Come Vivere di Rendita e Smettere di Lavorare: Raggiungi l’Obiettivo con il Metodo RGGI

Vivere di rendita è il mio grande obiettivo, voglio essere subito sincero con te e dirti che ho intenzione di smettere di lavorare entro i 50 anni. Anche e soprattutto per questi motivi, dopo anni di riflessioni e di impegno, ho scritto il libro “Vivere di Rendita – Raggiungi l’obiettivo con il metodo RGGI” per condividere la mia esperienza.

A differenza di molti degli altri siti che trovi sul web che parlano di questo tema, in questo articolo troverai tantissimi consigli pratici per dare una svolta alla tua vita e capire come fare per pianificare il giorno che moltissimi sognano: quello in cui potrai non lavorare più.

Cominciamo subito il nostro percorso.

Tutti lo vogliono, in pochi ci riescono

Il tema che affrontiamo è il sogno della maggior parte delle persone: tutti, almeno una volta nella vita, l’hanno desiderato. Il desiderio, tuttavia, finisce molto spesso per restare solo su carta perché, all’atto pratico, finiamo per essere troppo pigri per pensare seriamente di liberarci dalle ossessioni quotidiane che ci tarpano le ali.

Vivere di rendita smettendo di lavorare introduce un ragionamento molto simile a quello che ho esposto in tanti altri articoli: niente cade dal cielo, occorre una pianificazione ed una costante esposizione al rischio di fallire.

Se vuoi stare nel tuo comodo guscio non sei di certo chiamato a provare seriamente a cambiare vita, ma (è bene tu che lo sappia) la tua esposizione al fallimento non cambierà di certo.

Tutto può finire rovinosamente: l’azienda in cui lavori, lo Stato a cui paghi le tasse, la banca a cui hai dato i risparmi, la famiglia che hai creato.

Tanto vale la pena, quindi, adoperarsi concretamente per cercare di capire come fare quanto meno a provare ad invertire sul serio la rotta.

Quale cifra serve per vivere di rendita?

L’errore più comune che le persone commettono su questo tema è legato all’analisi su quello che, a mio avviso, è lo stadio finale di un percorso. Le domande più frequenti sono tipo queste:

“Quanti soldi servono per vivere di rendita a 50-60 anni?”

“Posso vivere di rendita con gli affitti?”

Se parti ponendoti queste domande ti stai sbagliando per due motivi:

  • Rischi di scoraggiarti, perché pensare ad una cifra che appare molto grande rispetto alle tue possibilità non ti aiuta;
  • Perdi di vista gli “ingredienti”: si, per vivere di rendita servono soldi ma piuttosto che rimanere nel vago ti conviene capire prima di tutto come funziona il denaro e, in secondo luogo, come puoi fare per accumulare cifre importanti anche se parti da zero.

Non voglio stare a prenderti in giro, non siamo tutti nella medesima situazione: c’è chi ha già dei soldi, degli asset e delle entrate e chi, invece, comincia da sottoterra. Se può consolarti, io ho iniziato da zero.

Sono nato più povero che ricco, più ignorante che informato e, per gran parte della mia vita, ho arrancato miserevolmente. 

Ciò mi ha permesso di comprendere tante cose che voglio condividere con te nelle prossime righe.

Il Metodo RGGI

Non voglio spoilerarti il mio libro per rispetto di chi lo ha acquistato, se non l’hai ancora fatto ti invito a farci un pensiero perché lì trovi spiegato tutto il mio modo di intendere il denaro e le strategie che adotto per la mia crescita.

Ciò nonostante, voglio spiegarti brevemente il mio pensiero: per vivere di rendita ti occorre un metodo, non puoi pensare di vincere alla lotteria e sistemarti per sempre.

Ho chiamato il mio personale percorso Metodo RGGI perché si fonda sui 4 pilastri che caratterizzano la mia vita:

  • Risparmio: se non impari a risparmiare i tuoi soldi – qui c’è la sezione apposita di Affari Miei – acquisendo capacità di management del tuo stipendio, alto o basso che sia, non potrai mai avere le capacità di gestire centinaia di migliaia di euro, strumenti finanziari o immobili. That’s it boy, tertium non datur;
  • Guadagno: per avere tanti soldi in futuro…ti occorre avere più soldi adesso. Il concetto non è difficile ma non è affatto scontato perché non tutti possono diventare imprenditori da un giorno all’altro. A mio avviso, il tuo primo obiettivo deve essere quello di crescere professionalmente acquisendo competenze che magari non hai: la prospettiva del lavoro in proprio è solo eventuale perché potresti non avere bisogno di assumerti rischi così elevati se hai già entrate discrete o se riesci a spendere poco;
  • Gestione: è la parte più complessa perché, se ci pensi, sono tantissimi quelli che appena guadagnano di più finiscono per sperperare tutto. Una volta che hai imparato a razionalizzare le spese ed hai capito come far entrare più soldi a casa tua, devi diventare manager di te stesso sia a livello professionale che individuale. Nel mio libro ti fornisco una serie di consigli che provengono dalla mia esperienza di vita;
  • Investimenti: a differenza di molti ciarlatani, non ritengo gli investimenti una strada per arricchirsi. Investire soldi serve a consolidare e far crescere il capitale nel lungo periodo, non nel breve: se hai già dei capitali, è bene che cominci ad acquisire una serie di competenze sulla materia – partendo dalla sezione apposita di Affari Miei – mentre se non ne hai devi tornare ai punti precedenti perché non sono i mercati finanziari la chiave per svoltarti la vita nel breve.

Si può vivere di rendita con gli affitti?

Una delle storie più frequenti è quella della vita di rendita con gli immobili. Come ho sottolineato più volte nella sezione di investimenti immobiliari, il mattone è a mio parere un business: la complessità della società attuale e la maturità del mercato mi impongono questa riflessione molto seria.

Se conosci persone che oggi vivono grazie a 4-5 immobili di proprietà devo stopparti perché, nella maggior parte dei casi, il loro benessere deriva dall’età dello Sviluppo e non è replicabile oggi. Per capire meglio questo concetto ti consiglio di ascoltare l’episodio del Podcast in cui parlo delle 3 Età della Finanza Personale perché approfondisco dettagliatamente il ragionamento.

In questa sede mi limito a dirti che:

  • L’immobiliare è un business: se vuoi vivere di rendita con gli affitti devi prima di tutto diventare un imprenditore nel campo degli immobili a reddito;
  • L’immobiliare non genera rendite automatiche: gestire decine di proprietà comporta tempo e costi, esattamente come ogni attività d’impresa. Chi ti racconta il contrario vuole riempire le aule dei suoi seminari di sognatori, su Affari Miei parliamo di cose concrete;
  • Puoi accumulare molti soldi con gli immobili per vivere di rendita: se fai bene le cose – te lo ripeto a costo di diventare monotono, diventando un imprenditore – puoi guadagnare cifre importanti che ti consentiranno, in futuro, di realizzare il tuo obiettivo di smettere di lavorare;
  • L’immobiliare non è l’unica strada: diventare investitore immobiliare è uno soltanto dei tantissimi business in cui puoi entrare, se non hai competenze in questo ambito o non ti interessa entrarci ti consiglio di guardare a settori dove ti senti più ferrato o che, semplicemente, ti piacciono di più.

Per vivere di rendita servono tanti soldi?

La domanda più comune, alla fine, ruota sempre intorno ai soldi. La risposta è NI, cerco di spiegarti meglio.

Hai sicuramente bisogno di mettere da parte capitali importanti – e per questo ti serve un metodo ed hai bisogno di tempo – ma, se ti organizzi in maniera strutturata e ponderata, puoi raggiungere l’obiettivo anche senza guadagnare 10 mila euro al mese e senza avviare business troppo complessi.

Anche per queste ragioni ho cercato di strutturare una risposta concreta attraverso il mio libro “Vivere di Rendita – Raggiungi l’obiettivo con il metodo RGGI” perché, nel pormi la stessa domanda tante volte anche io, mi sono reso conto che non era possibile dare una risposta secca in pochi minuti che potesse stare all’interno di un articolo soltanto.

Cosa imparerai con il mio libro

Non sono tipo da promesse da marinaio, se cerchi la ricetta magica valida senza sforzi lascia perdere il mio libro perché non ho niente da offrirti in tal senso.

Se, invece, sei pronto a metterti in discussione dandoti da fare, attraverso “Vivere di Rendita – Raggiungi l’obiettivo con il metodo RGGI” potrai acquisire un approccio corretto alla gestione del denaro ed imparerai a prendere decisioni sensate ed orientare al raggiungimento del tuo obiettivo di lasciare il lavoro quando ti pare e non quando lo decide lo Stato.

Il mio libro è la fotografia del mio percorso: puoi tranquillamente applicarlo alla tua vita, correggendo gli aspetti in cui ti senti diverso da me.

Nel libro trovi esempi concreti tratti dalla mia esperienza, ragionamenti e pensieri elaborati in anni di tentativi, successi, insuccessi e studio.

“Vivere di Rendita – Raggiungi l’obiettivo con il metodo RGGI” non è un libro come gli altri, teso a compiacerti e motivarti: per molti tratti suonerà come un pugno nello stomaco, è improntato al realismo ed al pragmatismo che, nel mondo dei sognatori del web attuale, sono virtù sempre più rare.

Conclusioni

Vivere di rendita è possibile purché contestualizzato in un percorso ben definito. Ci credo al punto tale da aver eletto questo proposito quale mio obiettivo e l’ho raccontato nel mio libro che trovi su Amazon.

Mi auguro di condividere con te questo ambizioso cammino, all’insegna dei nostri interessi finanziari.

Per approfondire, ti consiglio di leggere i seguenti articoli:

Buon proseguimento su Affari Miei.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

6 COMMENTI

  1. Ciao Dino,

    il libro è in vendita su Amazon sia in versione cartacea che Kindle, puoi acquistarlo tramite questo link: https://amzn.to/2V89hXz

    Al momento, per scelta editoriale, non è disponibile nelle librerie tradizionali.

    Buona giornata,
    Davide

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei