Aprire un Sushi Bar: Investimento e Normativa per Mettersi in Proprio

Ogni giorno sempre nuove persone decidono di avvicinarsi alla cucina orientale e iniziano a sperimentare nuovi sapori. I ristoranti giapponesi sono in continua ascesa in ogni città dello stivale e la passione degli italiani per il sushi non si arresta.

Sushi bar, ristoranti, all you can eat ci sono formule per ogni esigenza. Se ami la cucina orientale e sogni di metterti in proprio, aprire un sushi bar potrebbe essere la scelta giusta per te.

Chi mangia sushi ama i sapori particolari, il gusto del pesce crudo e i colori delle pietanze. Accontentare una clientela che ama l’oriente potrebbe essere un buon modo per fare affari, soprattutto se al momento non ci sono ristoranti di sushi nella tua città.

Iniziare un nuovo business è sempre una grande avventura e in questo articolo ti partlerò dei requisiti necessari per aprire un ristorante di sushi, ti indicherò  la spesa media, le eventuali affiliazioni in franchising e vi daremo tutti i consigli utili per la tua apertura. Buona lettura!

Quali sono i requisiti per aprire un ristorante di Sushi?

Prima di iniziare con l’iter burocratico per la tua apertura è necessario che tu sia in possesso dei requisiti richiesti per legge aprire un’attività, compreso un ristorante di sushi.

Per aprire una nuova attività sono richiesti dei requisiti morali. ovvero non devi essere stati dichiarato fallito o interdetto in precedenza, altrimenti non otterrai le autorizzazioni per l’apertura.

In seguito sarà necessario cercare di un locale adatto all’apertura di un ristorante di sushi e che quindi disponga di tutti i requisiti di sicurezza obbligatori per legge. Qualora il locale non li avesse, non otterrai il permesso di aprire.

Per mettere a norma i locali è possibile anche effettuare dei lavori di ristrutturazione, quindi informati accuratamente prima di affittare o acquistare un locale. Altri requisiti necessari per l’apertura di un ristorante sono:

  • l’apertura di una Partita Iva;
  • l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • ottenere il certificato HACCP per la somministrazione di alimenti e di bevande;
  • ottenere tutti i permessi obbligatori per l’apertura di una attività, come il certificato ASL (che attesti la sicurezza e l’igiene) e l’iscrizione a Inps ed all’Inail;
  • ottenere il permesso per l’esposizione dell’insegna e pagare la relativa tassa;
  • dichiarare al comune l’inizio di attività e ottenere il permesso;
  • pagare la Siae nel caso in cui pensiate di diffondere musica nel tuo locale.

Se desideri ottenere il successo desiderato ci sono anche altri importanti requisiti da avere, non si tratta di requisiti obbligatori per legge, ma di doti davvero utili per attirare clienti e assicurare all’attività una lunga vita.

È consigliabile affiancarsi solo a personale specializzato e ben preparato che sappia trattare il pesce e conosca bene la procedura di preparazione del sushi.

Uno chef esperto in alimenti orientali e in sushi è utile per assicurare ai tuoi piatti non solo gusto, ma anche una bella presentazione. La presentazione é fondamentale per il sushi, anche l’occhio vuole la sua parte.

Ricorda che anche l’arredamento può fare la differenza, optare per un mobilio che si adatti allo stile orientale contribuisce a creare l’atmosfera e ad attirare un maggior numero di persone.

Si consiglia inoltre di prepararsi accuratamente, conoscere bene i piatti e avere conoscenza della cultura giapponese aumenterà la tua credibilità.

Inoltre è fondamentale preparare un business plan accurato in cui tu possa quantificare le risorse da investire e in cui riportare i tuoi obiettivi a lungo e breve termine.

Ti consiglio anche di documentarti sugli eventuali finanziamenti concessi dalla tua regione per l’apertura di una nuova attività.

Dove conviene aprire un ristorante orientale?

In Italia i ristoranti di sushi non sono rari, ma ci sono ancora molte zone in cui non se ne trovano. È consigliabile aprire in zone ben servite e molto trafficate in cui non ci siano ancora ristoranti di sushi.

Aprire in una zona con un forte flusso di persone è però sempre consigliabile. Il centro città è il posto adatto per aprire una attività di ristorazione, ma lo sono anche le zone periferiche molto trafficate e ben servite.

I centri commerciali ad esempio, potrebbero essere il posto giusto per un ristorante di sushi. Le zone di mare sono perfette per ottenere sempre pesce di buona qualità, ma in questo caso dovrai combattere contro una concorrenza più ampia (anche contro i classici ristoranti di pesce).

