D.I.A.). Prima di iniziare i lavori bisognerà attendere un periodo di trenta giorni, se il comune non presenterà obiezioni potrai procedere.

Ti consigliamo di chiedere informazioni ad un commercialista o agli uffici del comune prima di iniziare con le domande per l’apertura, l’iter richiesto può variare da regione a regione.

I nostri consigli

Se aprire un negozio di abbigliamento è il tuo sogno nel cassetto e se sei una persona sveglia e brava nelle vendite, probabilmente la scelta di aprire un negozio di abbigliamento in franchising potrebbe rivelarsi azzeccata.

Eccoti alcuni consigli fondamentali per iniziare con il piede giusto la scalata verso il successo:

  • dimostra di conoscere i prodotti e tutte le ultime tendenze. Mantieniti sempre aggiornato e preparato e vedrai che i clienti lo noteranno;
  • sii sempre disponibile e pronto ad ascoltare le richieste dei  clienti. Capire i gusti del vostro cliente è necessario per concludere le vendite;
  • affiancati solo a persone appassionate e preparate quanto te, anche un solo commesso scortese potrebbe allontanare i clienti dal vostro negozio.

Prima di salutarti ti consigliamo di leggere la guida dedicata ai 100 migliori franchising da prendere in considerazione per aprire un’attività, e ti auguriamo buona fortuna!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO