Cosa Fare Quando i Fondi Perdono: Guida per Reagire al Crollo dei Mercati Finanziari

Fammi indovinare, stai cercando online consigli perché i tuoi investimenti sono in perdita a causa del calo recente delle borse.

Cosa fare quando i fondi perdono? Quando conviene disinvestire? 

Sono le domande più frequenti che ho ricevuto negli ultimi tempi ed ho pensato di scrivere questo articolo per darti alcune informazioni utili per mantenere la calma e per suggerirti altre risorse testuali e video che ho prodotto sull’argomento.

Cominciamo.

Se le borse crollano cosa succede?

Cominciamo dalle basi: le borse si muovono ogni giorno, le oscillazioni sono la normalità sia sui mercati azionari che obbligazionari solo che, quando non ci sono eventi traumatici, nemmeno ce ne accorgiamo.

La risposta alla domanda è sempre la solita: DIPENDE.

Lo so, è una risposta che non piace perché ti piacerebbe un “si” o un “no” o tre righe in cui ti risolvo un problema che ti angoscia ma, se vogliamo essere seri, non è possibile.

I fondi e gli strumenti finanziari sottoscrivibili sono migliaia: non esiste una risposta valida per tutti perché quello che conta è il COSA prima del perché.

Ho una notizia buona ed una cattiva da darti subito.

La notizia buona è che, nel mezzo di una tempesta finanziaria, perdono quasi tutti. Non sei solo a perdere: stai perdendo tu, sto perdendo io, sta perdendo persino Bill Gates con ogni probabilità.

La notizia cattiva è che non puoi farci niente: vorrei poterti dire che puoi cambiare tutto con un click ma non posso perché nessuno di noi ha il potere di controllare i mercati finanziari.

Aggiungo, inoltre, che non è il calo in sé a doverti preoccupare ma ciò che hai sottoscritto, quindi il cosa.

Su migliaia di fondi, la maggior parte sono pura spazzatura.

Non te ne sei accorto finora perché il tuo promotore di fiducia ti è sempre sembrato una persona affidabile: elegante e ben vestito, ti ha rassicurato e, sebbene negli ultimi anni magari i tuoi investimenti non stessero rendendo come avrebbero dovuto, nemmeno te ne sei accorto perché ti bastava vedere il segno “+” ed eri sereno.

Che poi le borse facessero +100% e tu magari eri a +10% nemmeno te ne sei accorto, ti bastava vedere il verde per dormire tranquillamente.

Ok, hai ragione…però sta venendo giù tutto

La regola di base che spiego da anni ai miei studenti avanzati è che se le borse crollano per sempre il problema non sono i nostri soldi ma il nostro futuro.

Se le borse crollano e l’economia mondiale non si riprende più, infatti, si torna al medioevo ed il denaro che hai investito assume un valore relativo.

A preoccuparti, se pensi che stia per arrivare la fine del mondo, dovrebbe essere il futuro del tuo lavoro, della tua professione, della tua famiglia.

Ora guardati allo specchio: pensi che davvero sti accadendo tutto questo?

Credi che davvero il crollo di borsa sia l’inizio dell’Apocalisse?

Se si, chiudi questa pagina e visita un e-commerce che vende antifurti satellitari: barricati in casa, riempiti la dispensa di cibo e preparati a difendere la tua dimora come se stessi in guerra 😉

Se no, invece, continua a seguirmi.

Andrà tutto bene…se hai agito correttamente prima

Investire i soldi è un processo che va ripetuto nel tempo che richiede due ingredienti essenziali:

  • denaro: “Senza soldi non si cantano messe”, si dice al mio paese, e sei qui a interessarti di investimenti presumo non sia squattrinato;
  • informazioni: se fino ad oggi ti sei fidato ciecamente di banche e promotori senza capirci niente di mercati finanziari, il grandissimo problema è qui e non nelle borse.

Se manca uno di questi due elementi non devi nemmeno azzardarti ad investire ma devi colmare le tue lacune.

Mancano i soldi? Vai a lavorare, risparmia e poi torni qui a parlare di come si investe.

Mancano le informazioni? Studia come funzionano le borse e poi investi altrimenti sono dolori atroci.

Fammi indovinare…hai sottoscritto prodotti che nemmeno capivi ed ora hai paura?

Ci può stare, ci siamo passati tutti.

Per anni abbiamo pensato che investire fosse come fare shopping: “Compra questi fondi che performano bene“, “Investi in azioni ad alto rendimento“, “Guarda queste obbligazioni che ti danno il 7% fisso” e cose di questo tipo.

Nessuno ci ha detto, invece, che investire i soldi è un’attività che parte dalla definizione di obiettivi precisi.

Obiettivi che, fidati di uno che qualche soldo l’ha investito davvero, non sono robe del tipo: “Voglio fare più soldi” o “Devo comprare la casa l’anno prossimo” ma hanno un orizzonte temporale almeno decennale.

Dove vuoi essere tra 10 anni? E tra 20?

Quanti soldi vuoi investire ogni anno e quanto sei disposto a rischiare per avere dei rendimenti?

Perché vuoi investire in azioni piuttosto che in obbligazioni o materie prime?

Se non ti sei dato una risposta coerente a queste domande o, peggio ancora, non te le sei proprio poste, il problema non è che i tuoi fondi oggi sono in rosso.

Il problema enorme è che sei andato sui mercati finanziari senza una strategia.

Ti sei imbucato ad una festa alla quale non eri invitato, vestendoti in maniera approssimativa e senza comprare nemmeno un regalo per il festeggiato.

Se ti va bene, te ne stai in un angolo da solo a mangiare qualche patatina senza che nessuno ti dia retta.

Se, invece, ti va da schifo la sicurezza ti caccia fuori a pedate.

Trasla la vicenda sui mercati finanziari e, forse, siamo su un livello simile.

Come reagire seriamente ad un crollo della borsa

Ho provato a ricostruire la situazione della stragrande maggioranza di quelli che, come te, si avvicinano ad Affari Miei e magari mi scrivono chiedendomi aiuto.

Sono stato duro con te e ti ringrazio se sei arrivato fin qui perché questo denota che sei una persona responsabile, hai avuto la maturità di farti dire le cose che non vuoi sentire senza scappare come un ragazzino.

Adesso passiamo alla parte pratica e risolutiva.

La prima cosa che devi fare è mantenere la calma: la calma è la virtù dei forti e questo non è il momento delle reazioni impulsive.

Se fino ad oggi hai fatto delle cazzate perché non sapevi niente di finanza, non potrai prendere decisioni sensate continuando ad ignorarne le regole ed agendo, per giunta, in preda all’emotività.

Per prima cosa, puoi leggere il manuale in 7 punti che ho scritto con il quale ti spiego cosa fare in questi casi. Se non vuoi leggere, ti posto il video del LIVE in cui l’ho commentato e spiegato analiticamente:

Sei frastornato dalle informazioni che ti ho dato sui fondi che vengono venduti su mercato?

Iscriviti al mio video corso gratuito “Investi con Buon Senso” in cui ti spiego i rischi a cui sei esposto se investi senza conoscere i mercati e le opportunità che puoi cogliere se impari a gestire il tuo patrimonio in autonomia.

Conclusioni

Mi auguro di esserti stato di aiuto per iniziare ad occuparti attivamente dei tuoi soldi.

Se sei arrivato fin qui hai capito che è una missione che spetta a te e, se vorrai continuare a seguirmi, troverai tanti contenuti utili per prendere in mano la situazione e tornare ad essere protagonista delle tue scelte finanziarie.

Ti auguro un buon proseguimento su Affari Miei.

A presto!


Scopri che Investitore Sei

Ho creato un breve questionario con cui ti aiuto a capire che tipo di investitore sei. Al termine, ti guiderò verso i contenuti migliori selezionati in base alla tua situazione di partenza:

>> Inizia Subito <<


mm
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.
mm
Imprenditore e Investitore
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, ha sviluppato nel tempo la passione per la finanza personale e lo sviluppo individuale. Nel 2019 ha scritto il libro "Vivere di Rendita - Raggiungi l'Obiettivo con il Metodo RGGI" ed ha fondato la Affari Miei Academy.

6 COMMENTI

  1. Ciao sono uno di quelli che non capendo niente di finanza e affidandosi a consigli di banche mi trovo con dei fondi in perdita e non so cosa fare

    • Ciao Isidoro,

      benvenuto su Affari Miei.

      La soluzione iniziale è capire il perché di quanto fatto in passato senza lasciarsi prendere dall’emotività.

      Puoi cominciare dal video corso gratuito “Investi con Buon Senso”: https://www.affarimiei.biz/video-corso-gratuito

      Si compone di un’unica lezione in cui ti spiego i rischi che si corrono affidandosi alle banche e le opportunità che si possono cogliere cambiando il proprio approccio.

      Buona visione 😉

  2. Aiuto… Sono uno di quegli idioti che è entrati nel mercato senza capirci niente affidandomi ad un consulente… Mi ripeteva che avendo comprato obbligazioni non avevo niente da temere.. Oggi mi chiama dicendomi che abbiamo bruciato 30 mila euro ma che non e’il momento di farsi prendere dal panico 😫

    • Ciao Stefano,

      benvenuto.

      Per prima cosa, puoi iniziare da qui così da avere idea di cosa hai sottoscritto:
      https://www.affarimiei.biz/video-corso-gratuito

      Non c’è una risposta secca al problema, come spiego da anni.

      Se vuoi veramente aiuto, ti consiglio di “aiutarti da solo” con la formazione avanzata: solo sapendo puoi prevenire il panico e prendere decisioni migliori ed adatte a te.

      Su Affari Miei, oltre ad una miriade di contenuti gratuiti, è disponibile il programma avanzato “Easy Investments Formula” che trovi qui: https://www.affarimiei.biz/easy-investments-formula/

      In bocca al lupo!

  3. Ciao Davide, volevo un consiglio, lavoro nel settore metalmeccanico, posso aderire a un fondo di categoria per piccole e medie imprese investendo il mio tfr ±un contributo minimo o in percentuale , non essendo più giovanissimo, sceglierei di investire in maniera prudente, ho ancora minimo 20 anni da lavorare, non me la sento di azzardare di più visto che ho 48 anni e guardando come dite voi allo spazio temporale se ho capito preferirei un tempo che va ‘ da um minimo di 3 anni a un massimo di 10 anni , no e’ poco, ma abbastanza ragionevole, piuttosto che andare oltre , scegliendo un comparto obbligazionario misto e bilanciato, cosa ne pensi?

LASCIA UN COMMENTO