Per scegliere il luogo adatto ti consiglio di fare un’analisi di geo marketing e di appoggiarti ad un esperto nel settore che sappia consigliarti il posto migliore in cui aprire.

Esistono dei franchising per ristoranti di Sushi?

Se desideri aprire il tuo ristorante di sushi, ma non vuoi accollarti il peso di troppi rischi, il franchising potrebbe essere la scelta più adatta a te. Con un franchising sarai sempre seguito da personale preparato appositamente durante tutto il percorso per la tua apertura.

Grazie alle consulenze e all’esperienza messa a disposizione agli affiliati dalla casa madre, i rischi economici diminuiscono rispetto alle aperture autonome. Vediamo insieme quali sono i maggiori franchising per i ristoranti di sushi.

1) Kyosko non solo sushi franchising

Si tratta di un ristorante che che punta sull’innovazione e che desidera andare incontro alle esigenze di tutti i clienti. Offrono piatti preparati al momento di Sushi, insalate con pesce, carpacci e pietanze varie sempre in stile giapponese.

Kyosko vuole offrire ai suoi franchisee consulenze sugli ingredienti e le ricette oltre che aiuto nella creazione di una strategia di marketing.

La casa madre è particolarmente scrupolosa per quanto riguarda la conservazione e il trattamento degli alimenti, per questo l’affiliato dovrà imparare anche le regole per la conservazione.

Kyosko sushi offre ai suoi affiliati  l’esclusiva territoriale, aiuto nella progettazione e nell’allestimento del locale, selezione e anche formazione del personale. La casa madre si occupa anche della pubblicità di lancio e delle promozioni periodiche del locale.

La superficie minima richiesta per il locale va dai 30 a 100 mq. L’investimento minimo è di 15.000,00 €, è previsto il pagamento di una fee di ingresso di 15.000,00 €, non ci sono Royalty.

Il personale richiesto è di 3-6 persone. Per candidarsi e ricevere ulteriori info è necessario visitare il sito ufficiale del marchio.

2) Shabu Fusion franchising

È un ristorante di sushi che si basa su un concetto fusion, ovvero di fusione tra varie culture culinarie. Il progetto Shabu Fusion è in espansione e cerca nuovi affiliati e consente di aprire ristoranti o punti vendita take away.

L’affiliato dovrà arredare il ristorante seguendo le istruzioni della casa madre che effettuerà controlli periodici per verificare il rispetto degli accordi.

Ad ogni affiliato sono garantiti affiancamento a partire dalla ricerca del locale, progettazione del ristorante, fornitura dei diversi manuali operativi e cessione del know how, esclusività di zona, consulenza di marketing e pubblicità, il sito web e la piattaforma e-commerce pensata per gli ordini in delivery e in take away.

Non è necessaria esperienza pregressa nel settore della ristorazione. È richiesta una fee di ingresso di  € 12.000 per il take away e di € 25.000 per il ristorante. le royalties sono del 3% sul fatturato trimestrale a netto IVA.

Il contributo pubblicitario mensile per il take away è di € 500, mentre per il ristorante di € 800. Il canone mensile per la consulenza marketing e social media è di € 250. Il totale da investire per un punto take away parte da € 40.000, mentre per un ristorante da € 80.000.

La superficie minima del ristorante è di 200mq per il take away e di 250-400 mq per il ristorante. Per candidarsi e ricevere ulteriori info è necessario visitare il sito ufficiale del marchio.

3) Sushi Franchising Kisso

Il franchising per tutti che consente di mettersi in affari con un investimento che non supera gli €30.000. La formula di avvio franchising consente all’affiliato di risparmiare oltre il 30% dell’investimento medio.

I prezzi di acquisto per le attrezzature sono bassi perché la casa madre si affida solo a fornitori selezionati e fidati.

Per candidarsi e ricevere ulteriori informazioni sui requisiti minimi è necessario visitare il sito ufficiale del marchio.

4) Koii Sushi franchising

Il ristorante di sushi aperti tutti i giorni da pranzo a cena, con servizio All You Can Eat e con il Take Away.

Non è possibile conoscere ulteriori informazioni riguardo i requisiti minimi e l’investimento iniziale, anche in questo caso per candidarsi e per ricevere ulteriori informazioni è necessario visitare il sito ufficiale del marchio e inoltrare richiesta. L’azienda vi invierà per mail la brochure informativa.

5) Franchising Haru Sushi Cucina giapponese

Il ristorante giapponese che consente anche la formula da asporto. Il ristorante è particolarmente attento alla cura del minimo dettaglio e alla presentazione dei piatti.

L’affiliato dovrà imparare la preparazione dei piatti e l’accostamento dei colori per presentare al cliente sempre piatti belli da vedere e buoni da mangiare. La fee d’ingresso è di € 90.000.

Haru Sushi offre all’affiliato assistenza e formazione, valutazione del locale, aiuto nello svolgimento di tutte pratiche burocratiche necessarie per l’apertura,  selezione del personale e formazione, progettazione e realizzazione del locale.

Sia l’affiliato che tutto il personale dovrà essere formato. Il personale per la gestione dell’attività è di circa 2 o 3 persone in media.

Quanto costa aprire un ristorante sushi?

Come per ogni attività commerciale anche per l’apertura di un ristorante di sushi è importante valutare con attenzione ogni  singolo aspetto, preventivare i costi e anche i tempi di recupero del capitale investito.

Per questo è necessario redigere un business plan. I costi sono associati a svariati fattori come l’ampiezza e la struttura del locale oltre che gli eventuali lavori edilizi, gli arredi, le attrezzature, le forniture di prodotti alimentari e materiale, i corsi di formazione per il personale e per voi stessi, le varie spese burocratiche e per le consulenze professionali.

Il costo medio di una location di piccole/medie dimensioni per un ristorante sushi si aggira attorno agli € 20.000 euro a cui dovrai aggiungere il costo per gli arredi, non meno di € 30.000. Tra costi per i materiali, le prime forniture, gli allacci ecc, si arriva facilmente ad una spesa media di € 90.000.

Quindi per l’apertura del tuo ristorante di sushi preparatevi a spendere una cifra che si aggira attorno agli € 100.000.

Ovviamente la spesa aumenta facilmente se si decide di scegliere un locale di dimensioni maggiori per la gestione del quale ti sarà necessario impiegare più personale. Per questo ti consiglio  di visitare prima il sito della tua regione o di recarti negli uffici appositi, solitamente sono previste delle agevolazioni per le nuove attività, soprattutto se si tratta di giovani imprenditori.

Informati sempre con molta attenzione anche riguardo i finanziamenti a fondo perduto e se pensi di non riuscire comunque a sostenere la spesa, ma vuoi ugualmente realizzare il tuo sogno, informati sul franchising leggendo i nostri consigli.

Nella maggior parte dei casi i franchising richiedono un investimento minore e anche i rischi lo sono. Se desideri aprire una tua attività minimizzando ulteriormente i rischi e i costi potresti optare per un locale a gestione familiare.

I costi si possono recuperare e se l’attività inizia ad ingranare arriveranno anche i tuoi guadagni.

Per aumentare il tuo  fatturato e per recuperare al più presto il denaro che avete investito avrai bisogno di seguire alcuni consigli utili. Brevemente concludiamo con qualche consiglio per ottenere il successo e per darti la buona fortuna:

  • mettici tutto il tuo impegno e la tua passione, i clienti sono diventati molto esigenti e valutano non solo la competenza, ma anche l’amore per il lavoro, dimostra di amare la tua attività e vedrai che il tuo ottimismo sarà contagioso;
  • mostrati sempre preparato, siate d’esempio e scegliete unicamente del personale appassionato quanto te, ricorda che basta anche un solo collaboratore maleducato o poco interessato al lavoro a danneggiare il tuo business;
  • non dimenticare mai pagamenti e scadenze, trascurare i pagamenti ti porterà una lunga serie di problemi, cercate di far quadrare i conti il più possibile;
  • cura la pubblicità del tuo ristorante anche sui social network, evitate di restare fuori da internet perché è come se fossi fuori dal mondo, i social network sono fondamentali per farsi conoscere in giro e per raggiungere sempre nuovi clienti.

Ora che sei a conoscenza di tutto quello che c’è da sapere per aprire una nuova attività di ristorazione a base di sushi, non ti resta che rimboccarti le maniche iniziare a percorrere una strada tutta tua per diventare imprenditori!

Ulteriori risorse utili

Aspetta, non andare via! Se stai valutando di avviare un sushi bar, forse potrebbero interessarti le guide che ho selezionato per te, collegate alla ristorazione che va di moda oggi!

Queste sono alcune delle idee disponibili per avviare una attività nel turismo e nella ristorazione, ma se vuoi conoscere altri marchi nel campo culinario, ecco una guida di approfondimento sui migliori marchi franchising per avviare un ristorante.

Ti auguro buona fortuna!

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

 

Video Corso Gratuito Business con Metodo

Stai pensando di metterti in proprio ma non sai da dove iniziare? 

Scopri Subito il Video Corso “Business con Metodo”: ho preparato per te oltre 1 ora di contenuti esclusivi che ti guideranno nel pianificare la tua avventura imprenditoriale.

mm
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO


Ricevi gli aggiornamenti da Affari Miei